• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Unreal Tournament

Cambio titolo
  1. #1
    vuole solo la juveh!1!1!! L'avatar di Vulcan Raven
    Registrato il
    03-03
    Località
    un puntino in prov. NA
    Messaggi
    31.891

    Unreal Tournament

    Recensione Unreal tournament
    Anno: 2000
    Casa: Atari
    Sviluppatori: Epic
    Genere : Sparatutto in prima persona
    Sistema consigliato: pentium 2, scheda video 32 MB, 128 MB RAM. (?)
    Traduzione: tutto.

    Una compagnia mineraria deve fronteggiare un curioso problema: i suoi dipendenti sono estremamente violenti e passano più tempo ad ammazzarsi che a lavorare. Per trarre profitto da questo potenziale problema economico, la Liandri ( così si chiama la compagnia ) decide di legalizzare i combattimenti senza esclusione di colpi. In 50 anni queste strane orge di violenza divennero la maggior fonte di guadagno per la Liandri, che vi ha selezionato per far parte della lega professionistica…
    È questa la trama di questo sparatutto, vecchiotto, ma pur sempre affascinante. Il titolo Atari-Epic, sbarcato sugli scaffali dei negozi con l’avvento del terzo millennio, si rivelò essere capace di divenire una pietra miliare nel suo genere, un’icona simbolo del “frag”. E scrivendo questa recensione, spero di farvi capire anche il perché di tanta gloria; una gloria che ha permesso l’uscita di un seguito e la produzione di un altro, in vendita tra qualche settimana. Bisogna però puntualizzare una cosa a tutti coloro che hanno letto l’introduzione, dedicata alla trama, e che avranno pensato “Oh no! L’ennesimo sparatutto tutto armi e niente cervello!”. In un certo senso questa affermazione potrebbe essere valida, ma bisogna dire che il titolo è stato progettato essenzialmente per il massacro on-line e una trama, in giochi di questo genere avrebbe ben poco senso. Detto questo, passiamo ad analizzare le caratteristiche tecniche del gioco Unreal tournament. Come ovvio, partiamo dall’aspetto grafico. L’aspetto visivo del titolo è datato, ovviamente, ma di grande impatto. Le arene sono ampie ( tranne in alcuni casi ) e relativamente molto dettagliate ( dico “relativamente” perché il gioco, come già detto, supporta una tecnologia vecchiotta ). I vari combattenti che popolano le arene sono ben disegnati e abbastanza vari. L’azione scorre a ritmi frenetici, iper-veloci, costringendovi a ragionare in millesimi di secondo per trovare la tecnica giusta per portare a casa un frag. Le uccisioni sono rese spettacolari da mostruosi effetti splatter, talvolta anche grotteschi, che vi faranno gridare come dei pazzi schizofrenici, o meglio vi faranno ghignare e ridere come uno “scienziato pazzo, ja!”. Gli effetti speciali non si limitano ai soli corpi sbudellati, ma anche a variopinte esplosioni, davvero spettacolari e inebrianti. Tuttavia, a chi dal suo Pc pretende una grafica dell’ultima generazione, questo gioco non piacerà molto, anche se giocando a risoluzioni elevate il tutto migliora notevolmente. Ma, come già detto, NON abbastanza per coloro che vogliono una marea di poligoni, stile Half Life 2. Anche il sonoro va analizzato sotto l’ottica di poco prima. Le urla di dolore degli altri gladiatori vi causeranno un innalzamento spaventoso del tasso adrenalinico nel sangue, vi gaserete in maniera incredibile e impareggiabile. Difficilmente troverete un titolo migliore di questo sotto l’aspetto del coinvolgimento. Anche le musiche che vi accompagneranno nei turbini di violenza che affronterete sono fatte bene ed aiutano anch’esse a farvi sentire dei perfetti fraggatori. Tuttavia si nota una certa ripetitività nei commenti dei gladiatori dopo aver fatto secco un avversario, ripetitività che si riscontra anche sulla breve distanza. Non è che si tratti di una pecca imperdonabile, ma è doveroso nominare anche questo difettuccio, tutto sommato trascurabile ( soprattutto se gli spari e il rumore del mitragliatore che sputa fuoco sono inebrianti e favolosi ). Unreal tournament è anche incredibilmente divertente da giocare. Sposando la filosofia Arcade, il gioco non richiede un’eccessiva dose di esercizi propedeutici e di allenamento. Basterà davvero poco per gettarsi nella mischia e per divertirsi da matti. La risposta ai comandi è istantanea e il sistema di controllo è quello classico degli sparatutto in prima persona, solo che qui tutto sembra funzionare per meglio che in qualunque altro titolo. I livelli di difficoltà sono tutto sommato ben calibrati, ai più bassi riuscirete a vincere anche giocando bendati, da quelli intermedi in poi è meglio se vi preparate per durissime battaglie. Il mio consiglio è di saltare a piè pari i livelli più semplici e di passare direttamente a quelli intermedi, dove la sfida si fa veramente dura. L’Ia dei Bot varia, naturalmente, in base al livello di difficoltà da voi scelto. Più che le loro tattiche varieranno però la loro precisione e la loro velocità, che diventeranno sempre migliori, fino a superare anche le vostre. Si notano però delle crepe in alcune circostanze, quando i vostri nemici o compagni di squadra si bloccheranno misteriosamente contro una parete, continuando a correre verso di essa e senza cambiare direzione. Le modalità di gioco sono varie e divertenti: il Deathmatch, il “dominio”, il classico “cattura la bandiera” e la modalità “Assalto”. Queste modalità vanno sbloccate vincendo un determinato numero di scontri in quelle che avrete già a disposizione. Ognuno di voi avrà la sua preferita, dal “malato assetato di sangue” al generale in fasce, tutti avranno pane per i loro denti affamati di frag. In alcune di queste modalità ci sarà bisogno di un pizzico di strategia per uscire vittoriosi dagli scontri terribili che vi attendono ( ad esempio nelle modalità Assalto e cattura la bandiera, dovrete giostrare bene le vostre forze e le vostre risorse, in modo da annientare ogni resistenza col minimo sforzo ). E spesso vi sentirete più soddisfatti completando un’Arena alla “Splinter Cell” piuttosto che alla “Rambo”. La longevità si può definire semplicemente come: strepitosa in singolo, infinita in multiplayer. E basta questa semplice frase per dire tutto ciò che si deve conoscere su questo aspetto del gioco. È uno di quei giochi per i quali le avvertenze “Attenzione può causare dipendenza, non somministrare a soggetti mentalmente squilibrati, leggere attentamente le istruzioni d’uso del redentore, non somministrare a pacifisti et similia. La somministrazione a questi soggetti potrebbe causare problemi clinici di doppia personalità” sono incredibilmente azzeccate. Non mi resta che “ordinarvi” di comprare già da ora la vostra copia, anche se usata, saranno senza dubbio alcuni dei soldi meglio spesi della vostra vita di videogiocatori ( e non ). E non fatevi intimorire dal fatto che il gioco sia “vecchio”, lasciatevi coinvolgere in questo turbine di violenza, velocità e colori, completamente tradotto in italiano. Ora devo lasciarvi, devo distruggere un plotone di gladiatori. Ci vediamo in rete…

    Grafica 7 sebbene sia piuttosto vecchiotta appare ancora molto gradevole e ben fatta
    Giocabilità 10 splendida, senza pecche o comunque con lievissime ed impercettibili imperfezioni
    Trama 6 ridotta all’osso, risulta un semplice pretesto per skamazzarsi
    Traduzione 8 sebbene le espressioni siano ripetitive, la traduzione risulta ben fatta
    Sonoro 8 coinvolgente al massimo, anche se ripetitivo sotto alcuni aspetti
    Longevità 10 causa dipendenza cronica ed irreversibile
    Globale 9 solo il seguito riesce ad essere migliore di questo titolo, in questo genere di giochi.

    +divertente
    +longevo
    +inebriante

    -grafica sorpassata
    -Ia con qualche lacuna
    -commenti audio ripetitivi

    consigliato a…. gli aspiranti “Kevorkian”
    sconsigliato a…. chi non ama il multiplayer

  2. #2
    Latin lover L'avatar di Brafan
    Registrato il
    10-02
    Località
    Comiso/Italia
    Messaggi
    3.492
    Mi è piaciuta, anke se nn amo il genere.
    HASTA LA VICTORIA SIEMPRE!

    FORZA JUVE!!!!

  3. #3
    vuole solo la juveh!1!1!! L'avatar di Vulcan Raven
    Registrato il
    03-03
    Località
    un puntino in prov. NA
    Messaggi
    31.891
    Inviato da Brafan
    Mi è piaciuta, anke se nn amo il genere.
    mi fa piacere

  4. #4
    Latin lover L'avatar di Brafan
    Registrato il
    10-02
    Località
    Comiso/Italia
    Messaggi
    3.492
    Anke a me!
    HASTA LA VICTORIA SIEMPRE!

    FORZA JUVE!!!!

  5. #5
    Bannato
    Registrato il
    09-03
    Messaggi
    28
    io ce l'ho unreal tournament e per me la grafica è ancora buona, non certo come doom 3, half life 2 e mx payne 2 ma ancora bella

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •