• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 24

Discussione: Come vedete un malato?

Cambio titolo
  1. #1
    Esperimento Genetico L'avatar di RedXIII
    Registrato il
    11-02
    Località
    Cosmo Canyon
    Messaggi
    1.985

    Come vedete un malato?

    Io ho una malattia genetica e mi sento un po' a disagio...

    Vorrei discutere di questa cosa con tutti e magari capire come noi malati siamo visti dal mondo...

    Se qualcuno ha un problema fisico qui è ben accolto per parlarne.

    postate, postate e sfogatevi.
    "Grandpa...." -RedXIII-

  2. #2
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Hai il diabete?

  3. #3
    Utente L'avatar di Shalyen
    Registrato il
    01-03
    Località
    Falvaterra
    Messaggi
    446
    Dipende, se la malattia è pericolosa per me, o infettiva, evito il contatto; mi dispiacerebbe, ma sarebbe anche una cosa che farei senza mezze misure, non mi esporrei mai a rischi inutili. C'è solo un caso in cui resterei accanto a una persona malata fino alla fine, senza dare importanza ai rischi, ma si tratta di un caso unico.

    Se invece la malattia non è infettiva non ci troverei niente di male, cercherei anzi di dar conforto quando ne ho l'occasione; i malati mi "inteneriscono", finchè non diventano dei piantagrane.
    "C'è da scommettere che ogni idea e luogo comune siano sciocchezze, perchè hanno avuto l'approvazione della maggioranza"

  4. #4
    ...in Murillo I trust... L'avatar di danuz82
    Registrato il
    01-03
    Località
    Granada, Spain
    Messaggi
    950
    Se la malattia è genetica, non è trasmissibile (Vero?), quindi non vedrei il problema...
    Naturalmente al momento starei lontano da un malato di Sars, peste o idiozia, ma quello è solo x evitare il contagio!
    Sinceramente, cmq, non mi pongo il problema...
    In Italia per trecento anni sotto i Borgia ci sono stati guerra, terrore, criminalità, spargimenti di sangue. Ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo, il Rinascimento. In Svizzera vivevano in amore fraterno, hanno avuto cinquecento anni di pace e democrazia. E cosa hanno prodotto? L'orologio a cucù. Orson Welles
    La vita è ciò che succede mentre noi pensiamo ad altro. Oscar Wilde
    Quando Dio ha distribuito la stupidità, qualcuno ha fatto la fila due volte
    Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola. Solo gli imbecilli son sicuri di ciò che dicono. (Voltaire)

  5. #5
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281
    Non so che malattia tu abbia. Ma spesso vado a dare una mano ai disabili (più che altro gente con tare mentali) in un'associazione del mio paese. Non mi pongo il problema di evitare i contatti con queste persone, anche perchè credo che nel nostro "piccolo" tutti abbiamo qualcosa di anormale. Io in primis
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  6. #6
    Rika78
    Ospite
    Inviato da roland
    Non so che malattia tu abbia. Ma spesso vado a dare una mano ai disabili (più che altro gente con tare mentali) in un'associazione del mio paese. Non mi pongo il problema di evitare i contatti con queste persone, anche perchè credo che nel nostro "piccolo" tutti abbiamo qualcosa di anormale. Io in primis
    Sono d'accordo perfettamente con roland
    Anche io ho fatto volontariato in un centro per tossicodipendenti,e molti erano malati,ma non mi sono mai posta il problema.....anzi sai cosa ti dico,che in quella esperienza chi ha imparato qualcosa sono stata proprio io

  7. #7
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281
    Inviato da Rika78
    Sono d'accordo perfettamente con roland
    Anche io ho fatto volontariato in un centro per tossicodipendenti,e molti erano malati,ma non mi sono mai posta il problema.....anzi sai cosa ti dico,che in quella esperienza chi ha imparato qualcosa sono stata proprio io
    Idem!

    Non sai quante cose si possono imparare aiutando gli altri...
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  8. #8
    Useful Idiot L'avatar di Hetfield
    Registrato il
    10-02
    Località
    The Moor
    Messaggi
    2.920
    Che dire,di sicuro non evito chi sta male,anci,a me piace sempre se non rendermi utile almeno provarci,soprattutto ora che a casa mia vive anche mia nonna che ha avuto un ictus e ha bisogno di molto aiuto per tante cose.
    Quello che provo dentro invece è tristezza e compassione perchè cerco di immaginarmi in quella situazione.
    (Alla fin fine non sono così insensibile come molti pensano)

  9. #9
    perfect! L'avatar di huanita
    Registrato il
    10-02
    Località
    Magica MilanO
    Messaggi
    242
    il mio ex ha una malattia ma io NON me ne sono mai fatta un problema! neanche quando magari lo vedevo star male!
    non giudico male , però, le persone che hanno "paura" delle persone con malattie trasmissibili.. non siamo tutti uguali!
    .. io ho fatto un corso di pronto soccorso e non mi faceva paura il fatto del possibile contagio sul lato pratico ma piuttosto la forza d'animo nel vedere la gente star male!
    (cmq io non sto parlando di varicella...)..dipende dalla malattia e quindi dalla possibilità di contagio!

    in conclusione non ho pregiudizi per i malati e se posso amo aiutare la gente in difficoltà!
    non pentirti mai di quel che hai fatto se quando lo hai fatto eri felice!..
    ...domani sarà tardi per rimpiangere la realtà; è meglio viverla!

  10. #10
    j-addicted guardian L'avatar di flepa
    Registrato il
    10-02
    Località
    Carpi
    Messaggi
    23.888

    Re: Come vedete un malato?

    Inviato da REDXIII
    Io ho una malattia genetica e mi sento un po' a disagio...

    Vorrei discutere di questa cosa con tutti e magari capire come noi malati siamo visti dal mondo...

    Se qualcuno ha un problema fisico qui è ben accolto per parlarne.

    postate, postate e sfogatevi.
    Dipende dal tipo di malattia, se ha effetti abbastanza notevoli sull'aspetto fisico, sono portato a non avvicinarmi troppo e cerco di evitare ogni contatto, almeno inizialmente.
    Poi però in realtà se supero questo primo approccio e passa un pò di tempo in cui "assimilo" queste differenze non ci faccio più caso...
    Io cmq non sono un buon esempio.

  11. #11
    Oggettivista L'avatar di space king
    Registrato il
    10-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    10.359
    Come Shalyen io, eccezion fatta per alcuni specifici casi, eviterei il contatto diretto con malati contagiosi. Per il resto ritengo che si debba tacere sui propri problemi, qualora si ritenga che il non dirlo non danneggi alcuno.
    Ahi serva Italia di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta,
    non donna di provincie ma bordello! (VI Purgatorio)

    Di rider finirai pria dell'aurora!


  12. #12
    Il cielo è sempre più blu L'avatar di Stefy
    Registrato il
    04-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    1.038
    Inviato da Shalyen
    Dipende, se la malattia è pericolosa per me, o infettiva, evito il contatto; mi dispiacerebbe, ma sarebbe anche una cosa che farei senza mezze misure, non mi esporrei mai a rischi inutili. C'è solo un caso in cui resterei accanto a una persona malata fino alla fine, senza dare importanza ai rischi, ma si tratta di un caso unico.

    Se invece la malattia non è infettiva non ci troverei niente di male, cercherei anzi di dar conforto quando ne ho l'occasione; i malati mi "inteneriscono", finchè non diventano dei piantagrane.
    Questo è anche il mio pensiero
    Certo se la malattia infettiva fosse di un parente o di un carissimo amico,sarei in ogni caso vicina a lui,senza pensare agli eventuali rischi che correrei
    Nell’oscurità, in silenzio e tra i libri io posso vivere, come i topi, di briciole.
    Alla fine ricorderemo non le parole dei nostri nemici, ma il silenzio dei nostri amici.
    Chi fa il contadino, chi ha fatto la spia,chi è morto d'invidia o di gelosia

  13. #13
    Utente L'avatar di vegeth85
    Registrato il
    11-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.335
    non ci ho mai pensato,ma nn credo che avrei difficolta' a stare accanto a chi sta male...mia zia ha il diabete ma le pochissime volte che la vedo nn ci penso mai...



















    okay,mia sorella a parte...le due volte che recentemente e' stata in ospedale nn sono neanche andato a trovarla...
    “Dunque, la vera e perfetta comprensione del bello nell'arte non può ottenersi se non attraverso la visione degli originali stessi e, più che altrove, a Roma. A tutti quelli che dalla natura sono stati dotati della capacità di comprendere il bello e che a ciò sono stati sufficientemente istruiti, è da augurarsi che facciano un viaggio in Italia. Fuori di Roma bisogna, come molti amanti, contentarsi d'uno sguardo e d'un sospiro, cioè apprezzare il poco e il mediocre.”[J.J.Winckelmann];

  14. #14
    Utente L'avatar di Kenshiro-
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    1.220
    Penso che una persona che ha un problema fisico non debba assolutamente essere isolata anzi...
    Personalmente, nonostante faccia una grande fatica, soprattutto con persone down, cerco di farle sentire più possibile a loro agio...però ho un rammarico per una cosa che mi è successa...e ve la vorrei raccontare...

    Circa un anno fa, ho deciso di incontrarmi con un ragazzo conosciuto su internet dopo che avevamo chattato per circa 6 mesi. Ero convinto che fosse un ragazzo con il quale avrei potuto instaurare un'amicizia duratura ma quando l'ho visto...inconsciamente, la mia visione della situazione è cambiata radicalmente. Sfortunatamente il ragazzo aveva dei gravi problemi fisici in quanto non camminava bene e parlava in modo estremamente strano...diciamo che in base a tutto quello che ho potuto vedere il ragazzo doveva essere affetto da una leggera forma di "down" ( onestamente non saprei come chiamarla di preciso ). Durante la mattinata nella quale siamo stati insieme, a casa mia oltretutto, mi sono trovato in estremo disagio fino al momento in cui l'ho salutato ma fortunatamente lui non se ne deve essere accorto...la cosa che mi fa soffrire è che non ho avuto il coraggio di rivederlo ed è una cosa che non mi riesco a perdonare in quanto credo che abbia sofferto molto per l'accaduto...

    Grazie di aver letto fino alla fine...

  15. #15
    Esperimento Genetico L'avatar di RedXIII
    Registrato il
    11-02
    Località
    Cosmo Canyon
    Messaggi
    1.985
    Ho una forma molto leggera di Fibrosi Cistica.
    Molto leggera infatti faccio una vita normale.
    E' l'idea che però mi rompe le scatole.
    "Grandpa...." -RedXIII-

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •