• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Videogiochi: in my humble opinion

Cambio titolo
  1. #1
    Mentalità Ultras L'avatar di ReNero
    Registrato il
    12-02
    Località
    Curva Sud
    Messaggi
    606

    Videogiochi: in my humble opinion

    Ho intrapreso l'Arte del Videogioco, paragonabile secondo me all'Arte del Tiro con l'Arco o ad altre simili meravigliose espressioni dell'Io, quando non avevo ancora raggiunto i 10 anni (e si parla quindi dei primissimi mesi del 1990). Ancor prima di introdurmi nello sconfinato panorama videoludico, seguivo con attenzione quasi morbosa ZZap!, pur non avendo mai posseduto un C64 o un Amiga [e questo, tra parentesi, vuole essere un ringraziamento a Riccardo Albini per l'immensa qualità delle riviste da lui dirette] e in seguito continuata sulle altre già citate nell'Editoriale del primo numero di Videogiochi. Questo puo' far capire che in questi tredici anni che mi hanno separato dall'Inizio (bambino) alla Maturità (presto Ingegnere, se Dio vorrà) ne ho viste molte di cose... Fra tutte, ma non potrebbe essere altrimenti, l'evoluzione continua di questa forma di intrattenimento, amata/odiata come solo poche cose sanno essere - un innegabile miglioramento estetico, un incerto cambiamento nei contenuti, un innegabile peggioramento nell'originalità. Tutto questo è stato accompagnato fedelmente negli anni da varie riviste, anche nel climax discendente - e qui torno, perchè alla fine questa vuole essere un'analisi di Videogiochi fatta da un lettore come tanti eppure unico- che poco a poco si sono standardizzate lasciandosi catturare dall'hype, non badando al sodo e rivolgendosi sempre di più a un pubblico di bambini.. Non voglio dire che i miei 23 anni contino più dei 10 di un qualsiasi moccioso, in fondo anche io ho cominciato così; tuttavia avevo maturato l'idea che il Videogioco fosse Arte, come nell'incipit, e come tale andasse trattato. E ovviamente il panorama che mi si apriva davanti agli occhi non era dei più consolanti... finchè non esce questa nuova rivista dal nome importante, e che in un solo numero spazza via incertezze e malumori dovuti forse anche alla crescita e al maturato disincanto rispetto alla primissima gioventù (difficilmente ora potrei entusiasmarmi di fronte a una recensione di un ipotetico Moonstone del 2003, senza avere una macchina che mi permettesse di farlo girare). Si parla con cognizione di causa (gli anni di lavoro nel settore danno i loro frutti), non si strizza l'occhio alla commercia(bi)lità cercando di accalappiare un pubblico più vasto, abbassando il livello... tutt'altro. Anteprime dettagliate, recensioni approfondite, articoli e opinioni di una caratura incredibile, il tutto mentre nella mente del lettore ex-deluso si fa strada un'idea: che forse questa volta si può ricominciare, che il punto di partenza è stato finalmente trovato, e il primo passo è stato fatto. Che forse si possono avere di nuovo 10 anni, e al tempo stesso viverli con la maturità che prima non si poteva avere.
    Per questo Vi ringrazio per l'ottimo lavoro, e Vi faccio i migliori auguri per il futuro - nella speranza e con la fiducia che questo sia stato solo l'inizio.

    Vostro (prossimo abbonato),
    Luca "ReNero" Ramazzotti
    Ultima modifica di ReNero; 8-10-2003 alle 17:54:56
    CPU: AMD Athlon XP 2000+ @ 2100+ (1,75 Ghz) | RAM: 512 MB DDR | MB: Gigabyte GA-7DXE | Monitor: SyncMaster 172W - 17", 15 : 9 | Scheda video: Hercules 9700 Pro | Scheda sonora: integrata | Alimentatore: 400 W | Masterizzatore DVD: Toshiba SD-R5112 4X | Masterizzatore CD: Plextor CD-R 48x/24x/48x | Hard disk: Maxtor 6Y060L0 - 60 Gb | Maxtor 6Y080L0 - 80 Gb | Mouse: Logitech Cordless Optical | Tastiera: Logitech Cordless | Internet: Alice ADSL 640 FLAT

  2. #2
    IL RETROPLAYER L'avatar di ANTONIO MILANO
    Registrato il
    01-03
    Località
    BARI
    Messaggi
    2.940

    Re: Videogiochi: in my humble opinion

    Inviato da ReNero
    Ho intrapreso l'Arte del Videogioco, paragonabile secondo me all'Arte del Tiro con l'Arco o ad altre simili meravigliose espressioni dell'Io, quando non avevo ancora raggiunto i 10 anni (e si parla quindi dei primissimi mesi del 1990). Ancor prima di introdurmi nello sconfinato panorama videoludico, seguivo con attenzione quasi morbosa ZZap!, pur non avendo mai posseduto un C64 o un Amiga [e questo, tra parentesi, vuole essere un ringraziamento a Riccardo Albini per l'immensa qualità delle riviste da lui dirette] e in seguito continuata sulle altre già citate nell'Editoriale del primo numero di Videogiochi. Questo puo' far capire che in questi tredici anni che mi hanno separato dall'Inizio (bambino) alla Maturità (presto Ingegnere, se Dio vorrà) ne ho viste molte di cose... Fra tutte, ma non potrebbe essere altrimenti, l'evoluzione continua di questa forma di intrattenimento, amata/odiata come solo poche cose sanno essere - un innegabile miglioramento estetico, un incerto cambiamento nei contenuti, un innegabile peggioramento nell'originalità. Tutto questo è stato accompagnato fedelmente negli anni da varie riviste, anche nel climax discendente - e qui torno, perchè alla fine questa vuole essere un'analisi di Videogiochi fatta da un lettore come tanti eppure unico- che poco a poco si sono standardizzate lasciandosi catturare dall'hype, non badando al sodo e rivolgendosi sempre di più a un pubblico di bambini.. Non voglio dire che i miei 23 anni contino più dei 10 di un qualsiasi moccioso, in fondo anche io ho cominciato così; tuttavia avevo maturato l'idea che il Videogioco fosse Arte, come nell'incipit, e come tale andasse trattato. E ovviamente il panorama che mi si apriva davanti agli occhi non era dei più consolanti... finchè non esce questa nuova rivista dal nome importante, e che in un solo numero spazza via incertezze e malumori dovuti forse anche alla crescita e al maturato disincanto rispetto alla primissima gioventù (difficilmente ora potrei entusiasmarmi di fronte a una recensione di un ipotetico Moonstone del 2003, senza avere una macchina che mi permettesse di farlo girare). Si parla con cognizione di causa (gli anni di lavoro nel settore danno i loro frutti), non si strizza l'occhio alla commercia(bi)lità cercando di accalappiare un pubblico più vasto, abbassando il livello... tutt'altro. Anteprime dettagliate, recensioni approfondite, articoli e opinioni di una caratura incredibile, il tutto mentre nella mente del lettore ex-deluso si fa strada un'idea: che forse questa volta si può ricominciare, che il punto di partenza è stato finalmente trovato, e il primo passo è stato fatto. Che forse si possono avere di nuovo 10 anni, e al tempo stesso viverli con la maturità che prima non si poteva avere.
    Per questo Vi ringrazio per l'ottimo lavoro, e Vi faccio i migliori auguri per il futuro - nella speranza e con la fiducia che questo sia stato solo l'inizio.

    Vostro (prossimo abbonato),
    Luca "ReNero" Ramazzotti
    Caro Luca sono d'accordo sui giudizi che esprimi nei riguardi della rivista...molto probabilmente la causa è in parte data dal fatto che abbiamo avuto una "formazione videoludica" molto simile





Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •