• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Problema Hitman 2

Cambio titolo
  1. #1
    Old times rock and roll! L'avatar di dirkpitt
    Registrato il
    04-03
    Località
    Gilead, Medio-Mondo.
    Messaggi
    9.998

    Problema Hitman 2

    Nel secondo capitolo della missione in Nuristan,Attacco al Corteo,arrivo indenne su un tetto vicino al cancello in cui entra il bersaglio,punto il fucile MI95,ma non riesco mai a ucciderlo,ho provato addirittura ad inseguirlo a piedi e sparagli di tutto,niente,non muore;devo sparare all'auto e farla esplodere?O c'è un edificio migliore da cui sparare.
    "Il pistolero si destò da un sogno confuso dominato da un'unica immagine, quella del Mazzo di Tarocchi con il quale l'uomo in nero gli aveva predetto (non si sa quanto onestamente) l'amaro destino. Affoga, pistolero, gli diceva l'uomo in nero, e nessuno gli getta una cima. Il giovane Jake. Ma non era un incubo. Era un bel sogno. Era bello perché era lui ad annegare, quindi non era affatto Roland, bensì Jake e questo gli era di consolazione perché sarebbe stato mille volte meglio annegare come Jake che vivere nei panni di se stesso uomo che, nel nome di un gelido sogno, aveva tradito un bambino che in lui aveva riposto tutta la sua fiducia."

  2. #2
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    Binago(Co)
    Messaggi
    17.738
    devi avere culo e mira.....non e' facilissimo.

  3. #3
    Old times rock and roll! L'avatar di dirkpitt
    Registrato il
    04-03
    Località
    Gilead, Medio-Mondo.
    Messaggi
    9.998
    Altro che mira!Che il fucile che sbalenga da tutte le parti,mi sembra di essere su una nave in mezzo al mare in tempesta.Non è che esiste una modalità di fuoco apposta per questo fucile,ho provato anche a chinarmi.
    "Il pistolero si destò da un sogno confuso dominato da un'unica immagine, quella del Mazzo di Tarocchi con il quale l'uomo in nero gli aveva predetto (non si sa quanto onestamente) l'amaro destino. Affoga, pistolero, gli diceva l'uomo in nero, e nessuno gli getta una cima. Il giovane Jake. Ma non era un incubo. Era un bel sogno. Era bello perché era lui ad annegare, quindi non era affatto Roland, bensì Jake e questo gli era di consolazione perché sarebbe stato mille volte meglio annegare come Jake che vivere nei panni di se stesso uomo che, nel nome di un gelido sogno, aveva tradito un bambino che in lui aveva riposto tutta la sua fiducia."

  4. #4
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    Binago(Co)
    Messaggi
    17.738
    non penso,almeno io ci sono riuscito con fatica,come fai tu.prova e riprova....

  5. #5
    Utente L'avatar di Caleb Ankister
    Registrato il
    04-03
    Località
    Pompei e dintorni
    Messaggi
    296
    Io personalmente ho provato in 2 modi:

    -la prima volta ho sparato alle ruote, poi ho ucciso l'autista e quando lui è scappato via l'ho freddato

    -la seconda volta (più rapida ma più difficile) ho aspettato che la limousine prendesse la strada di fronte al cancello in modo che avanzasse verso di me (anche io ero sulla casa vicino al cancello); dopodichè ho mirato più in basso, tenendo il mirino in movimento... cosi' facendo...il tipo te lo trovi esattamente di faccia ed è (relativamente) facile impiantargli un terzo occhio; spara a quello di destra, a sinistra mi pare ci sia la moglie.

    Mi raccomando, voglio un lavoro pulito e silenzioso.

    Caleb

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •