• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 15

Discussione: Recensione splinter cell

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di Venom
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    120

    Recensione splinter cell

    Avete presente Metal Gear Solid? Il re dei giochi stealth, termine che indica giochi dove è sconsigliato farsi avanti a forza di colpi di arma da fuoco, ma è più salutare nascondersi nell’ombra ed usare le proprie capacità da “fantasma” per avanzare nei livelli. MGS è essenzialmente nato come gioco per console e lo dimostra una pessima conversione per pc del secondo capitolo di questa saga, nato invece per ps2. Ma gli amanti del mouse e della tastiera non devono disperarsi; è infatti arrivato un degno concorrente di solid snake. Si chiama Sam Fisher ed è il protagonista di Sprinter Cell, nuovo gioco della Ubisoft. Il gioco è inizialmente uscito per Xbox, ma dopo qualche mese è stato convertito per computer, in modo impeccabile.
    La storia del gioco narra in sostanza di Sam Fisher, considerato il migliore agente del mondo, la spia perfetta, inviato in Georgia per prendere contatto con un altro agente. Sul campo dovremo raccogliere anche alcune informazioni; ci sposteremo poi nella sede della Cia, poi in Cina e infine torneremo in Georgia. Durante lo scorrere della storia scopriremo ovviamente intrighi politici di portata mondiale, che si potranno risolvere solo col nostro intervento.
    Parlando di caratteristiche puramente tecniche, possiamo osservare all’opera un motore grafico di tutto rispetto, quello di Unreal Warfare, che ci offre un livello di dettaglio dei personaggi e una cura per le ambientazioni quasi maniacale, dimostrando quindi che non è stata eseguita una banale conversione da console, ma sono stati eseguiti numerosi passi avanti nella passaggio a pc. Punto cardine di questo gioco è il sistema di illuminazione, fondamentale trattandosi di un gioco stealth, e realizzato con un realismo pauroso. Per rendersene conto basta mettersi davanti ad una grata e vedere come le luci si stagliano sul nostro corpo, quasi a creare un’opera d’arte, oppure possiamo sparare al cavo di una lampadina per vedere come questa inizi a ruotare, creando giochi di luce che sembrano appartenere ad una generazione di giochi del futuro. Ovviamente possiamo sfruttare queste luci realistiche a nostro vantaggio, sparando per esempio ad una lampada e creando una zona di buio utile. Saremo dotati anche di una barra che ci indicherà quando saremo troppo esposti agli occhi del nemico, permettendoci di metterci al sicuro. Ma non solo stare alla luce ci farà scoprire, anche urtare qualcosa o correre troppo veloci quando siamo vicini ad un nemico sarà dannoso per la nostra salute.
    Nel campo sonoro siamo in presenza di musiche di sottofondo interessanti, che cambieranno quando qualcuno ci avrà scoperto, e soprattutto abbiamo un fantastico doppiaggio in italiano eseguito con magistrale cura, e che può vantare famosi doppiatori, primo fra tutti Luca Ward (Il gladiatore, Matrix), la voce di Fisher, ma anche i doppiatori di Nicole Kidman e Leonardo Di Caprio.
    Un altro elogio va fatto ai controlli, che, dapprima distribuiti su un joypad, ora si basano sulla combinazione mouse+tastiera, grazie ai quali il nostro eroe potrà eseguire una svariata quantità di mosse degne di un film di kung fu, indispensabili per superare i livelli disseminati di trappole e nemici ovunque, anche con l’ausilio di attrezzi tecnologici quali microtelecamere, proiettili elettrici e uno speciale visore che consente una vista a infrarossi e una visione intensificata.
    Ecco forse se vogliamo trovare qualche difetto al gioco, possiamo dire che i livelli sono troppo difficili e spesso ci troveremo col dito sul tasto del caricamento veloce, pena il dover rifare pezzi enormi del livello in corso, diventando talvolta frustrante. Si potrebbe anche dire che i livelli sono solo dieci e quindi il gioco non richiederà molto tempo per essere terminato e anche che non è presente il multiplayer ma comunque sono solo difetti marginali, senza molta importanza. La verità e che ci troviamo di fronte ad una pietra miliare della storia dei videogiochi, che ha segnato l’inizio di una nuova stagione di capolavori.

    Grafica: 9
    Sonoro: 9
    Giocabilità: 9
    Longevità: 7
    Carisma: 8

    Grafica stupenda
    Ottima conversione
    Controlli funzionali

    Troppo corto
    Niente multiplayer
    A volte frustrante

    Consigliato a: chi ha amato Metal Gear Solid
    Sconsigliato a: chi preferisce farsi strada a forza di pugni e non ama riflettere

    Voto finale: 9
    Un gioco semplicemente stupendo che per anni farà da metro di paragone per i giochi futuri. Un capolavoro il sistema di illuminazione.

  2. #2
    l'usurpatore carioca L'avatar di yojozombo
    Registrato il
    11-02
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    5.540
    Buona.
    mah...boh

  3. #3
    Capo Flodders 18enne L'avatar di SCONOSCIUTO
    Registrato il
    04-03
    Località
    A casa mia
    Messaggi
    6.714
    Il lavoro è ottimo, da 5/5, però c'é un grande errore! La conversione! Non è per niente perfetta! Confronta la versione x-box con quella PS2, di gran lunga superiore la prima!

  4. #4
    Utente L'avatar di Venom
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    120
    guarda che la recensione era della versione pc

  5. #5
    Utente L'avatar di [Leon Kennedy]
    Registrato il
    06-03
    Località
    Umbrella Corp.
    Messaggi
    162
    Non hai molta esperienza, ma migliorerai con il passare dei mesi se ti alleni

  6. #6
    Assassino Jedi in FFIX L'avatar di alecchi
    Registrato il
    01-03
    Località
    天国
    Messaggi
    9.757
    Assomiglia alla recensione di PSM....
    Buona!
    Moderazione in rosso e grassetto. Per chiarimenti, rivolgetevi in privato (MP o mail), perchè è vietato rispondere direttamente ai messaggi di moderazione per non portare flood e/o off-topic nella discussione

  7. #7
    l'usurpatore carioca L'avatar di yojozombo
    Registrato il
    11-02
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    5.540
    Inviato da alecchi
    Assomiglia alla recensione di PSM....
    Che intendi dire...?
    mah...boh

  8. #8
    Assassino Jedi in FFIX L'avatar di alecchi
    Registrato il
    01-03
    Località
    天国
    Messaggi
    9.757
    Significa che è bella come le recensioni di PSM.
    Moderazione in rosso e grassetto. Per chiarimenti, rivolgetevi in privato (MP o mail), perchè è vietato rispondere direttamente ai messaggi di moderazione per non portare flood e/o off-topic nella discussione

  9. #9
    l'usurpatore carioca L'avatar di yojozombo
    Registrato il
    11-02
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    5.540
    Inviato da alecchi
    Significa che è bella come le recensioni di PSM.
    Ah, credevo un'altra cosa
    mah...boh

  10. #10
    Utente L'avatar di Venom
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    120
    forza ragazzi cosa ne pensate? rispondete numerosi

  11. #11
    Mio personalissimo esauriente commento.

    Avete presente Metal Gear Solid? Il re dei giochi stealth, termine che indica giochi dove è sconsigliato farsi avanti a forza di colpi di arma da fuoco, ma è più salutare nascondersi nell’ombra ed usare le proprie capacità da “fantasma” per avanzare nei livelli.

    > La prima frase non denota particolari errori (come potrebbe?). Ma l'introduzione prosegue con un periodo troppo lungo e contorto che denota un uso approssimativo e scarso della punteggiatura. Non aiuta l'uso altrettanto approssimativo del lessico (peraltro limitato). In generale ques'introduzione è poco efficace (anche per i succitati motivi) e poco attinente.

    MGS è essenzialmente nato come gioco per console e lo dimostra una pessima conversione per pc del secondo capitolo di questa saga, nato invece per ps2. Ma gli amanti del mouse e della tastiera non devono disperarsi; è infatti arrivato un degno concorrente di solid snake. Si chiama Sam Fisher ed è il protagonista di Sprinter Cell, nuovo gioco della Ubisoft. Il gioco è inizialmente uscito per Xbox, ma dopo qualche mese è stato convertito per computer, in modo impeccabile.

    > Non parlerei di saga con Metal Gear Solid. Saga potrebbe essere Final Fantasy, Dragon Warrior... ma non Metal Gear Solid. Anche in questo caso la punteggiatura (e mi riferisco in particolar modo al punto e virgola) è impreciso e poco accurato. Le maiuscole sono usate a piacimento ( [...] invece per ps2 [...] di solid snake [...]). Lessico, al solito, limitato. A livello contenutistico: sulla conversione impeccabile avrei qualcosa da ridire. A mio avviso è tuttaltro che impeccabile. In secondo luogo, per quanto il confronto con Metal Gear Solid sia inevitabile (benchè questi titoli abbiano poco da spartire nell'impostazione) trovo che il procedimento corretto avrebbe dovuto essere: parlo di Splinter Cell e poi lo confronto con Metal Gear Solid individuando analogie e differenze strutturali e non (come hai fatto tu) confronto Splinter Cell con Metal Gear Solid senza prima parlare di Splinter Cell. A mio avviso, ovviamente.

    La storia del gioco narra in sostanza di Sam Fisher, considerato il migliore agente del mondo, la spia perfetta, inviato in Georgia per prendere contatto con un altro agente. Sul campo dovremo raccogliere anche alcune informazioni; ci sposteremo poi nella sede della Cia, poi in Cina e infine torneremo in Georgia. Durante lo scorrere della storia scopriremo ovviamente intrighi politici di portata mondiale, che si potranno risolvere solo col nostro intervento.

    > La storia narra? La storia è narrazione. Considerato il migliore agente del mondo (da chi?). L'analisi della trama del gioco è comunque superficiale e la sintesi è fin troppo semplicistica tanto da sembrare, talvolta, banale. Il lessico limitato, l'uso di periodi contorti e l'uso (al solito) inappropriato della punteggiatura sono all'ordine del giorno. Buona invece la frase conclusiva se non fosse per quello Durante lo scorrere della storia

    Parlando di caratteristiche puramente tecniche, possiamo osservare all’opera un motore grafico di tutto rispetto, quello di Unreal Warfare, che ci offre un livello di dettaglio dei personaggi e una cura per le ambientazioni quasi maniacale, dimostrando quindi che non è stata eseguita una banale conversione da console, ma sono stati eseguiti numerosi passi avanti nella passaggio a pc.


    > Il periodo consta di 386 caratteri senza un punto. L'introduzione della frase è buona/molto buona. Poi periodo lungo e punteggiatura inesistente o erronea. Il lessico non è limitato. Anzi è piuttosto ricco. Ma permettimi di dire che non tutte le ambientazioni sono tanto curate maniacalmente. Alcune (non poche) sono piuttosto scialbe e quella cura maniacale nella realizzazione viene spesso a mancare. Come se non bastasse il liasing è sempre dietro l'angolo. Attento alle preposizioni.

    Punto cardine di questo gioco è il sistema di illuminazione, fondamentale trattandosi di un gioco stealth, e realizzato con un realismo pauroso.

    > Non proprio il punto cardine. Comunque uno dei punti maggiormente rilevanti. Frase contorta comunque, conclusa in modo abbastanza mediocre.

    Per rendersene conto basta mettersi davanti ad una grata e vedere come le luci si stagliano sul nostro corpo, quasi a creare un’opera d’arte, oppure possiamo sparare al cavo di una lampadina per vedere come questa inizi a ruotare, creando giochi di luce che sembrano appartenere ad una generazione di giochi del futuro.

    > La metafora dell'opera d'arte è quantomeno illogica. Cosa vuol dire? L'introduzione denota un lessico più ricco. Generalmente la frase è troppo lunga e troppo contorta (odio ripetermi ma è così). La conclusione poco curata a livello sintattico fa perdere la poca efficacia rimasta alla frase.

    Ovviamente possiamo sfruttare queste luci realistiche a nostro vantaggio, sparando per esempio ad una lampada e creando una zona di buio utile. Saremo dotati anche di una barra che ci indicherà quando saremo troppo esposti agli occhi del nemico, permettendoci di metterci al sicuro. Ma non solo stare alla luce ci farà scoprire, anche urtare qualcosa o correre troppo veloci quando siamo vicini ad un nemico sarà dannoso per la nostra salute.

    > Il termine realistico è usato fino alla nausea anche quando ridondante. In compenso i periodi sono brevi (laudemus dei), anche se la fluidità del testo è compromessa da un uso inadeguato di congiunzioni e nessi logici. Uso del lessico superficiale.

    Nel campo sonoro siamo in presenza di musiche di sottofondo interessanti, che cambieranno quando qualcuno ci avrà scoperto, e soprattutto abbiamo un fantastico doppiaggio in italiano eseguito con magistrale cura, e che può vantare famosi doppiatori, primo fra tutti Luca Ward (Il gladiatore, Matrix), la voce di Fisher, ma anche i doppiatori di Nicole Kidman e Leonardo Di Caprio.

    > Uso del lessico disdicevole (campo sonoro?) nell'introduzione. Periodo contorto e troppo, troppo lungo. Contenuto buono ma opinabile.

    Un altro elogio va fatto ai controlli, che, dapprima distribuiti su un joypad, ora si basano sulla combinazione mouse+tastiera, grazie ai quali il nostro eroe potrà eseguire una svariata quantità di mosse degne di un film di kung fu, indispensabili per superare i livelli disseminati di trappole e nemici ovunque, anche con l’ausilio di attrezzi tecnologici quali microtelecamere, proiettili elettrici e uno speciale visore che consente una vista a infrarossi e una visione intensificata.

    > La personificazione introduttiva convince poco e in generale il lessico non aiuta. Sul periodo lunghissimo (488 caratteri) e contorto e uso scarso della punteggiatura potrei anche sorvolare perchè ormai l'ho ripetuto qualche centinaio di volte.

    Ecco forse se vogliamo trovare qualche difetto al gioco, possiamo dire che i livelli sono troppo difficili e spesso ci troveremo col dito sul tasto del caricamento veloce, pena il dover rifare pezzi enormi del livello in corso, diventando talvolta frustrante. Si potrebbe anche dire che i livelli sono solo dieci e quindi il gioco non richiederà molto tempo per essere terminato e anche che non è presente il multiplayer ma comunque sono solo difetti marginali, senza molta importanza. La verità e che ci troviamo di fronte ad una pietra miliare della storia dei videogiochi, che ha segnato l’inizio di una nuova stagione di capolavori.

    > I difetti sono molti di più di quelli che hai elencato. E compromettono non poco la godibilità del gioco. In generale comunque è una conclusione poco efficace (sarà per il fatto che quella della pietra miliare ormai la usano tutti) ed afflitta dai difetti che ho sottolineato in precedenza.


    Grafica: 9
    Sonoro: 9
    Giocabilità: 9
    Longevità: 7
    Carisma: 8

    Grafica stupenda
    Ottima conversione
    Controlli funzionali

    Troppo corto
    Niente multiplayer
    A volte frustrante

    Consigliato a: chi ha amato Metal Gear Solid
    Sconsigliato a: chi preferisce farsi strada a forza di pugni e non ama riflettere

    Voto finale: 9
    Un gioco semplicemente stupendo che per anni farà da metro di paragone per i giochi futuri. Un capolavoro il sistema di illuminazione


    > A mio avviso non merita più di 7.5/8 Splinter Cell. Si tratta comunque di un'opinione personale, beninteso (come tutte quelle che ho finora espresso).

    La recensione è scarsa sia sotto l'aspetto formale che contenutistico, a mio avviso. Ho notato che solete dare un voto alle recensioni (ma perchè in scala da 1 a 5?). Alcuni passaggi sono buoni ma generalmente è scarsetta.

  12. #12
    Testa di Pene L'avatar di darkside82
    Registrato il
    07-03
    Località
    RE/MO
    Messaggi
    114
    Giu di mazza eh?
    Daniele Gazzotti
    Collaboratore di TheZeroPlace

  13. #13
    Ha chiesto commenti. Io ne ho fatto uno molto esauriente e dettagliato. Spero che apprezzi (aldilà delle considerazioni espresse) lo sforzo, perlomeno. Poi si tratta ovviamente di considerazioni personali. Nulla di offensivo. Anzi un plauso alla serietà dell'autore che ha avuto la buona accortezza di redarre una recensione che sia tale (senza l'odioso linguaggio da SMS e con un'impostazione professionale)
    Ultima modifica di inutileid; 25-07-2003 alle 12:30:58

  14. #14
    Utente L'avatar di Venom
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    120
    accetto volentieri le tue critiche

  15. #15
    Sono contento. Perchè non c'è alcuna velleità offensiva nelle mie parole. Ho solo commentato (come tu avevi chiesto) il tuo lavoro. Non voglio insegnare niente a nessuno, quindi sei libero di ignorare i miei suggerimenti (peraltro non ci sono suggerimenti. Ho solo dato un commento alla recensione).

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •