• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 16

Discussione: Autobiografia Di Me Stesso.

Cambio titolo
  1. #1
    io
    Registrato il
    04-03
    Messaggi
    4.097

    Autobiografia Di Me Stesso.

    PER FAVORE LEGGETELA TUTTA...L'INIZIO è TURBOLENTO FORSE,
    MA NON VI FARà SENTIRE GIù ALLA FINE...l'ho fatta stamatina...


    Tristezza. Angoscia. Morte, penosa morte inperversavano
    nell'animo suo. Si disperò, si uccise lentamente, con le sue parole, pensò di farla finita, si rallegrò dentro nell'animo...si rattristò, e pensò, pensò.
    Penso di esser avverso e diverso al beato mondo, penso di essere un infame, un egoista, pensò di esser entrato in un tunnel avvezzo a chiunque, convinto che sarebbe riuscito nel suo intento. Ma non sapeva, no, non sapeva, non sapeva che in realtà, nel corso della nostra vita, ciarlar non conta, pensar, dando troppa voce al pensiero nostro virtuoso, conta fin poco. Cos'è che conta, allora???PArlare non è la mia arte?Non è il mio tesoro, la mia spada, il mio arco scudiero che lancia frecce arroventate???NO, seppe, dal suo animo, che la sola arte vera, per cui val la pena di dar battaglia, si, quell'arte è la vita. Angoscia turba il suo animo in accordo minore rispetto a prima, vita entra nel suo corpo. Ma di odio ce ne ancora, odio per se stesso, più che per gli altri, odio che si combatte giornalemnte..questa è la sua vita. Viveva, cirlava e non viveva appieno, semmai esisteva, vegetalizzato, come un uomo che non sapeva fare nulla, e aspettava la sera, pensando, anzi, combattendo per voler che fose l'ultima, dandosi bataglia, con se tesso, nulla e tutto, con l'apparente suo se stesso, diviso e ancorato rispetto al suo candore.

    modelli creava, modeli distruggeva, credendo di esser forte, sapendo solo in profondo cuore suo di esser ancora fragile, fragile e molliccio,sospeso e attaccato ad una corda finissima di vetro, lui viveva, fragile come cristallo appena lucido. Fragile, splendende ma fragile, acerbo ma pieno di paure, perchè catteverie, perchè paure, non toccavan la sua persona, ma toccavan gli animi del supereroe, del monaco saggio e avventuroso, del pio padre nostro amato. Del dio terreno e spirituale...dell'universalità di tutte le cose. Teorie su teorie lo appestavano, quasi fosse malato veramente, ricerche, ricerche sulla vita, come attimo prima della morte. Ma non sapeva, il misterioso giovincello, che le sue vicerie, le sue angosce, non eran le sue, ma eran di persone con carattere diametralmente avverso al suo...suo fragile dolce fresco carattere di ragazzo avvezzo alla vita, di ragazzo 14enne. E allora, per impersonarsi nei mitici Siddartha, negli altrettanto superbi Frodo e Bilbo Bagins, una sola persona andava persa, non imaginata, perchè sua, la sua persona..quell'Andrea VAlentini odiato e amato da tutti, surclassato e definito, destinato, ucciso e rivissuto, convinto di essere oramai intoccabile, convinto di aver acquistio virtute e conoscenza, di non essere stolto e ingombro, ma di essere una brillante stella nel ciel dell'Universo, perchè padrone di forza di siddartha, di forza di io e di forza definita e astratta, convinto di essere spirituale, convinto di esser lui quel tutto che tanto cercava, e mai trovava, appagato voleva divenire, ma non sapeva che l'appagamenteo, quello supremo, viene incontro da solo, quando ogni piccolo grande essere umano svolge l'esistenza, accomuna le passioni, vive, si diverte, si sente un che, un qualcosa, non si mette in discussione rispetto a cosa inanimate, parla e anima discorsi con person degne di nome. E' questa la riscoperta che il ragazzo doveva per forsa far divenire sua.

    Perchè non serve l'odio nella vita, non serve il laustricante senso di vendetta, di raccolta e di vendemmia, non serve indagar le cose estraniandosi dall'ottica vissuta, dal proprio IO, perchè cè ne è da andare fieri, e tutti hanno un proprio io, io ho un mio io, tutti hanno io, e io è la persona stessa, che vive stolta sul fattor del niente compiuto, ma virtuosa sul fattore di vita felcida. Come un falco che cammina Andea viveva, e un falco che cammina, ha rotto le ali, ed è destinato a perire. Ma forutnatamente, il nostro giovine e fragilino falco, le ali le ha rimesse, ali libere che volano, che giocano, che si buttano in terreno, che si riperverano fra mitiche e folli grida di gioia in cui l'odio per la vita non ha più importanza, l'odio di se stessi, l'odio oper tutto e per niente, l'odio dell'indefinito, poichè di indefintio si parla, non ha più accesso libero nella mia persona. Alt, metto io, perchè l'odio non fa più per me. Ho capito, ora, a 14 anni, passato da una crisi ad un periodo folle, che l'odio,che ci accomuna tutti come sentimentalisti, non fa più per mia persona. PErchè so che di odio non si deve più trattare. Questa è la vita, questa è la storia. E questa storia la facciamo noi, volontà e coscenza assieme, e ognuno fa la sua storia, e fra 1000 storie si crea il circolo vitale, che rende grande l'uomo, la vita, l'uomo e la vita, due cose che vanno d'accordissimo insieme, proprio perchè è l'uomo che oramai forma la vita, questo il compito dell'uomo. Nulla più è, nessuna concezione astrale. La vita è un circolo con l'uomo nel di mezzo, uomo che crea emozioni, che cerca di sottovalutarssi continuamente per ripudiar qualcosa all'animo, ma non sa che l'animo non va scoperto, ma va vissuto, proprio come la vita, perchè la vita e l'animo vanno ancor daccordo insieme, cose brutte e cose belle, vanno ancor d'accordo insieme, e queste cose formano la vita. e con queste sue dicerie, il ragazzo non è più falco senza ali, non è più falco che impara a volare ma cade e rotola sommessamtne ogni qualvolta. ORa è Aquila Reale, reale, reale che con le sue ali si nonda in un benessere scaturito da se stesso, e da nulla più. Si sente riscoperto, si sente bambino dentro, perchè è felice della sua incombente vita, dei suoi mille mille attimi, che lo portano avanti, fraudolento prima, forte, forte e vigoroso, oggi.


    vi piace???ho deciso di mandarla quì su Agorà perchè sono sicuro che voi capirete la condizione in cui risiedevo prima. L'ho mandata quì perchè su GR mi sento parte di un gruppo, e sono contento.

    per favore vorrei sapere se una qualche altra persona è incappata nella mia stessa situazione...e come ha fatto a risolverla...e se gli ha portato qualche frutto...
    a me ha fato una corazza per esempio, ora riesco a non incappare più nelle crisi ESISTENZIALI.
    Se io potessi vivere nuovamente la mia vita, nella prossima cercherei di commettere più errori.
    Non tenterei di essere tanto perfetto, mi rilasserei di più, sarei più stolto di quello che sono stato, in verità prenderei poche cose sul serio.
    Correrei più rischi, viaggerei di più, scalerei più montagne, contemplerei più tramonti e attraverserei più fiumi, andrei in posti dove mai sono stato, avrei più problemi reali e meno problemi immaginari.
    Io sono stato una di quelle persone che vivono sensatamente, producendo ogni minuto della vita.
    E' chiaro che ho avuto momenti di allegria.
    Ma, se potessi tornare a vivere, cercherei di avere solamente dei momenti buoni.
    Perché di questo è fatta la vita, solo da momenti da non perdere.
    Io ero una di quelle persone che mai andava da qualche parte senza un termometro, una borsa d'acqua calda, un ombrello e un paracadute: se tornassi a vivere, viaggerei più leggero.
    Se io potessi tornare a vivere, comincerei ad andare scalzo all'inizio della primavera e continuerei così fino alla fine dell'autunno.
    Girerei più volte nella mia strada, contemplerei più aurore e giocherei di più con i bambini.
    Se avessi un'altra volta la vita davanti ......... ma, vedete, ho ottantacinque anni e non ho un'altra possibilità.
    (Jorge Luis Borges)

  2. #2
    Individuo strano L'avatar di IL PROFETA
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    1.344
    Scusa, se è un'autobiografia e la scrivi tu è per forza tua, o no?
    Da grandi poteri derivano grandi responsabilità, e prevedere il futuro non è come sparare ragnatele!

  3. #3
    now p0wered by ATI :P L'avatar di Fabio-online
    Registrato il
    10-02
    Località
    Nell'Olimpo
    Messaggi
    3.867
    farai lo scrittore come lavoro?bella bella davvero
    MY PC:
    CPU -> INTEL CORE 2 DUO E6600
    VGA -> ATI RADEON SAPPHIRE HD4870
    MOBO-> ASUS P5W DH DELUXE
    RAM -> TEAM GROUP DDR2 667 PC5300 Xtreem 2GB
    ALI -> ENERMAX LIBERTY 500W
    MONITOR -> SAMSUNG SYNCMASTER 226BW

  4. #4
    io
    Registrato il
    04-03
    Messaggi
    4.097
    Inviato da Fabio-online
    farai lo scrittore come lavoro?bella bella davvero
    grazie ne avevo scritte molte altre ma dopo, formattando il pc, sono andate tutte perse...e stamattina ho fatto questo...mi andava di scrivere, è come se riesco a trasportare le mie emozioni sul foglio...non so se si può spiegare...
    Se io potessi vivere nuovamente la mia vita, nella prossima cercherei di commettere più errori.
    Non tenterei di essere tanto perfetto, mi rilasserei di più, sarei più stolto di quello che sono stato, in verità prenderei poche cose sul serio.
    Correrei più rischi, viaggerei di più, scalerei più montagne, contemplerei più tramonti e attraverserei più fiumi, andrei in posti dove mai sono stato, avrei più problemi reali e meno problemi immaginari.
    Io sono stato una di quelle persone che vivono sensatamente, producendo ogni minuto della vita.
    E' chiaro che ho avuto momenti di allegria.
    Ma, se potessi tornare a vivere, cercherei di avere solamente dei momenti buoni.
    Perché di questo è fatta la vita, solo da momenti da non perdere.
    Io ero una di quelle persone che mai andava da qualche parte senza un termometro, una borsa d'acqua calda, un ombrello e un paracadute: se tornassi a vivere, viaggerei più leggero.
    Se io potessi tornare a vivere, comincerei ad andare scalzo all'inizio della primavera e continuerei così fino alla fine dell'autunno.
    Girerei più volte nella mia strada, contemplerei più aurore e giocherei di più con i bambini.
    Se avessi un'altra volta la vita davanti ......... ma, vedete, ho ottantacinque anni e non ho un'altra possibilità.
    (Jorge Luis Borges)

  5. #5
    Dj_-DaNjAh-_
    Registrato il
    10-02
    Località
    modena
    Messaggi
    7.548
    la stampo e poi ti dico...

  6. #6
    Dj_-DaNjAh-_
    Registrato il
    10-02
    Località
    modena
    Messaggi
    7.548
    azz...che bravo!

    Bella!

  7. #7
    io
    Registrato il
    04-03
    Messaggi
    4.097
    grazie...
    raga siete mitici...
    Se io potessi vivere nuovamente la mia vita, nella prossima cercherei di commettere più errori.
    Non tenterei di essere tanto perfetto, mi rilasserei di più, sarei più stolto di quello che sono stato, in verità prenderei poche cose sul serio.
    Correrei più rischi, viaggerei di più, scalerei più montagne, contemplerei più tramonti e attraverserei più fiumi, andrei in posti dove mai sono stato, avrei più problemi reali e meno problemi immaginari.
    Io sono stato una di quelle persone che vivono sensatamente, producendo ogni minuto della vita.
    E' chiaro che ho avuto momenti di allegria.
    Ma, se potessi tornare a vivere, cercherei di avere solamente dei momenti buoni.
    Perché di questo è fatta la vita, solo da momenti da non perdere.
    Io ero una di quelle persone che mai andava da qualche parte senza un termometro, una borsa d'acqua calda, un ombrello e un paracadute: se tornassi a vivere, viaggerei più leggero.
    Se io potessi tornare a vivere, comincerei ad andare scalzo all'inizio della primavera e continuerei così fino alla fine dell'autunno.
    Girerei più volte nella mia strada, contemplerei più aurore e giocherei di più con i bambini.
    Se avessi un'altra volta la vita davanti ......... ma, vedete, ho ottantacinque anni e non ho un'altra possibilità.
    (Jorge Luis Borges)

  8. #8
    Bannato L'avatar di Raiden[X-BoX]
    Registrato il
    01-03
    Località
    Sicilia - Palermo
    Messaggi
    2.610
    Cosa è un arco scudiero?

  9. #9
    Mr. Google L'avatar di FbeShox
    Registrato il
    10-02
    Località
    Ruvo di Puglia
    Messaggi
    8.660
    ti dispiace se la leggo domani.. o meglio più tardi??? Sono l'1:33 di notte !!!
    Niente spam in firma. Ti invitiamo a leggere il regolamento per non ripetere l'errore.

  10. #10
    Io SO! Tu impara, quindi L'avatar di iamalfaandomega
    Registrato il
    10-02
    Località
    Varese
    Messaggi
    14.008
    L'ho letta tutta. Che pacco! Ma non facevi prima a scrivere "ero depresso, ma ora mi é passata"? Ed era anche più chiaro
    I am Alpha and Omega, the Beginning and the End, the First and the Last

    Né dei, né giganti

  11. #11
    Mines L'avatar di The Matrix
    Registrato il
    04-03
    Località
    Rapallo (GE)
    Messaggi
    13.504
    10+,merita davvero di essere letta tutta.Bravo!
    La tua firma supera il limite massimo di altezza (158 pixel). Ti invitiamo a leggere il regolamento per non ripetere l'errore.

  12. #12
    io
    Registrato il
    04-03
    Messaggi
    4.097
    Inviato da Raiden[X-BoX]
    Cosa è un arco scudiero?



    non so, ciò che avevo in mente scrivevo...non so come definirlo, davvero...
    Se io potessi vivere nuovamente la mia vita, nella prossima cercherei di commettere più errori.
    Non tenterei di essere tanto perfetto, mi rilasserei di più, sarei più stolto di quello che sono stato, in verità prenderei poche cose sul serio.
    Correrei più rischi, viaggerei di più, scalerei più montagne, contemplerei più tramonti e attraverserei più fiumi, andrei in posti dove mai sono stato, avrei più problemi reali e meno problemi immaginari.
    Io sono stato una di quelle persone che vivono sensatamente, producendo ogni minuto della vita.
    E' chiaro che ho avuto momenti di allegria.
    Ma, se potessi tornare a vivere, cercherei di avere solamente dei momenti buoni.
    Perché di questo è fatta la vita, solo da momenti da non perdere.
    Io ero una di quelle persone che mai andava da qualche parte senza un termometro, una borsa d'acqua calda, un ombrello e un paracadute: se tornassi a vivere, viaggerei più leggero.
    Se io potessi tornare a vivere, comincerei ad andare scalzo all'inizio della primavera e continuerei così fino alla fine dell'autunno.
    Girerei più volte nella mia strada, contemplerei più aurore e giocherei di più con i bambini.
    Se avessi un'altra volta la vita davanti ......... ma, vedete, ho ottantacinque anni e non ho un'altra possibilità.
    (Jorge Luis Borges)

  13. #13
    Radar L'avatar di ECATOMBE-85
    Registrato il
    10-02
    Località
    Cesena
    Messaggi
    645
    Inviato da Andry1988


    non so, ciò che avevo in mente scrivevo...non so come definirlo, davvero...
    ...del genere s'e' rooott?

  14. #14
    io
    Registrato il
    04-03
    Messaggi
    4.097
    Inviato da ECATOMBE-85
    ...del genere s'e' rooott?


    no, nel genere che le emozioni è difficle, molto difficile comunicarle attraverso la scrittura...comunque è come quando uno ha un peso sulla coscenza, e riesce a parlarne con qulacuno, ecco si forse è quello...
    Se io potessi vivere nuovamente la mia vita, nella prossima cercherei di commettere più errori.
    Non tenterei di essere tanto perfetto, mi rilasserei di più, sarei più stolto di quello che sono stato, in verità prenderei poche cose sul serio.
    Correrei più rischi, viaggerei di più, scalerei più montagne, contemplerei più tramonti e attraverserei più fiumi, andrei in posti dove mai sono stato, avrei più problemi reali e meno problemi immaginari.
    Io sono stato una di quelle persone che vivono sensatamente, producendo ogni minuto della vita.
    E' chiaro che ho avuto momenti di allegria.
    Ma, se potessi tornare a vivere, cercherei di avere solamente dei momenti buoni.
    Perché di questo è fatta la vita, solo da momenti da non perdere.
    Io ero una di quelle persone che mai andava da qualche parte senza un termometro, una borsa d'acqua calda, un ombrello e un paracadute: se tornassi a vivere, viaggerei più leggero.
    Se io potessi tornare a vivere, comincerei ad andare scalzo all'inizio della primavera e continuerei così fino alla fine dell'autunno.
    Girerei più volte nella mia strada, contemplerei più aurore e giocherei di più con i bambini.
    Se avessi un'altra volta la vita davanti ......... ma, vedete, ho ottantacinque anni e non ho un'altra possibilità.
    (Jorge Luis Borges)

  15. #15
    Individuo strano L'avatar di IL PROFETA
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    1.344
    Bella, comunque.
    Scrivi molto bene...
    Da grandi poteri derivano grandi responsabilità, e prevedere il futuro non è come sparare ragnatele!

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •