• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Cronache della Corona [IMG] [EU2AAR]

Cambio titolo
  1. #1
    Utente
    Registrato il
    11-02
    Messaggi
    9.997

    Messaggio Cronache della Corona [IMG] [EU2AAR]

    Inizio qui quello che nel gergo di Europa Universalis II è un "AAR" (After Action Report): in pratica, il giocatore scrive ciò che accade nella sua partita. Ne esistono di vari generi: brevi, comici, dettagliatissimi... ne potete trovare parecchi (in inglese, alas) nel forum ufficiale (http://forum.paradoxplaza.com/forum/...splay.php?f=61).

    Spero di avere anima per andare avanti a lungo (altri regni permettendo) e che vi piaccia
    Dopo oltre 7 anni di attività, mi rifiuto di postare il decimillesimo messaggio su questo forum. Sarebbe davvero troppo. Addio =*

    20/12/'09

  2. #2
    Utente
    Registrato il
    11-02
    Messaggi
    9.997
    Quella che mi accingo a scrivere non è la Storia, ma nemmeno una storia qualunque. E' cio che sarebbe stato.


    [align=center]Cronache della Corona[/align]


    Capitolo I: La delicatezza di un re [1 Gennaio 1419- 3 Aprile 1420]

    In quel tempo la Picardia era già stata occupata; proseguivano gli scontri in Scozia, senza esito certo, mentre nel sud-ovest della Francia Limousine e Vandea stavano per capitolare.

    Il 17 marzo l'esercito di 30 mila uomini, guidato da Re Enrico V in persona, iniziò la marcia verso Parigi. Le truppe francesi, impegnate contro i borgognoni nelle regioni vicine, furono costrette a convergere sulla capitale. Il 2 Aprile 1420 avvenne lo scontro che decise le sorti della guerra: nulla rimase dell'esercito gigliato; 10 mila furono invece i morti tra gli inglesi.

    Il giorno successivo iniziarono le trattative di pace, per iniziativa dello sconfitto Carlo VI: offrì Vandea e Picardia alla Corona inglese, e decise di pagare un pesante indennizzo per le spese di guerra. Re Enrico V, nella sua generosità, pur consapevole che ormai la vittoria totale, con conseguente annessione dell'intero Regno di Francia, era soltanto questione di tempo, decise di accettare la pace offerta e di risparmiare l'onta alla Casa del Giglio.

    Fu in quest'occasione che re Enrico venne soprannominato "il Magnanimo".


    Dopo oltre 7 anni di attività, mi rifiuto di postare il decimillesimo messaggio su questo forum. Sarebbe davvero troppo. Addio =*

    20/12/'09

  3. #3
    Utente
    Registrato il
    11-02
    Messaggi
    9.997
    Capitolo II: Azzardo [1 Febbraio 1425- 9 Luglio 1427]

    Il primo giorno del secondo mese del 1425 venne dato ordine di preparare una manciata di navi a salpare. Nessuno sapeva per dove. Il 20 dello stesso mese furono imbarcati su quelle navi 6 mila tra fanti e cavalieri. Si diressero a Nord.

    Il 4 Maggio 1425 venne dichiarata guerra alla Danimarca, che già era impegnata, diplomaticamente e con le armi, con mezza Europa, a causa della recente politica estera a dir poco espansionistica. Subito Norvegia e Svezia risposero schierandosi con la loro nazione protettrice.
    Enrico VI sorrise alla notizia, e diede l'ordine di far sbarcare quell'esercito di cui si erano perse le tracce: prima della fine del mese l'Islanda, territorio norvegese, era sotto il controllo delle truppe di Sua Maestà il re d'Inghilterra.
    Il 30 Agosto 11 mila uomini sbarcarono nel sud-ovest norvegese, e presero d'assedio la città di Bergen, che capitolò dopo un anno e mezzo.

    I primi giorni del Dicembre 1426 furono quelli della battaglia di Oslo: più della metà delle truppe d'occupazione fu sconfitta dagli eserciti uniti di Norvegia e Svezia. Negli stessi giorni la flotta diretta verso la penisola scandinava fu intercettata al largo delle coste scozzesi e costretta a fare ritorno in Inghilterra. La situazione peggiorava sempre più, e re Enrico VI si pentì della sua idea.

    Finalmente la fortuna tornò dalla parte della Corona inglese: gli svedesi decisero di uscire dalla guerra, mentre la Danimarca si trovava a fronteggiare una guerra civile, mentre regni tedeschi e Castiglia operavano un'invasione congiunta. Dopo una serie di sconfitte sul mare, il 9 luglio 1427 i norvegesi decisero di cedere l'Islanda, ponendo fine alla Guerra del Nord.

    Enrico VI, quando gli furono mostrati i resoconti militari della guerra, promise davanti a Dio che non avrebbe mai più tentato un'impresa del genere.


    Dopo oltre 7 anni di attività, mi rifiuto di postare il decimillesimo messaggio su questo forum. Sarebbe davvero troppo. Addio =*

    20/12/'09

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •