Digit-Life.com ha pubblicato una interessantissima foto che ritrae in primissimo piano il core R300 di una scheda grafica Radeon 9700 Pro. Nella foto si nota che il rivestimento metallico sul bordo del chip impedisce al fiammifero di toccare il core: questo significa che il dissipatore applicato non tocca direttamente il core. Anche se lo spazio che intercorre fra il core ed il dissipatore pochissimo il contatto fisico non c', con tutti i problemi che ne possono derivare:
L'autore della foto ha scritto che gli utenti che hanno rimosso od abbassato tale rivestimento di sostegno al dissipatore ed hanno cos potuto far combaciare perfettamente quest'ultimo con la parte superiore del core hanno potuto ottenere senza problemi frequenze di funzionamento di ben 400 MHz , invece di 325 Mhz !
E' questo dunque il segreto che si cela dietro alla vociferata versione Ultra del Radeon 9700 Pro, la risposta di ATi al prossimo NV30 di nVIDIA? Un dissipatore perfettamente attaccato al core ed in grado, quindi, di raffreddare a dovere il chip tanto da poterlo vendere con clock di 400-425 MHz?

Attenzione ad effettuare questo tipo di operazioni! Se non siete esperti, rischiate di danneggiare la scheda ed annullare la garanzia!