• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: SquareEnix e la delinquenza giovanile nipponica

Cambio titolo
  1. #1
    C♥D be ballin' L'avatar di C.D
    Registrato il
    11-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    2.065

    SquareEnix e la delinquenza giovanile nipponica

    Seriamente. Qualcuno e' a conoscenza di quali siano le procedure indispensabili per poter giocare al simulatore del tipico teppista giapponese Bakusou Yankee Tamashi?
    In sostanza trattasi di un RPG di massa, in cui si interpreta uno studente giapponese (che si e' contribuito a creare, per mezzo di un apposito editor), il cui obiettivo e' diventare il teppista numero 1 della nazione, riunendo sotto il proprio dominio tutte le bande giovanili del Giappone, nei tre anni delle superiori.
    I tre anni saranno concentrati in tre mesi di gioco reale, nei quali il giocatore sara' chiamato a gestire la crescita del proprio personaggio, dalla bicicletta coi catarinfrangenti, alla moto di ultraman (pare che il mezzo di locomazione esplichi una funzione cruciale nella determinazione del ruolo del nostro alter ego, all' interno della fauna scolastica locale), tentando di sopravvivere alle risse, allo Shiken Jigoku, alle lezioni di ginnastica separate per maschi e femmine, e a quant' altro la consueta vita di uno studente nipponico delle superiori possa offrire .
    Naturalmente il gioco, pubblicato per PC da SqureEnix, nell' estate del 2003, preceduta da una fase di beta-testing dal suggestivo nome di "Running and Yankee soul", non gode di alcuna localizzazione extra ideografica, ed e' percio' interamente in giapponese sboccato.
    Se il problema consistesse unicamente nella barriera linguistica, non mi preoccuperei piu' di tanto.
    Mi farei un character con una cresta fluorescente con tutti i colori dell' arcobaleno, una bella divisa scolastica rosa shocking di tre taglie piu' grandi, con scritto sulla schiena in kanji infuocati "ti spacco tutto", rigorosamente indossata senza canottiera, una bella bicicletta coi festoni, indispensabile per gozzovigliare per la citta' con gli amici del club del baseball, e sceglierei come nome qualcosa che suoni, piu' o meno, come "sono il terrore di Kanagawa,come hai osato rivolgermi la parola".
    E comincerei a picchiare come un fabbro. Compagni di scuola, membri dell' odiatissimo club del basket, professori, senpai, ragazze in divisa scolastica , bambini con le Mini4WD, Holliver Atton che sale una scalinata gridando "il pallone e' mio amico!!". Sfortunatamente (per te) io non lo sono. E giu' ceffoni (come potete vedere il concetto di divertimento di C.D non e' esattamente dei piu' comuni, quando si parla di MMORPG). Altro che Onizuka.
    Forse a causa dell' ostacolo linguistico farei la figura del muto e sordo (nonostante qualche rudimento di katakana lo abbia assimilato), ma con le mani farei certi discorsi che non farebbero fatica a guadagnarsi il rispetto del resto della teppaglia online.
    Sfortunatamente rimane insormontabile la problematica inerente alla registrazione dell' account da qui, in Italia, per la quale reperire informazioni sul website ufficiale (Yantama.com) equivale a imbastire un discorso con un pesce rosso, anzi arancione, tentando di estorcergli qualche informazione. Si fa un buco nell' acqua, e' inevitabile. Forse con il supporto di qualcuno nell' arcipelago, la cosa sarebbe fattibile, e un amico che vive a Kyoto potrebbe anche aiutarmi, a patto che riceva istruzioni precise.
    Il punto rimane comunque. Esattamente, Come?
    Ultima modifica di C.D; 9-12-2003 alle 12:16:10

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •