• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 22 123411 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 317

Discussione: A proposito dei ragazzi di oggi...

Cambio titolo
  1. #1

    Messaggio A proposito dei ragazzi di oggi...

    Questo è un articolo apparso sul Sette del 20 novembre:

    Questo è il mio mondo, e delle tredicenni
    Le ore di palestra, le magliette con l'ombelico fuori, illucidalabbra viola, i vestiti griffati, la musica di Britney. La protagonista del film di Virzì «Caterina va in città)} si lascia fotografare per {{Sette)} e apre le porte della sua cameretta. E all' accusa di far parte di una generazione un po' troppo consumista risponde: «Colpa dei genitori)).

    di MIRELLA SERRI.

    Dawson? Ma per favore! Non me lo nomini nemmeno, il protagonista di Dawson's Creek è uno così improbabile». Improbabile? E Leonardo DiCaprio, ti piace? «Fa schifo. Però Titanic mi ha fatto piangere, e in certi momenti quasi svenire per l'emozione, ma lui, come attore, uno zero». Allora chi c'è nella lista delle tue preferenze? «Brad Pitt, ma è così banale riconoscere che mi piace". Insomma, Alice dagli occhi azzurri, devi a tutti i costi andare controcorrente? A guardare la cameretta piena di peluche colorati di Alice Teghil, attrice in erba che ha interpretato Caterina va in città, l'ultimo film di Paolo VIrZì, la quattordicenne esordiente sembra proprio unaragazzina come tutte le altre.
    «Non voglio essere diversa, ma io sono una che ha i suoi gusti. E quando prendo una decisione non ci ripenso. Non sono come Caterina, la protagonista del film, che èun'incapace totale. Lei è incerta. Su tutto. Sulle amiche. Sull'amore. Sulla politica. E indecisa tra destra e sinistra. lo mica sono come lei, io sono di sinistra».
    Altro che sproweduta o impacciata, Alice: lei legge Stephen King, adora l'horror, il pulp e le storie fantasy. ha consumato ore e ore di cartoon Manga e pure di Walt Disney (e il papà, che insegna chimica all'università della Basilicata,
    glieli ha ordinati alla perfezione su"" gli scaffali), sprofonda nelle pagine rosa di Sophie Kinsella ma intanto non si è persa una puntata di BuffY the Vampire Slayers. Però non le piace Clark Kent di Smallville, per cui le sue amiche vanno in deliquio. La Caterina di Virzì, invece, è una tredicenne che quando arriva a Roma vi si trova come Alice nel paese delle meraviglie e nella metropoli è contesa tra due gruppi di amiche teenager assolutamente trendy e condizionate dalla moda. E tu come ti vesti? «Sono tutta Onyx», guardi, dice Alice mostrando la maglietta con occhi e baffi di gatto e alzando i lucidi scarponcini marrone. Solo i Levi's fanno eccezione. Ma lo sai che oggi questa della griffe sta diventando una vera e propria mania, una specie di ossessione, più per le ragazzine che per i coetanei maschi? Che in America addirittura le hanno dato pure un nome, girl culture, per sottolineare che è un vero e proprio fenomeno di massa? «Non ne so niente. Però è vero che succede anche qui da noi. Siamo pazze per la moda, per le marche. A volte in maniera esagerata. Ci ho pensato spesso e la conclusione è che tutto è un po' deprimente».
    La tua prima griffe? «Mamma mi comprava i vestiti Benetton. Li sceglieva lei. Per me, andavano bene. Poi, un giorno, avevo undicidodici anni, ho avuto la rivelazione, mi sono accorta che non ero alla moda. Ho visto una gonna lunga, grigia, stupenda. Da allora vesto Onyx». Non ti sembra di avere cominciato un po' presto? «Be', con la fissa delle marche si comincia ancora prima». Quando? «Ero piccola e andavo al supermercato: volevo le merendine di cui avevo visto la pubblicità in televisione. Nessun problema. Mamma me le ha comprate sempre: E poi quelle di marca non sono le migliori? Poi c'è stato lo zainetto. Obbligatoriamente Invicta e poi Eastpak, e poi i vestiti. Tutto ruota intorno a questo». Ti convince? «No. Penso che sia sbagliato ma pure io sto al gioco: se vedo uno che non è vestito come si deve, non lo prendo nemmeno in considerazione. Però devo confessare una cosa». Cosa? «Quelli che delle marche se ne infischiano, li ammiro. Però, personalmente, non ce la faccio. Qualche volta mi capita di essere coraggiosa, di fregarmene. Se mi viene in mente di provare a uscire vestita çome mi pare, 1'esperimento dura poco. Me ne pento. Se qualcuno ci riesce a non tenere cOnto della moda, sono felice per lui. Nemmeno le mie amiche ce la fanno a essere originali e diverse. Spendiamo perché abbiamo paura degli altri, dei coetanei, di non essere accettate».
    A proposito di spese, dei tuoi guadagni come attrice, che ne hai fatto? «Mamma me li ha lasciati, giustamente. Li ho avuti quest'estate. Non ho speso ancora tutto/ma buona parte». In cosa? «Vestiti, trucchi, cd». Caspita: la tua è una generazione un po' troppo consumista, non ti pare? Di chi la responsabilità, dei genitori? «Anche. Ci sono dei genitori che per pigrizia o disinteresse non parlano abbastanza con i figli. lo con i miei ho sempre dialogato. Però sono abbastanza severi. Per esempio, se io la mattina non ho voglia di andare a scuola loro mi costringono ad andare lo stesso. Altri amici se ne stanno a letto». I tuoi genitori, come li consideri, trendy? «Ma per niente. Quanto alla moda, sono proprio sfigatÌ». E per il resto? Da te cosa si aspettano? Che diventi una grande attrice?
    «Questo piacerebbe a me. Non sempre vado d'accordo con i miei, con mamma non riesco a stare più di dieci minuti senza litigare. Ma sono fortunata. Da me papà e mamma non si aspettano niente di speciale. Solo che sia una brava persona, che non infranga la legge, che paghi le tasse».
    Le ragazzine, nel film di Virzì, sono delle lolitine con i dentini acuminati, alquanto aggressive con i più deboli maschietti. Ti è sembrato realistico? «Molto. È vero che, oggi, siamo noi ragazze a prendere spesso !'iniziativa. Se una mia coetanea vede uno e pensa che sia un "bono pazzesco" non ci pensa due 'volte». A far cosa? «A "imboccarè": sta per il vecchio pomiciare. Magari lo fa tanto per fare. E poi dopo ci rimane male perché magari quello nemmeno le pìace poi tanto. Ma le interessava più che altro fare bella figura con le amiche. Poterlo raccontare». E i ragazzi, come la prendono? «Alcuni si lasciano trascinare con grande entusiasmo, altri mi sembrano impauriti».
    Che effetto ti fa essere un'attrice, ti senti diversa dalle tue coetanee? «Pensavo che le mie amiche sarebbeI"o state più invidiose e più aggressive, mi aspettavo peggio. Invece non ho sentito intorno a me un'atmosfera diversa da quando ero una delle tante. Dei miei professori, alcuni non hanno visto il film, altri lo hanno visto e hanno detto che è bello. Ma ho notato una cosa strana: nessuno mi ha fatto i complimenti e sottolineato che sono brava».
    Secondo te, qual è la caratteristica della tua generazione? «So che siamo molto diversi. Soprattutto dalla generazione di mio padre e di mia madre». In che modo? «Loro volevano molte cose e facevano di tutto per averle. Noi, invece, in sostanza non desideriamo proprio niente. lo, per esempio, abito a Tivoli e mi trovo bene. Ma sono sicura che non ci resterò per sempre. Me ne andrò». Dove? «Non lo so, da qualche parte, in America, in Giappone, in Inghilterra. Forse solo a Roma. Non è importante. Ma qui non ci resterò. Però sono solo io a essere così. I miei amici invece pensano a fare solo quello che fanno. A comprarsi i vestiti, ad andare alle feste. Forse sono superficiali, non so. Ma non desiderare niente a quest'età mi sembra tremendo».
    Mirella Seni





    Il mio commento è:

    Quanti di voi sono d'accordo? e invece quanti di voi pensano (come me) che questa sia una sfigata che se la tira in uan maniera spaventosa?

    A voi la parola

  2. #2
    Utente L'avatar di FRAT is back
    Registrato il
    11-03
    Messaggi
    858
    se la tira a bestia, è bastato leggere le prime righe

  3. #3
    prova a leggerlo tutto, è veramente qualcosa che da i brividi!

  4. #4
    Utente L'avatar di FRAT is back
    Registrato il
    11-03
    Messaggi
    858
    Inviato da sabbaman l'oscuro
    prova a leggerlo tutto, è veramente qualcosa che da i brividi!
    finito


    mi fa pena quasi..

  5. #5
    Utente L'avatar di Sababa
    Registrato il
    10-02
    Località
    Imola
    Messaggi
    5.158
    soprattutto è una persona che analizza profondamente le persone...


    "se vedo uno che non è vestito come si deve, non lo prendo nemmeno in considerazione"

    per niente superficiale, vero? 8(


  6. #6
    Utente L'avatar di Barrog
    Registrato il
    04-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    23.390

    Re: A proposito dei ragazzi di oggi...

    Inviato da sabbaman l'oscuro
    Questo è un articolo apparso sul Sette del 20 novembre:

    Il mio commento è:

    Quanti di voi sono d'accordo? e invece quanti di voi pensano (come me) che questa sia una sfigata che se la tira in uan maniera spaventosa?

    A voi la parola
    Mah...credo che il ragionamento rispecchi la mentalità di gran parte delle persone odierne.

    Poi, questa secondo me è schizzata e cerca di riempirsi la bocca di parolone per apparire "grande"

    Vada in culo grazie
    Just let the light touch you
    And let the words spill through
    And let them pass right through
    Bringing out our hope and reason

    ...before we pine away...

  7. #7
    Inviato da Sababa
    soprattutto è una persona che analizza profondamente le persone...


    "se vedo uno che non è vestito come si deve, non lo prendo nemmeno in considerazione"

    per niente superficiale, vero? 8(
    soprattutto se poi afferma:" rispetto quelli che non seguono le mode"

    ma ragazzi, che figura ci facciamo? non è che poi la gente pensa che siamo tutti così?

  8. #8
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Un'altra piccola melissa.

  9. #9
    Signore dell'oscurità L'avatar di Dark Titan
    Registrato il
    09-03
    Località
    Lido di Camaiore
    Messaggi
    408
    Parlo da ragazzo della stessa età.
    Concordo con il fatto che debba andare in culo.
    Se poi leggete bene il testo vedete che ci sono più di una contraddizione come:
    "se uno non si veste alla moda non lo considero neanche" e " ammiro chi non si veste alla moda e se ne infischia"
    Comunque c'è da dire che non tutte sono così, garantisco io. Molte delle ragazze che conosco io, mandano anche a fare in culo chi si veste a quel modo.
    Io poi non ne parliamo........

  10. #10
    Bannato L'avatar di x-max
    Registrato il
    10-02
    Località
    Bar Zucchi
    Messaggi
    14.023
    nel complesso è una sfigata e se la tira, però seguire la moda è un bene

  11. #11
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Inviato da x-max
    nel complesso è una sfigata e se la tira, però seguire la moda è un bene
    Eccolo

    Capelli unti e gelatinati come una foca monaca, maglioncini sbiaditi prada, pantaloni attilati roberto cavalli e ovviamente scarpe prada ai piedi.

    E ci stai dentro, frequenti locali trendy

  12. #12
    io
    Registrato il
    04-03
    Messaggi
    4.097
    se questo ibrido di ragazza fosse la più bella del mondo...al massimo potrei sputarle in faccia....
    Se io potessi vivere nuovamente la mia vita, nella prossima cercherei di commettere più errori.
    Non tenterei di essere tanto perfetto, mi rilasserei di più, sarei più stolto di quello che sono stato, in verità prenderei poche cose sul serio.
    Correrei più rischi, viaggerei di più, scalerei più montagne, contemplerei più tramonti e attraverserei più fiumi, andrei in posti dove mai sono stato, avrei più problemi reali e meno problemi immaginari.
    Io sono stato una di quelle persone che vivono sensatamente, producendo ogni minuto della vita.
    E' chiaro che ho avuto momenti di allegria.
    Ma, se potessi tornare a vivere, cercherei di avere solamente dei momenti buoni.
    Perché di questo è fatta la vita, solo da momenti da non perdere.
    Io ero una di quelle persone che mai andava da qualche parte senza un termometro, una borsa d'acqua calda, un ombrello e un paracadute: se tornassi a vivere, viaggerei più leggero.
    Se io potessi tornare a vivere, comincerei ad andare scalzo all'inizio della primavera e continuerei così fino alla fine dell'autunno.
    Girerei più volte nella mia strada, contemplerei più aurore e giocherei di più con i bambini.
    Se avessi un'altra volta la vita davanti ......... ma, vedete, ho ottantacinque anni e non ho un'altra possibilità.
    (Jorge Luis Borges)

  13. #13
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Inviato da Andry1988
    se questo ibrido di ragazza fosse la più bella del mondo...al massimo potrei sputarle in faccia....
    Prima di averla ripassata come un involtino infarcito

  14. #14
    Bannato L'avatar di x-max
    Registrato il
    10-02
    Località
    Bar Zucchi
    Messaggi
    14.023
    Inviato da IL CONTE
    Eccolo

    Capelli unti e gelatinati come una foca monaca, maglioncini sbiaditi prada, pantaloni attilati roberto cavalli e ovviamente scarpe prada ai piedi.

    E ci stai dentro, frequenti locali trendy
    tnx

    perchè noi siamo ragazzi trendy


    ps: per i pantaloni meglio la diesel

  15. #15
    Oh my iPod! L'avatar di er patata
    Registrato il
    11-02
    Località
    Bari Downtown
    Messaggi
    13.136
    se se la tira un po di più si strappa....

    ma dico dice di essere di sinistra e poi veste Onix? mah...e meno male che lei è una ragazza sicura e senza dubbi....

    A volte credo di essere fin troppo nerd. Naa, never too much.
    Vuoi personalizzare l'aspetto del forum di GamesRadar? Clicca qui!
    Consortium.ru 2004 3D Motion Demo, shocking graphics. (QuickTime 60MB)

    Vuoi guadagnare soldi velocemente? Clicca qui!

Pag 1 di 22 123411 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •