• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 36

Discussione: Libri politicizzati

Cambio titolo
  1. #1
    uno di passaggio L'avatar di Wiald
    Registrato il
    10-02
    Località
    Colchester, UK
    Messaggi
    2.770

    Libri politicizzati

    quale sarebbe un metodo equo per evitare che esitano?

    la via per il superamento di sé è la liberazione dalle aspirazioni mediocri

  2. #2
    Rivoluzionario L'avatar di Gendo Ikari
    Registrato il
    03-03
    Località
    Neo Tokyo 3
    Messaggi
    6.197
    Non possono non esistere.
    Il problema è QUANTO sono politicizzati.
    Ogni uomo nel dire qualsiasi cosa ci mette un'accezzione, o negativa o positiva, a seconda del credo.
    Se uno non fa il suo dovere, ce ne mette troppa, e diventa propaganda.
    Il modo per prevenire quest'ultimo caso, è, come succede regolarmente in ogni scuola, che nessuno professore le prende, poichè la scelta dei libri va per discipline, non per singoli, e in ogni disciplina ci sono professori di idee totalmente diverse, e nessuno accetterà mai un libro di propaganda avversa.
    Viva l'Itaglia!

  3. #3
    uno di passaggio L'avatar di Wiald
    Registrato il
    10-02
    Località
    Colchester, UK
    Messaggi
    2.770
    a mio giudizio un controlo di chiunque con poteri di cancellare qualcosa sarebbe iniquo.

    tutt'oggi non tutti condividono gli stessi valori e chi ha seguito la vicenda del forum fascimo e libertà sa come questa gente sostenga la superiorità di una razza sull'altra.

    sostenga l'indimostrabile teoria del complotto ebraico-capitalistico-bolscevico

    e sostenga che la shoa è un invenzione degli ebrei

    la via per il superamento di sé è la liberazione dalle aspirazioni mediocri

  4. #4
    Utente L'avatar di TheBeast1981
    Registrato il
    03-03
    Località
    Busalla (GE)
    Messaggi
    1.095
    Perchè dovremmo evitare che esistano?
    Esiste la libertà di pensiero... quindi perchè evitare i libri "politicizzati"????
    a questo punto spero di aver non aver capito la domanda...

  5. #5
    Utente L'avatar di Deeder
    Registrato il
    02-03
    Località
    Emilia
    Messaggi
    1.766
    è utopico riuscire a fare in modo che non esistano libri non politicizzati, poichè in essi si rispecchia il punto di vista dell'autore!
    La tua firma supera il limite massimo di peso (40960 bytes). Ti invitiamo a leggere il regolamento per non ripetere l'errore.

  6. #6
    Sniper e Tenente dei GsN L'avatar di A.L.G.
    Registrato il
    12-02
    Località
    Ferrara
    Messaggi
    686
    Esistono libri obbiettivi e libri faziosi...la differenza stà nella valutazione degli eventi e la loro veridicità.
    Poi sono gli insegnati che fanno il resto.
    Vi ricordo che i libri non politicizzati esistono eccome, e se a scuola non li vedete, è perchè il preside o il docente responsabile non li prende.
    Vivi come se dovessi morire subito, pensa come se non dovessi morire mai.

    Mira bene sbaglia poco.


  7. #7
    Utente L'avatar di vegeth85
    Registrato il
    11-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.335
    Inviato da A.L.G.

    Poi sono gli insegnati che fanno il resto.
    come nn potrei quotare...
    “Dunque, la vera e perfetta comprensione del bello nell'arte non può ottenersi se non attraverso la visione degli originali stessi e, più che altrove, a Roma. A tutti quelli che dalla natura sono stati dotati della capacità di comprendere il bello e che a ciò sono stati sufficientemente istruiti, è da augurarsi che facciano un viaggio in Italia. Fuori di Roma bisogna, come molti amanti, contentarsi d'uno sguardo e d'un sospiro, cioè apprezzare il poco e il mediocre.”[J.J.Winckelmann];

  8. #8
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Inviato da A.L.G.
    Esistono libri obbiettivi e libri faziosi...la differenza stà nella valutazione degli eventi e la loro veridicità.
    Poi sono gli insegnati che fanno il resto.
    Vi ricordo che i libri non politicizzati esistono eccome, e se a scuola non li vedete, è perchè il preside o il docente responsabile non li prende.
    Quoto.
    Purtroppo alcuni avvenimenti vengono politicizzati, ma non siamo ai livelli farseschi della storia di partito propagandatanei paesi russi.

    In agosto del 1989 ci fu la caduta del muro di Berlino, in settembre i prof di storia(e non solo) dissero agli alunni:
    Bene ragazzi, scordatevi tutto quanto avete studiato, adesso inizia un'era nuova...potremo parlare liberamente di coca cola.

    Questa è una frase simbolo, come la cocacola è un simbolo, ben dipinto e sospeso nel tempo da Warhol.
    In quei paesi la storia era una religione di partito esclusivamente al SERVIZIO.


    Da noi, ovviamente questo non succede e non è successo.
    Ma lo strapotere della cultura di sinistra, la nomenklatura, l'intellighenzia al servizio del partito(gramsci docet) hanno plasmato molti libri.
    Solo recentemente stiamo assitendo ad un revisionismo storico.
    De Felice uomo di sinistra è stata insultato dalla sinistra "stalinista", quando ha fatto nuova luce storica sul fascismo.
    Il futurismo, movimento eccezionale, che ha avuto ampio respiro in europa, e che solo le scuole americane hanno studiato approfonditamente è stato osteggiato dalla stessa intellighenzia.
    Per studiare bene il futurismo, occorre recarsi nelle università americane.
    Sembra un paradosso.


    Per non parlare della critica feroce a montanari, per essersi permesso di voler aprire una "nuova pagina storica sui crimini rossi".

  9. #9
    il moderato re L'avatar di boltman
    Registrato il
    04-03
    Località
    san cataldo (CL)
    Messaggi
    1.368
    bhe...
    io vi dico una cosa ke mi è capitata, il libro ke usavo io era tutto sommato imparziale e obbiettivo(anke se alcune cosette fatte dai comunisti nn sono state riportate), mentre la mia insegnante era a dir poco spacciata a dire certe cose, ci ha fatto saltare tutti i capitoli ke riguardavano russia e cina e la motivazione era "siamo indietro ragazzi, dobbiamo sbrigarci!", mentre quando era x nazismo e fascismo ci ha portato migliaia di documenti e scritti presi da siti risaputamente di parte.

    detto questo, dico ke al problema nn c'è un'evidente soluzione, e sta alla coscienza di ogni prof saper scegliere il testo adatto facendo le giuste critiche quando se ne trova l'occasione
    Cultura non è ciò che sai, ma ciò che fai di ciò che sai ----------------------------- "Pense, dunque je suis"

    visita www.killerklan.com

  10. #10
    Utente L'avatar di vegeth85
    Registrato il
    11-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.335
    sul mio libro mancano totalmente gli eccidi dei partigiani rossi, e il che viene presentato come un "uomo onesto"...
    “Dunque, la vera e perfetta comprensione del bello nell'arte non può ottenersi se non attraverso la visione degli originali stessi e, più che altrove, a Roma. A tutti quelli che dalla natura sono stati dotati della capacità di comprendere il bello e che a ciò sono stati sufficientemente istruiti, è da augurarsi che facciano un viaggio in Italia. Fuori di Roma bisogna, come molti amanti, contentarsi d'uno sguardo e d'un sospiro, cioè apprezzare il poco e il mediocre.”[J.J.Winckelmann];

  11. #11
    Bannato L'avatar di Zahk
    Registrato il
    09-03
    Località
    Milano
    Messaggi
    6.024
    Basta scrivere solo fumetti. W TOPOLINO!

  12. #12
    H#A#M#T#A#R#O L'avatar di pupendiablo
    Registrato il
    10-02
    Località
    A Casa
    Messaggi
    2.002
    Il problema non può essere risolto perché è lo stesso dell'oggettività:
    nessuno può essere completamente oggettivo, perché già quando inizia a esprimersi perde questa qualità


    RICORDA: la lavatrice rulla di più con CALFORT
    notare la terza GIF: Hamtaro fumato
    FIERO di essere cugino di MisticJapo
    Firma by MisticJapo
    EURONICS NON CI SONO PARAGONICS

  13. #13
    Utente L'avatar di cerberus
    Registrato il
    01-03
    Località
    Salaria Sport Village
    Messaggi
    18.301
    Sarebbe bene che i docenti evitassero di adottare testi faziosi... ma detto questo non si può certo obbligare un insegnante a non esprimere le proprie opinioni o una casa editrice a pubblicare unicamente testi neutrali...
    comunque se un libro può influenzare un futuro elettorato è bene: vorrebbe dire che viene letto... ma spesso non è così...
    Engineers do it better
    "Lo scienziato non studia la natura perché è utile, ma perché ne prova piacere e ne prova piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena studiarla e la vita non varrebbe la pena di essere vissuta”.( Henri Poincaré )
    "Scientists discover the world that exists; engineers create the world that never was."

  14. #14
    Bannato L'avatar di moka
    Registrato il
    04-03
    Località
    Milano
    Messaggi
    19.630
    non vedo perchè non debbano esistere

  15. #15
    Utente L'avatar di cerberus
    Registrato il
    01-03
    Località
    Salaria Sport Village
    Messaggi
    18.301
    Inviato da moka
    non vedo perchè non debbano esistere
    La penseresti allo stesso modo, se il 90% dei libri faziosi fosse di destra e non di sinistra... ?
    Engineers do it better
    "Lo scienziato non studia la natura perché è utile, ma perché ne prova piacere e ne prova piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena studiarla e la vita non varrebbe la pena di essere vissuta”.( Henri Poincaré )
    "Scientists discover the world that exists; engineers create the world that never was."

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •