• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 33

Discussione: Usa, studenti tramavano una strage a scuola

Cambio titolo
  1. #1
    Bannato L'avatar di Saggio
    Registrato il
    06-03
    Messaggi
    601

    Usa, studenti tramavano una strage a scuola

    Si ispiravano ai personaggi di Matrix, armati di coltelli
    pistole, spade, fucili e munizioni in grande quantità
    Usa, studenti tramavano
    una strage a scuola
    La polizia li ha fermati poco prima che sparassero
    ai compagni in una scuola di un sobborgo di Filadelfia


    NEW YORK - Matthew si faceva chiamare il "Prescelto". Vestiva di nero e la sua ossessione era Matrix. Lo hanno bloccato prima che facesse una strage a scuola, armato di tutto punto e con duemila proiettili di riserva. Lui e i suoi due amici avrebbero sterminato i compagni di classe con l'allucinante proposito di "liberare il genere umano". E' andata bene, ma ora l'America s'interroga sullo scampato pericolo di rivivere la tragedia del liceo Columbine del 1999 e, in generale, sugli istinti assassini degli studenti che hanno lasciato una scia di sangue negli ultimi anni.

    Matthew Lovett, 18 anni, e due suoi compagni di 14 e 15, sono stati bloccati poco prima di passare all'azione in nome dei personaggi di "Matrix", il film con Keanu Reeves, il cui secondo episodio è ancora nelle sale americane, (il terzo arriverà in autunno). Teatro della mancata strage, è una scuola pubbica a Oaklyn, un piccolo centro del New Jersey, sobborgo di Filadelfia. Domenica pomeriggio, Lovett e i suoi due amici - dei quali non sono state rese note le generalità - hanno cercato di bloccare un'auto sulla quale viaggiava Matthew Rich, un loro compagno di scuola e uno dei presunti bersagli del piano omicida.

    - Pubblicità -

    Il ragazzo ha intuito ciò che stava accadendo. E' riuscito a scappare ed ha avvertito la polizia. Quando gli agenti hanno intercettato i tre "Guerrieri", imbottiti di armi e vestiti come i loro eroi cinematografici, non credevano ai loro occhi. Hanno faticato ad ammanettarli. Ognuno di loro portava fucili sulle spalle, pistole, spade, coltelli e migliaia di munizioni nelle tasche. I loro propositi, la loro determinazione ad agire armi in pugno riaccende negli Stati Uniti la polemica sulla saga di "Matrix", già accusata di aver ispirato altri giovani killer, tra cui il cecchino adolescente che lo scorso anno terrorizzò Washington.

    Il progetto dei "Guerrieri della libertà", come i protagonisti della vicenda avevano ribattezzato se stessi, lo racconta il procuratore della contea di Camden, Vincet Sarubbi: "volevano uccidere Rich e altri due compagni di scuola - dice - per poi proseguire e ammazzare a caso persone in tutta Oaklyn. Il loro piano era entrato nella fase esecutiva". Il movente? Si aspetta che lo rivelino gli investigatori che stanno indagando. Intanto il giudice ha ottenuto che Lovett rimanga in custodia con una cauzione di un milione di dollari. Per gli altri due minorenni chiederà che vengano processati come adulti.

    Quello che il terzetto aveva in mente è stato rivelato dai servizi di una televisione di Filadelfia, costruiti sulle dichiarazioni dei compagni di scuola e su una lettera di Matthew indirizzata al padre. "Ho sempre desiderato diventare un guerriero - ha scritto Lovett - Sto combattendo per la libertà del genere umano, per risparmiargli questa società". Ron Lovett, il padre di Matthew, sostiene che si tratta solo di fantasie giovanili e che suo figlio "non ha mai impugnato un'arma e non saprebbe neppure come caricarla". Ma è emerso che l'uomo è un collezionista, e molte delle armi sequestrate al figlio gli appartengono e sono regolarmente denunciate.

    Di sicuro il giovane ha vissuto un'esistenza molto difficile. Nove anni fa ha perso la madre e da allora è sempre stato un ragazzo introverso, impegnato a difendere il fratellino minore dagli scherzi di cui era vittima per la sua balbuzie. E sono ancora gli amici del "guerriero" ad aiutarci a capire la sua personalità: estremamente riservato, abiti bizzarri, modi violenti. Se qualcuno lo prendeva in giro per l'abitudine di farsi chiamare "Neo" o "Il prescelto", come il personaggio del film Matrix, lui lo inseguiva brandendo una mazza da baseball. Tutti pensavano che le reazioni di Matthew finissero lì. Invece il giovane si appuntava su un elenco aggiornato i nomi di chi lo prendeva in giro. Ma per fortuna qualcuno lo ha bloccato prima che cominciasse a spuntare quella lista.
    -----------------------------------------------------------------------------------

    No dico, 2mila munizioni in mano a 3 ragazzi, ma vi rendete conto?
    Sti americani sono un pericolo per tutto il mondo...

  2. #2
    Utente L'avatar di cerberus
    Registrato il
    01-03
    Località
    Salaria Sport Village
    Messaggi
    18.301
    SPQA sono pazzi questi Americani.
    Engineers do it better
    "Lo scienziato non studia la natura perché è utile, ma perché ne prova piacere e ne prova piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena studiarla e la vita non varrebbe la pena di essere vissuta”.( Henri Poincaré )
    "Scientists discover the world that exists; engineers create the world that never was."

  3. #3
    Bannato L'avatar di Saggio
    Registrato il
    06-03
    Messaggi
    601
    Inviato da cerberus
    SPQA sono pazzi questi Americani.
    Obelix è un mito

  4. #4
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281

    Re: Usa, studenti tramavano una strage a scuola

    Inviato da Saggio


    No dico, 2mila munizioni in mano a 3 ragazzi, ma vi rendete conto?
    Sti americani sono un pericolo per tutto il mondo...
    Quei ragazzi casomai erano un pericolo...

    evita di generalizzre ogni volta, Pak...
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  5. #5
    Bannato L'avatar di Saggio
    Registrato il
    06-03
    Messaggi
    601

    Re: Re: Usa, studenti tramavano una strage a scuola

    Inviato da roland
    Quei ragazzi casomai erano un pericolo...

    evita di generalizzre ogni volta, Pak...
    Non sto generalizzando, in America procurarsi armi è facilissimo.
    Tu piuttosto dovresti informarti meglio sulla situazione americana, non sai manco questo...

  6. #6
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281
    Anche qui in Italia è facilissimo procurarsi armi.
    Basta avere gli "agganci" e puoi trovare un Kalashnikov a 500euro.

    Forse non sai che in U.S.A. le leggi sul porto d'armi variano da Stato a Stato. Se in Texas puoi detenere armi automatiche, nel Mayne devi avere più documenti che qui in Italia per detenere una calibro.22...

    Ripeto, non bisogna generalizzare.

    Le testedicazzo stanno ovunque.
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  7. #7
    Utente
    Registrato il
    11-02
    Messaggi
    9.997
    Inviato da roland
    in Texas puoi detenere armi automatiche
    l'ho sempre detto che il texas dev'essere il paradiso terrestre...
    Dopo oltre 7 anni di attività, mi rifiuto di postare il decimillesimo messaggio su questo forum. Sarebbe davvero troppo. Addio =*

    20/12/'09

  8. #8
    Rika78
    Ospite
    Secondo emendamento della costituzione americana

    Il diritto degli individui a detenere, possedere e portare, apertamente o nascosta, ogni tipo di arma ragionevolmente adatta alla difesa di se stessi, dei loro familiari, delle persone amate e dei loro amici, dei loro vicini, dell’ordine pubblico o del loro Stato, non può essere posto in discussione in nessun angolo degli Stati Uniti, fatta eccezione per quelle persone chiamate a rispondere di crimini infamanti o che, avendo commesso crimini infamanti, sono sottoposte a restrizioni della propria libertà in quanto rappresentano un continuo pericolo pubblico, oppure in quei luoghi dove questo genere di persone è recluso. Inoltre, diversamente dalle esigenze che possono sorgere dall’addestramento della Milizia, il Governo non può imporre alcun onere sull’acquisizione, la detenzione o il possesso di armi. Le armi detenute privatamente non potranno essere immatricolate o registrate da alcuna autorità con la forza della legge. Non possono essere stabilite tasse, tariffe, pagamenti o regolamentazioni sulla produzione e il commercio di armi personali o della milizia. Nessun individuo può essere ritenuto responsabile civilmente o penalmente di alcun atto ragionevole compiuto in difesa della vita, della libertà, della proprietà o dell’ordine pubblico. Nessun membro delle forze dell’ordine o funzionario può avere diritti o poteri maggiori di quelli di cui godono tutti gli individui rispettosi della legge. Essendo questi tra i fondamentali diritti umani che garantiscono l’esistenza di una società giusta e libera, qualunque funzionario pubblico che li violi è colpevole di un crimine soggetto all’obbligatoria condanna ad almeno un anno e un giorno di prigione senza la possibilità di essere messo in libertà condizionale o per buona condotta.

    Stavolta sono pienamente d'accordo con Pak,gli americani sono rimasti ai tempi di Jesse James e Wyatt Earp

  9. #9
    Bannato L'avatar di Saggio
    Registrato il
    06-03
    Messaggi
    601
    Inviato da roland
    Anche qui in Italia è facilissimo procurarsi armi.
    Basta avere gli "agganci" e puoi trovare un Kalashnikov a 500euro.

    Forse non sai che in U.S.A. le leggi sul porto d'armi variano da Stato a Stato. Se in Texas puoi detenere armi automatiche, nel Mayne devi avere più documenti che qui in Italia per detenere una calibro.22...

    Ripeto, non bisogna generalizzare.

    Le testedicazzo stanno ovunque.
    Si, ma chissà come mai in Italia queste cose non succedono,così come in Europa.
    Certo, ci sono casi in cui un uomo prende una pistola e spara alla moglie, ma in Europa queste cose non succedono, come mai?
    In America, come ha detto qualcuno di cui non ricordo il nome, è più facile procurarsi le armi che il pane.

  10. #10
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281
    Ritengo che avere un'arma in casa o addosso sia un diritto di ogni cittadino onesto.

    Tanto se i criminali ne vogliono una per fare una rapina o altro, se ne sbattono le palle delle autorizzazioni eccetera.

    Vanno al mercato nero e la comprano.

    In questo modo i cittadini non possono difendersi, mentre i criminali possono infierire come pare a loro.


    Alle forze dell'ordine spettano quasi sempre i rilievi dei cadaveri.



    Ho 7 armi da fuoco a casa, e non ho mai ammazzato nessuno.

    Serve testa, nient'altro.
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  11. #11
    Bannato L'avatar di Saggio
    Registrato il
    06-03
    Messaggi
    601
    Inviato da roland
    Ritengo che avere un'arma in casa o addosso sia un diritto di ogni cittadino onesto.

    Tanto se i criminali ne vogliono una per fare una rapina o altro, se ne sbattono le palle delle autorizzazioni eccetera.

    Vanno al mercato nero e la comprano.

    In questo modo i cittadini non possono difendersi, mentre i criminali possono infierire come pare a loro.


    Alle forze dell'ordine spettano quasi sempre i rilievi dei cadaveri.



    Ho 7 armi da fuoco a casa, e non ho mai ammazzato nessuno.

    Serve testa, nient'altro.
    E certo, e poi alla persona dotata di testa da te succitata gli piglia un raptus e ammazza un po di gente a caso.
    In America la maggioranza delle stragi(e sono tante)sono compiute da anonimi cittadini che hanno subito un torto, e per vendicarsi sparano.
    Anche per i motivi più futili.
    In Italia per fortuna la mentalità è diversa.

  12. #12
    Rika78
    Ospite
    Inviato da roland

    Serve testa, nient'altro.
    Ieri un ispettore di polizia ha ucciso la moglie e i suoi due figli(8 e 4 anni),poi si è sparato
    Se un poliziotto,che penso debba necessariamente avere del cervello perchè altrimenti chi li fa entrare nella Polizia è un criminale,compie questi gesti,figuriamoci cosa può combinare un normale cittadino

  13. #13
    Utente
    Registrato il
    11-02
    Messaggi
    9.997
    Inviato da Saggio
    In Italia per fortuna la mentalità è diversa.
    vero. si danno fuoco perchè sono stati licenziati.
    Dopo oltre 7 anni di attività, mi rifiuto di postare il decimillesimo messaggio su questo forum. Sarebbe davvero troppo. Addio =*

    20/12/'09

  14. #14
    Bannato L'avatar di Saggio
    Registrato il
    06-03
    Messaggi
    601
    Inviato da Adelchi24
    vero. si danno fuoco perchè sono stati licenziati.
    Hai ragione, è meglio prendere una pistola e sparare a caso.

  15. #15
    Rika78
    Ospite
    Inviato da Saggio
    Hai ragione, è meglio prendere una pistola e sparare a caso.
    Pensa se tutti i disoccupati italiani prendessero una pistola per sfogare la loro rabbia...........

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •