• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 19

Discussione: Giovani violenti...

Cambio titolo
  1. #1
    Down is the New Up. L'avatar di Cold Winter
    Registrato il
    10-02
    Località
    Milano solo Rossonera
    Messaggi
    8.992

    Giovani violenti...

    Non so chi ieri sera abbia visto Lucignolo su Italia1, il tema era quello della gioventù violenta. Devo dire di essere rimasto veramente sorpreso, sorpreso e a dir la verità anche un po' preoccupato dei livelli di bassezza a cui siamo arrivati. Ad esempio, lo ricorderete tutti il caso di Erika e Omar, beh, io ho scoperto ieri sera che su internet ci sono tantissimi "fan club" di Erika dove è vista come un dio, un dio perchè ha ucciso sua madre, ma ci rendiamo conto? Altro esempio, si parlava del branco, a Concorrezzo in provincia di Monza, due ragazzine di 12 anni venivano costrette ad atti osceni nel centro del paese, i ragazzi si avvicinavano e le toccano pesantemente per poi appartarsi (sempre alla chiara luce del sole) per approfittarne ancora di più, sono rimasto veramente inorridito, inorridito dall'indifferenza della gente e da quanto il branco possa causare, è proprio vero che quando le persone si aggregano in questi branchi si retrocede allo stato animale, anche perchè non posso credere che presi singolarmente siano capaci di fare le stesse cose...
    Chissà dove andremo a finire...
    Ultima modifica di Cold Winter; 12-04-2003 alle 15:55:39

  2. #2
    V_ _ O N A L'avatar di Mecuji
    Registrato il
    03-03
    Località
    A casa mia
    Messaggi
    2.356
    La storie del "Branco" sono note a tutti........nell' tuo elenco aggiungerei il fatto della suora di chiavenna uccisa da quelle due o tre ragazze per fare un sacrificio al diavolo........sono cose che fanno male gente che rovina la propia vita...facendo sacrifici prendendo come esempio Gente come Marylin Manson.....che con le sue spudorate esebizioni fa molti soldi.ma fa cadere in basso molti ragazzi.che addirittura lo stimano come un vero e propio Dio.......personalmente mi ritengo di no appartenere a questi generi di ragazzi...ma da quello che vedo molti prendono la strada della violenza..........8(

  3. #3
    Down is the New Up. L'avatar di Cold Winter
    Registrato il
    10-02
    Località
    Milano solo Rossonera
    Messaggi
    8.992
    Inviato da Mecuji
    La storie del "Branco" sono note a tutti........nell' tuo elenco aggiungerei il fatto della suora di chiavenna uccisa da quelle due o tre ragazze per fare un sacrificio al diavolo........sono cose che fanno male gente che rovina la propia vita...facendo sacrifici prendendo come esempio Gente come Marylin Manson.....che con le sue spudorate esebizioni fa molti soldi.ma fa cadere in basso molti ragazzi.che addirittura lo stimano come un vero e propio Dio.......personalmente mi ritengo di no appartenere a questi generi di ragazzi...ma da quello che vedo molti prendono la strada della violenza..........8(
    Quoto pienamente, non ho inserito il fatto di Chiavenna perchè sinceramente sono rimasto più colpito da gli altri due fatti che ho scritto sopra.

  4. #4
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281
    poi la giustizia infligge pene incredibilmente lievi (che poi magari vengono sospese) perchè essendo minori sono incapaci di intendere e di volere
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  5. #5
    The Show Must Go On L'avatar di tsmgo
    Registrato il
    01-03
    Località
    vicenza
    Messaggi
    627
    Inviato da roland
    poi la giustizia infligge pene incredibilmente lievi (che poi magari vengono sospese) perchè essendo minori sono incapaci di intendere e di volere
    Hai ragione purtroppo è così...ma nn sempre! x esempio so ke i tre ragazzi che sono accusati di aver ucceso desirè hanno avuto pene parecchio grosse(credo 15-16 anni)
    "Io non voglio cambiare il mondo!...lascio che le canzoni esprimano le mie sensazioni e i miei sentimenti..." (ultima intervista di Freddie Mercury, 1991)


  6. #6
    Utente L'avatar di Shalyen
    Registrato il
    01-03
    Località
    Falvaterra
    Messaggi
    446
    Inviato da tsmgo
    Hai ragione purtroppo è così...ma nn sempre! x esempio so ke i tre ragazzi che sono accusati di aver ucceso desirè hanno avuto pene parecchio grosse(credo 15-16 anni)
    15-16 anni non sono nulla in confronto alla punizione giusta per un omicidio.
    "C'è da scommettere che ogni idea e luogo comune siano sciocchezze, perchè hanno avuto l'approvazione della maggioranza"

  7. #7
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281
    Inviato da tsmgo
    Hai ragione purtroppo è così...ma nn sempre! x esempio so ke i tre ragazzi che sono accusati di aver ucceso desirè hanno avuto pene parecchio grosse(credo 15-16 anni)
    ...che nel giro di un paio d'anni d'istituto verranno sospese, e i ragazzi avranno addirittura aiuto dagli assistenti sociali e roba simile...
    [MOVE]Siamo in Italia![/MOVE]
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  8. #8
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281
    Inviato da Shalyen
    15-16 anni non sono nulla in confronto alla punizione giusta per un omicidio.
    quoto!
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  9. #9
    Utente L'avatar di BloodyMary
    Registrato il
    11-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    420
    Non oso immaginare lo stato psicologico della ragazza 12enne... devo dire che questo fatto mi ha lasciata veramente sconvolta... A proposito di Erika e Omar ho visto la cosa più straziante del mondo, ovvero che uno ha anche dedicato una canzone ad Erika , come se questo fatto sia una semplice telenovela (ma daltronde i fatti di cronaca nera sono ormai presentati così).
    Ma andiamo al perchè di questi delitti... non basta puntare il dito sul colpevole e considerarlo senza umanità... il 90% dei fattori che l'hanno condotto ad un crimine sono esterni al soggetto... sono sicura che un secolo fa non succedevano certe cose...

    "Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza."

  10. #10
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281
    Inviato da BloodyMary
    Non oso immaginare lo stato psicologico della ragazza 12enne... devo dire che questo fatto mi ha lasciata veramente sconvolta... A proposito di Erika e Omar ho visto la cosa più straziante del mondo, ovvero che uno ha anche dedicato una canzone ad Erika , come se questo fatto sia una semplice telenovela (ma daltronde i fatti di cronaca nera sono ormai presentati così).
    Ma andiamo al perchè di questi delitti... non basta puntare il dito sul colpevole e considerarlo senza umanità... il 90% dei fattori che l'hanno condotto ad un crimine sono esterni al soggetto... sono sicura che un secolo fa non succedevano certe cose...
    Un secolo fa succedevano, solo che non esistevano i mezzi di informazione per farlo sapere a tutti.
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  11. #11
    Bannato L'avatar di x-max
    Registrato il
    10-02
    Località
    Bar Zucchi
    Messaggi
    14.023

    Re: Giovani violenti...

    Inviato da Cold Winter
    Non so chi ieri sera abbia visto Lucignolo su Italia1, il tema era quello della gioventù violenta. Devo dire di essere rimasto veramente sorpreso, sorpreso e a dir la verità anche un po' preoccupato dei livelli di bassezza a cui siamo arrivati. Ad esempio, lo ricorderete tutti il caso di Erika e Omar, beh, io ho scoperto ieri sera che su internet ci sono tantissimi "fan club" di Erika dove è vista come un dio, un dio perchè ha ucciso sua madre, ma ci rendiamo conto? Altro esempio, si parlava del branco, a Concorrezzo in provincia di Monza, due ragazzine di 12 anni venivano costrette ad atti osceni nel centro del paese, i ragazzi si avvicinavano e le toccano pesantemente per poi appartarsi (sempre alla chiara luce del sole) per approfittarne ancora di più, sono rimasto veramente inorridito, inorridito dall'indifferenza della gente e da quanto il branco possa causare, è proprio vero che quando le persone si aggregano in questi branchi si retrocede allo stato animale, anche perchè non posso credere che presi singolarmente siano capaci di fare le stesse cose...
    Chissà dove andremo a finire...
    un mio compagno di classe per la storia di concorezzo è in carcere8(
    conoscevo tutta quella gente

  12. #12
    Utente L'avatar di Sade
    Registrato il
    04-03
    Località
    Il Mondo
    Messaggi
    87
    Approfitto del tema per presentarmi, visto che questo è il mio primo intervento in questa comunità, e per scusarmi anticipatamente se dovessi commettere errori nello scrivere, ma, pur avendo una più che discreta conoscienza della lingua, almeno spero, non sono in Italia da molto tempo e non riesco a fare a meno di pensare in una lingua, scrivere in un altra, e poi limare in modo da dare un senso in italiano.

    Devianza e criminalità dei giovani sono uno dei problemi di questi decenni. Come è stato giustamente fatto notare, il fatto che anche i minori commettano crimini non è certo frutto dei nostri tempi. Le novità sono invece, la "'escaletion" (Non riesco a trovare il termine corretto in italiano), di questi avvenimenti, il fatto che questi siano diffusi dai media a livello a volte più che nazionale, e le ripercussioni che queste notizie portano con se.
    Troppo spesso l'uomo, forse ad ulteriore conferma delle teorie darwiniane, è spinto all'emulazione di comportamenti che attirino l'attenzione dei suoi simili. Così, come nei ghetti in mano a bande criminali per il ladruncolo il "boss" di quartiere è una celebrità, un modello da imitare, e non invece un deprecabile esempio di violento, così, per il giovane insoddisfatto e frustrato per qualche ragione, chi "gode" degli onori della cronaca, magari per aver ucciso un genitore, può divenire fonte di invidia.
    Se le cose stessero così, ed è una ipotesi anche per i sociologi non una verità assoluta, la repressione non servirebbe a molto. Uno stato che si limita a punire i crimini con pene severe, sperando che queste funzionino da deterrente, non è un buono stato. La prevenzione è la cosa più importante. Penso che tutti possano essere concordi sul fatto che sarebbe meglio se questi delitti non avenissero piuttosto che saperne i colpevoli condannati all'ergastolo o alla pena di morte.
    Prevenzione non tanto grazie a figure come l'assistente sociale, che purtroppo a mio modesto parere non serve a molto in questo caso, ma presentando tramite i mezzi d'informazione anche buoni modelli da seguire, e magari dando meno rilevanza a quelli da evitare. Non ritengo nemmeno vero che i primi interessino il pubblico più dei secondi. L'interesse della gente può essere catalizzato verso questa o quella direzione. E' solo una questione di volontà. Non è un caso che nei regimi dittatoriali la gente venga martellata con esempi di persone perfettamente eterodosse. Questo avviene perché causa desiderio di imitazione.

  13. #13
    Metallologo L'avatar di Raistlyn
    Registrato il
    04-03
    Località
    Caltanissetta
    Messaggi
    2.432
    Ottimo intervento Sade,approvo tutto quello che hai detto.
    Secondo me la prevenzione deve essere fatta dai genitori,infatti sono sicuro che la violenza dilagante e tutto il resto siano la conseguenza dell'assenza di un'educazione morale da parte dei familiari.Quante volte abbiamo sentito dire :"era un ragazzo per bene",ma purtroppo per la gente e per i media," per bene" vuol dire proveniente da una famiglia agiata economicamente ,che è una cosa che non ha nulla a che vedere con una sana educazione,anzi sfortunatamente spesso capita che nelle famiglie più agiate entrambi i genitori non dedicano abbastanza tempo all'educazione dei figli perchè sono immersi nel lavoro............comunque il problema è molto grave e anche la TV con i suoi modelli assurdamente sbagliati e negativi contrubuisce a fomentare gli animi.

  14. #14
    Utente L'avatar di Sade
    Registrato il
    04-03
    Località
    Il Mondo
    Messaggi
    87
    Inviato da Raistlyn
    Ottimo intervento Sade,approvo tutto quello che hai detto.
    Secondo me la prevenzione deve essere fatta dai genitori,infatti sono sicuro che la violenza dilagante e tutto il resto siano la conseguenza dell'assenza di un'educazione morale da parte dei familiari.Quante volte abbiamo sentito dire :"era un ragazzo per bene",ma purtroppo per la gente e per i media," per bene" vuol dire proveniente da una famiglia agiata economicamente ,che è una cosa che non ha nulla a che vedere con una sana educazione,anzi sfortunatamente spesso capita che nelle famiglie più agiate entrambi i genitori non dedicano abbastanza tempo all'educazione dei figli perchè sono immersi nel lavoro............comunque il problema è molto grave e anche la TV con i suoi modelli assurdamente sbagliati e negativi contrubuisce a fomentare gli animi.
    Ti ringrazio,
    ma non era mia intenzione scagliarmi contro la programmazione televisiva. La ritengo un po' vuota, carente di contenuti, questo sì, ma non dannosa in se. Sotto questo punto di vista, quello della delinquenza giovanile, non ritengo che i programmi TV siano modelli negativi tanto espliciti.
    Quella che ritengo sbagliata, forse solo per abitudine diversa da parte mia, è la rilevanza esagerata data a certe notizie ed il silenzio sotto cui vengono fatte passare altre. Non ero in Italia quando ci fu il delitto da cui parte la discussione, quello di Erika ed Omar. Ma presumo che se ne sia parlato in apertura ad ogni TG per settimane. Ero invece in Italia quando morì, per salvare una persona, quel pompiere sommozzatore a Roma. Così come morì un membro della polizia ferroviaria in uno scontro a fuoco con dei terroristi. Entrambi, visti dalla parte della società, sono atti d'eroismo. Due servi della società sono morti per difenderla. Allora perché non si diede a questi fatti più rilevanza, ma anzi pare li si abbia voluti accantonare quasi subito? Perché il gesto di un privato cittadino che ferma un borseggiatore per strada non viene citato nemmeno su telegiornali locali ma viene invece spesso riportato il fatto che sia avvenuto uno scippo o una truffa? Perché tutte le volte che viene vinta una lotteria, da parte dei notiziari si scatena una caccia al vincitore, per fortuna quasi sempre infruttuosa e non duratura, neanche si dovesse trovare il colpevole di un delitto?
    Spero di essere stato chiaro.

  15. #15
    Metallologo L'avatar di Raistlyn
    Registrato il
    04-03
    Località
    Caltanissetta
    Messaggi
    2.432
    Inviato da Sade
    Ti ringrazio,
    ma non era mia intenzione scagliarmi contro la programmazione televisiva. La ritengo un po' vuota, carente di contenuti, questo sì, ma non dannosa in se. Sotto questo punto di vista, quello della delinquenza giovanile, non ritengo che i programmi TV siano modelli negativi tanto espliciti.
    Quella che ritengo sbagliata, forse solo per abitudine diversa da parte mia, è la rilevanza esagerata data a certe notizie ed il silenzio sotto cui vengono fatte passare altre. Non ero in Italia quando ci fu il delitto da cui parte la discussione, quello di Erika ed Omar. Ma presumo che se ne sia parlato in apertura ad ogni TG per settimane. Ero invece in Italia quando morì, per salvare una persona, quel pompiere sommozzatore a Roma. Così come morì un membro della polizia ferroviaria in uno scontro a fuoco con dei terroristi. Entrambi, visti dalla parte della società, sono atti d'eroismo. Due servi della società sono morti per difenderla. Allora perché non si diede a questi fatti più rilevanza, ma anzi pare li si abbia voluti accantonare quasi subito? Perché il gesto di un privato cittadino che ferma un borseggiatore per strada non viene citato nemmeno su telegiornali locali ma viene invece spesso riportato il fatto che sia avvenuto uno scippo o una truffa? Perché tutte le volte che viene vinta una lotteria, da parte dei notiziari si scatena una caccia al vincitore, per fortuna quasi sempre infruttuosa e non duratura, neanche si dovesse trovare il colpevole di un delitto?
    Spero di essere stato chiaro.

    Mi pare che anche tu sottolinei il fatto che la TV non solo pubblicizza quasi sempre il male ,ma quelle rare volte che da spazio ad una buona azione lo fa poco e male.

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •