• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 14 123411 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 201

Discussione: No Globalization, No Logo

Cambio titolo
  1. #1
    CodeRed
    Ospite

    No Globalization, No Logo

    Cosa pensate del fenomeno della globalizzazione?
    Un fenomeno che è partito negli anni '70 con la conversione degli interessi dalla produzione al marketing. Ovvero le aziende, che fino ad allora si erano preoccupate solo di produrre di più e meglio della azienda concorrente, hanno scoperto l'efficacia di esporre un immagine che le rappresentava. Un Logo.
    Da non sottoalutare la potenza del logo!
    Infatti le aziende che hanno creato i primi logo (vediamo Nike McDonald's, Marlboro, Levi's...) adesso sono le più accreditate.
    Perchè?
    Perchè nel loro marketing, fanno molto branding.
    Cos'è il branding? Il branding consiste nel rendere un immagine l'icona di uno stile di vita "alla moda". Pensate alla M di McDonald's, cosa vi viene in mente? La famiglia felice che mangia un buonissimo hamburger... tipici "WASP" che vivono in sile McDonald's!
    Oppure pensiamo al baffo nike, uno dei più riusciti logo della storia del branding, sicuramente la prima cosa che ci viene in mente è lo sport, il fitness, uno stile di vita.
    Attraverso questo fenomeno, il branding, le aziende si sono messe in lizza per "produrre meno, contare di più, guadagnando il doppio". Ovvero, appaltare la produzione a sottomarche, applicare al prodotto finito il logo, far si che un capo di sottomarca, senza il loro logo non valga niente.
    Questo cosa comporta:
    - il trasferimento della produzione nel terzo mondo, dove la mano d'opera non costa nulla e il fisco è più permissivo
    -Spendere una barca di soldi in sponsorizzazioni e pubblicità mirate a creare un mito di uno stile di vita
    -la vendita nei soli paesi ricchi.

    Il fenomeno sovracitato comporta la Globalizzazione.
    Ovvero il raggiungimento dell'obiettivo delle multinazionali. Ovvero:
    produzione 0 (tutto agli appaltatori)
    un guadagno che permetta di sostenere senza problemi la spesa di marketing.


    Cosa ne pensate?

    A parere mio il fenomeno è aberrante! Io dico NO.
    Non voglio che comprando una felpa debba avere sulla coscienza il lavoro di persone della mia età, e non voglio che queste multinazionali abbiano un così grande guadagno da potersi spartire l'economia globale senza che nessuno possa dire nulla.

    Adesso potete anche insultarmi o dirmi che sono uno sporco drogato No-Global. Ma viste le cose, non cambierò la mia idea!

  2. #2
    Bannato L'avatar di GUNLUCKY
    Registrato il
    03-03
    Località
    sulle ali dell'Arcadia
    Messaggi
    9.411
    La globalizzazione è sempre esistita; è un processo che non si ferma lo si può solo gestire: ed oggi lo si sta facendo come lo si faceva in passato...MALE.
    Si riduce tutto ad una questione di potere e controllo delle risorse.

  3. #3
    CodeRed
    Ospite
    Ultimo dato:
    nel 1993 il valore di mercato della Nike era di 4 miliardi di dollari, che ai tempi valevano più di un euro...
    una cifra esorbitante se si pensa che solo il 10% della cifra corrispondeva al valore delle fabbriche nike, che producevano i "baffi" da appiccicare sui capi prodotti dagli appaltatori.
    Il resto era corrispondente al valore ieologico e sociale del solo baffo

  4. #4
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    La globalizzazione presenta aspetti positivi e negativi.

    Codered ha evidenziato, con una certa razionalità e correttezza, dovuta anche all'enfasi del libro di naomi klein, le negatività di questo sistema.


    Però la vita media nei paesi poveri è aumentata.
    Segno che la globalizzazione non porta solo sfruttamento

    Un Logo. Da non sottoalutare la potenza del logo!
    Paradossalmente, i no-global che contestano il logo, hanno assunto loro stessi un logo.
    Dovrebbero farsi chiamare New Global, è importante lo slogan...per un movimento di slogan.

    La globalizzazione è sempre esistita
    Prima era una globalizzazione molto più lieve.

    Solo negli ultimi 20 si può parlare di vero processo globalizzante dovuto a:

    -Libera circolazione dei capitali
    -Sviluppo della telematica(e di internet)
    -Abbassamento dei costi di trasporti
    -caduta del regime sovietico
    -innovazioni tecnologica
    -uniformità dei gusti
    Ultima modifica di IL CONTE; 30-10-2003 alle 18:07:21

  5. #5
    CodeRed
    Ospite
    Inviato da GUNLUCKY
    La globalizzazione è sempre esistita; è un processo che non si ferma lo si può solo gestire: ed oggi lo si sta facendo come lo si faceva in passato...MALE.
    Si riduce tutto ad una questione di potere e controllo delle risorse.
    La globalizzazione prima del colonialismo era un processo molto più lento.
    Ma soprattutto diverso. Non si esportavano culture, ma c'era ancora diversità e confronto tra gli individui.
    Adesso siamo tutti omologati e uguali

  6. #6
    CodeRed
    Ospite
    Inviato da IL CONTE
    La globalizzazione presenta aspetti positivi e negativi.

    Codered ha evidenziato, con una certa razionalità e correttezza, dovuta anche all'enfasi del libro di naomi klein, le negatività di questo sistema.


    Però la vita media nei paesi poveri è aumentata.
    Segno che la globalizzazione non porta solo sfruttamento
    la vita è aumentata per il fatto che si è esportato uno stile di vita occidentale, che porta evidentemente ad un aumento della vita media

    Paradossalmente, i no-global che contestano il logo, ma hanno assunto loro stessi un logo.
    Dovrebbero farsi chiamare New Global, è importante lo slogan...per un movimento di slogan.
    Allora:
    ci sono molti psicologi che affermano la potenza psicologica di un immagine (bandiera, logo....) nel cervello umano. Un immagine che esalta un idea la rende potentissima a livello celebrale.
    Quindi è scientificamente provato che un movimento si identifica sempre in un immagine.
    Converrai, inoltre, che chi contesta i logo li contesta per il fatto che sono un imposizione, che sono un fatto economico e non ideologico, purchè mirati a prendere potere sulle menti.

    I no-Global se lo sono fatti loro il logo. Non vanno sventolando il baffo o la M come propri, perchè non si identificano in un sistema che impone stili di vita.

  7. #7
    Ex admin L'avatar di Lex
    Registrato il
    10-02
    Località
    Udine
    Messaggi
    36.677
    Riflettete un attimo su come sarebbe il vostro tenore di vita senza tutto questo. Io l'ho fatto.
    You will die, mortal


    Gli interventi di moderazione sono in rosso e grassetto. Chiarimenti a riguardo in privato.
    A causa di limiti di tempo, non risponderò a questioni relative al forum su MSN salvo in casi di reale emergenza. Se avete bisogno di contattarmi, mandatemi un mp.

  8. #8
    None so vile L'avatar di Ghiwo
    Registrato il
    10-02
    Località
    Milano provincia
    Messaggi
    13.565
    La globalizzazione non esiste.
    O forse sì.
    Ma che me ne frega...

  9. #9
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Inviato da CodeRed
    la vita è aumentata per il fatto che si è esportato uno stile di vita occidentale, che porta evidentemente ad un aumento della vita media Allora:
    ci sono molti psicologi che affermano la potenza psicologica di un immagine (bandiera, logo....) nel cervello umano. Un immagine che esalta un idea la rende potentissima a livello celebrale.
    Quindi è scientificamente provato che un movimento si identifica sempre in un immagine.
    Converrai, inoltre, che chi contesta i logo li contesta per il fatto che sono un imposizione, che sono un fatto economico e non ideologico, purchè mirati a prendere potere sulle menti.

    I no-Global se lo sono fatti loro il logo. Non vanno sventolando il baffo o la M come propri, perchè non si identificano in un sistema che impone stili di vita.
    Questo per farti capire, che per vendere avere un logo è fondamentale.
    Sia che sia, ideologia, scarpa, vestito o panino.

  10. #10
    Utente L'avatar di vegeth85
    Registrato il
    11-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.335

    Re: No Globalization, No Logo

    Inviato da CodeRed
    Cosa pensate del fenomeno della globalizzazione?
    Un fenomeno che è partito negli anni '70 con la conversione degli interessi dalla produzione al marketing. Ovvero le aziende, che fino ad allora si erano preoccupate solo di produrre di più e meglio della azienda concorrente, hanno scoperto l'efficacia di esporre un immagine che le rappresentava. Un Logo.
    Da non sottoalutare la potenza del logo!
    Infatti le aziende che hanno creato i primi logo (vediamo Nike McDonald's, Marlboro, Levi's...) adesso sono le più accreditate.
    Perchè?
    Perchè nel loro marketing, fanno molto branding.
    Cos'è il branding? Il branding consiste nel rendere un immagine l'icona di uno stile di vita "alla moda". Pensate alla M di McDonald's, cosa vi viene in mente? La famiglia felice che mangia un buonissimo hamburger... tipici "WASP" che vivono in sile McDonald's!
    Oppure pensiamo al baffo nike, uno dei più riusciti logo della storia del branding, sicuramente la prima cosa che ci viene in mente è lo sport, il fitness, uno stile di vita.
    Attraverso questo fenomeno, il branding, le aziende si sono messe in lizza per "produrre meno, contare di più, guadagnando il doppio". Ovvero, appaltare la produzione a sottomarche, applicare al prodotto finito il logo, far si che un capo di sottomarca, senza il loro logo non valga niente.
    Questo cosa comporta:
    - il trasferimento della produzione nel terzo mondo, dove la mano d'opera non costa nulla e il fisco è più permissivo
    -Spendere una barca di soldi in sponsorizzazioni e pubblicità mirate a creare un mito di uno stile di vita
    -la vendita nei soli paesi ricchi.
    non vedo proprio cosa ci sia di male
    “Dunque, la vera e perfetta comprensione del bello nell'arte non può ottenersi se non attraverso la visione degli originali stessi e, più che altrove, a Roma. A tutti quelli che dalla natura sono stati dotati della capacità di comprendere il bello e che a ciò sono stati sufficientemente istruiti, è da augurarsi che facciano un viaggio in Italia. Fuori di Roma bisogna, come molti amanti, contentarsi d'uno sguardo e d'un sospiro, cioè apprezzare il poco e il mediocre.”[J.J.Winckelmann];

  11. #11
    Bannato L'avatar di GUNLUCKY
    Registrato il
    03-03
    Località
    sulle ali dell'Arcadia
    Messaggi
    9.411
    Inviato da CodeRed
    La globalizzazione prima del colonialismo era un processo molto più lento.
    Ma soprattutto diverso. Non si esportavano culture, ma c'era ancora diversità e confronto tra gli individui.
    Adesso siamo tutti omologati e uguali
    Ma il fine era lo stesso.

    Le culture si esportano/inportano sempre guarda l' italia.

    Non è vero che siamo tutti uguali altrimenti staremmo tutti bene almeno in termini di sussistenza.

  12. #12
    ISWT - Ad Vitam Aeternam L'avatar di red.devil
    Registrato il
    02-03
    Località
    London • UK
    Messaggi
    3.003
    la globalizzazione per me è positiva, il problema sostanziale è COME viene fatta...

  13. #13
    CodeRed
    Ospite
    Inviato da Lex
    Riflettete un attimo su come sarebbe il vostro tenore di vita senza tutto questo. Io l'ho fatto.
    la scielta non è senza/con la scielta è quella di evitare che il terzo mondo diventi la fabbrica e il primo mondo il mercato!

  14. #14
    Utente
    Registrato il
    11-02
    Messaggi
    9.997
    w i loghi, specie CCM
    Dopo oltre 7 anni di attività, mi rifiuto di postare il decimillesimo messaggio su questo forum. Sarebbe davvero troppo. Addio =*

    20/12/'09

  15. #15
    CodeRed
    Ospite
    Inviato da Ghiwo
    La globalizzazione non esiste.
    O forse sì.
    Ma che me ne frega...
    La globalizzazione sta avenendo...

    il tuo menefreghismo mi stupisce visto che la gente muore di fame e il pianeta soffre perchè abbiamo bisogno del disegnino sulla lacoste...

Pag 1 di 14 123411 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •