• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Info sulla Finanziaria 2004

Cambio titolo
  1. #1
    101 Airborne L'avatar di maverick84
    Registrato il
    12-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    10.571

    Messaggio Info sulla Finanziaria 2004

    Previsioni per il 2004: via alla ripresa, Pil +1,9%

    Finanziaria da 16 miliardi, via libera dal governo

    Incentivi per la tv digitale e la banda larga, sconti fiscali per i rientri di «cervelli». Il «made in Italy» come marchio tutelato
    ROMA - La manovra finanziaria 2004 è stata approvata dal Consiglio dei ministri con alcune modifiche. Il Consiglio dei ministri ha approvato, insieme al ddl finanziaria, anche il decreto. La finanziaria sarà da circa 16 miliardi di euro, «utilizzando misure una tantum e provvedimenti strutturali di riduzione delle spese correnti». Lo conferma la relazione previsionale e programmatica per il 2004, che dice anche come la crescita del Pil quest'anno si attesterà allo 0,5%. Nel 2004 all'1,9%. Il rapporto tra deficit e Pil si attesterà quest'anno al 2,5% e nel 2004 scenderà al 2,2%. La crescita dell'inflazione è stimata al 2003 al 2,6% contro il 2,4% del 2002. Il tasso di disoccupazione dovrebbe scendere progressivamente all'8,7% nel 2003 e all'8,4% nel 2004. Il tasso di occupazione è al 56,1% nel 2003 e sarà al 57% nel 2004. La ripresa economica italiana, si legge nella relazione, inizierà dalla seconda parte del 2003, «in linea con quanto atteso per gli altri paesi dell'euro». Il documento ricorda come la crescita del Pil è stata negativa nei primi due trimestri del 2003 e che le esportazioni hanno risentito della perdita di competitività legata all'apprezzamento dell'euro. Ma «segnali incoraggianti» arrivano dall'inversione di tendenza della produzione industriale (+1,5% a luglio).



    Tremonti, Fini e Berlusconi (Ap)
    Molte le novità tecniche contenute nella Finaziaria:

    DUE PER CENTO SULLE PENSIONI «D'ORO» - Contributo di solidarietà del 2% a partire dal primo gennaio 2004 e per un periodo di tre anni sui trattamenti pensionistici, i cui importi risultino complessivamente superiori ai massimali annui previsti dalla legge Dini. Lo prevede il disegno di legge finanziaria per il 2004 all'esame del consiglio dei ministri.

    IVA RIDOTTA SU RISTRUTTURAZIONI FINO A DICEMBRE - La possibilità di ottenere lo sconto del 36 per cento sulle ristrutturazione edilizie sarà accompagnata, fino al prossimo 31 dicembre, anche dalla riduzione dell'Iva. L'attuale sconto Iva, che scadeva a fine mese - prevede la bozza del decreto ora all' esame di Palazzo Chigi - è stato prorogato fino al 31 dicembre.

    ALIQUOTA RIDOTTA PER MATRICOLE IN BORSA - Il decreto alla Finanziaria prevede anche che per le nuove società quotate l'aliquota dell'imposta sul reddito «è ridotta al 20% per il periodo d'imposta nel corso della quale è stata disposta l' ammissione alla quotazione e per i due periodi d'imposta successivi».

    GUARDIA DI FINANZA ANTI-CARO PREZZI - Altra novità sul fronte del caro prezzi: la Guardia di Finanza vigilerà nei «settori in cui si sono manifestate, o sono in atto, abnormi dinamiche di aumento dei prezzi». Per incentivare la realizzazione di offerte di prodotti di consumo a prezzo conveniente «è istituito un apposito fondo di 5 mln di euro per il 2003 e di 20 mln per il 2004».

    TECNO-BONUS - Due specifici bonus sono indirizzati a stimolare la diffusione delle nuove tecnologie: uno pari a 150 euro è per l'acquisto o il noleggio di decoder per la ricezione dei segnali televisivi in tecnica digitale terrestre; l'altro, di 75 euro, a chi acquista o noleggia apparecchiature per la trasmissione o la ricezione a larga banda dei dati via Internet. Inoltre, i docenti delle scuole pubbliche potranno acquistare un personal computer portatile da utilizzare nella didattica usufruendo di riduzione di costo e di rateizzazione.

    MARCHIO TUTELATO - Tra gli altri punti del ddl, anche la trasformazione del «made in Italy» in un marchio tutelato. La finanziaria istituisce presso il ministero delle Attività produttive un fondo di 35 milioni di euro per il 2004, di 55 per il 2005, e di altri 35 per il 2006 «per la realizzazione di azioni a sostegno di una campagna promozionale a sostegno a favore del made in Italy». L'istituzione del marchio riguarda «la tutela delle merci integralmente prodotte sul territorio nazionale».

    RIMPATRIO DI CERVELLI - Il decreto collegato alla Finanziaria punta anche al rientro dei ricercatori in Italia con una sorta di agevolazione al «rimpatrio dei cervelli», offrendo ai ricercatori che rientreranno in Italia nei prossimi cinque anni, la non applicazione l'Irap per due anni e, per lo stesso periodo, una base imponibile ai fini dell'Irpef pari al 10% del totale. Sempre sul fronte della ricerca e della cultura nascono ufficialmente l'Istituto Italiano di Tecnologia (un istituto che, sulla falsariga del Mit statunitense, si propone di promuovere lo sviluppo tecnologico e l'alta formazione tecnologica) e il Collegio d'Italia, con l'obiettivo di promuovere la scienza l'arte e la cultura.

    ------------------------------------------------------------------------------------

    Che ne pensate?
    "I fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti"
    Ennio Flaiano


  2. #2
    Child without Fear!!! L'avatar di metalchild
    Registrato il
    08-03
    Località
    Sassuolo
    Messaggi
    2.453
    Se Dio vuole qualcuno si è deciso a fare qualcosa per i "cervelli" che se ne vanno.
    Non so se è abbastanza o no , ma so sicuramente che è un inizio (e mi costa caro dirlo perchè non ho votato e non voterò mai questo governo , ma quel che è giusto è giusto).
    Anche poi il controllo dei prezzi è giusto (speriamo bene) anche se col senno di poi direi che sarebbe stato doveroso farlo già 6 mesi prima dell'avvento dell' Euro (ma ormai è tardi per ragionar così).
    Per le pensioni...
    Stamane al TG diceano che il tetto Max raggiungibile con la pensione sarà 7.500 euro al mese...
    MA CHI CAKKIO PRENDE 7500 EURO AL MESE???
    Solo i Politici!
    Io sarei per un tetto Max di 2.000 euro (e son fin troppo buono) anche per loro.Anzi: PER TUTTI!
    Anche perchè chi i soldi ce li ha veramente, potrà farsi comunque qualche pensione integrativa...
    RAISE THE FIST OF THE METALCHILD
    Supporta la musica indipendente!!Visita: www.myspace.com/itrainsbeer
    FOREVER CRISS

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •