• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 11 di 11

Discussione: una mia idea di cambiare il referendum

Cambio titolo
  1. #1
    "'nnaggiaasandaaa!!"(cit) L'avatar di Felix486
    Registrato il
    10-02
    Località
    (Te)
    Messaggi
    4.473

    una mia idea di cambiare il referendum

    spero di essere riuscito a far capire col titolo ciò che stò per scrivere...


    ieri sera il circolo di cui faccio parte ha organizzato un incontro con il presidente delle A.C.L.I. Luigi Bobba... mentre parlava mi è venuta in mente un'idea...

    lui ha spiegato come, in un referendum, anche l'astensione dal voto è una scelta che possiamo fare... e allora perchè non inserirla nella scheda del referendum?

    Si - No - Mi Astengo

    ma attenzione.... chi non voterà, a questo punto, saranno solo le persone che non se ne fregano niente del referendum.... dunque non verrà preso in considerazione.

    il quorum è equivalente ai Si più i No... senza gli astenuti... mentre quello che adesso è il numero di persone che possono andare a votare (per raggiungere il 100%) diventerebbe la somma Si+No+Astenuti.


    che ne pensate???
    -=Felix486=-

  2. #2
    101 Airborne L'avatar di maverick84
    Registrato il
    12-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    10.571
    Di solito quelli che si astengono,non vanno di certo alla cabina elettorale x confermare questa strampalata scelta.
    "I fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti"
    Ennio Flaiano


  3. #3
    "'nnaggiaasandaaa!!"(cit) L'avatar di Felix486
    Registrato il
    10-02
    Località
    (Te)
    Messaggi
    4.473
    Inviato da maverick84
    Di solito quelli che si astengono,non vanno di certo alla cabina elettorale x confermare questa strampalata scelta.

    se l'astensione è motivata, si.
    -=Felix486=-

  4. #4
    Agente Segreto L'avatar di Lisa
    Registrato il
    04-03
    Località
    Springfield
    Messaggi
    258
    Secondo me invece bisogna togliere quell'inutile ostacolo che è il raggiungimento del quorum. In tutte le altre votazioni il quorum non c'è, quindi non vedo un buon motivo per inserirlo nel referendum. Oltretutto, il quorum non fa nulla di buono se non incoraggiare l'astensione, perchè con il quorum l'astensione non diventa altro che un "no" più forte; di conseguenza, nei referendum capita spesso che chi a favore del "no" non vada a votare, falsando così il risultato della votazione e rendendo del tutto vano lo sforzo di chi si è recato alle urne per esprimere il proprio voto.
    Se si volesse veramente riformare il referendum, bisognerebbe innanzitutto eliminare il quorum.
    Non permettere mai che la morale ti impedisca di fare ciò che è giusto.
    Tratto da "Cronache dalla Galassia" (di Isaac Asimov)

    Abitua il tuo intelletto al dubbio e il tuo cuore alla tolleranza.
    G. C. Lichtenberg

  5. #5
    "'nnaggiaasandaaa!!"(cit) L'avatar di Felix486
    Registrato il
    10-02
    Località
    (Te)
    Messaggi
    4.473
    Inviato da Lisa
    Secondo me invece bisogna togliere quell'inutile ostacolo che è il raggiungimento del quorum. In tutte le altre votazioni il quorum non c'è, quindi non vedo un buon motivo per inserirlo nel referendum. Oltretutto, il quorum non fa nulla di buono se non incoraggiare l'astensione, perchè con il quorum l'astensione non diventa altro che un "no" più forte; di conseguenza, nei referendum capita spesso che chi a favore del "no" non vada a votare, falsando così il risultato della votazione e rendendo del tutto vano lo sforzo di chi si è recato alle urne per esprimere il proprio voto.
    Se si volesse veramente riformare il referendum, bisognerebbe innanzitutto eliminare il quorum.
    però non esistono solo quelli che si astengono per dare forza al no.
    esistono anche persone che si astengono perchè hanno dei loro motivi... del tipo che gli è sembrato un referendum stupido, et similiam.....
    -=Felix486=-

  6. #6
    Utente L'avatar di Marko
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    37.168
    Inviato da Lisa
    Secondo me invece bisogna togliere quell'inutile ostacolo che è il raggiungimento del quorum. In tutte le altre votazioni il quorum non c'è, quindi non vedo un buon motivo per inserirlo nel referendum. Oltretutto, il quorum non fa nulla di buono se non incoraggiare l'astensione, perchè con il quorum l'astensione non diventa altro che un "no" più forte; di conseguenza, nei referendum capita spesso che chi a favore del "no" non vada a votare, falsando così il risultato della votazione e rendendo del tutto vano lo sforzo di chi si è recato alle urne per esprimere il proprio voto.
    Se si volesse veramente riformare il referendum, bisognerebbe innanzitutto eliminare il quorum.
    Scusa, ma non ha senso.
    Ricapitoliamo:

    Chi vota NO, vota NO e quindi contribuisce ad aumentare il numero dei NO che permetteranno di non far passare il referendum.
    Chi vuole votare NO può anche preferire di non andare a votare e contribuisce così a non alimentare il quorum.
    Se il quorum non viene raggiungo, è esattamente come se avessero vinto i NO.

    Quindi, perché ti dà fastidio la regola del quorum?
    Sia che il quorum passi con maggiori NO, che non passi, il risultato è esattamente lo stesso.

    capita spesso che chi a favore del "no" non vada a votare, falsando così il risultato della votazione e rendendo del tutto vano lo sforzo di chi si è recato alle urne per esprimere il proprio voto.
    Ma perché lo falsa?
    Sia che non vota, o che vota NO non cambia assolutamente nulla, perché dovrebbe falsarlo?
    E poi, rende vano lo sforzo di chi si è recato alle urne? Scusa, ma se il soggetto in questione va a votare NO, e alla fine il numero dei NO è maggiore, lo sforzo sarà reso comunque vano, dipende dalle opinioni della gente, il quorum è semplicemente un "no" alternativo, non vedo perché possa dare fastidio.

  7. #7
    "'nnaggiaasandaaa!!"(cit) L'avatar di Felix486
    Registrato il
    10-02
    Località
    (Te)
    Messaggi
    4.473
    sono due cose diverse votare NO e non votare...

    votare No significa essere contrario ad una fazione ma a favore di un'altra...

    chi invece si astiene, in genere, non lo dovrebbe fare per far vincere il no, ma perchè non gli sta bene il forum... non è d'accordo con nessuna delle due fazioni... ecc.

    ecco perchè se uno non vota per far vincere i no falsa il referendum...

    la mia proposta non risolve questo problema... ma almeno non vengono contate quelle persone che non sono andate a votare nei precedenti referendum per menefreghismo...

    -=Felix486=-

  8. #8
    Utente L'avatar di Marko
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    37.168
    Vabbè, ma nell'ultimo sondaggio sull'articolo 18, tutti quelli che non sono andati a votare è come se avessero votato NO, dato che non facendo raggiungere il quorum han fatto prevalere le conseguenze della vittoria del NO.

  9. #9
    Neo Mod L'avatar di Darth Threepwood
    Registrato il
    10-02
    Località
    DosBox/WinUAE
    Messaggi
    12.851
    Interessante la proposta di Felix486 ma anche quella di Lisa.. in entrambi i casi sarebbe meglio di come è ora..
    www.beppegrillo.it - Il blog di Beppe Grillo. | Wikipedia, l'enciclopedia libera.

    Citazione cc84ars
    ecco, questi sono i tipici interventi bossi-fini

  10. #10
    Agente Segreto L'avatar di Lisa
    Registrato il
    04-03
    Località
    Springfield
    Messaggi
    258
    Inviato da Marko
    Scusa, ma non ha senso.
    Ricapitoliamo:

    Chi vota NO, vota NO e quindi contribuisce ad aumentare il numero dei NO che permetteranno di non far passare il referendum.
    Chi vuole votare NO può anche preferire di non andare a votare e contribuisce così a non alimentare il quorum.
    Se il quorum non viene raggiungo, è esattamente come se avessero vinto i NO.

    Quindi, perché ti dà fastidio la regola del quorum?
    Sia che il quorum passi con maggiori NO, che non passi, il risultato è esattamente lo stesso.

    Ma perché lo falsa?
    Sia che non vota, o che vota NO non cambia assolutamente nulla, perché dovrebbe falsarlo?
    E poi, rende vano lo sforzo di chi si è recato alle urne? Scusa, ma se il soggetto in questione va a votare NO, e alla fine il numero dei NO è maggiore, lo sforzo sarà reso comunque vano, dipende dalle opinioni della gente, il quorum è semplicemente un "no" alternativo, non vedo perché possa dare fastidio.
    Nei casi in cui ci sia una grandissima maggioranza di persone che sono per il NO, allora hai sicuramente ragione tu.
    Però non è sempre così. Metti caso che in una consultazione il 35% delle persone sia per il SI e il 25% sia per il NO, mentre il restante 40% degli elettori si astiene perchè non è interessata e non è nè per il SI nè per il NO.
    Ipotizziamo che il 35% del SI si rechi alle urne, mentre il 25% del NO si divida in due gruppi: un 10% che decide di esprimere il suo NO andando a votare e il restante 15% che sceglie di rimanersene a casa per far fallire il referendum.
    In questo modo, nonostante la maggioranza degli italiani (35% contro 25%; gli altri non contano perchè non sono interessati) sia per il SI, di fatto siccome l'affluenza all'urne è solo del 45% (35%+10%) alla fine vince il NO.
    E l'esempio che ho fatto non si tratta di un caso ipotetico che nella realtà non accade mai. In realtà succede spesso. Un esempio su tutti, il referendum del 1999 che voleva abolire la quota di proporzionale per rendere il sistema elettorale completamente maggioritario. Alle urne si sono recati il 49,6% dei votanti, dei quali il 2,7% ha votato bianco o nulla, il 4% ha votato NO mentre ben il 42,9% degli italiani ha votato SI. Quindi, nonostante vi fosse un'inequivocabile prevalenza di SI, sono stati sufficienti quattro voti in meno per stravolgere tutto e far vincere il NO. E' per questo che lo trovo dannoso.
    E poi comunque non condivido l'astensionismo per affermare il NO. Io non giudico male chi si astiene perchè secondo me il voto è un diritto e se uno non è interessato al quesito proposto può benissimo non andare a votare; ma se uno ha un'opinione precisa, quella del NO, non vedo un buon motivo per non esprimerla alle urne. E infatti è così che accade sempre: in tutte le votazioni, la propria opinione viene sempre espressa alla urne. Solo con il referendum accade questo strano meccanismo per cui molti del NO se ne stanno a casa... e la colpa di tutto questo è solo del quorum.
    Non permettere mai che la morale ti impedisca di fare ciò che è giusto.
    Tratto da "Cronache dalla Galassia" (di Isaac Asimov)

    Abitua il tuo intelletto al dubbio e il tuo cuore alla tolleranza.
    G. C. Lichtenberg

  11. #11
    "'nnaggiaasandaaa!!"(cit) L'avatar di Felix486
    Registrato il
    10-02
    Località
    (Te)
    Messaggi
    4.473
    quello che dici tu è giustissimo... tigliendo il quorum si eviterebbe un sopruso dell'astensione... ma togli un'opzione ai votanti: l'astensione

    c'è chi si astiene perchè non se ne frega nulla

    c'è chi si astiene per far vincere il no

    e c'è chi si astiene perchè il referendum lo considera dannoso, sia che vinca si, sia che vinca no...
    -=Felix486=-

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •