• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 18

Discussione: Cradle Of Filth - Damnation and a Day

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di CoreyTaylor8
    Registrato il
    03-03
    Località
    Andora
    Messaggi
    3.764

    Ok! Cradle Of Filth - Damnation and a Day

    Ho il nuovo disco e mi piace un casino... Domanda per chi ce l'ha, cosa ne pensate? Ciao metallari!

  2. #2
    A base d'acqua
    Registrato il
    12-02
    Località
    Bologna
    Messaggi
    10.893
    L'album nn l'ho ancora ascoltato ma ce una canzone che mi piace veramente tantissimo! Ciao MAGGOT!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. #3
    Hail Shaytan! L'avatar di Damien7
    Registrato il
    10-02
    Località
    Torino
    Messaggi
    1.924

    Re: Cradle Of Filth - Damnation and a Day

    Inviato da CoreyTaylor8
    Ho il nuovo disco e mi piace un casino... Domanda per chi ce l'ha, cosa ne pensate? Ciao metallari!
    Guarda... dato che questo è il 100° thread sullo stesso argomento, ti posto direttamente la mia recensione personale, così facciamo prima!

    Cradle Of Filth Damnation And A Day (2003)

    Dani Filth - Voce
    Paul - Chitarra
    Martin Foul – Tastiera
    David Pubis - Basso
    Adrian – Batteria
    Sarah Jezebel Deva – voce femminile

    Tracce:

    1. A Bruise Upon The Silent Moon

    2. The Promise Of Fever

    3. Hurt And Virtue

    4. An Enemy Led The Tempest

    5. Damned In Any Language (a Plague On Words)

    6. Better To Reign Hell

    7. Serpent Tongue

    8. Carrion

    9. The Mordant Liquor Of Tears

    10. Presents From The Poison Hearted

    11. Doberman Pharaoh

    12. Babalon A.d. (so Glad For The Madness

    13. A Scarlet Witch Lit The Season

    14. Mannequin

    15. Thank God For The Suffering

    16. The Smoke Of Her Burning

    17. End Of Daze


    Damnation And A Day: From Genesis To Nemesis… I vampiri più famosi per quanto riguarda il panorama black metal sinfonico, si rifanno sotto prepotentemente con questo loro nuovo full-length di 17 tracce, per un totale di ben 77 minuti di musica. L’album è suddiviso in 4 piccoli concept, di 4 tracce ognuno, più una traccia di chiusura del disco. I 4 mini-concept si chiamano “Fantasia Down”, “Paradise Lost”, “Sewer Side Up” e “The Scented Garden”, e come argomenti toccano: la genesi del mondo, il peccato originale e la figura di Lucifero. Ognuno di questi 4 mini capitoli è introdotto da una traccia strumentale piuttosto corta (da 1 a 2 minuti), seguita da tre canzoni. Dopotutto si tratta del solito black sinfonico dei Cradle Of Filth, comprendente le veloci sfuriate dettate dalle leggi del black metal e possenti riff che talvolta richiamano alla mente influenze thrash. Paragonato al precedente “Midian”, DAAD è molto più veloce, più imponente dal punto di vista orchestrale, e davvero ben preparato sotto tutti i punti di vista. Grazie anche all’apporto della nuova etichetta “Sony Music”, la qualità di registrazione è ottima per quanto riguarda ogni strumento presente, e la scelta dell’Hungarian Film Orchestra di Budapest ed un coro di ben trentasette elementi fa capire come i CoF abbiano voluto fare le cose davvero in grande, specialmente trovandoci di fronte a questa raccolta di 17 brani veramente maestosi! Di conseguenza si tratta di un album complesso e molto articolato, che ha bisogno di un certo numero di ascolti per essere pienamente apprezzato, inoltre consiglio di ascoltarlo con le cuffie e i bassi al massimo. Per quanto riguarda l’analisi di ogni singolo brano, posso dire che da ogni canzone si può capire qual è lo stampo generale del CD, comunque secondo me le canzoni più rappresentative del disco sono: “The Promise Of Fever” cattiva e battente, “Better To Reign In Hell” veloce ed esaltante, “Presents From The Poison Hearted” molto aggressiva e “Mannequin” melodica e claustrofobia; anche se, dopotutto, questi aggettivi sono comuni a tutte le song dell’album. Per quanto riguarda la tecnica dei musicisti, nel sound risultato dalla registrazione appare perfetta, una nota di merito a Dani, unico nel suo genere, e ad Adrian, la sua batteria è davvero travolgente, è impossibile trattenersi dal fare hand-banging quando la si ascolta. Cos’altro dire? Di sicuro DAAD piacerà ai fan dei Cradle Of Filth, mentre chi ascolta black metal puro continuerà ad escluderli sempre più da questo genere. Questo lavoro non penso che attragga nuovi fan alla band, in quanto non ha un grande impatto al primo ascolto, che invece aveva “Midian”. Consigliato, come già detto, agli attuali fans e a chi apprezza il black appoggiato da cori, orchestra e tastiere (definito sinfonico).

    Voto: 9


    <gambs666> Damien gli Slipknot sono più metal dei vari Iron Merden

  4. #4
    La Nausèe
    Registrato il
    11-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    8.518
    io questo cd nn lo ancora ascoltato!
    cmq la muscia loro è davvero particolare! almeno di quello che ho sentito!

  5. #5
    Utente L'avatar di CoreyTaylor8
    Registrato il
    03-03
    Località
    Andora
    Messaggi
    3.764
    Bella recensione.

  6. #6
    Hail Shaytan! L'avatar di Damien7
    Registrato il
    10-02
    Località
    Torino
    Messaggi
    1.924
    Inviato da CoreyTaylor8
    Bella recensione.
    Tnx!


    <gambs666> Damien gli Slipknot sono più metal dei vari Iron Merden

  7. #7
    i think i'm paranoid L'avatar di DaRkQuEeN
    Registrato il
    10-02
    Località
    benevento
    Messaggi
    1.827
    io ce l'ho ed è un album da avere a tutti i costi...dani è sempre dani...una volta ascoltata la sua vocina nn se ne può fare a meno...
    lasciamo perdere...

  8. #8
    Diurno L'avatar di Lydser
    Registrato il
    01-03
    Località
    Ragusa
    Messaggi
    18.932
    simile a cruelty and the beast ma un filino inferiore,cmq ottimo.

  9. #9
    Hail Shaytan! L'avatar di Damien7
    Registrato il
    10-02
    Località
    Torino
    Messaggi
    1.924
    Inviato da DaRkQuEeN
    io ce l'ho ed è un album da avere a tutti i costi...dani è sempre dani...una volta ascoltata la sua vocina nn se ne può fare a meno...
    hai ragione!


    <gambs666> Damien gli Slipknot sono più metal dei vari Iron Merden

  10. #10
    Hail Shaytan! L'avatar di Damien7
    Registrato il
    10-02
    Località
    Torino
    Messaggi
    1.924
    Inviato da Lydser
    simile a cruelty and the beast ma un filino inferiore,cmq ottimo.
    Non diciamo idiozie assurde!


    <gambs666> Damien gli Slipknot sono più metal dei vari Iron Merden

  11. #11
    Già è tanto se mi vedi.. L'avatar di Apo Destroys World
    Registrato il
    11-02
    Località
    Io non vivo
    Messaggi
    8.181
    è pur sempre un album dei Cradle of Filth
    We are the music makers, and we are the dreamers of the dreams

  12. #12
    Bannato L'avatar di Heavy Metaller
    Registrato il
    05-03
    Messaggi
    214

    Re: Re: Cradle Of Filth - Damnation and a Day

    Inviato da Damien7
    Guarda... dato che questo è il 100° thread sullo stesso argomento, ti posto direttamente la mia recensione personale, così facciamo prima!

    Cradle Of Filth Damnation And A Day (2003)

    Dani Filth - Voce
    Paul - Chitarra
    Martin Foul – Tastiera
    David Pubis - Basso
    Adrian – Batteria
    Sarah Jezebel Deva – voce femminile

    Tracce:

    1. A Bruise Upon The Silent Moon

    2. The Promise Of Fever

    3. Hurt And Virtue

    4. An Enemy Led The Tempest

    5. Damned In Any Language (a Plague On Words)

    6. Better To Reign Hell

    7. Serpent Tongue

    8. Carrion

    9. The Mordant Liquor Of Tears

    10. Presents From The Poison Hearted

    11. Doberman Pharaoh

    12. Babalon A.d. (so Glad For The Madness

    13. A Scarlet Witch Lit The Season

    14. Mannequin

    15. Thank God For The Suffering

    16. The Smoke Of Her Burning

    17. End Of Daze


    Damnation And A Day: From Genesis To Nemesis… I vampiri più famosi per quanto riguarda il panorama black metal sinfonico, si rifanno sotto prepotentemente con questo loro nuovo full-length di 17 tracce, per un totale di ben 77 minuti di musica. L’album è suddiviso in 4 piccoli concept, di 4 tracce ognuno, più una traccia di chiusura del disco. I 4 mini-concept si chiamano “Fantasia Down”, “Paradise Lost”, “Sewer Side Up” e “The Scented Garden”, e come argomenti toccano: la genesi del mondo, il peccato originale e la figura di Lucifero. Ognuno di questi 4 mini capitoli è introdotto da una traccia strumentale piuttosto corta (da 1 a 2 minuti), seguita da tre canzoni. Dopotutto si tratta del solito black sinfonico dei Cradle Of Filth, comprendente le veloci sfuriate dettate dalle leggi del black metal e possenti riff che talvolta richiamano alla mente influenze thrash. Paragonato al precedente “Midian”, DAAD è molto più veloce, più imponente dal punto di vista orchestrale, e davvero ben preparato sotto tutti i punti di vista. Grazie anche all’apporto della nuova etichetta “Sony Music”, la qualità di registrazione è ottima per quanto riguarda ogni strumento presente, e la scelta dell’Hungarian Film Orchestra di Budapest ed un coro di ben trentasette elementi fa capire come i CoF abbiano voluto fare le cose davvero in grande, specialmente trovandoci di fronte a questa raccolta di 17 brani veramente maestosi! Di conseguenza si tratta di un album complesso e molto articolato, che ha bisogno di un certo numero di ascolti per essere pienamente apprezzato, inoltre consiglio di ascoltarlo con le cuffie e i bassi al massimo. Per quanto riguarda l’analisi di ogni singolo brano, posso dire che da ogni canzone si può capire qual è lo stampo generale del CD, comunque secondo me le canzoni più rappresentative del disco sono: “The Promise Of Fever” cattiva e battente, “Better To Reign In Hell” veloce ed esaltante, “Presents From The Poison Hearted” molto aggressiva e “Mannequin” melodica e claustrofobia; anche se, dopotutto, questi aggettivi sono comuni a tutte le song dell’album. Per quanto riguarda la tecnica dei musicisti, nel sound risultato dalla registrazione appare perfetta, una nota di merito a Dani, unico nel suo genere, e ad Adrian, la sua batteria è davvero travolgente, è impossibile trattenersi dal fare hand-banging quando la si ascolta. Cos’altro dire? Di sicuro DAAD piacerà ai fan dei Cradle Of Filth, mentre chi ascolta black metal puro continuerà ad escluderli sempre più da questo genere. Questo lavoro non penso che attragga nuovi fan alla band, in quanto non ha un grande impatto al primo ascolto, che invece aveva “Midian”. Consigliato, come già detto, agli attuali fans e a chi apprezza il black appoggiato da cori, orchestra e tastiere (definito sinfonico).

    Voto: 9
    Una recensione veramente bella! concordo con quello che hai scritto

  13. #13
    Diurno L'avatar di Lydser
    Registrato il
    01-03
    Località
    Ragusa
    Messaggi
    18.932
    Inviato da Damien7
    Non diciamo idiozie assurde!
    be vedi oltre al tuo cervellino iperrecensore ci sono anche altre materie grigie che pensano in modo diverso dal tuo e si sbrigano in due righe.

  14. #14
    Già è tanto se mi vedi.. L'avatar di Apo Destroys World
    Registrato il
    11-02
    Località
    Io non vivo
    Messaggi
    8.181
    Inviato da Lydser
    be vedi oltre al tuo cervellino iperrecensore ci sono anche altre materie grigie che pensano in modo diverso dal tuo e si sbrigano in due righe.
    bravo, avrei voluto scrivere anche io la stessa cosa, anche perchè damien che ***** spari visto cruelty non lo hai mai ascoltato
    We are the music makers, and we are the dreamers of the dreams

  15. #15
    Hail Shaytan! L'avatar di Damien7
    Registrato il
    10-02
    Località
    Torino
    Messaggi
    1.924
    Inviato da Apo Destroy World
    bravo, avrei voluto scrivere anche io la stessa cosa, anche perchè damien che ***** spari visto cruelty non lo hai mai ascoltato
    1^ cosa: come caz.zo fai a sapere che cruelty non l'ho mai ascoltato! (Ho quell'album!)
    2^ cosa: secondo me DAAD è moooolto più sinfonico rispetto a cruelty (ed è meglio che controlliate prima il vostro di cervellino!!)


    <gambs666> Damien gli Slipknot sono più metal dei vari Iron Merden

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •