• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 84

Discussione: Load "impressioni",8,1

Cambio titolo
  1. #1
    Moderatore Pornocratico L'avatar di Saverione
    Registrato il
    10-02
    Localit
    Deep Space 9
    Messaggi
    14.955

    Load "impressioni",8,1

    L'altro giorno mi sono messo a ripensare, senza un' imput apparente, a come si e' evoluta la scena videoludica/informatica in questi ultimi 12 anni, e come io -adesso 25enne- ho vissuto la cosa. Mi va di ripercorrere tutto indietro con voi, quello che mi ricordo o quello che mi ha piu' colpito.

    All'inizio era l'otto bit, e mi spiace per possessori di spectrum o amstrad ma quando si parla di otto bit universalmente di dice COMMODORE 64.
    E' stato il mio secondo computer (il primo il vic20, ma il C64 lo ha sgominato dalla mia mente in 2 mesi), la macchina piu' diffusa al tempo, potentissimo con i suoi sprites multicolore, il chipset audio piu' avanti del momento -il mitico SID e i suoi 3 canali+uno.
    Col C64 l'informatica entra nelle case dei ragazzi italiani in maniera massiccia, quasi tutti ne hanno uno e chi non ce lo aveva faceva carte false per procurarselo...Al tempo era tutto piu' complicato, un home computer costava in proporzione molto piu' di quanto possa costare adesso e i genitori vedevano di cattivo occhio le nuove tecnologie e tutto cio'che si potesse attaccare ad un televisore.

    A parte questo, il Commodore64 e' da considerare il simbolo di un' epoca, l'inizio dell'informatizzazione di massa, anche se molti lo usavano solo per giocare altri -come il sottoscritto- cominciavano grazie al semplice basic o addirittura all' assembler (pazzi!!) a muovere i primi passi nel mondo della programmazione...Ahaaa, che tempi ragazzi! Che tempi! Fra i programmi che ho fatto (i vari PacSav, avventure testuali, ecc..) quello che mi restera' per sempre nel cuore e' il mitico KeySav (sono un filino egocentrico), che permetteva di suonare la tastiera del C64 come una tastiera musicale!!!!!
    L'ultima versione, la 3.0 beta (ero fissato gia'allora) permetteva di cambiare strumento, di suonare 3 strumenti diversi contemporaneamente -uno per canale-, di modificare il volume col tastierino numerico...Il risultato di notti insonni davanti al televisore, che capolavoro. Sensazioni che non tornano piu'.

    Ma C64, come detto, era LA macchina da gioco, ed infatti e' a quei tempi (fine anni 80-inizo anni 90) che sono riconducibili i piu' grandi capolavori della storia dei videogames: Turrican, Impossible Mission, Creatures, le prime avventure LucasFilm (Maniac Mansion su tutte), Great Giana Sisters, le conversioni dei giochi da bar come Dragon's Lair, R-Type...Potrei stare ore a elencarli tutti.
    Le software house come la Ocean, la Probe, la Acclaim, tutte sfornavano ora capolavori ora ciofeghe pazzesche, ma il tutto all'insegna di un parco software superiore a quello di qualsiasi altra macchina del tempo.

    Tutto questo pero' non duro' troppo a lungo, gia' all'inizio degli anni 90 comincio'un lento e non facilmente identificabile declino del C64: le scarse vendite legate alla pirateria massiccia, e sopratutto la messa sul mercato di sistemi come l'AMIGA 500 spinsero molte software house a limitare il loro interesse per una macchina ormai tecnologicamente datata che non riusciva piu' a reggere il passo coi tempi (STRONZATEEEEEE! Chi ha seguito la scena fino alla fine sa che il meglio il C64 lo ha dato proprio nel suo ultimo canto, quando e' stato spremuto al meglio da programmatori coi controcazzi!!! Ragazzi questi occhi han visto cose IMPENSABILI girare su quella scatoletta grigia, credetemi!).

    Cosi' anche molti utenti fecero il gran passo lasciando il C64 per approdare a quello che fu il suo legittimo e meritatissimo successore, l' AMIGA 500, the dream.


    Per adesso mi fermo qua, la prossima volta continuero' partendo da questo periodo di transizione 8/16 bit.

    Quello che volevo dire per concludere e' che l'era degli 8 bit e' stata qualcosa di unico e irripetibile, molti della mia eta' ricordano quei giorni in modo struggente, qualcosa legato all'infanzia/adolescenza che e' stato divertimento&passione (anche morbosa...Dio le litigate con KaJu all'intervallo su chi fosse meglio, amiga o PC!), e' stato l'inizio di qualcosa che purtroppo negli anni ha perso parte della sua magia ma che ha segnato la vita di molti.
    Ha significato l'ingresso dell'home computer nelle case, e se oggi abbiamo in casa i Pentium4 con l'ADSL e' anche perche' 15 anni fa abbiamo abbattuto il muro portandoci a casa il nostro primo computer, e nello specifico di molti il nostro primo Commodore64.

    Moderazione balorda in Rosso e Grassetto

  2. #2
    IL RETROPLAYER L'avatar di ANTONIO MILANO
    Registrato il
    01-03
    Localit
    BARI
    Messaggi
    2.940
    Che dire Saverione. La tua analisi mi sembra molto profonda e si vede chiaramente che scritta da uno che di videogiochi ne capisce.

    Ho (almeno per ora) condiviso la tua stessa "ascesa videoludica" e rileggendo le tue parole ho rivissuto emozioni ormai sopite.

    Aspetto con impazienza la seconda parte della tua storia





  3. #3
    :Controllore del Treno: L'avatar di LordCapcom
    Registrato il
    04-03
    Localit
    Chiba City
    Messaggi
    1.022
    pur' io aspetto.ah,complimenti per il keysav!
    sono ricco sfondato!!

  4. #4
    Moderatore Pornocratico L'avatar di Saverione
    Registrato il
    10-02
    Localit
    Deep Space 9
    Messaggi
    14.955
    La Commodore, bisogna ammetterlo, anche se aveva una cura per i suoi utenti pari a 0,00NIENTE sapeva come fare computers.

    L'amiga 500 (anno 1987), seguito dell'amiga 1000, e' stata forse la macchina col maggior impatto sul mercato mai messa in commercio fino ad allora se escludiamo il C64 che, effettivamente, gli aveva "spianato" la strada; come detto infatti, molti utenti di C64 passarono prima o poi al 16 bit Commodore, spinti anche dal fatto che la macchina offriva prestazioni fino ad allora impensabili per dare vita a giochi che erano spesso piccoli miracoli di grafica, musica e giocabilita' (spesso avevano poco o niente da invidiare alle controparti delle consolle del momento, Sega Megadrive e Snes).

    Io l'amiga non l'ho mai avuta, mi buttai presto sul 286, ma guardavo l'altra sponda con gli occhi di un bambino che guarda un luna park per la prima volta; il processore Motorola 6800, il chipset grafico capace di vsualizzare piu' di 4000 colori su schermo, chipset sonoro degnissimo (err...non ricordo il nome!), un sistema operativo, il workbench, che gia' nell'88 proponeva semplicita' d'uso, un VERO multitasking (ma vi rendete conto?!?), e un'ottimizzazione per sfruttare tanto i 512 k ram del modello base che eventuali periferiche aggiuntive (costosissime) al meglio (ricordo giochi che riconoscevano l'espansione ram in piu' e di conseguenza si piazzavano tutti li, SMETTENDO PRATICAMENTE DI CARICARE da HD o floppy), tutto era perfetto, funzionante, col plug&play (brevetto commodore) veramente funzionante quando io mi sbattevo anche solo per far riconoscere la tastiera al PC...I giochi erano qualcosa di pauroso, veramente, ma ve li ricordate Lionheart, Alien Breed e tutti i giochi dei mitici del Tema 17 (RICO HOLMES! CHe fine hai fatto?!?!?!), Turrican e le miticissime musiche create da maghi come Allister Brimble (il signore dei mod), l'italianissimo Shadow Fighters, Sensible Soccer dei miticissimissimissimi Sensi Software, Ambermoon, i 100mil milioni di platform/sparatutto tutti ipermega GIOCABILI...Mamma mia...

    Il PC non poteva, proprio NON poteva reggere il confronto, all'epoca i piu' fortunati avevano il 486Sx 25 Mhz (un mostro), forse la VGA (in molti tiravano avanti ancora con la Tandy o, come me, con la Hercules) e solo ALCUNI una adlib o addirittura una Sound Blaster 8...Se consideriamo poi che non entrava in alcun modo in competizione diretta col mercato delle consolle, bhe' allora possiamo ammettere senza ombra di dubbio che l'amiga e' stata la REGINA dei computers nei primi anni 90, con una distribuzione ed una qualita' del software veramente senza paragoni.

    Ora, se tutto fosse andato come doveva andare, oggi probabilmente (e dico PROBABILMENTE perche' c'e' pur sempre l'incognita MAC) nei nostri uffici e nelle nostre case avremmo ancora macchine Amiga (lo so che qualche bastardello fra voi un' amiga ONE ce l'ha...Beati voi, allora diciamo macchine COMMODORE), cosa che invece sappiamo non essere successa...

    Alla Commodore, infatti, son stati capaci di mangiarsi in pochi anni il gap tecnologico accumulato coi ben piu' costosi e poco ludici PC dell'epoca che nel giro di 2/3 annetti erano passati, per la fascia media, dal 286 al 386 DX 33/ 486 DX2 66 (un MOSTRO per l'epoca).
    Nuovo hardware non ne e' mai piu' uscito, se escludiamo dei veri e propri suicidi commerciali come il CDTV (lettore Cd er amiga) e il CD32, praticamente un amiga 1200 dentro una consolle a Cd; inoltre, al solito, la pirateria MASSICCISSIMA dava duri colpi alle vendite dei giochi, le software house che prima avevano proliferato come funghi cominciavano a svanire nel dimenticatoio, giochi annunciati per mesi non vedevano mai la via della pubblicazione salvo a volte finire come prodotti a basso budget.

    La Commodore comincio' a navigare in brutte acque finanziarie (oddio, bene bene bene non era mai stata), mentre il PC, considerato fino a pochi anni prima macchina da ufficio, in virtu' della sua espandibilita' (perche' diciamolo, l'amiga era bello e funzionava tutto, ma di roba da aggiungere ce ne era poca e costava l'iradidio), della sua diffusione (perche' diciamolo, l'amiga era in ogni casa attaccata a ogni televisore, ma negli uffici si parlava il DOS, si lavorava con Win 3.11 e i documenti ci se li scambiava con Office) e della qualita' crescente del software ludico.
    Il PC medio del tempo, mettiamo un 386 con 4 mega di ram, HD da 80 mega, VGA e SB8 (il MIO, insomma) era capace di far girare Doom, Heretic, Ultima 7 (MITICO), certo i platform erano ancora dominio assoluto della grande A (che volete, i CISC il 3D lo reggono meglio...) ma qualcosa si era ormai rotto...
    Piano piano i giochi cominciarono ad uscire in doppia versione amiga/PC, certo il 99% delle volte la versione amiga era superiore per giocabilita', sonoro e grafica (l'amiga aveva una risoluzione base piu' alta della 320X200 della VGA), ma si deve anche considerare che l'amiga era considerata una macchina da gioco o da hobby, fuori dallo standard ormai affermato dalla Microsoft.

    Inoltre i prezzi dei PC, prima veramente proibitivi, si andavano via via abbassandosi mentre le prestazioni, SPECIALMENTE NEI VIDEOGIOCHI, andavano aumentando.
    I grandi della scena DEMO, i coders, i musicisti, i grafici cominciarono a lavorare decorosamente anche coi PC (e secondo me fare certe cose con una macchina limitata proprio per certe cose come un PC da piu' soddisfazione), le software house cominciarono a tocchetti a mettere da parte i progetti per amiga dedicandosi sempre di piu' al piu' remunerativo mercato PC, insomma la situazione non era certamente piu' quella di una volta.

    Da li il tracollo finanziario della Commodore, la nascita di ben 3 ditte che contemporaneamente avevano comprato i diritti di Amiga, ecc...Questa e' storia abbastanza recente, anche perche' ancora macchine Amiga ne vengono prodotte (l'ultima mi sembra monti su un processore G4, ma ho perso i contatti con quella realta') e sono per lo piu' elitarie...Ma se una cosa e' certa, e' che amiga ha avuto il piu'grande sostegno da parte degli utenti mai visto nella storia! Ragazzi, se l'amiga tiro' avanti ancora qualche mese lo si deve all'impegno e alla passione di chi la macchina la amava veramente, di chi continuo' a far uscire anche rimettendoci le riviste dedicate, i giochi, mamma mia...Oggi sarebbe impensabile...A quei tempi eravamo in pochi, ma c'eravamo veramente tutti dentro!


    Con la fine "ufficiosa" di Amiga (perche' ufficialmente non e' MAI morta! Molti la usano ancora, altri montano sul PC l'Amiga OS 3 -basato su Unix, ottimo sistema mi dicono-, altri comprano l'attuale AmigaONE) fini' in maniera definitiva l'epoca che chiamo "dell'oro" dell'industria videoludica; tutta l'abbondanza dei tempi precedenti andava scemando e le conseguenze furono principalmente il fallimento/fusione di moltissime software house e un impoverimento della varieta' dei giochi mesi in commercio.

    Fini' l'era dell'informatica fatta in casa, con la leggendaria figura del programmatore che si rinchiude 9 mesi davanti al computer per creare il gioco dell'anno, ormai i giochi richiedevano ingenti finanziamenti, case come la Origin spendevano fino a 3 milioni di dollari per Wing Commander 3 (all'epoca, una cosa assurda) proponendo pero' giochi con colonna sonora suonata da orchestra, scene di intermezzo filmate con attori protagonisti, grafica 3D sempre piu' curata e spese promozionali che andavano oltre la pubblicita' sulle riviste del settore.
    Ormai si era entrati nella seconda meta' degli anni 90, nell'era di Diablo, di Quake, di Fallout, la Origin faceva giochi che giravano bene solo sulle macchine hi-end (ma manco), i PC erano e sono diventati potentissimi proprio perche' il mercato l'han trainato i videogiochi sempre piu' esosi, sempre piu' complessi...

    L'amiga segno' un' epoca, mi spiace se penso che oggi usiamo tutti un sistema che non e' e non e' mai stato il migliore, e che per molti giovani la parola Amiga o Commodore non ha significato, chi ha vissuto quei periodi sa quanto veramente si era tutti presi fino al midollo...

    Mi piacerebbe sentire i vostri pareri a riguardo, come voi avete vissuto quei tempi...Io ricordo ancora lo stupore quando KaJu mi fece vedere SuperStardust per Amiga1200, da bocca aperta, ma anche quando vidi per la prima volta sul mio PC The Sevent Guest (MIO DIO!) o quando suonata la campana dell'intervallo si tirava fuori The Games Machine per commentare i vari giochi, paragonare le versioni PC/amiga, le consolles...E chi me le rida' piu' quelle giornalte?!?!

    Moderazione balorda in Rosso e Grassetto

  5. #5
    Utente L'avatar di emiliano
    Registrato il
    05-03
    Localit
    bergamo
    Messaggi
    1.845
    Saverione! Hai lo stesso nome di mio figlio!

    Concordo in tutto con te, dura e triste vedere che qui dentro ci sono un sacco di gamers che di vg ne sanno per si sono persi C64 e Amiga, Le macchine da gioco degli anni 80 e 90, incontrastatamente.

    Mi spiace che tu non sia partito dallo spectrum, sono d'accordo che il C64 ha rivoluzionato tutto, ma anche lo zx a suo tempo ha detto la sua (hai mai giocato Head over Heels, Atic Atec, Bard's Tale... Manic Miner? [magari il remake per c64?])...

    Ciao grandissimo, complimenti per il viale delle rimembranze...

    E.

  6. #6
    Matusa L'avatar di Ragfox
    Registrato il
    05-03
    Messaggi
    1.744
    Inviato da Saverione
    chipset sonoro degnissimo (err...non ricordo il nome!),
    Paula

  7. #7
    Utente L'avatar di emiliano
    Registrato il
    05-03
    Localit
    bergamo
    Messaggi
    1.845
    Ah, a casa con latonsillite ho potuto rileggere tutto con calma... che dire, bellissimo, ricordi di emozioni svanite... 'dentro fino al midollo'... appropriato, eravamo proprio dentro tutti fino al midollo... la passione per l'Amiga, il computer con l'anima... quando morta lei, qualcosa dentro di noi cambiato, per sempre.

  8. #8
    Moderatore Pornocratico L'avatar di Saverione
    Registrato il
    10-02
    Localit
    Deep Space 9
    Messaggi
    14.955
    Ahaaa! E'vero! L' Amiga c'aveva l'anima e il PC no! Ahahah, mamma mia me lo ero scordato...Grandioso Ragfox, era il Paula il chipset audio!

    Babbo Emiliano, lo spectrum in vita mia l'ho visto 3 volte in tutto, mi ricordo particolarmente il tastierino di GOMMA (!!)...Ti ricordi le risse fra commodorini e spectrumiani? I primi rinfacciavano proprio il tastierino in gomma che si fondeva, i secondi che sull'alimentatore del C64 ci sipoteva cuocere un uovo...Che tempi...

    E le risse con KaJu all'intervallo, convinto della supremazia dell' Amiga1200 sul PC (quel computer se lo portava anche a letto, credo) mentre io col 386DX-33 potevo giocare a Doom (io ODIO gli shooters in prima persona, ma ADORO le avventure grafiche e per Amiga ben presto smisero di uscirne, almeno di quelle LucasFilm).
    Oddio, aveva pure ragione, e poi ripeto che SuperStardust era qualcosa di incredibile, ma purtroppo il mercato e'andato in tutt'altra direzione.

    Ma se l'Amiga era la regina incontrastata dell'home computing, nel versante consolle il dominio era tutto della Nintendo col suo SuperNES (o Superfamicon), la consolle16 bit piu' venduta al mondo.
    Io il Nintendo 8 bit (il nes) non l'ho avuto ma all'incirca faceva le stesse cose che faceva un C64 (ma il sonoro del C64 era MOOOLTO meglio! E non si discute), l'unica cosa che gli invidiavo erano i giochi tipicamente giapponesi che aveva, come gli RPG alla Zelda (e poi il Nes non doveva caricare da dischi, o peggio ancora da cassette, ma e' un altro discorso); quando usci' il SuperNES cominciai veramente ad avere l'acquolina in bocca, i giochi erano veramente fighissimi con grafica grandiosa e una giocabilita' quasi sempre perfetta.
    Ricordo la rabbia nel vedere la conversione di Street Fighter II (per PC ci penso'la U.S. Gold...CHE SCHIFO!!!!), i vari Super Mario, gli RPG giapponesissimi che avrei tanto voluto...Vi ricordate Donkey Kong Country?! E F-Zero, che sfruttava il chip SFX per una specie di effetto 3D?

    L'altra sponda era il Sega Megadrive, ottima consolle penalizzata piu' che da demeriti suoi dall'enorme successo del Nintendo (e da un sonoro ORRENDo, scusate!!).
    Entrambe le macchine vantavano un enorme parco software, miliardi e miliardi di platforms, shooters, giochi di ruolo, ma che vi devo dire, non l'ho mai capito bene neanche io perche' il SuperNes tirasse di piu'...
    Considerate anche alcune scelte discutibili da parte delle Sega, come quell'accricco da aggiungere al Megadrive tipo espansione che in teoria, se supportato, avrebbe dovuto enfatizzare i giochi ma che in pratica non venne supportato da NESSUNA software house, o il lettore CD per Megadrive (stesso discorso, uscirono al massimo 2/3 giochi, tutti della Sega).
    Arrivo' un periodo nero anche per le consolle, almeno qua in europa, dove di cartucce se ne vendevano pochine al tempo; le cartucce consentivano si di eliminare la pirateria offrendo unsupporto con tutta la memoria che vuoi metterci, ma costavano parecchio, e qui nel nostro bel paese dove tutti (e dico TUTTI) si procuravano i giochi dell'Amiga a 5000 lire copiati sottobanco, tale concetto poteva stonare ai piu'.

    I grandi giochi del tempo erano quasi tutti targati Virgin, che nel frattempo era intenta ad acquistare qua e la le software house piu'piccole (la dura legge del mercato); grandiosi i platform Disney (Aladdin che ci gioco ancora, Il Re Leone, Il Libro della Giungla), ma anche i picchiaduro, Final Fantasy, R-Type...Spesso uscivano anche per PC/Amiga, ma il confronto vedeva spesso la controparte consolle superiore...

    Ricordo che allora dei programmatori cazzuti ( tutti coders, grafici e musicisti della demoscene, gente che un chip lo fa piangere di fatica) fecero per Amiga "Brian The Lion", un MOSTRO di grafica che offriva effetti di warp 3D, parallasse come se piovesse, musiche da sballo e...Nient'altro, visto che non era particolarmente giocabile, ma si dimostro' che se sfruttato a dovere un Amiga non aveva niente da invidiare al SuperNes.
    Sempre sulla stessa linea di concetto ("siamo programmatori fighi e ve lo dimostriamo") usci' Elfmania, un picchiaduro con una grafica semplicemente...No, non ci sono parole, chi lo ha giocato e si ricordail fondale del galeone sa che dire.
    Peccato che le consolle avessero Street Fighter II, porca paletta!! Per i computer c'era il Team 17 con Bloody Blows (non mi piaccue), Mortal Kombat I, ma non reggevano il confronto ne con la controparte consolle ne tantomeno con quella coin-op...Quello che mancava agli home computers, a mio parere, erano i programmatori giapponesi!!! Loro riesconoa farti un picchiaduro,o un gioco di ruolo come dico io!!
    PEnsandola cosi' dei valorosi programmatori italiani fecero uscire per Amiga Shadow Fighters, il miglior picchiaduro per quella macchina, con personaggi mutuati dall'universo manga, mosse speciali veramente speciali e grandiosa giocabilita' (da quello che mi diceva KaJu, io non ci ho mai giocato).
    Tempo dopo (anni, KaJu ci giocava sul Pentiun 90) per PC usci' l'italianissimo picchiaduro Prey For Death, con una grafica spettacolosa alla Killer Instinct e personaggi con una storia dietro, finalemente qualcosa di decente anche sotto DOS.

    Alla fine, conl'uscita della Playstation e delle altre consolle 32 bit (N64 per la Nintendo e Saturn per il sega) le consolle 16 bit caddero lentamente in disuso (ma il mio amico Ximo il Megadrive ancorace l'ha!!), com'e' naturale che sia, ma ormai il mercato era cambiato rispetto ai primi anni 90: la Sonysi ritaglio' la fetta dimercato piu' grossa, il N64 aveva bei giochi e valeva, ma ancora andava a cartucce e proprio non ne capisco il perche', mentre il Saturn...Bhe', spari' abbastanza presto senza neanche troppi rimpianti, rimpiazzato dal Dreamcast (e da qui loscatafascio della Sega...Quando vedo che oggi fa giochi per la nintendo e la Sony...Mi viene da piangere! Ma davvero!!!).


    Ah!AhAAA! Mi sono scordato quantomeno di citare il mitico PCengine, ottima consolle della NEC vendutissima in Giappone che andava a CD e aveva giochi che mi ingrifavano parecchio (il picchiaduro di Ranma!!! Nel 94!!!), e il NeoGeo, la consolle di importazione, forse qua in Italia in 5/6 ce l'avevano, ma al massimo avevano 3 giochi a testa visto quello che costavano...

    Moderazione balorda in Rosso e Grassetto

  9. #9
    Matusa L'avatar di Ragfox
    Registrato il
    05-03
    Messaggi
    1.744
    Inviato da Saverione
    Ahaaa! E'vero! L' Amiga c'aveva l'anima e il PC no! Ahahah, mamma mia me lo ero scordato...Grandioso Ragfox, era il Paula il chipset audio!
    I Chip (notare la maiuscola) dell'Amiga erano le "Tre Grazie" del mondo informatico: Agnes (o Agnus), Denise e Paula.

    E Amiga rimarra' sempre l'anagramma di Magia...
    Ultima modifica di Ragfox; 19-06-2003 alle 14:00:42

  10. #10
    Utente L'avatar di emiliano
    Registrato il
    05-03
    Localit
    bergamo
    Messaggi
    1.845
    Rag, mi hai fatto venire la pelle d'oca... s, l'Amiga morta, e con lei la fantasia, seguita dalla magia... rimasta solo la tecnologia, con tutte le varie espansioni...

    Il fatto che con i Pc e le console... sappiamo esattamente cosa possono fare, dove possono arrivare... c64 e amiga, mah... ogni volta che si credeva avessero raggiunto l'apice saltava fuori qualcosa che portava il presunto limite pi in l... (s lo so, tutta ignoranza mia questa...eh eh)...

    Saverione, mi aspetto 2 nuovi trattati ora... la storia dei vg c64 con i capisaldi e quella dei vg amiga... bisogna trasmettere ai posteri cosa erano e cosa hanno rappresentato case come Anco, System3, Firebird, Psygnosis, Cinemaware, Hewson [Cybernoid?!?!]...
    , I mitici Bitmap Bros...... daah, Xenon3!!!

    Una domanda:
    Lo shoot'em up per eccellenza C64, quello a scorrimento orizzontale sia a sx che a dx con visuale dall'alto, navicella rossa e bianca.... programmato da un mostro sacro dell'epoca (benedetta [email protected] memoria...)... quello di Paradroid (aaaagh) e Moebius. Come si chiama il gioco? Ed il programmer?

    Il PC Engine! Presentato con converisone PERFETTA dell'unico, grande, mitico, "mo' carico a barra e te spazzo via", R-TYPE!

    Purtroppo non ho pi tutti gli ZZap!, se no la facevo io la cronistoria...

    Ciao ragazzi, buona giornata..

    E.

  11. #11
    Matusa L'avatar di Ragfox
    Registrato il
    05-03
    Messaggi
    1.744
    Inviato da emiliano
    c64 e amiga, mah... ogni volta che si credeva avessero raggiunto l'apice saltava fuori qualcosa che portava il presunto limite pi in l... (s lo so, tutta ignoranza mia questa...eh eh)...
    La magia ha sempre bisogno di un po' di "ignoranza" (che si confonde con la fantasia e la spensieratezza) per esistere. Aver conosciuto C64 e Amiga negli anni della nostra (prima) gioventu' ci ha aiutato a scoprire la magia nascosta in quei pochi grammi di silicio...


    Una domanda:
    Lo shoot'em up per eccellenza C64, quello a scorrimento orizzontale sia a sx che a dx con visuale dall'alto, navicella rossa e bianca.... programmato da un mostro sacro dell'epoca (benedetta [email protected] memoria...)... quello di Paradroid (aaaagh) e Moebius. Come si chiama il gioco? Ed il programmer?
    Il programmatore e' Andrew Braybrook e il gioco dovrebbe essere il mitico Uridium.

  12. #12
    Moderatore Pornocratico L'avatar di Saverione
    Registrato il
    10-02
    Localit
    Deep Space 9
    Messaggi
    14.955
    Si Uridium!
    Era LO shoot'em up! Miticissimo Braybrook!!
    Ve lo ricordate il grandiosissimo Creatures, Il platform per C64? No, dico, ve lo ricordate?!? Ahaa, grandissimi quelli della Apix, crearono qualcosa di incredibile, la grafica aveva il parallasse, il sonoro era SPETTACOLARE con le piu' belle musiche mai sentite uscire dal SID, ed in piu' era giocabilissimo...Ma che volevate di piu' da un gioco?! Che?!?!

    Effettivamente quell'epoca aveva un che di magico...E' perche' eravamo ragazzini, e' perche' effettivamente erano tempi diversi da questi, bho...

    Moderazione balorda in Rosso e Grassetto

  13. #13
    Redattore L'avatar di pape
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    9.791
    Inviato da Saverione
    Si Uridium!
    Era LO shoot'em up! Miticissimo Braybrook!!
    Ve lo ricordate il grandiosissimo Creatures, Il platform per C64? No, dico, ve lo ricordate?!? Ahaa, grandissimi quelli della Apix, crearono qualcosa di incredibile, la grafica aveva il parallasse, il sonoro era SPETTACOLARE con le piu' belle musiche mai sentite uscire dal SID, ed in piu' era giocabilissimo...Ma che volevate di piu' da un gioco?! Che?!?!

    Effettivamente quell'epoca aveva un che di magico...E' perche' eravamo ragazzini, e' perche' effettivamente erano tempi diversi da questi, bho...
    Creatures... il diario dei Rowland su ZZap, la faccina nascosta(Clide wants you) sul disco originale del gioco, il messaggio rivolto ai cracker che si scopriva analizzando in esadecimale la traccia 18 del disco... e le camere delle torture, le musiche, la difficolt frustrante del gioco... ma quanto tempo ci ho passato sopra.

    Per lasciatelo dire, saverione, per quanto belle le musiche continuo a preferire Hubbard e Daglish come compositori (per non citare Tel e Galway :-P)

    Pape

  14. #14
    Moderatore Pornocratico L'avatar di Saverione
    Registrato il
    10-02
    Localit
    Deep Space 9
    Messaggi
    14.955
    Eheee, Pepe, che vuoi, quando uno si innamora tuttogli sembra piu'bello...E io di Creatures ero innamorato!

    Parlando di colonne sonore, allora, non posso non citare Allister Brimble, il musico dei Team 17...Ma vi ricordate che roba tirava fuori dal paula quell'uomo?!? No dico, ricordate?! Alien Breed, Project X?
    E Chris Huelsbeck con le musiche di Turrican, Great Giana Sisters e R-Type? Io PREGO che questa gente continui ancora a lavorare, in qualche modo!!! Chi si ricorda il sonoro di Shadow Of The Beast?

    I Maniacs Of Nois di Jeroen Tel fecero la storia lavorando al SID come nessuno fece mai, e se avete giocato a Myth, Golden Axe e Out Run lo sapete benissimo!

    GLi anni 90 sono stati anche il periodo in cui anche gli italiani misero piede nella demo scene...Vi ricordate i PearlJam?! E gli splendidi moduli musicali di FBI? Raga, ho visto demo da 4 kappa per PC che hanno dell' incredibile, ma porca loca io dico:
    perche' c'erano programmatori coi controcojones capaci di veri MIRACOLI in linguaggio macchina (assembler, quando andava bene) e invece poi a fare giochi spesso finivano dei "pococompetenti"? Cioe', a fare un gioco che non scatta su 486 DX2 son bravi tutti, non solo alla Origin, non parliamo poi di quanto puo' essere difficile fare un gioco bello OGGI, con tutto l'hardware che si ha a disposizione...E' il problema che mi angoscia da tempo, l'ottimizazione del software! Piuttosto che ottimizzare un gioco per la piattaforma del momento (parlo del PC, ovvio) si preferisce innalzare i requisiti hardware, e questo lo si fa da anni, da quando Ultima XI richiese chiaramente in copertina un 386 SX 25, computer esagerato per molti all'epoca.

    Sono rari i casi in cui un codice e' stato ottimizzato per sfruttare a pieno la macchina su cui girava, guardacaso le cose migliori di Amiga e C64 son spuntate alla fine, quando bene o male tutti i programmatori conoscevano bene le macchine e sapevano come spremerle a dovere...Esemplari i casi di coders della demoscene passati a fare videogiochi, poi! Ripeto, ELFMANIA, BRIAN THE LION, SUPERSTARDUST...Che roba che avevamo fra le mani, veri pezzi di storia.

    Moderazione balorda in Rosso e Grassetto

  15. #15
    If Warlock u can!! L'avatar di h0r!g0n
    Registrato il
    10-02
    Localit
    Milano
    Messaggi
    2.675
    Inviato da emiliano
    Rag, mi hai fatto venire la pelle d'oca... s, l'Amiga morta, e con lei la fantasia, seguita dalla magia... rimasta solo la tecnologia, con tutte le varie espansioni...

    ummmm....so ke vi far piacere se ti contraddico...l'amiga nn morta...mai sentito parlare di amigaOne? oppure dell'os 3.9? nn so di preciso quando sono usciti, ma nn tantissimo tepo fa....
    provate a vedere su www.amigapage.it o www.amiga.com

Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •