• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 8 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 115

Discussione: La vecchia URSS

Cambio titolo
  1. #1

    La vecchia URSS

    Ho trovato molti riscontri su questo argomento così ho deciso di aprirne uno a posta.La storia del più grande impero comunista inizia con la seconda guerra mondiale,il popolo ridotto in fame decapitò gli Zar e anche donne e bambini appartenenti alla dinastia reale(so' che può sembrare una crudeltà ma non solo gli Zar usufruivano del loro potere,per questo uccisero anche i figli ereditari).Da lì si instaurò un nuovo modo di stato:quello comunista che però non era una dittatura pensì(come ho detto prima)un modo di fare stato voluto dal popolo.Io sono contrario alla violenza ma cosa avrebbero dovuto fare i cittadini?A volte bisogna stare zitti ma a volte bisogna sfoderare la spada,nel senso che la giustizia o si ottiene con le buone o con quelle forti!...non ditemi le solite stupidaggini che in Russia i comunisti mangiavano i bambini!Solo fanatismo occidentale .Il sistema era molto semplice da piccolo lo stato di pagava le spese per gli studi e da grande tu lavoravi per lo stato.E vero...molti hanno i
    soldi e possono tranquillamente pagarseli ma un ragazzo povero, di buon cuore che vuole studiare ma non può per una colpa inesistente l'unica altra via è la criminalità...se siamo davvero tutti uguali dobbiamo diventare persone importanti non perchè siamo figli di papà ma con i nostri sforzi dove le persone che danno avranno !!

  2. #2
    vuole solo la juveh!1!1!! L'avatar di Vulcan Raven
    Registrato il
    03-03
    Località
    un puntino in prov. NA
    Messaggi
    31.905
    il mio unico commento sulla vecchia unione sovieticaè: MENO MALE CHE é CADUTA!

  3. #3
    Inviato da Vulcan Raven
    il mio unico commento sulla vecchia unione sovieticaè: MENO MALE CHE é CADUTA!
    Ti consiglio di leggere meglio il mio messaggio...sempre che tu
    SAPPIA leggere

  4. #4
    vuole solo la juveh!1!1!! L'avatar di Vulcan Raven
    Registrato il
    03-03
    Località
    un puntino in prov. NA
    Messaggi
    31.905
    Inviato da Raziel sciroccato
    Ti consiglio di leggere meglio il mio messaggio...sempre che tu
    SAPPIA leggere
    ti consiglio di pensare prima di scrivere, sempre che tu sappia pensare

  5. #5
    (un po' meno) cattivo L'avatar di L33T
    Registrato il
    10-02
    Località
    Ovunque e in nessun luogo
    Messaggi
    3.908
    Il tuo post, Raziel, è una sequela di banalità e di imprecisioni.
    Una discussione sull'Urss è certo interessante, ma non può iniziare da queste basi.

    Niente di personale.
    Es ist nichts schrecklicher als eine tätige Unwissenheit.

  6. #6
    Utente
    Registrato il
    11-02
    Messaggi
    9.997

    Re: La vecchia URSS

    Inviato da Raziel sciroccato
    inizia con la seconda guerra mondiale,il popolo ridotto in fame decapitò gli Zar
    Non ci siamo
    Dopo oltre 7 anni di attività, mi rifiuto di postare il decimillesimo messaggio su questo forum. Sarebbe davvero troppo. Addio =*

    20/12/'09

  7. #7
    Old Member L'avatar di Nagdorf
    Registrato il
    10-02
    Località
    Padova
    Messaggi
    922
    Iniziando dal fatto che la rivoluzione russa non coincise con la seconda guerra mondiale...

    il resto mi sembrano un poco banalità e, se permetti, frasi dette per sentito dire.

    Certo, la URSS non era di sicuro un carcere, ma i Gulag russi, le manie Leniniane e le violenze staliniane non sono certo inventate.

    Ad ogni modo, i lavoratori non certo erano felicissimi, come negare altrimenti la rivoluzione del 1989 con la fine della URSS stessa?

    Ad ogni modo, chiedo solo di informarsi prima di parlare a vanvera

    Quit Msg: Sono fin troppo consapevole del fatto che si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio, e io vivo nel terrore di non essere frainteso

  8. #8
    Veterano dell'Inferno L'avatar di Born to Kill
    Registrato il
    11-02
    Località
    Marte
    Messaggi
    7.371
    Nell'unione sovietica, mentre lo stalin di turno faceva una vita da nababbo immerso nella ricchezza, tutti gli altri facevano la fame. Gli oppositori politici venivano massacrati. Basti pensare che sotto stalin sulla linea transiberiana, ad ogni palo della luce, fu impiccato un oppositore politico.
    Un'altro aspetto interessante è l'impatto psicologico di un regime comunista, troppe volte sottovalutato: l'essere ridotti tutti uguali ad uno stesso prototipo di "lavoratore" annulla la personalità dell'individuo, lo meccanicizza, lo rende schiavo del sistema. La persona perde quindi ogni stimolo a migliorarsi, facilmente cade in depressione. In poche parole, la vita gli viene annullata.




  9. #9
    101 Airborne L'avatar di maverick84
    Registrato il
    12-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    10.571
    Inviato da L33T
    Il tuo post, Raziel, è una sequela di banalità e di imprecisioni.
    Una discussione sull'Urss è certo interessante, ma non può iniziare da queste basi.

    Niente di personale.
    Infatti....
    e poi fammi capire una cosa,stai difendendo lo stalinismo?
    "I fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti"
    Ennio Flaiano


  10. #10
    "'nnaggiaasandaaa!!"(cit) L'avatar di Felix486
    Registrato il
    10-02
    Località
    (Te)
    Messaggi
    4.473
    Inviato da Born to Kill
    Nell'unione sovietica, mentre lo stalin di turno faceva una vita da nababbo immerso nella ricchezza, tutti gli altri facevano la fame. Gli oppositori politici venivano massacrati. Basti pensare che sotto stalin sulla linea transiberiana, ad ogni palo della luce, fu impiccato un oppositore politico.
    Un'altro aspetto interessante è l'impatto psicologico di un regime comunista, troppe volte sottovalutato: l'essere ridotti tutti uguali ad uno stesso prototipo di "lavoratore" annulla la personalità dell'individuo, lo meccanicizza, lo rende schiavo del sistema. La persona perde quindi ogni stimolo a migliorarsi, facilmente cade in depressione. In poche parole, la vita gli viene annullata.
    Quoto appieno.
    non avevo mai pesato che un'aspetto del regime comunista del secolo scorso potesse essere l'annullamento della vita della persona...
    La storia del più grande impero comunista inizia con la seconda guerra mondiale [...]
    ERESIA!!!!!!!

    tuttalpiù iniziò durante la prima guerra mondiale... ma sono cose che il 99.99999% delle persone sa...
    -=Felix486=-

  11. #11
    Utente L'avatar di vegeth85
    Registrato il
    11-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.335
    Inviato da L33T
    Il tuo post, Raziel, è una sequela di banalità e di imprecisioni.
    quoto...edulcorato al massimo...
    “Dunque, la vera e perfetta comprensione del bello nell'arte non può ottenersi se non attraverso la visione degli originali stessi e, più che altrove, a Roma. A tutti quelli che dalla natura sono stati dotati della capacità di comprendere il bello e che a ciò sono stati sufficientemente istruiti, è da augurarsi che facciano un viaggio in Italia. Fuori di Roma bisogna, come molti amanti, contentarsi d'uno sguardo e d'un sospiro, cioè apprezzare il poco e il mediocre.”[J.J.Winckelmann];

  12. #12
    Rivoluzionario L'avatar di Gendo Ikari
    Registrato il
    03-03
    Località
    Neo Tokyo 3
    Messaggi
    6.197
    Inviato da Vulcan Raven
    il mio unico commento sulla vecchia unione sovieticaè: MENO MALE CHE é CADUTA!
    Su questo non c'è alcun dubbio, è stata una dittatura, e quindi è stato un bene per tutti che è caduta. Certo, sarebbe stato meglio se si fosse evoluta in modo democratico.
    Viva l'Itaglia!

  13. #13
    Rivoluzionario L'avatar di Gendo Ikari
    Registrato il
    03-03
    Località
    Neo Tokyo 3
    Messaggi
    6.197
    Il più grande errore del popolo russo è stato accettare le imposizioni Leniniste.
    Il popolo era comunista, e VOLEVA il comunismo, stanco del regime Zarista (che è tranquillamente paragonabile al regime Stalinista, per brutalità e dittatura), ma fece lo sbaglio di accettare la follia della Dittatura del Proletariato, che non era altri che la Dittatura di Lenin. Se invece questo non fosse stato accettato, e invece avese indirizzato il potere verso una democrazia, come volevano e suggerivano i Menscevichi, allora si sarebbe risparmiati il tragico casino che è successo dopo.
    Viva l'Itaglia!

  14. #14
    Utente L'avatar di cerberus
    Registrato il
    01-03
    Località
    Salaria Sport Village
    Messaggi
    18.301

    Re: La vecchia URSS

    Inviato da Raziel sciroccato
    Ho trovato molti riscontri su questo argomento così ho deciso di aprirne uno a posta.La storia del più grande impero comunista inizia con la seconda guerra mondiale,il popolo ridotto in fame decapitò gli Zar e anche donne e bambini appartenenti alla dinastia reale(so' che può sembrare una crudeltà ma non solo gli Zar usufruivano del loro potere,per questo uccisero anche i figli ereditari).Da lì si instaurò un nuovo modo di stato:quello comunista che però non era una dittatura pensì(come ho detto prima)un modo di fare stato voluto dal popolo.Io sono contrario alla violenza ma cosa avrebbero dovuto fare i cittadini?A volte bisogna stare zitti ma a volte bisogna sfoderare la spada,nel senso che la giustizia o si ottiene con le buone o con quelle forti!...non ditemi le solite stupidaggini che in Russia i comunisti mangiavano i bambini!Solo fanatismo occidentale .Il sistema era molto semplice da piccolo lo stato di pagava le spese per gli studi e da grande tu lavoravi per lo stato.E vero...molti hanno i
    soldi e possono tranquillamente pagarseli ma un ragazzo povero, di buon cuore che vuole studiare ma non può per una colpa inesistente l'unica altra via è la criminalità...se siamo davvero tutti uguali dobbiamo diventare persone importanti non perchè siamo figli di papà ma con i nostri sforzi dove le persone che danno avranno !!
    Infatti la gente che ballava nelle strade degli Stati satelliti dell'URSS dopo la caduta del grande impero di madre Russia, era in preda a un delirio di disperazione per la perdita di un cosi illuminato e benevolo regime.
    Engineers do it better
    "Lo scienziato non studia la natura perché è utile, ma perché ne prova piacere e ne prova piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena studiarla e la vita non varrebbe la pena di essere vissuta”.( Henri Poincaré )
    "Scientists discover the world that exists; engineers create the world that never was."

  15. #15
    Rivoluzionario L'avatar di Gendo Ikari
    Registrato il
    03-03
    Località
    Neo Tokyo 3
    Messaggi
    6.197

    Re: Re: La vecchia URSS

    Inviato da cerberus
    Infatti la gente che ballava nelle strade degli Stati satelliti dell'URSS dopo la caduta del grande impero di madre Russia, era in preda a un delirio di disperazione per la perdita di un cosi illuminato e benevolo regime.
    Dov'è che Raziel ha detto qualcosa di diverso? Siamo tutti daccordo che l'URSS era una dittatura, ed è meglio che sia crollata.
    Ma dobbiamo capire che non è stata una dittatura poichè era comunista, e non è stata comunista poichè era una dittatura. Poichè se l'URSS avesse applicato VERAMENTE il comunismo non sarebbe mai potuta esistere la figura di Stalin. Il punto chiave del Comunismo è: siamo tutti uguali, e Stalin era tutto fuorchè uguale ad un minatore. Quindi si vede bene come il comunismo sia contro ogni forma di negazione della libertà personale.
    Accettare l'idea di un URSS negativo non vuol dire però negare e tapparsi gli occhi davanti ai vantaggi incredibili che può fornire un sistema comunista.
    Viva l'Itaglia!

Pag 1 di 8 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •