• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 34 123411 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 504

Discussione: La lettura sta scomparendo?

Cambio titolo
  1. #1
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    226

    La lettura sta scomparendo?

    Buongiorno a tutti. Non so come iniziare, perciò è meglio venire subito al dunque.
    Prendo la parola perchè a scuola mi è stato dato da scrivere un tema che mi ha lasciato molto perplessa. Il titolo diceva più o meno così: "E' ormai certo che oggi i giovani leggono sempre meno volentieri. Perchè, secondo voi? La scuola ha qualche responsabilità in questo, o la colpa è imputabile ad altri fattori? Se così fosse, intravedete possibili soluzioni?"

    L'argomento era molto interessante, mi ha coinvolto molto, ma, nonostante tutto, nelle tre ore di scrittura non sono riuscita a trovare una risposta soddisfacente. Perchè i giovani leggono sempre meno? Forse perchè da ogni parte si consiglia loro di farlo? O forse perchè ormai, tra la televisione e tutte le altre forme di intrattenimento (tra cui il nostro beneamato computer) si sta perdendo interesse per un passatempo un po' più impegnativo? Magari perchè, con il diffondersi della lingua sgrammaticata e veloce degli SMS, i ragazzi hanno smesso di riconoscersi nello stile raffinato di un libro, cominciando a sentirlo come qualcosa di estraneo? La risposta non è scontata come sembrerebbe ...

  2. #2
    Utente L'avatar di Ayla
    Registrato il
    10-02
    Località
    Parma
    Messaggi
    143
    Effettivamente la voglia di leggere sta scomparendo sempre di più nelle nuove generazioni....
    I perchè sono molti; secondo me c'è innanzi tutto una "cultura del libro" poco presente nei primi anni di scuola.... Ho notato infatti che i bambini che amano leggere mantengono questa passione anche crescendo.Se ai libri vengono proposti loro altri svaghi come la tv, o quant'altro (da parte sia dei genitori che della scuola) allora il loro interesse x i libri verrà drasticamente ridotto...
    Inoltre leggere è un po' troppo "impegnativo", in una società in cui tutto ti viene servito già pronto... Io ad esempio preferisco i quotidiani al telegiornale, in quanto quest'ultimo è formato da una serie di notizie "passive" che non posso scegliere e scremare a mio piacimento (ma è forse troppo faticoso...?)
    Ci sarebbero altri motivi, ma non vorrei risultare troppo prolissa...
    Cmq più o meno il mio pensiero è questo qui....

  3. #3
    Bannato L'avatar di Falco Bianco
    Registrato il
    11-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    17.264
    i miei genitori mi hanno introdotto fin da piccolo al piacere della lettura, sottolineo introdotto perché molti bambini al giorno d'oggi vedono la lettura come una forzatura, credo che la televisione ci metta molto del suo deficiendo (é uno di quei verbi che non vedi l'ora di usare per fare sfoggio di cultura!) in pubblicità sui libri, soprattutto su quelli per ragazzini... i non posso che augurarmi che la situazione cambi. L'uscita di Harry Potter (se mettiamo da parte tutto il merchandising, si scrive così???) ha riacceso la voglia di leggere nelle menti dei bambini, ed é uno dei motivi per cui ammiro la scrittrice.

  4. #4
    Utente L'avatar di BloodyMary
    Registrato il
    11-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    420
    perchè ci sono molte più distrazioni e, a detta di alcuni, è faticose leggere -__-

    "Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza."

  5. #5
    Bannato L'avatar di Raiden[X-BoX]
    Registrato il
    01-03
    Località
    Sicilia - Palermo
    Messaggi
    2.610
    leggere è bellissimo.

  6. #6
    Individuo strano L'avatar di IL PROFETA
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    1.344
    Secondo me la lettura non sta scomparendo "totalmente"; sta venendo semplicemente affiancata da altri media, prima inesistenti...
    Da grandi poteri derivano grandi responsabilità, e prevedere il futuro non è come sparare ragnatele!

  7. #7
    Utente L'avatar di Ozymandias
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    7.203
    sinceramente... secondo me nn c'entra ne la televisione ne gli altri media... forse un po la scuola che nn ti avvia al mondo(fantastico) della lettura... ma piu che altro è un fatto di mentalita di ogni singolo individuo... sapete come ho letto il primo libro?? nn mi ricordo se ero alle medie o in 5 elementare ma penso alle medie, cmq siccome vedevo che mio zio leggeva tanti libri e aveva sempre storie e storielle da raccontare a noi nipoti...vedevo mio fratello che si lanciava in discorsi filosofici con mio padre, vedevo sempre mio fratello con libri seduto a leggere allora mi sono detto... "vogliamo provare a leggere qualcosa??" la prima cosa che mi ha attirato e stato un libro del mitico Asimov!! I ROBOT E L'IMPERO... raga a 11 12 anni ho letto Asimov!! è stato magnifico davvero un emozione grandissima quando ho finito il libro!! nei giorni che leggevo nn vedevo l'ora di sapere se Giskard e Daneel(i robot il primo tipo queello del film L'uomo bicentenario con Bruce williams e il secondo umanoide) avrebbero salvato il mondo e come, davvero incredibile! cmq lasciamo indietro il passato... secondo me la scuola e la famiglia hanno la colpa... si dovrebbe spingere fin da piccoli a leggere! e poi una cosa, quando ho saputo che sarebbe uscito Il singore degli anelli a film... mi sono affrettato a leggerlo prima che uscisse il film invece di guardare il film e nn leggere il libro...
    Ultima modifica di Ozymandias; 4-05-2003 alle 12:38:10

  8. #8
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    purtroppo la lettura è surclassata da altri tipi di intrattenimento, e spesso chi desidera svagarsi opta 1 per il non far niente 2 per intrattenimenti che non richiedono una partecipazione attiva, tv in primis
    la lettura richiede comunque uno sforzo al livello mentale, mentre con la tv possiamo anche passivamente subire le immagini che ci vengono propinate
    al di là poi del puro passatempo, io definisco la lettura come cibo per l'anima ( teatrale eh )

  9. #9
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    c'è poi un altro fattore: spesso accade che i libri vengano allontanati come passatempo troppo intellettuale, oppure perchè li si associa comunque all'attività di studio e scuola

    mi viene da fare un parallelo con il forum: uno può stare a leggere i post tanto per passare il tempo, oppure partecipare alla discussione e fare uno sforzo mentale
    stesso dicasi per la lettura

  10. #10
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    per quanto riguarda la responsabilità della scuola, se questa non infonde l'amore per i libri nei giovani sono pure i giovani ad accogliere in modo sbagliato la cultura: a scuola ci vengono proposte opere di incommensurabile valore, eppure spesso si è portati a rifiutarle perchè frutto di un'imposizione, oggetto di un dovere, oltre che per pregiudizi mentali e limiti culturali
    ad esempio la divina commedia oppure i classici latini e greci vengono accolti come un peso e non come i prodotti più elevati di un'intera cultura, mezzo di arricchimento interiore...ma sarebbe utopico prospettare un adeguato gradimento da parte degli allievi (ma come scrivo bene )

  11. #11
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    l 'amore per la cultura è una cosa che non ci viene data dalla scuola solamente (anzi), ma dipende spesse volte dall'ambiente familiare, dalla personalità, dagli stimoli che riceviamo

  12. #12
    101 Airborne L'avatar di maverick84
    Registrato il
    12-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    10.571
    Io leggo troppo invece....
    è come 1 droga x me
    "I fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti"
    Ennio Flaiano


  13. #13
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    parole_alate hai un nick fantastico, molto poetico! sembra tratto dal libro III dell'Iliade

  14. #14
    Utente L'avatar di Ozymandias
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    7.203
    lo dico sinceramente... a scuola noi parliamo della Divina Commedia cme un peso o una cosa da nulla ma lo facciamo soltanto xscherzo! penso che tutti sappiamo quanto è satta importante l'opera di Dante(ciudo) (apro)E se al posto della triologia di dante inferno-purgatorio-paradiso facessimo la triologia di tolkien? la compagnia...-le due torri- il ritorno del re! mitico! prenderei 10 a tuti i compiti in calsse e interrogazioni! cmq se quesat mia proposta venisse attuata in futuro sono sicuro che le nuove generazioni la tratterebbero come un peso nello stesso modo con cui facciamo noi(si af x dire noi...) trattiamo La divina commedia.

  15. #15
    LiMiT bReAk L'avatar di Luke Skywalker
    Registrato il
    10-02
    Località
    Como
    Messaggi
    6.492
    La lettura sta scomparendo?
    Questa è un’ottima domanda!
    Secondo me in un certo senso la risposta è sì. Con questo non intendo dire che la gente non leggerà più un libro e che i libri scompariranno rimpiazzati totalmente da altri media, ma che semplicemente si perderà il culto della lettura.
    Nei giovani è rarissimo riscontrare interesse per i libri, e se si guarda verso i bambini (tra i 6 e i 12 anni) si nota che l’interesse letterario è limitato ad Harry Potter, che è già qualcosa, è vero, ma bisogna ammettere che molto del successo della Rowling è dovuto al marketing che c’è dietro ai suoi libri. E noi sappiamo quanto una pubblicità o un film possa influenzare un bambino. Quanti di questi bambini, dopo aver letto Il Calice di Fuoco ha deciso di approfondire le proprie conoscenze letterarie leggendosi un Tolkien piuttosto che un Asimov? Pochi, davvero pochi, la maggior parte si limita a leggere i quattro libri di Harry Potter e poi basta lettura per un anno e mezzo, almeno fino a quando non esce il quinto libro.
    Sono davvero pochi i giovani che dopo aver letto un libro della Rowling scoprono un vero amore per la lettura.
    Cerchiamo di distaccarci un attimo dal fenomeno Harry Potter però, in effetti forse mi sono divulgato troppo. La gente in generale, come molti hanno già detto, preferisce ormai forme di comunicazione più immediate rispetto ai libri. Oggigiorno ci sono internet, la tv, le riviste… Ma ci stiamo dimenticando di un piccolo particolare. Un libro non è solo una forma di comunicazione, è arte! Con la scomparsa della lettura significa che vada persa anche la “letteratura”, la storia degli uomini quindi.
    Nessun media moderno potrà mai rimpiazzare la Divina Commedia, i Promessi Sposi o una poesia di Montale. Sono opere stupende, difficili quanto vuoi, è vero, ma che tutti dovrebbero almeno fare lo sforzo di leggere per il proprio bene.
    Da esse si possono trarre riflessioni, insegnamenti…
    La scuola dovrebbe in parte avere un ruolo fondamentale nell’incoraggiare i giovani alla lettura, ma siamo noi che dobbiamo cercare di crearci una nostra cultura. Purtroppo a scuola si faranno sempre quelle quattro cosette necessarie a terminare il programma, il resto viene sfortunatamente lasciato a noi. L’amore per la lettura deve comunque nascere dentro di noi, non può venire inculcato nel nostro cuore da un professore!
    E’ questo quello che intendo dire, se la lettura sta scomparendo la colpa è solo nostra, che mano a mano che passa il tempo preferiamo affidarci a media più veloci ed immediati, dimenticandoci le emozioni e gli insegnamenti che ci può fornire un buon libro.
    Ma forse il progresso è anche questo…

Pag 1 di 34 123411 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •