• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: L'open source ammazza il programmatore

Cambio titolo
  1. #1
    ...ros1k... L'avatar di <TheShop>Evoc Thurner
    Registrato il
    10-03
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    7.558

    L'open source ammazza il programmatore

    scusate ragazzi se vi dico queste parole ma le devo dire se no esplodo!
    In questi mesi non si fa altro che parlare della crociata Open Source. Vi devo dire quanto sono anti a questo comportamento insurrezionalista. Sto studiando per diventare un programmatore e vorrei che un domani il frutto dei miei studi e della mia passione venga remunerato con dei fottutissimi biglietti da 50 €. Non vorrei mai programmare per la gloria di questo o di quel linguaggio.
    Scusate ma l'open source ma non fa altro che ammazzare una professione già poco remunerata.

  2. #2
    fenomeno L'avatar di Berrik
    Registrato il
    10-02
    Località
    Torino
    Messaggi
    9.654
    rofl tranquillo che i programmatori non moriranno mai, ci sarà sempre qualcuno che ha bisogno di un sito per una ditta e mio padre guadagna 10 000 euro a botta
    sleeping all day staying up all night

  3. #3
    Contegno, suvvia! L'avatar di Prometeo
    Registrato il
    10-02
    Località
    New York
    Messaggi
    7.890
    Guarda, i programmatori Open Source vengono pagati comunque dagli utenti. Bleender ha guardagnato 100000€ dai suoi utenti
    Ultima modifica di Prometeo; 16-12-2003 alle 21:54:14
    the e.caffeinomane Xperience
    <Drg`uff> rinoa non sono romantico, sono un semi-isolato che fantastica su cose che non potranno mai accadere
    <Drg`uff> ma no
    <Drg`uff> che m3rda isolato
    <Drg`uff> mettici nerd
    <prm\\> drag, siamo in due
    <Ed\\> anche 3 dai

  4. #4
       L'avatar di Ghost85
    Registrato il
    05-03
    Messaggi
    46.549
    Inviato da Prometeo
    Guarda, i programmatori Open Source vengono pagati comunque dagli utenti. Bleender ha guardagnato 100000€ dai suoi utenti

    mi metto a fare anke io il programmatore

  5. #5
    Utente GNU/Linux
    Registrato il
    10-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    3.246

    Re: L'open source ammazza il programmatore

    Inviato da <TheShop>Evoc Thurner
    scusate ragazzi se vi dico queste parole ma le devo dire se no esplodo!
    In questi mesi non si fa altro che parlare della crociata Open Source. Vi devo dire quanto sono anti a questo comportamento insurrezionalista. Sto studiando per diventare un programmatore e vorrei che un domani il frutto dei miei studi e della mia passione venga remunerato con dei fottutissimi biglietti da 50 €. Non vorrei mai programmare per la gloria di questo o di quel linguaggio.
    Scusate ma l'open source ma non fa altro che ammazzare una professione già poco remunerata.
    Credo tu sia male informato, persino software libero non significa gratuito, e l'Open Source Initiative ha un'impronta persino meno idealistica, più pratica e commerciale della Free Software Foundation. Cambia solo chi paga cosa, quanto e perché.
    Ad esempio, alla IBM conviene che i servers da loro prodotti siano il più possibile stabili ed efficienti, quindi conviene che il SO ed i softwares installati siano di ottima qualità, e da loro conosciuti per prestare debita assistenza, quindi finanziano i programmatori per lo sviluppo, che ricevono i soldi dall'azienda invece che dagli utenti, i quali possono usufruire del loro lavoro ed anche contribuire, cosa che fanno regolarmente per interesse culturale o economico, solo per divertimento, o quello che vogliono.
    Se qualcuno ti chiede di fargli un programma, e tu trovi un progetto sotto licenza GPL (software libero) che assomiglia a quello che ti hanno chiesto, puoi benissimo prenderlo e fare le modifiche che ti servono con l'aiuto degli altri sviluppatori, che probabilmente non ti chiederanno un centesimo, purché le modifiche da te fatte rimangano libere; tu così avrai il software per cui sei stato pagato, che potrai rivendere a chi vorrai e come vorrai per quanto vorrai, avendo faticato molto meno di quanto avresti dovuto, e magari imparando qualcosa dagli altri.
    Molte aziende che sviluppano software libero si fanno invece pagare l'assistenza, il supporto, che per le aziende è importante, e ci campano.
    Una dimostrazione di come l'Open Source sia remunerativo è la rete, visto che con un qualsiasi browser (anch'esso libero) è possibile visualizzare il codice sorgente delle pagine, eppure per sviluppare nuovi siti (il cui codice sarà a sua volta disponibile) si viene ben pagati, come osserva Berrik

    Il fatto che ci siano persone che ritengono questo sia un modello commerciale più efficiente e sano rispetto a quello del software proprietario (o almeno che sarebbe meglio una riduzione percentuale di quest'ultimo), o che ci siano alcuni programmatori che si divertono a dimostrare la grandezza di un linguaggio (ben pochi credo), non vedo come possa danneggiare qualcuno, anzi, se il software è libero chiunque può guadagnare dal loro lavoro, anche tu

  6. #6
    Utente Tostapane L'avatar di WarriorXP
    Registrato il
    10-02
    Località
    MI C.le - LE
    Messaggi
    23.429
    E anche se fosse non lo costringe nessuno a dare il suo frutto con licenza GPL...

  7. #7
    Ghibellin Fuggiasco L'avatar di candyskull
    Registrato il
    01-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    3.186
    non mi stancherò mai di ripeterlo
    che mito il nonno
    The dreams in which I’m dying are the best I’ve ever had
    10° Raduno Romani de Roma
    E poi laggiù adesso c'è uno grasso che ci guarda


Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •