• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 9 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 126

Discussione: Attentato alla sede Onu di Baghdad

Cambio titolo
  1. #1
    101 Airborne L'avatar di maverick84
    Registrato il
    12-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    10.571

    Messaggio Attentato alla sede Onu di Baghdad

    Attentato alla sede Onu di Baghdad, muore De Mello


    Un'esplosione, pare causata da un'autobomba, è avvenuta all'interno del Canal Hotel, sede del quartier generale delle Nazioni Unite. Almeno 20 morti, tra cui il rappresentante Onu Sergio Vieira de Mello.


    BAGHDAD - Un devastante attentato ha colpito il quartier generale delle Nazioni Unite a Baghdad causando la morte dell'inviato delle Nazioni Unite in Iraq, il brasiliano Sergio Vieira de Mello. Un colpo durissimo alla diplomazia internazionale e all'Occidente, un attacco senza precedenti nell’Iraq ancora in guerra.

    Un'autobomba è esplosa provocando almeno venti vittime. Tra i morti anche Sergio Vieira de Mello (nella foto a destra ), che per diverse ore è rimasto intrappolato dentro l'edificio. Tuttora decine di altri funzionari Onu sono ancora sotto le macerie.


    Secondo alcune testimonianze sarebbe stato proprio Vieira de Mello l'obiettivo dell'attacco: il camion che - sulla base del racconto di alcuni testimoni - ha provocato l'esplosione, si è schiantato sotto la finestra del suo ufficio.

    Erano le 16:40 locali (le 14.40 in Italia) quando - racconta Veronique Taveau, uno dei portavoce dell'Onu nella capitale irachena - la deflagrazione ha interrotto la conferenza stampa di Benon Sevan, direttore generale del programma "oil for food". Sul luogo teatro dell'attentato si sono alzate dense colonne di fumo e parte dell'edificio si è trasformata in un ammasso di macerie. All’interno del Canal Hotel, frequentato da circa duecento persone ogni giorno, c’erano numerosi funzionari Onu. A differenza di quello che si pensava in un primo momento, Sevan è rimasto illeso.

    La dinamica dell'attacco: i racconti. Non è ancora chiara la dinamica precisa dell'attacco anche se sulla base dei racconti - inclusa la versione di un portavoce militare americano - l'ipotesi più accreditata è che la deflagrazione sia stata prodotta da un'autobomba. Un dipendente Onu ha raccontato di avere visto un veicolo che saltava in aria: "Era un furgone giallo che ha costeggiato il muro di cinta del Canal Hotel e che poi è improvvisamente esploso", ha detto. Secondo altri testimoni un camion guidato da un uomo avrebbe puntato dritto verso la finestra dell'ufficio del rappresentate Onu de Mello e sarebbe poi saltato in aria.

    La notizia è stata confermata da un funzionario americano che si occupa di sicurezza: "E' stato probabilmente il gesto di un kamikaze", ha detto ai giornalisti.

    Le reazioni al Palazzo di Vetro. Una giornata nera per le Nazioni Unite, ora in lutto per aver perso uno dei più brillanti fra i propri rappresentanti. Incredulità e sgomento hanno prevalso per l'intera giornata al Palazzo di Vetro di New York e alla sede Onu di Ginevra: il segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan si è detto "sconvolto" e si è augurato che i responsabili dell'attacco rispondano presto dei loro crimini. "Una tragedia personale" e uno "scacco politico": così l'attentato di oggi è stato definito dal portavoce dell'Onu Fred Eckhard. "Il danno è sostanziale. La sofferenza umana grande", ha aggiunto ancora Eckhard.

    Poi la condanna e la promessa che un atto di questo genere non fermerà il lavoro della più grossa organizzazione internazionale. L'Onu condanna "nel modo più forte" l'attentato di oggi a Baghdad ma afferma che "non cambierà la determinazione ad aiutare il popolo iracheno a ricostruire il paese", ha detto il presidente di turno del Consiglio di sicurezza dell'Onu, Faisal Mekdad. "L'Onu è in Iraq in missione di pace".

    Bush chiama Annan e Bremer. Alla notizia dell'autobomba - ricevuta mentre era impegnato in una partita a golf - il presidente americano George W. Bush ha chiamato Annan e il governatore ad interim dell'Iraq, l'americano Paul Bremer, promettendo al primo il sostegno degli Stati Uniti.

    L'attacco di oggi è il secondo contro sedi della diplomazia internazionale in Iraq e anche il secondo più sanguinoso: Il 7 agosto un furgone-bomba ha colpito la sede dell'ambasciata giordana in Iraq: dodici in tutto le vittime. Proprio oggi il numero due di Saddam, l'ex vicepresidente Ramadan, era stato catturato e finito nelle mani delle forze americane.
    "I fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti"
    Ennio Flaiano


  2. #2
    Utente L'avatar di BILBAO
    Registrato il
    02-03
    Località
    BELFAST
    Messaggi
    2.040

    Re: Attentato alla sede Onu di Baghdad

    Inviato da maverick84
    Attentato alla sede Onu di Baghdad, muore De Mello


    Un'esplosione, pare causata da un'autobomba, è avvenuta all'interno del Canal Hotel, sede del quartier generale delle Nazioni Unite. Almeno 20 morti, tra cui il rappresentante Onu Sergio Vieira de Mello.


    BAGHDAD - Un devastante attentato ha colpito il quartier generale delle Nazioni Unite a Baghdad causando la morte dell'inviato delle Nazioni Unite in Iraq, il brasiliano Sergio Vieira de Mello. Un colpo durissimo alla diplomazia internazionale e all'Occidente, un attacco senza precedenti nell’Iraq ancora in guerra.

    Un'autobomba è esplosa provocando almeno venti vittime. Tra i morti anche Sergio Vieira de Mello (nella foto a destra ), che per diverse ore è rimasto intrappolato dentro l'edificio. Tuttora decine di altri funzionari Onu sono ancora sotto le macerie.


    Secondo alcune testimonianze sarebbe stato proprio Vieira de Mello l'obiettivo dell'attacco: il camion che - sulla base del racconto di alcuni testimoni - ha provocato l'esplosione, si è schiantato sotto la finestra del suo ufficio.

    Erano le 16:40 locali (le 14.40 in Italia) quando - racconta Veronique Taveau, uno dei portavoce dell'Onu nella capitale irachena - la deflagrazione ha interrotto la conferenza stampa di Benon Sevan, direttore generale del programma "oil for food". Sul luogo teatro dell'attentato si sono alzate dense colonne di fumo e parte dell'edificio si è trasformata in un ammasso di macerie. All’interno del Canal Hotel, frequentato da circa duecento persone ogni giorno, c’erano numerosi funzionari Onu. A differenza di quello che si pensava in un primo momento, Sevan è rimasto illeso.

    La dinamica dell'attacco: i racconti. Non è ancora chiara la dinamica precisa dell'attacco anche se sulla base dei racconti - inclusa la versione di un portavoce militare americano - l'ipotesi più accreditata è che la deflagrazione sia stata prodotta da un'autobomba. Un dipendente Onu ha raccontato di avere visto un veicolo che saltava in aria: "Era un furgone giallo che ha costeggiato il muro di cinta del Canal Hotel e che poi è improvvisamente esploso", ha detto. Secondo altri testimoni un camion guidato da un uomo avrebbe puntato dritto verso la finestra dell'ufficio del rappresentate Onu de Mello e sarebbe poi saltato in aria.

    La notizia è stata confermata da un funzionario americano che si occupa di sicurezza: "E' stato probabilmente il gesto di un kamikaze", ha detto ai giornalisti.

    Le reazioni al Palazzo di Vetro. Una giornata nera per le Nazioni Unite, ora in lutto per aver perso uno dei più brillanti fra i propri rappresentanti. Incredulità e sgomento hanno prevalso per l'intera giornata al Palazzo di Vetro di New York e alla sede Onu di Ginevra: il segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan si è detto "sconvolto" e si è augurato che i responsabili dell'attacco rispondano presto dei loro crimini. "Una tragedia personale" e uno "scacco politico": così l'attentato di oggi è stato definito dal portavoce dell'Onu Fred Eckhard. "Il danno è sostanziale. La sofferenza umana grande", ha aggiunto ancora Eckhard.

    Poi la condanna e la promessa che un atto di questo genere non fermerà il lavoro della più grossa organizzazione internazionale. L'Onu condanna "nel modo più forte" l'attentato di oggi a Baghdad ma afferma che "non cambierà la determinazione ad aiutare il popolo iracheno a ricostruire il paese", ha detto il presidente di turno del Consiglio di sicurezza dell'Onu, Faisal Mekdad. "L'Onu è in Iraq in missione di pace".

    Bush chiama Annan e Bremer. Alla notizia dell'autobomba - ricevuta mentre era impegnato in una partita a golf - il presidente americano George W. Bush ha chiamato Annan e il governatore ad interim dell'Iraq, l'americano Paul Bremer, promettendo al primo il sostegno degli Stati Uniti.

    L'attacco di oggi è il secondo contro sedi della diplomazia internazionale in Iraq e anche il secondo più sanguinoso: Il 7 agosto un furgone-bomba ha colpito la sede dell'ambasciata giordana in Iraq: dodici in tutto le vittime. Proprio oggi il numero due di Saddam, l'ex vicepresidente Ramadan, era stato catturato e finito nelle mani delle forze americane.
    da fervente democratico mi rifaccio a Karl Popper, per il quale "è lecito il ricorso alla fermezza contro coloro i quali con la violenza vogliono sovvertire l'ordine democarico", essendo qs il paradosso della libertà; decisione contro un manipolo di assassini carnefici che hanno colpito il simbolo, l'emblema, la bandiera, la vita di un insieme di persone il cui unico torto era quello di lavorare in un paese uscito a forza dalla dittatura sanguinaria di saddam per ricostruire quella democrazia negata dal sangue versato dai gerarchi del partito baath: nessuna concessione al terrorismo che colpisce non simboli militari ma civili innocenti.!

  3. #3
    Contegno, suvvia! L'avatar di Prometeo
    Registrato il
    10-02
    Località
    New York
    Messaggi
    7.890
    Scusate ma devo dirlo: Teste di *****.
    the e.caffeinomane Xperience
    <Drg`uff> rinoa non sono romantico, sono un semi-isolato che fantastica su cose che non potranno mai accadere
    <Drg`uff> ma no
    <Drg`uff> che m3rda isolato
    <Drg`uff> mettici nerd
    <prm\\> drag, siamo in due
    <Ed\\> anche 3 dai

  4. #4
    GRIM &amp;amp; FROSTBITTEN L'avatar di Wrathchild
    Registrato il
    11-02
    Località
    Tra il Tirolo e l'Artide
    Messaggi
    2.321
    Bene, benone, e così a quanto sale il numero dei morti ? Ma... la guerra non era finita diversi mesi fa ???????????
    Den norrøne rasen må slakte de andre når blåmennene dunker for tungt på vår dør.

  5. #5
    aka "Music~Man" L'avatar di Valiant
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    24.562
    Inviato da Wrathchild
    Bene, benone, e così a quanto sale il numero dei morti ? Ma... la guerra non era finita diversi mesi fa ???????????
    circa 100 giorni fa circa, secondo l'esercito americano

  6. #6
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    Binago(Co)
    Messaggi
    17.738
    scusate...ma sembrero' razzista...ma...queste popolazioni....dovrebbero subire ingenti perdite...e' il mio parere opinabile...o no.

  7. #7
    aka "Music~Man" L'avatar di Valiant
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    24.562
    Inviato da Manolo
    scusate...ma sembrero' razzista...ma...queste popolazioni....dovrebbero subire ingenti perdite...e' il mio parere opinabile...o no.
    ma in questo attentato è stata assaltata una sede Onu!

  8. #8
    GRIM &amp;amp; FROSTBITTEN L'avatar di Wrathchild
    Registrato il
    11-02
    Località
    Tra il Tirolo e l'Artide
    Messaggi
    2.321
    Inviato da Manolo
    scusate...ma sembrero' razzista...ma...queste popolazioni....dovrebbero subire ingenti perdite...e' il mio parere opinabile...o no.
    Scusa ma di che popolazioni parli ???
    Den norrøne rasen må slakte de andre når blåmennene dunker for tungt på vår dør.

  9. #9
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    Binago(Co)
    Messaggi
    17.738
    parlo degli iracheni o che dir si voglia...questa pazza gente che continua a fare attentati....ferendo persone che nn fanno della violenza un'arma...come fanno loro!

  10. #10
    Bannato L'avatar di ProMano
    Registrato il
    08-03
    Località
    Antartide
    Messaggi
    48
    Purtroppo queste cose mi fanno credere che l'uomo + va avanti + e' scemo

  11. #11
    Nullafacente L'avatar di YOSHI2003
    Registrato il
    05-03
    Messaggi
    209
    Inviato da Manolo
    parlo degli iracheni o che dir si voglia...questa pazza gente che continua a fare attentati....ferendo persone che nn fanno della violenza un'arma...come fanno loro!
    Si, ma gli americani son dei pirla! non hanno ancora capito che se subiscono continui attentati, dovevano capire che la guerra non era ancora finita. Che bravi protettori del mondo, complimenti.
    yOShI 2003 and his dj's:

    Giorgio Prezioso - Maurizio Molella - Mauro Picotto - Sister Bliss - Mario Fargetta
    [MOVE]Alan Palmieri & Hit Channel the best! [/MOVE] [MOVE]Meglio star zitti e far la figura degli imbecilli piuttosto che aprir bocca e togliere ogni dubbio![/MOVE]

  12. #12
    Moderamucche L'avatar di exchpoptrue
    Registrato il
    07-03
    Località
    Torino - Età: 33 asd
    Messaggi
    19.095
    E così i terroristi, con questo attentato, "hanno dimostrato di essere contro il mondo occidentale" [e civilizzato( se si può dire senza offendere nessuno)]. Parole di Kofi Annan in conferenza stampa.
    Certo che se gli attentati li fanno contro chi cerca di portare la pace, allora siamo a posto.
    A questo punto viene da pensare perchè si cerca di trovare una soluzione (come il programma "oil for food") quando persone vigliacche continuano a far morire persone totalmente innocenti...

  13. #13
    Moderamucche L'avatar di exchpoptrue
    Registrato il
    07-03
    Località
    Torino - Età: 33 asd
    Messaggi
    19.095
    Inviato da YOSHI2003
    Si, ma gli americani son dei pirla! non hanno ancora capito che se subiscono continui attentati, dovevano capire che la guerra non era ancora finita. Che bravi protettori del mondo, complimenti.
    Infatti con questo attentato i terroristi hanno dimostrato di non essere solo contro gli americani, ma contro l'occidente intero.
    Lascia stare un attimo gli americani.

  14. #14
    Nullafacente L'avatar di YOSHI2003
    Registrato il
    05-03
    Messaggi
    209
    Inviato da exchpoptrue
    Infatti con questo attentato i terroristi hanno dimostrato di non essere solo contro gli americani, ma contro l'occidente intero.
    Lascia stare un attimo gli americani.
    Si, ma se gli americani fossero stati un po piu accorti, forse coi loro mezzi, sarebbero potuti riuscire a fermare questa tragedia.
    invece cosa fanno? "E' tutto sotto controllo! La guerra è finita!". Ma per favore!
    yOShI 2003 and his dj's:

    Giorgio Prezioso - Maurizio Molella - Mauro Picotto - Sister Bliss - Mario Fargetta
    [MOVE]Alan Palmieri & Hit Channel the best! [/MOVE] [MOVE]Meglio star zitti e far la figura degli imbecilli piuttosto che aprir bocca e togliere ogni dubbio![/MOVE]

  15. #15
    Moderamucche L'avatar di exchpoptrue
    Registrato il
    07-03
    Località
    Torino - Età: 33 asd
    Messaggi
    19.095
    Inviato da YOSHI2003
    Si, ma se gli americani fossero stati un po piu accorti, forse coi loro mezzi, sarebbero potuti riuscire a fermare questa tragedia.
    invece cosa fanno? "E' tutto sotto controllo! La guerra è finita!". Ma per favore!
    In effetti la guerra era finita, il potere di Saddam era crollato e l'obiettivo parzialmente centrato. E poi gli attentati in medio oriente ci sono sempre stati, questo attacco non è altro che un'ennesima, triste, conferma del fatto che questi attacchi sono contro l'occidente intero.8(

Pag 1 di 9 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •