• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Pagine di Diario (LONG)

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di Caleb Ankister
    Registrato il
    04-03
    Località
    Pompei e dintorni
    Messaggi
    296

    Pagine di Diario (LONG)

    (visto che daylirando è stato chiuso ripropongo questo thread in Agorà, sperando in miglior fortuna.)

    Apro questo thread per commentare i giorni belli e/o brutti della nostra vita. Inizio io sperando che mi seguiate a ruota...

    La mattina era iniziata come sempre, afosa, calda, appena sorto il sole e il giorno mi sembrava già interminabile; quella grande cavalcata da levante a ponente avrebbe scandito la mia nuova giornata.
    Era Sabato, nessun rumore in strada, la gente poteva concedersi il lusso di sostare nel letto più del dovuto: d'altronde, meritato riposo. Come mio solito, tentennai un pò prima di alzarmi completamente dal letto ma vidi più giu' il monitor del mio PC, già acceso, pulsare di un refresh rate quasi ipnotico; balzai giu' dal letto a castello e controllai che, dopo quell'abile trattativa virtuale, il divx di "una settimana da dio" era ormai impresso sul mio HD. Era un piacevole risveglio.
    Mi diressi in cucina con aria assonnata e stancamente aprii il frigorifero: sembrava la tipica scena da film americano; adocchiai una bottiglia di succo d'ananas, era rimasta li in frigo per molto tempo e quindi pensai che avrebbe portato un rovente refrigerio alle mie interiora in liquefazione. Il tempo di pensar cio' che quel nettere degli dei aveva già inondato la mia bocca, la mia gola, la mia pancia.
    Con gli effetti cogitati e previsti un attimo prima.
    Percorsi il lungo corridoio che si immette direttamente nella mia stanzetta e fu solo allora che mi accorsi che la casa era stranamente vuota; li per li non ci feci caso.
    Un fogliettino si stacco' dal frigorifero mentre mi allontanai.
    Accesi l'impianto stereo e lo collegai al pc: i satelliti, il sub woofer, il programma e il divx erano pronti... serviva solo un mio click, che arrivò prontamente.
    Gustavo già delle patatine quando a 14 minuti dall'inizio del film questo si interrompe bruscamente rivelando la verà realtà dietro Matrix: la festosa voce di jim carrey venne scostata, strattonanata e sostituita da gemiti di piacere in climax e quel film tanto desiderato si trasformo' in un porno della galleria classici di Selen. Con un gesto di stizza gettai via tastiera e mouse che stridirono sul piano della scrivania. Per un pò rimasi a vedere quel film attirato per un attimo dalla trama, quasi sempre mancante nei film di quel genere, ma se non altro lo feci per le patatine. Annoiato decisi di liberare quei 700 Mb dal mio Hd già provato da tante partizioni e dedicarmi ad altro. Passai un pò di tempo a giocare a Counter Strike ma ero ancora assonnato e non diedi affatto il meglio di me.
    Mentre i colpi di Mp5 e di ak47 erano martelli pneumatici nella mia testa ancora nel regno del dio dei sogni (porc...volevo scrivere il nome ma non me lo ricordo ora, ndr), giunse una telefonata della Provvidenza:
    "umbè?"
    "oh dimme ma' "
    "ciao senti, che hai da fare stasera?"
    "uhm....nulla di che, perchè?"
    "niente perchè stavo organizzando una mangiata da me, i miei stanno in montagna e ho casa libera"
    "oh bello...sento.....che ti stai sentendo? mi sembra kaos one o colle der fomento"
    "kaos, l'anno del drago. ma....umbè, allor?"
    "uhm ah....si si.....vengo stasera....chi siamo?"
    "boh, chiamo giggino il Chitabbivo, mimmo il topo, pascalin 7 bellezze, otto, luca sperma e forse chiamo pure pisolo, simply red e Mr.Lambrusco"
    "uhm....siamo un bel pò e il vino non mancherà credo.....senti, ma ragazze?"
    "ehm beh non so...poi si fa casino"
    "....."
    "mo ci penso..."
    "senti ma con questi elementi vorresti far meno casino?"
    "in effetti.....vabbè mo chiamo pam, occhiverdi, saimac e il chihuahua..."
    "ohhhh ohhhhh chi ti dimentichi...."
    "ehm...booooh....chi mi dimentico.?"
    "daniela...."
    "mapporc umbè dai.."
    "devo bestemmiare?"
    "NO! non bestemmiare....cazz....ok la chiamo"
    "bene...quella 6° di reggiseno in giro per casa sarà un ottimo digestivo"
    "sei popo porco umbè"
    "no dai, oggi sono strano e poi preferisco chiamarmi materialista eheheh"
    "non cambia il senso...."
    "oh senti sto dormendo, i miei genitori sono scomparsi e invece di una settimana da dio mi sono scaricato Cuore di Pietra di Selen....ma vedi di andattene n'attimino a fanc**o"
    "ma guarda te che ringraziamento..."
    "oh animale....qualunque cosa tu faccia....la tett...."
    "siii siii la tettona la chiamo...si uff basta che stai zitto e chiudi quella fogna che hai al posto della bocca"
    "amoVe mi fai eccitare quando fai cosi'"
    "ti strappo gli occhi e ti fotto il cervello"
    "Full Metal Jacket"
    "sei preparata battona mia"
    "ritardato!"
    "oh ci sentiamo stasera gay, porta......qualcosa per allietare la serata"
    "ci penzo me! no problemo....ciao mariolino ghghgh"
    "bastardo non chiamarmi cosi'. la mia tag è none1, chiamami cosi'"
    "mabbaffanculo con quella panza sei lottator di sumo, per me non sei nessuno pur se ti chiami noneuno ma se inizio questo freesta..."
    "aho stacca la spina dai, hai rotto...ci si becca stasera, vieni puntuale e fai la classica suonata di clacson cosi' ti apro senza rispondere"
    "uhm ok...ciao Provvide' "
    "statti bene"

    Ancora sorridente tornai in cucina per sorseggiare altro succo d'ananas, quella telefonata mi aveva sfiancato; notai un foglio a terra ma gli diedi importanza zero. Tornai nella stanzetta grattandomi una natica, la destra per la precisione...mi guardai intorno cercando qualcosa da fare: il mio blocco notes "TO DO" segnava come priorità assoluta dormire...ma non avevo voglia ora; presi un gmc di 2 anni e mezzo fa e iniziai a leggerlo confrontandolo con le edizioni nuove, lo facevo spesso.
    "chissà se un giorno riuscirò mai a scrivere per una rivista di pc...." dissi tra me e me.

    Leggendo e comparando si era fatta ora di pranzo e il mio stomaco ruggiva...
    C'era qualcosa che non andava in quell'attimo: di solito al primo brontolio della mia pancia c'era già il piatto in tavola pronto a sfamare quella belva. "ok ho capito, è Racoon City....bene a quando il primo zombie? e dove sta lo shotgun?" dissi tra me e me mentre mi dirigevo al frigo; stavolta, vuoi che mi ero rotto di vederlo a terra, vuoi perchè si era attaccato sotto la mia pantofola, presi il fogliettino da terra che diceva più o meno questo: "Buon giorno, siamo andati a far spesa. Ti rammento che oggi si fa il battesimo di tuo cugino, so che non vieni in Chiesa quindi ti ho lasciato dormire un altro pò. Raggiungici appena puoi al Ristorante inizieremo a mangiare alle 14.00."
    "che culo" dissi io a quel maledetto foglietto "sono le 14.35 e dovevo arrivare a Salerno mezz'ora fa". Faccio per mettermi qualcosa di decente addosso che già sento i primi squilli sul cellulare, squilli nefasti. Corsi nella mia Ford Fiesta e mirai diritto in autostrada, che raggiunsi in 10 minuti; alzai gli occhi quasi per cercare l'aiuto di chiunque fosse in ascolto lassu', ma più che una mano divina notai il cartello luminoso delle autostrade che segnava 10 km di coda ESATTAMENTE all'uscita di Salerno. Parcheggiai l'auto in una trattoria poco distante e con aria afflitta presi il cellulare...chiamai mia madre: riuscii a dire "Ma'?" solo dopo aver fatto depressurizzare quella pentola a pressione per qualche minuto. Riuscii ad otturare quella falla con tante scuse e dopo averle detto del ritardo a leggere il fogliettino che si era staccato dal frigo, dei 10 km di coda con 34 gradi all'ombra e di una foratura al pneumatico mai avvenuta. Intanto arriva il cameriere che mi fa "cosa prendi?" e io "da mangiare..." e lui "toh ecco il menu" io lo rifiuto garbatamente e gli dico "portami quello che vuoi, fai a tua discrezione ma metti in conto il fatto che ho 8 euro circa e se mi piace come cucinate ci verro' sicuramente con amici....tanti amici." Il cameriere meravigliato rimane per un attimo con la bocca aperta come se volesse dire qualcosa, poi ci ripensa e la chiude. "molto bene, la farò servire da francesca...cosa le porto da bere?" ed io: "uhm acqua gasata per piacere..." e lui "molto bene gliela porto subito" ...mentre fa per andarsene gli dico "ah, ehm..fammela portare da questa francesca" il cameriere s allontana ridendo, conscio del fatto suo. Mi accendo una Marlboro e nell'attesa mi guardo intorno: più in la un gruppetto di camionisti, dietro di me una coppia di signori anziani e in fondo, accanto all'uscita, dei ragazzini con delle borse monospalla, alle pareti in legno scuro dei quadri e dei nodi marinai.
    "notevole" dissi, tra una boccata e l'altra "per essere una trattoria...speriamo non mi spenni che più di 8 euro non gli do"
    Sposto gli occhi davanti a me e noto una ragazza, poteva avere la mia età o più piccola, vestita con un grembiulino da sopra ad un vestitino che terminava con una gonna merlettata, le calze color panna avvolgevano delle gambe sinuose e di un colore caffelatte, abbronzatura perfetta. Deglutii per un attimo mentre il mio cervello inondato di nicotina si fece scappare un "Porco Zio". Mi si avvicino' con un sorriso mozzafiato che mostrava la perfezione di quei denti bianchissimi; in effetti non sapevo se dirle "Ciao" o "ma usi mentadent?". Optai per qualcosa di più brillante.
    Lei fece per aprir bocca per dirmi qualcosa che neanche sentii, a quel punto la puntai velocemente con l'indice e le dissi "francesca?"; lei sorrise passandosi una mano in quei capelli castani. "perchè hai chiesto ad antonio di fartela portar da me la bottiglia d'acqua,non vedo che differenza ci possa essere.." disse lei mentre si girava per andarmi a prendere da mangiare. Tirai una boccata di fumo ed appoggiai la guancia al palmo della mano, il gomito era fermo impuntato sul tavolo: a quel punto capii la differenza tra lei e il cameriere :"antonio non ha questo gran bel culo" dissi soffiando fuori il fumo.
    Questa angelica visione si alternava tra primo, secondo e contorni allietandomi non poco la degustazione in quella trattoria. Per otto euro mangiai da re e la compagnia fu ottima anche se ero solo. Uscii dal locale giurando al cassiere di portare presto amici....tanti amici; salutai francesca e mi allontanai in auto. Chiamai mamma e la rassicurai, avevo mangiato e la casa non era andata a fuoco; chiusi la conversazione lasciando non pochi interrogativi alla donna dall'altro lato della cornetta. Passai il pomeriggio ad ascoltare musica e fare qualche programmino sul pc, di studiare non avevo voglia.
    Arrivo' la sera, chiamai mamma, le chiesi a che ora sarebbero tornati a casa e la misi al corrente della mia serata e di dove avrei passato la notte; ai precedenti interrogativi ne aggiunsi altri. Prima di scendere presi la "scatola con l'erbetta curativa", nascosta nel contenitore di "Mille a una notte - Il Pifferaio Magico". Passai a prendere il topo e Mr Lambrusco che, come suo solito, porto' la solita cassa di vini locali tra cui Fiano, Greco di Tufo e vino d'ischia d'annata.
    Il rendevouz fu' quasi perfetto: ognuno di noi poggio' sul quel grosso tavolo di marmo quello che aveva portato e la lista era più o meno cosi':

    -il suddetto vino
    -"erbetta curativa"
    -10 pacchetti di sigarette
    -rizla+
    -un dvd in affitto
    -la cassetta di Trainspotting che porto sempre con me
    -i nostri portafortuna
    -panini
    -roba da bere
    -del caffe'
    -Bayley's immancabile
    -la chitarra (con cui Mr Lambrusco smanetta una volta ubriaco perso)
    -sopra avevo già montato un super pc con audigy 2 platinum e un dolby surround 7.1 (gli mancavano solo i coglioni a quel pc)

    *DLIN DLON*

    Mario:" uh?"
    Io :" tipico"
    il topo: "tipico cosa?"
    io :" tipica bussata di campanello"
    il topo e mario si guardano
    io " luca sperma, 8 e pascalino....una siga di scommessa"

    Quando aprirono la porta mi resi conto di avere una merit e una marlboro light in più, il che mi fece solo che piacere. Intanto al piano di sopra il Sig. EAX e la signora Effetto Surround facevano faville

    *DLIIIN DLOOON*

    io sorrido
    mario:" deja vu"
    8 :"è un errore di matrix"
    io "ottimo"
    topo :" beh?"
    io :" tipico"
    attimo di silenzio
    roteando gli occhi in alto topo dice :" tipico cosa?"
    io "tipica bussata di campanello"
    mario "altro deja vu', c'ho paura"
    io "apri la porta....piacevole sorpresa"

    All'apertura della porta entrarono prima due seni e poi con un fuso orario GMT+1 la proprietaria dei sopracitati

    io :"tipico"
    topo "sei un mostro"
    io "CAPO dei mostri"

    Salutammo con piacere le nostre amiche e iniziammo a mangiare...parlammo del più e del meno ma soprattutto della mia giornata in trattoria. Al caffe' notai che chihuahua e 8 erano scomparsi tra le ombre dopo aver fatto 20 sul tiro muoversi silenziosamente... fecero 20 anche sul tiro chiudere porta stanzetta. Sentimmo poche volte il materasso del letto cigolare ma questa è un'altra storia.
    Parlammo dell'università, di come andavano gli studi, degli esami. Le nostre discussioni vennero interrotte da un "Porco *** " emanato dal Mr Lambrusco che parti' da una sedia poco distante, su cui stava suonando la chitarra, per correre a sboccare nella tazza del cesso: io che ero seduto in un punto medio che chiameremo M, posizionato tra il gabinetto e la sedia con la chitarra sentii il suono della bestemmia quasi distorto, e fu li che studiai le meraviglie dell' Effetto Doppler. Dopo un pò le ragazze andarono via, le salutai una a una soffermandomi piacevolmente su Daniela. Chihuahua e 8 scesero da sopra, noi rimanemmo zitti e l'accompagnai fuori. Quando rientrari vidi 8 seduto al tavolo e gli altri misteriosamente zitti, chi guardava il pavimento, chi si lasciava sfuggire una risatina; quando vidi 8 zitto capii tutto e mi avvicinai a lui. E' da premettere che questo 8 è un tizio di 19 anni ma ne dimostra 6 dalla faccia, è un maniaco del ju jitsu ed ha un fisico scolpito però è sentimentalista e non ama far sesso senza amore, quindi capite che stupore nostro; Chihuahua nel mentre è una ragazza di 19 anni, 1 metro e 60, che farebbe qualsiasi cosa per 8 e gli va dietro dall'inizio del primo liceo, quindi 6 anni.
    Faccio segno agli altri che inizio io, nessuno mi ostacola.

    io "Ottavio..."
    8 "non è come credi"
    io "credere cosa?"
    8 "stai per parlarmi del sesso"
    io "non sono tuo padre"
    8 "del sesso che ho fatto con valentina"
    io "ah l'hai fatto? questo brucia il 70% delle domande che volevo farti"
    attimi di stupore tra i presenti
    Mr Lambrusco canta New York New York nel cesso
    8 "no aspè....non è come credi"
    io "credere cosa?"
    8 "*********o...al diavolo!!"
    io "chi?cosa?perchè? tutto vogliamo sapè"
    topo "mostro pure la rima"
    io "naturale. allora ottà, com'è andata"
    8 "nulla ci siamo baciati"
    io "e..."
    8 "e ci siamo baciati"
    io "!!!!!!"
    stupore
    8 "beh che dovevo far più?"
    io "MA FAI QUESTO DA 6 ANNI!!!"
    8 "e vabbè dettagli"
    io "bah"

    Mettiamo qualcosina a posto...do uno strappo a casa a Mr Lambrusco che ormai si era addormentato sul bidet con lo scopettino del cesso in mano e me ne ritorno a casa.
    I miei ancora non erano rientrati, guardo la sveglia...sono le due. "ahh domani domenica...altro cazzeggio." dico addormentandomi con un sorriso stampato in faccia

    Caleb
    Ultima modifica di Caleb Ankister; 30-06-2003 alle 11:35:56
    Primo iscritto del Club "Fan di Monkey island"
    L'immagine supera la 4° Dimensione massima di 100.
    Fiero membro del Raduno del Rapper
    Rimatore e breaker.

    Hip Hop Forum- Join da Club
    Vuoi sapere altro su di me? Ma veramente vuoi farti i cazzi miei? e vabbè, clikka QUI

  2. #2
    Utente L'avatar di vegeth85
    Registrato il
    11-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.335
    mi sa che era meglio che rimanesse in daily...
    “Dunque, la vera e perfetta comprensione del bello nell'arte non può ottenersi se non attraverso la visione degli originali stessi e, più che altrove, a Roma. A tutti quelli che dalla natura sono stati dotati della capacità di comprendere il bello e che a ciò sono stati sufficientemente istruiti, è da augurarsi che facciano un viaggio in Italia. Fuori di Roma bisogna, come molti amanti, contentarsi d'uno sguardo e d'un sospiro, cioè apprezzare il poco e il mediocre.”[J.J.Winckelmann];

  3. #3
    Utente L'avatar di Caleb Ankister
    Registrato il
    04-03
    Località
    Pompei e dintorni
    Messaggi
    296
    Ma quant'è bella la patente a punti.....quant'è bella sta riforma al codice della strada....che belle novità.....che bella la cintura slacciata perchè fa troppo caldo....





    -4 punti



    Caleb
    Primo iscritto del Club "Fan di Monkey island"
    L'immagine supera la 4° Dimensione massima di 100.
    Fiero membro del Raduno del Rapper
    Rimatore e breaker.

    Hip Hop Forum- Join da Club
    Vuoi sapere altro su di me? Ma veramente vuoi farti i cazzi miei? e vabbè, clikka QUI

  4. #4
    io
    Registrato il
    04-03
    Messaggi
    4.097
    ragazzi dovrei fare il diaro sulla mia giornata?
    Se io potessi vivere nuovamente la mia vita, nella prossima cercherei di commettere più errori.
    Non tenterei di essere tanto perfetto, mi rilasserei di più, sarei più stolto di quello che sono stato, in verità prenderei poche cose sul serio.
    Correrei più rischi, viaggerei di più, scalerei più montagne, contemplerei più tramonti e attraverserei più fiumi, andrei in posti dove mai sono stato, avrei più problemi reali e meno problemi immaginari.
    Io sono stato una di quelle persone che vivono sensatamente, producendo ogni minuto della vita.
    E' chiaro che ho avuto momenti di allegria.
    Ma, se potessi tornare a vivere, cercherei di avere solamente dei momenti buoni.
    Perché di questo è fatta la vita, solo da momenti da non perdere.
    Io ero una di quelle persone che mai andava da qualche parte senza un termometro, una borsa d'acqua calda, un ombrello e un paracadute: se tornassi a vivere, viaggerei più leggero.
    Se io potessi tornare a vivere, comincerei ad andare scalzo all'inizio della primavera e continuerei così fino alla fine dell'autunno.
    Girerei più volte nella mia strada, contemplerei più aurore e giocherei di più con i bambini.
    Se avessi un'altra volta la vita davanti ......... ma, vedete, ho ottantacinque anni e non ho un'altra possibilità.
    (Jorge Luis Borges)

  5. #5
    Utente L'avatar di Caleb Ankister
    Registrato il
    04-03
    Località
    Pompei e dintorni
    Messaggi
    296
    if u want...


    dipende da cosa vuoi scrivere, se vuoi farlo...o se snobbare questo thread preferendolo ai cazzeggi e al flood come hanno fatto in tanti

    Caleb
    Primo iscritto del Club "Fan di Monkey island"
    L'immagine supera la 4° Dimensione massima di 100.
    Fiero membro del Raduno del Rapper
    Rimatore e breaker.

    Hip Hop Forum- Join da Club
    Vuoi sapere altro su di me? Ma veramente vuoi farti i cazzi miei? e vabbè, clikka QUI

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •