• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: I pericoli nel futuro dei videogiochi

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di Hidden
    Registrato il
    01-03
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    636

    I pericoli nel futuro dei videogiochi

    Prendo spunto da un servizio su GMC dal momento che da me Videogiochi non è arrivato, mi riferisco al servizio sul mondo perfetto su questo numero di GMC, è veramente bello, complimenti a Vincenzo Beretta, mi chiedevo se mai riusciremo a vedere un gioco di ruolo così bello come quello suggerito nell’articolo o almeno qualcosa che gli si avvicini; E se questo dovesse succedere sarà un bene o un pericolo per noi dal momento che il livello di simulazione sarebbe talmente elevato che qualcuno potrebbe immedesimarsi così tanto nel gioco da preferire la simulazione alla realtà.
    Non voglio sembrare uno che va contro la tecnologia ma in effetti col pc ho un rapporto di amore e odio, mi è utile mi diverte ma mi fa anche paura perché non so dove ci porterà. Non voglio un futuro in cui la realta virtuale sia preponderante rispetto alla realtà vera e propria.
    So che l’argomento non è nuovo ma volevo riproporlo e sentire i vostri pareri .

  2. #2
    Insane L'avatar di ShadowAlex
    Registrato il
    10-02
    Località
    Web
    Messaggi
    10.599
    Guarda che la dipendenza c'è cmq anche oggi, UO e molti altri MMORPG ne sono un esempio e dovrebbero essere praticamente considerati delle vere e proprie droghe.
    Cmq IMHO è tutta questione di autoregolazione. Poi se uno si trova così tanto bene in un mondo virtuale da non volersene + staccare, cosa c'è di male? Il videogioco non è altro che un portale x un altro mondo, un mondo unico e fantastico. Una via di fuga dagli stupidissimi problemi di questo schifo di mondo. Una salvezza x la mente. IMHO il mondo perfetto è quello in cui c'è una coesistenza parallela di un mondo virtuale e un mondo reale, ovvero un MMORPG in cui puoi svagare la mente e un buon lavoro, una famiglia ed un paio di amici fidati.
    Il tutto stà nel regolarsi e dare il giusto tempo ad entrambe


  3. #3
    vuole solo la juveh!1!1!! L'avatar di Vulcan Raven
    Registrato il
    03-03
    Località
    un puntino in prov. NA
    Messaggi
    31.891
    guarda che per me quello srebbe il gioco di ruolo che rappresenterebbe la "perfetta imperfezione".

  4. #4
    Andrei Ayanori
    Ospite
    Inviato da ShadowAlex
    Guarda che la dipendenza c'è cmq anche oggi, UO e molti altri MMORPG ne sono un esempio e dovrebbero essere praticamente considerati delle vere e proprie droghe.
    Cmq IMHO è tutta questione di autoregolazione. Poi se uno si trova così tanto bene in un mondo virtuale da non volersene + staccare, cosa c'è di male? Il videogioco non è altro che un portale x un altro mondo, un mondo unico e fantastico. Una via di fuga dagli stupidissimi problemi di questo schifo di mondo. Una salvezza x la mente. IMHO il mondo perfetto è quello in cui c'è una coesistenza parallela di un mondo virtuale e un mondo reale, ovvero un MMORPG in cui puoi svagare la mente e un buon lavoro, una famiglia ed un paio di amici fidati.
    Il tutto stà nel regolarsi e dare il giusto tempo ad entrambe
    Magari...in un mondo del genere una vità così mai esisterà...


    Oltretutto è proprio questo che mi piace degli RPG...l'immersione totale, l'alienazione da questo stupido mondo che specie durante l'anno scolastico pesa più che mai...8(
    Ultima modifica di Andrei Ayanori; 22-09-2003 alle 22:15:00

  5. #5
    Bananocrate L'avatar di giobbe
    Registrato il
    03-03
    Località
    Ankhmorpork
    Messaggi
    12.037

    Re: I pericoli nel futuro dei videogiochi

    Inviato da Hidden
    Prendo spunto da un servizio su GMC dal momento che da me Videogiochi non è arrivato, mi riferisco al servizio sul mondo perfetto su questo numero di GMC, è veramente bello, complimenti a Vincenzo Beretta, mi chiedevo se mai riusciremo a vedere un gioco di ruolo così bello come quello suggerito nell’articolo o almeno qualcosa che gli si avvicini; E se questo dovesse succedere sarà un bene o un pericolo per noi dal momento che il livello di simulazione sarebbe talmente elevato che qualcuno potrebbe immedesimarsi così tanto nel gioco da preferire la simulazione alla realtà.
    Non voglio sembrare uno che va contro la tecnologia ma in effetti col pc ho un rapporto di amore e odio, mi è utile mi diverte ma mi fa anche paura perché non so dove ci porterà. Non voglio un futuro in cui la realta virtuale sia preponderante rispetto alla realtà vera e propria.
    So che l’argomento non è nuovo ma volevo riproporlo e sentire i vostri pareri .
    Non ho letto l'articolo, ma pare che descriva una cosa già esistene: il gioco di ruolo cartaceo...

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •