• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 13 di 13

Discussione: Italia - Korea

Cambio titolo
  1. #1
    mirrorball
    Ospite

    Italia - Korea

    Qualcuno ha la videocassetta di Italia - Korea del Sud?
    Se si, ditemelo che vi devo chiedere un paio di cose.

  2. #2
    Bannato L'avatar di x-max
    Registrato il
    10-02
    Località
    Bar Zucchi
    Messaggi
    14.023

    Re: Italia - Korea

    Inviato da mirrorball
    Qualcuno ha la videocassetta di Italia - Korea del Sud?
    Se si, ditemelo che vi devo chiedere un paio di cose.
    con tutto il rispetto:

  3. #3
    Old times rock and roll! L'avatar di dirkpitt
    Registrato il
    04-03
    Località
    Gilead, Medio-Mondo.
    Messaggi
    9.998
    Cosa ti serve?
    "Il pistolero si destò da un sogno confuso dominato da un'unica immagine, quella del Mazzo di Tarocchi con il quale l'uomo in nero gli aveva predetto (non si sa quanto onestamente) l'amaro destino. Affoga, pistolero, gli diceva l'uomo in nero, e nessuno gli getta una cima. Il giovane Jake. Ma non era un incubo. Era un bel sogno. Era bello perché era lui ad annegare, quindi non era affatto Roland, bensì Jake e questo gli era di consolazione perché sarebbe stato mille volte meglio annegare come Jake che vivere nei panni di se stesso uomo che, nel nome di un gelido sogno, aveva tradito un bambino che in lui aveva riposto tutta la sua fiducia."

  4. #4
    raudt og svart L'avatar di Svishmell
    Registrato il
    10-02
    Località
    lyon/milano
    Messaggi
    17.471
    Ammesso che qualcuno ce l'abbia, l'avrebbe già esorcizzata e bruciata in un rogo.

  5. #5
    l'usurpatore carioca L'avatar di yojozombo
    Registrato il
    11-02
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    5.540
    Inviato da Svishmell
    Ammesso che qualcuno ce l'abbia, l'avrebbe già esorcizzata e bruciata in un rogo.
    è quello che ho fatto io
    mah...boh

  6. #6
    Ma quanto ero figo? :O L'avatar di Multi
    Registrato il
    10-02
    Località
    Brescia
    Messaggi
    1.578
    nn ce l'ho...x fortuna!!!

  7. #7
    Utente L'avatar di Trainspotting90
    Registrato il
    08-09
    Località
    Palermo
    Messaggi
    17.823
    Non ti preoccupare, dopo i recenti sviluppi sulla fifa la rigiocheremo e la registreremo su videocassetta con un aiwa vcr.

  8. #8
    Sticazzi≠Mecojoni L'avatar di mattman
    Registrato il
    03-08
    Messaggi
    18.435
    Citazione Trainspotting90 Visualizza Messaggio
    Non ti preoccupare, dopo i recenti sviluppi sulla fifa la rigiocheremo e la registreremo su videocassetta con un aiwa vcr.
    Necrofilo seriale

  9. #9
    Utente L'avatar di Trainspotting90
    Registrato il
    08-09
    Località
    Palermo
    Messaggi
    17.823
    Citazione mattman Visualizza Messaggio
    Necrofilo seriale
    ci sono delle perle, soprattutto su pippo inzaghi, da antologia

    non le uppo per rispetto ma è roba da memorabilia.

  10. #10
    Warburg
    Ospite
    Riposto questa perla non mia ma dell'utente @goldsoundz @ sul remake di Italia Corea.

    Sarebbe parte dell'inizio del film Italia - Corea 2002/2015 RELOADED

    Le prime scene sono le classiche hollywoodiane che vedono i vari personaggi ormai tornati alle loro vite, rilassati e presi alla sprovvista dalla chiamata per un'ultima, grande missione:

    - Bobo è in una discoteca a Miami, sta bevendo, socializzando, pomiciando. A un certo punto vuole farsi un selfie quindi chiama tre ragazze, allunga lo stick, attiva la front cam e prepara lo scatto. L'inquadratura viene però disturbata da un rettangolino che recita il seguente messaggio da parte del Trap: "ITALIA - COREA, RIGIOCHIAMO".

    - Gattuso sta servendo panini al McDonald's e discutendo con un cliente colpevole di aver tentato di pagare con 50 euro falsi. Una volta risolta la situazione si accinge a servire svogliatamente un uomo distinto, elegante, con occhiali da sole scuri. Ancora prima di ordinare allunga un biglietto di fianco alla cassa ma il nostro, ancora scottato dalla precedente esperienza bolla la cosa come l'ennesimo tentativo di truffa: "Marò, sti pajacci oggi un cianno nà cazzdebbangonoda vera mo je magn'a'facciicussì 'a smettiamo de.." poi a uno sguardo più attento riconosce un biglietto aereo direzione Seoul. Alza gli occhi stupito, l'uomo distinto sorride e Ringhio capisce. "Occhei, mommecambio'e 'ariv".

    - Coco è lì, nel suo baretto di perifiera a fine turno. Ha servito ai tavoli e collezionato come sempre numeri di ragazze a nastro. Sedendosi con gli amici frequentatori abituali porta subito al centro della discussione "Quel maniaco che mi ha lasciato il numero. Ha detto che potevo ottenere finalmente soddisfazione ma io mica mi faccio inculare. In tutti i sensi ahahahahahahah!" "ahahahahahahahah" rispondono gli amici, "Figa oh che bomber però, dai prova anche quest'esperienza ahahahahahah" "ahahahahah siete degli sfighez, toh, dietro al foglietto c'è anche la sua foto ha proprio la faccia da cogl... aspetta un attimo...ma questo è Moreno..." La foto è quella dell'espulsione di Totti, e a un tratto, all'improvviso, Francesco fa 2+2.
    "Allora stasera chi ti vai a chiavare? Oh mi raccomando piazzala bene quella telecamera che con la russa ieri si vedeva tipo storto oh"ma Coco capisce di avere altri piani. "Ragazzi, per un po' dovrete ripiegare su Youporn".

    - Iuliano è ai lavori forzati, sta spaccando delle rocce con un piccone quando all'improvviso inizia a ridere da solo. "Che minchia ridi, ci hanno dato 30 anni e ridi?", dice Giovanni. "No, è che mi è venuta in mente una barzelletta" " E allora racconta, che ci facciamo una risata, vero Giacomino?"
    Vero, ma Giacomino non capisce la barzelletta e anzi, sembra più attratto da quella di Giovanni, interrompendo e ridendo a sproposito fino a che la sirena lo salva da morte certa per le mani dell'ex-Juventino. Che viene raggiunto da una guardia, preso in disparte e istruito sulla nuova spedizione Mondiale. Poi suona UN'ALTRA sirena, un allarme, quello della fuga. Chi sarà mai stato il folle? Non c'è tempo per saperlo.

    - Buffon è davanti alla sua nuova maglia nello spogliatoio. Di nuovo, in realtà, non c'è nulla tranne quel piccolo particolare: il simbolo della finale di Champions League che disputerà contro gli alieni del Barcellona. E' la sua seconda occasione, probabilmente l'ultima. Gli anni passano, il declino è stato contenuto, sì, ma per quanto ancora? Una finale di Champions la si raggiunge raramente, se sbagli una volta e sei giovane puoi sperare nella redenzione ma due delusioni no, non devono accadere. Il destino, poi, ha voluto metterlo alla prova con il migliore giocatore della sua generazione insieme a Cresta, Coniglio e tutti gli altri, guidati da un allenatore che troppi schiaffi aveva preso allo Juventus Stadium per poter pensare di ritrovarsi lì, a Berlino, a guidare la Terribile Armata. "Se c'è un Dio, e non è Ilaria, mi ha fatto uno scherzo di cattivo gusto". Poi le urla dalla hall di Vinovo: "Weeee Trap! Che ci fai qui? Ha sentito la notizia? Ah... cosa? DAVVERO? Sì, è nello spogliatoio, sono arrivate le nuove maglie e sai... vedere quello stemma è sempre un momento particolare... sì, vai pure, questa non se la aspetta di sicuro"
    Usciranno dieci minuti dopo, Gigi è sorridente, più rilassato di come era arrivato, ora sa che comunque vada avrà un'altra grande possibilità per riaffermarsi in mondovisione. Non sarà una finale, non ancora, ma quella squadra era totale e nessuno, ora, potrà fermarla.

    - Cristiano Zanetti vive tra i monti e campa di pecore e lavori occasionali. L'ultimo impiego, che lo ha visto imbottirsi di steroidi e recitare in American Sniper come controfigura di Bradley Cooper, gli ha reso parecchio e ora può permettersi un pisolo con panorama meraviglioso. In fondo al vialetto però una figura si avvicina, i cani dovrebbero abbaiare ma non lo fanno: è Damiano Tommasi, vecchio compagno di Nazionale, che dopo aver completato alcuni dei migliori cammini spirituali come il Giro delle Alpi in 80 giorni, la Purificazione Appennina e Accalapp(i)alachi arriva portando notizie: il Trap ci vuole in Corea, Blatter si è dimesso, il Mondiale si rigioca. Cristiano si alza in piedi, frettolosamente controlla se la casa è a posto, chiede alla sua famiglia il permesso di assentarsi, se potranno far pascolare gli animali al suo posto per un po'. La moglie capisce e sorride, annuendo. Solo la piccola figlia è spaventata dall'idea: dove andrà Papà? Mi lascerà sola? No, non vogl.. ma viene presa in braccio e alzata al cielo, gli occhi bagnati dalle lacrime: "Tranquillo Goten... ehm, amore mio. Mi potrai vedere in tv, e tornerò con un regalo. Promesso.". Passano dieci minuti, una valigia preparata in fretta e insieme a Tommasi si riparte alla volta dell'Asia. "A piedi, vero Cristiano?" "No."

    - Del Piero è nella sua camera di Sidney, paralizzato dal morso di un ragno velenoso uscito dai cereali. Non è ancora il momento di diventare Storia, dai, non è possibile che in questo continente QUALSIASI cosa cerchi di ucciderlo. Prima la medusa semi-invisibile mentre faceva il bagno, poi lo scorpione, ora pure il ragno. E' solo, ma da un quarto d'ora un ragazzo sta bussando: si chiama Armando, è emigrato dall'Italia dove faceva uno squallido lavoro da commesso e ora, finalmente, fa il postino in Australia. Alex ha cercato più volte, nei mesi, di capire in cosa esattamente fosse migliorata la sua vita ma non c'era verso: sempre di fretta, con quella bicicletta, in mezzo al deserto, a rischiare la vita ogni giorno. Oggi però bussava con più decisione E MENO MALE MUOVITI CHE TRA DIECI MINUTI SARO' BELLO CHE MOR...sbam! porta sfondata, "Scusa Alex so che mi denuncerai per questo ma è urgent..OMMIODDIO! ALEX! FERMO FERMO, CI PENSO IO". In qualche modo ci pensa davvero, l'ex capitano Juventino torna in sè, si alza e ringrazia. La porta se la aggiusterà da solo ma cosa c'era di così urgente... ah... beh, questo è sorprendente. Alex non si scompone, mantiene la sua espressione pacata , sorride. "Beh, è una graditissima occasione, non mancherò".

    - Totti è in campo contro il Palermo. E non è certo contento. Quer branco de pippe che janno messo defianco non sono certo l'ideale per testare la resistenza ai 90 minuti in vista della prossima stagione. Spolli l'ha già mannataffanculo dopo il rigore causato, Paredes neanche il tempo di imparare qualche schema e s'è fatto male. Ucan sembrabbono ma stigazzi: "Dovevo annà arreal". Certo poi ci sarebbe stato da faabbotte coll'olandese, cor Moriente, cor francese, cor fighetta e cor gorilla ma a quest'ora avrebbe avuto alla peggio qualche scudetto spagnolo in più e si sarebbe lentamente messo da parte, pronto magari per tornare a Roma da allenatore, chissà. Invece Loria, Piris, Josè Angel.. si stava meglio dieci anni fa, dopo lo scudetto: certo, Francone Sensi, strozzato dai debiti, aveva dovuto vendere il suo impero e mandare Rosella alla Barriera dai Guardiani della Notte ma insomma, il tricolore sulla maja c'era, per un paio d'anni erano diventati una squadra rispettata e temuta. Poi il Mondiale Coreano che lassasssssstàchèmmejo..
    Guarda un po': c'è Panucci che si sbraccia dalla postazione Sky.. " Ma non deve fà 'r commento tecnico? Prima ce prova co'a D'amico, poi farpajaccio... non durerà molto. O' strazio è finito, mo je vado a parlà."

    "A' Panicucci, o sapevo ch'eribbono solo a menà Cassano neispojatoi! Ma che stavi affà?"
    "Francesco, leggi qui"

    Non era possibile, quella partita maledetta, quell'espulsione, tutto ora si poteva rimettere a posto, anzi, chissà quanti di quegli avversari sarebbero rimasti, oggi: "Se sa ch'i Koreani nascono dae'uova e esplodono dopo tre ggiorni, manco uno ne sarà rimasto" Tutto facile, in apparenza. Era ora di preparare i bagagli e prendersi un altro Mondiale insieme a tutti gli altri, insieme a Maldini, ormai un Nobile feudatario, insieme a Zambrotta, allenatore di successo nelle periferie difficili, insieme a tutti quei sfollati asiatisci che poi checcevannaffà meo spiegheranno, insieme a Vincenzo, a Supermarco e Superpippo, Supermario je dò'n carcio seo vedo che levate, a quei du tappi de Di Livio e Dibbiagio, ormai presenza fissa delle panchine a Villa Borghese, a Nesta, rispettato nemico, ma senza Doni. A lui meglio non pensare, rimanemo co' pensieri positivi, rimanemo co 'a testa a quei ladri che c'hanno rubato un sogno. Un sogno che poi si avverò ugualmente, altrove, quattro anni dopo. Ma l'Italia non dimentica, l'Italia è pronta a riprendersi ciò che era suo. La spedizione può iniziare. Di nuovo.
    Edit: Non mi sono accorto dell'up mostruoso scusate.
    Ultima modifica di Warburg; 11-08-2015 alle 22:05:24

  11. #11
    Utente L'avatar di wmanchester
    Registrato il
    07-09
    Messaggi
    32.682
    infatti l'hai trovato per caso in prima pagina e c'hai postato

    old e il commento finale rovina tutto
    0.5/10

  12. #12
    Mica son tutti Pjanic! L'avatar di DanteSparda
    Registrato il
    09-09
    Messaggi
    55.974
    Chiudo.

  13. #13
    Mica son tutti Pjanic! L'avatar di DanteSparda
    Registrato il
    09-09
    Messaggi
    55.974
    Trainspotting90, visto che non è la prima volta che fai un up del genere, ricevi un'ammonizione a causa della seguente infrazione: Flood.

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •