• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 13 di 13

Discussione: Io speriamo che me la cavo

Cambio titolo
  1. #1
    Bannato L'avatar di Pak
    Registrato il
    12-02
    Località
    Cuba
    Messaggi
    2.120

    Io speriamo che me la cavo

    Sono tornato da un ora o due da una festa, e siccome non ho sonno e sono mezzo brillo mi sono letto un libro che è una perla, io speriamo che me la cavo.
    Per chi non lo sapesse, il libro in questione è uno spaccato di vita quitidiana, si tratta di temi scritti da bambini napoletani e di altre città.......contiene delle perle che fanno riflettere, ne posto un paio ...

    Milano, Roma, Napoli, sono le tre città più importanti d'Italia.
    Ricordi le loro caratteristiche?




    Incominciamo da Milano, che è la più alta.
    Milano è la capitale della Lombardia. Essa come il Piemonte non ha il mare, peò ha le montagne.
    Milano è la città più ricca e grande d'Italia: lì si comanda a tutte le industri d'Italia. Tutte le industrie stanno a Milano, anche il libro, Leggere in V. A Milano la gente è tutta ricca, uno è più ricco di un altro, non esistono i poveri. Un povero che chiede la carità a Milano, non è di Milano, è di Foggia.
    Le persone non si guardano tanto in faccia a Milano, un vicino di casa è come se fosse un lontano di casa!
    Se vai a faccia a terra a Milano e a Bergamo nesssuno ti alza: ti lasciano sulla via, sopratutto a Bergamo Alta. A Napoli invece ti alzano.

    A Milano c'è sempre la neve, il freddo, la nebbia, L'umidità; i panni spasi non si asciugano mai, solo a Ferragosto!
    E ora voglio parlare di Roma.
    A Roma sono tuttti buffoni. La Roma per una volta che ha vinto lo scudetto, sono sempre buffoni.
    Però sono anche un poco simpatici. Essi ci chiamano "cugini"
    Roma è la capitale del Lazio e la capitale d'Italia.
    A Roma c'è lo Stato e c'è pure il Papa, e comandano tutti e due, peò il Papa a tutto il mondo. Il Papa non è venuto mai a Napoli per paura che gli chiedono i soldi.
    Roma è piena di monumenti, Milano no, uno solo. A Roma ci sono le rovine di Roma. Nerone non la incendiò, ce lo ha detto il nostro maestro.
    Roma è grandissima, peò è pure sporca.
    E ora voglio parlare di Napoli.
    Io una ci sono andato a Napoli. Era pulita.
    Però forse non ho visto bene. A Napoli ci sono tutti i ladri, i mariuli, assasini e drogati. Il mare è una latrina. Vendono le cozze usate. Un bambino di Arzano se si perde lo sequestrano. SE viene un terremoto di un minutino le case subito si sfracellano. I disoccupati sono un milione e mezzo. Ci sono venti figli nella stessa casa. Nel traffico suonano come i pazzi. C'è la camorra nel Duomo.
    Io di tutte e tre le città non me ne vorrei andare a vivere in nessuna di tutte e tre le città.

    Il fenomeno della droga

    Io ho solo dieci anni, ma già da quattro-cinque anni conosco il fenomeno della droga. Già quando andavo all'asilo mia mamma mi diceva non accettare mai caramelle drogate da nessuno, neanche se te le offre la maestra o il direttore. Una volta però la mia maestra me la offrì una, e io mi dimenticai che era drogata, e me la mangia lo stesso, ma stavo bene.
    La droga è un veleno che uccide tutti, anche i vecchi, ma più i giovani: è una cosa molto dolce, come lo zucchero, ma non proprio. Essa prima ti rende felice, poi diventi scemo. Nei tuoi occhi vedi tante farfalle, colori, arcobaleni, e vuoi volare. Poi finisce tutto e vedi solo Arzano.
    Per avere un grammo di droga bisogna spendere dieci milioni, ma i drogati sono tutti poveri, e allora rubbano, scassasno, buttano i mobbili per l'aria per vedere se ci sono soldi nascosti dal padre dietro ai mobbili, fanno gli scippi, uccidono il padre e le madre.
    Io lo conosco un drogato, ma non posso dire il nome, anche Giovanni lo conosce, e se vuole dire lui il nome è meglio. Questo drogato abbita di fronte a casa mia, e quando scende la mattina non è drogato, ha gli occhi normali, e mi saluta. Poi la sera si va a drogare vicino al Campo Sportivo, dove la luce è rotta. Lì si fa la siringa insieme a Quagliarello e a Masone, e quando torna a casa cammina come uno Zombi.
    A me a volte fanno pena i drogati, ma ho paura. Però una volta tenevo cinquecento lire in tasca, e li buttai a un drogato che dormiva a terra, e poi me ne scappai. Io ai drogati certe volte glieli dò i soldi, ma ai zingari no. A me gli zingari fanno più paura!


    Bene, questi sono solo due dei 60 temi che trovate nel libero, ma questi due mi hanno fatto pensare parecchio, voi che dite?
    Il libro ormai è vecchiotto(1990), di Marcello d'Orta.

  2. #2
    Io SO! Tu impara, quindi L'avatar di iamalfaandomega
    Registrato il
    10-02
    Località
    Varese
    Messaggi
    14.008
    Che basta leggere un pò qui sul forum, senza bisogno di spendere dei soldi, per ritrovare gli stessi racconti (e scritti pure allo stesso modo ).
    I am Alpha and Omega, the Beginning and the End, the First and the Last

    Né dei, né giganti

  3. #3
    Utente L'avatar di eliminato
    Registrato il
    10-02
    Località
    Napoli
    Messaggi
    8.264
    Uno dei bambini protagonisti del film, quello grassoccio era un mio amico all'epoca, ora non lo vedo da anni, comunque anche il film è bellissimo.

  4. #4
    Capo Flodders 18enne L'avatar di SCONOSCIUTO
    Registrato il
    04-03
    Località
    A casa mia
    Messaggi
    6.714

    *-*

    Inviato da eliminato
    Uno dei bambini protagonisti del film, quello grassoccio era un mio amico all'epoca, ora non lo vedo da anni, comunque anche il film è bellissimo.

    Davvero? Si, quoto.

  5. #5
    Oh my iPod! L'avatar di er patata
    Registrato il
    11-02
    Località
    Bari Downtown
    Messaggi
    13.136
    Inviato da eliminato
    Uno dei bambini protagonisti del film, quello grassoccio era un mio amico all'epoca, ora non lo vedo da anni, comunque anche il film è bellissimo.
    ma LL

    A volte credo di essere fin troppo nerd. Naa, never too much.
    Vuoi personalizzare l'aspetto del forum di GamesRadar? Clicca qui!
    Consortium.ru 2004 3D Motion Demo, shocking graphics. (QuickTime 60MB)

    Vuoi guadagnare soldi velocemente? Clicca qui!

  6. #6
    io
    Registrato il
    04-03
    Messaggi
    4.097
    buffone a me?????buffone a me???

    non condivido nessuna parte di questo schifoso libro.










    scherzo è molto carino fatto bene non l'avevo mai sentito dire....sarà perchè nel novanta avevo due anni...comunque da quel che ho potuto leggere prima questa parte riesce simpatica e scorre veloce.
    Se io potessi vivere nuovamente la mia vita, nella prossima cercherei di commettere più errori.
    Non tenterei di essere tanto perfetto, mi rilasserei di più, sarei più stolto di quello che sono stato, in verità prenderei poche cose sul serio.
    Correrei più rischi, viaggerei di più, scalerei più montagne, contemplerei più tramonti e attraverserei più fiumi, andrei in posti dove mai sono stato, avrei più problemi reali e meno problemi immaginari.
    Io sono stato una di quelle persone che vivono sensatamente, producendo ogni minuto della vita.
    E' chiaro che ho avuto momenti di allegria.
    Ma, se potessi tornare a vivere, cercherei di avere solamente dei momenti buoni.
    Perché di questo è fatta la vita, solo da momenti da non perdere.
    Io ero una di quelle persone che mai andava da qualche parte senza un termometro, una borsa d'acqua calda, un ombrello e un paracadute: se tornassi a vivere, viaggerei più leggero.
    Se io potessi tornare a vivere, comincerei ad andare scalzo all'inizio della primavera e continuerei così fino alla fine dell'autunno.
    Girerei più volte nella mia strada, contemplerei più aurore e giocherei di più con i bambini.
    Se avessi un'altra volta la vita davanti ......... ma, vedete, ho ottantacinque anni e non ho un'altra possibilità.
    (Jorge Luis Borges)

  7. #7
    Mr. Google L'avatar di FbeShox
    Registrato il
    10-02
    Località
    Ruvo di Puglia
    Messaggi
    8.660
    Inviato da eliminato
    Uno dei bambini protagonisti del film, quello grassoccio era un mio amico all'epoca, ora non lo vedo da anni, comunque anche il film è bellissimo.
    Un mito!!! Io tifavo per lui quando doveva fregare il babbà!!!!
    Niente spam in firma. Ti invitiamo a leggere il regolamento per non ripetere l'errore.

  8. #8
    101 Airborne L'avatar di maverick84
    Registrato il
    12-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    10.571
    Mi fa piacere questo tuo interesse verso la lettura Pak
    "I fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti"
    Ennio Flaiano


  9. #9
    Bannato L'avatar di y2k
    Registrato il
    10-02
    Località
    0=2
    Messaggi
    22.972
    Uno dei bambini protagonisti del film, quello grassoccio era un mio amico all'epoca, ora non lo vedo da anni, comunque anche il film è bellissimo.
    forte !

  10. #10
    Sam83
    Ospite
    Mi ricordo che questo libro lo leggeva mio padre a me e ai miei fratelli, quando eravamo piccoli,ci faceva pisciare sotto dalle risate,non tanto per libro,ma per come le raccontava mio babà...

  11. #11
    Payable On Death L'avatar di Unknown
    Registrato il
    10-02
    Località
    Monsummano Terme (PT)
    Messaggi
    2.030
    W LE CASE SGARRUPATE!

    clicca sull'userbar qui sopra per accedere al mio sito...si può fare pubblicità su gamesradar ???



    Sparo minchiate in verde e corsivo . Chiarimenti non ne do.

  12. #12
    Utente L'avatar di Diddy
    Registrato il
    12-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    16.707
    a me pare un bel libro,pure divertente!

  13. #13
    Utente L'avatar di federico
    Registrato il
    10-02
    Località
    Trecate
    Messaggi
    16.057
    lo ho letto un paio di anni fa...
    Twitter: @fbr89 @PolimiExhausted
    Anobii: federico89 Goodreads: federico

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •