• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: L'ultimo dio (storia)

Cambio titolo
  1. #1
    Mvesim
    Ospite

    Messaggio L'ultimo dio (storia)

    L’atomo... un punto... il nulla e l’esistenza...
    La luce... una linea... la prima dimensione...
    Il mare non in tempesta... un piano... la seconda...
    La Terra e l’Universo... lo spazio... la terza...
    L’uomo... la storia... la quarta...
    La contorsione dello spazio... l’iperspazio... la quinta...
    Dopodiché esiste la sesta dimensione, quella che permette il passaggio fra realtà diverse da quelle predisposte dall’animo umano e dall’Universo che ci circonda...
    Questi nuovi “mondi” differiscono sempre e solo in due cose: nell’avere cose che differiscono materialmente dalla nostra (o loro) realtà come una foglia o la disposizione dei pianeti, nello spirito che comanda e regola quel mondo.

    Terra 2000

    L’annunciazione

    8 Km da Roma
    CLEMENTE (soldato della 14° squadriglia dell’Esercito Italiano)
    Era una calda giornata di maggio, il sole splendeva alto nel cielo anche se gli alberi m’impedivano di veder la luce del Sole...
    Eravamo stati mandati quasi allo sbaraglio su di una collinetta a sud di Roma, ciononostante non si vedeva la capitale.
    Non capivo cosa ci facevamo lì: noi, la 14° squadriglia dell’Esercito Italiano, famosa in tutta la regione come la peggiore milizia del Lazio.
    C’avevano detto con una risata beffarda: “Andate là su... vi aspetta una bella sorpresa”
    Eravamo ormai giunti da circa un’ora... l’aria che si sentiva era calma e calda... ormai era giunta l’estate...
    Sorrisi distendendomi per terra; odiavo essere nell’esercito e venivo odiato da tutti quelli dell’esercito... ma in quel momento non esisteva che pace... solo il rumore dei grilli.

    Base SPDA
    MVESIM (nome in codice dello scienziato-capo della sede della SPDA)
    Diedi un’occhiata all’orologio da polso... erano le 13.45...
    “Signorina... dia l’ok per l’operazione Gabriele...” dissi alla segretaria che mi aiutava nel lungo progetto che c’aspettava...
    Rei, così si chiamava, si diresse verso un comando vocale e mandò l’ok alla base operativa.
    Mi misi davanti al grande schermo della SPDA, presi il bicchiere di vino che mi serbavo per le grandi occasioni, accesi il teleschermo e cominciai a vedere le prime immagini della zona dov’era situata la 14° squadriglia...

    8 Km da Roma
    CLEMENTE
    All’improvviso i grilli smisero di “cantare”... s’era fatto un silenzio disarmante.
    I più veterani istantaneamente sentirono il pericolo e si distesero per terra prendendo in mano il fucile che portavano a tracolla.
    Una strana aria si alzò e il cielo si fece di color verde... le punte dei pioppi iniziarono a muoversi violentemente.
    Il cielo cominciò ad ondulare... pareva che il mare avesse preso il posto della volta celeste generando onde alte parecchi metri.
    Come il mar Rosso apparve a Mosè quando si aprì, così il cielo s’era aperto sopra di noi mostrandoci da una parte il Sole... dall’altra la volta celeste coi suoi astri, satelliti, pianeti, asteroidi, costellazioni, attimi di buio e poi ancora luce e stelle... entrambi di colore verde-acqua.
    “Ma... è il giudizio Universale?” riuscì a dire la persona vicina a me.
    Mi girai... e, come in un cinema quando si osservano gli spettatori in platea, i miei compagni apparivano contemporaneamente terrorizzati ed estasiati dall’opera divina che aveva compimento in quel momento.
    Ritornai ad osservare il cielo...
    Nel centro si era sprigionata una luce fortissima... ma nel contempo stesso pareva che dentro ci fosse rappresentata l’oscurità eterna.
    Dai lati gli astri cominciarono a girare fra di loro in gloria al fatto emblematico che stava accadendo; alcuni frammenti di stella si staccarono ed entrarono nel canalone centrale facendo aumentare la luce incandescente che pareva si avvicinasse sempre di più al pianeta che ormai mi sembrava la base stessa della fine.

    Base SPDA
    MVESIM
    “Mandiamo la squadra AD?” mi chiese l’ufficiale della base Bunky...
    “NO!” risposi seccamente...
    Ero nervoso... non avevo visto niente di simile e il bicchiere di vino, che speravo di gustarmi pienamente, mi si era spanto tutto addosso... in ogni caso ero completamente fiducioso che sarebbe andato tutto bene.
    I televisori che stavano trasmettendo quello strano fenomeno smisero di funzionare.
    Restai per una decina di secondi in silenzio sperando che fosse solo uno sbalzo di corrente.
    “Sono saltate tutte le telecamere vicino alla 14° squadriglia” mi comunicò Rei.
    Bestemmiai... e insieme a me quasi tutti i presenti nella base...
    “Rei... mi prepari l’elicottero numero 3... lei, ufficiale Bunky, verrà con me con l’elicottero 2... se vuole porti pure alcuni dei suoi uomini... ma prenda anche lei qualche iniziativa!!! E’ lei il capo qua... non io!” – anche se sembrava che lo fossi – pensai.
    Nonostante la confusione fummo in volo dopo solo cinque minuti.

    8 Km da Roma
    CLEMENTE
    Non riuscivo a pensare... ero completamente succube della divisione dei cieli...
    Il Sole contro il cosmo? Cosa voleva significare?
    Non so perchè... ma proprio in quel momento mi venne da guardare l’orologio... erano le 14.00 in punto.
    Proprio in quell’istante la luce si fece più intensa e, proprio al di sotto del punto doveva pareva aver inizio la grande scissione, comparve un essere completamente bianco... più bianco dello stesso splendore che risultava dietro di lui.
    Ci misi qualche secondo ad intuire la sua forma... era un angelo!
    Aveva grandi e stupende ali bianche, testimoniando quanto Dio potesse essere potente e amante del bello se poteva aver creato così tale siffatto e meraviglioso messaggero divino.
    Teneva in entrambe le mani una grande spada nera, color notte senza Luna e senza stelle, ma che di fronte all’Universo che ora ci appariva risultava ridicola.
    L’Angelo toccò Terra.

    Elicottero 2
    BUNKY
    - Ogni giorno mi pare che il mondo diventi più scemo e più stupido ogni giorno che passa.
    Un giorno arriva questo Mvesim e prende il comando come fosse il capo di tutto e io rimango nelle sue mani come un burattino.
    Passano i giorni e tutto pare dare torto a quell’individuo... e no che ora... arriva l’Apocalisse come aveva previsto più o meno e mi tocca seguirlo in questa dannata sfida contro Dio?
    Ma è possibile??? E’ possibile?!?
    Sgrunt... ma io me ne torno indietro e dico a tutti quanti di fare lo stesso... non voglio morire né io né fare morire gli altri. -
    “TORNIAMO INDIETRO!” urlai alle persone dentro nell’elicottero che vedevo in ogni caso profondamente scosse e non pronte.
    Tutti annuirono di si con la testa.

    8 Km da Roma
    CLEMENTE
    Tutti erano rimasti estasiati dalla presenza divina in mezzo a loro e non pochi (me compreso) s’erano fatti il segno della croce.
    Un soldato si avvicinò a lui... esitante... “Ma... ma... sei un an... angelo?”
    La risposta sarebbe sembrata scontata sennonché questo prese la spada e colpì di netto il povero soldato.
    Questo cadde per terra inanime senza alcuna ferita, come se l’Angelo avesse dato un colpo nell’acqua.
    Tutti erano in preda ad una grande terrore e quando uno con più intuito degli altri gridò: “L’ANIMA!!! GLI HA UCCISO L’ANIMA!!!” successe il finimondo.
    Tutti imbracciarono il fucile sottomano e iniziarono a sparare contro l’inviato del Signore.
    “FUOCO FUOCO FUOCO!!!” gridava il capo squadriglia... anch’io sparavo... anch’io dopotutto ero un uomo e come tale dovevo sottostare al volere dei miei superiori.
    Molti non spararono.
    L’Angelo però non fu nemmeno leggermente scalfito, i proiettili iniziavano a deviare a pochi passi da lui... era invulnerabile?

    Elicottero RAI
    TOBIA (per gli amici ZIO TOBIA) (Cronista speciale del TG1)
    “Ma perchè proprio io??? Perchè? HO PAURA!!! Perchè ho accettato? Per una stupida scommessa col direttore... AAAAARGH!!! NON LO SOPPORTO!!! Avevo detto scherzosamente al direttore: <Io rischierei la vita solo per un Angelo> E cosa succede??? COSA??? Arriva un Angelo... è possibile??? E’ POS-SI-BI-LE???” parlavo fra me e me.
    “Non lo dica a noi due che dobbiamo seguirla e rischiamo in ugual modo...” mi disse il X-Max (Come chiamavamo scherzosamente Massimiliano, il nostro cameraman, appassionato di X-Men) indicando sè stesso e il pilota dell’elicottero.
    “Bah... smettila e iniziamo questo speciale che non guarderà nessuno perché ora staranno tutti guardando il cielo... SGRUNT... possibile che quando finalmente posso fare lo scoop dell’anno rischiando l’osso del collo... lo scoop è sotto agli occhi di tutti???”
    “Così va la vi... GUARDA!!!”
    X-Max mi stava indicando una strana creatura... non era gigantesca ma era di luce intensissima e di aspetto veramente regale.
    “FANTASTICO!!! Comincia a riprendere!” dissi mentre mi mettevo un po’ di lacca sui capelli per rendermi presentabile al mio pubblico.
    “Buongiorno, qui è Tobia... per gli amici Zio Tobia... siamo nel luogo dove ha avuto inizio la misteriosa spaccatura dei cieli. Vendetta divina? Esperimento umano? Iper-spazio? Come potete vedere...” X-Max mi disse di fermarmi...
    “Cosa c’è?”
    “E’ saltata la telecamera...”
    “MA PERCheeeeeeeeè...?!?”

    8 Km da Roma
    CLEMENTE
    L’Angelo continuava ad avanzare uccidendo i miei ex-compagni ad uno ad uno attorno a me, sottraendogli l’anima con un solo impercettibile colpo di spada.
    Vedevo i miei compagni cadere senza sangue, senza ferite, senz’anima...
    Vedevo la rabbia che bruciava negli occhi dei miei compagni che, ad un breve, ma rapido colpo della fatale arma dell’angelo, spariva, lasciando un lieve pallore color panna.
    Lasciai cadere il mio fucile... ero pietrificato... ma l’istinto mi suggerì d’estrarre il mio vecchio fedele coltellino da boy-scout.
    Chiusi gli occhi... sentii un alito di vento che mi sferzò il viso... le foglie attorno a me si alzarono violentemente facendo un rumore sordo... uno strano calore, ma nel contempo freddo, mi avvolse facendomi salire un brivido per tutta la schiena... la mano con cui tenevo il coltello era madida di sudore... percepii che i miei occhi erano pieni di lacrime... li aprì!
    L’Angelo era davanti a me, impetuoso, terribile, ma nello stesso tempo calmo e deciso... con la lama nera si preparò a sferzare il colpo nefasto.
    Sguainò il colpo al livello del mento e lasciandomi guidare dall’istinto, come probabilmente avevano fatto i miei ex-compagni quando avevano visto che ormai la ragione non aveva più alcun significato, cercai di parare il colpo facendomi scudo col coltellino.
    Di scatto richiusi gli occhi.

    Elicottero 3
    MVESIM
    “It’s incredible” dissi, col mio inglese stentato, vedendo l’Angelo col suo potere che stava attaccando il plotone di soldati.
    “Possiamo avvicinarci ancora un po’?” chiesi emozionato come un bambino che vede un bel giocattolo ma non riesce a raggiungerlo.
    Il pilota fece segno di no... s’era creata come una barriera elettronica. Sarebbe stato rischioso avanzare.
    “Non m’interessa... AVANZIAMO!!!” dissi deciso come non mai.
    Proprio in quel momento la radio di bordo emise un comando della base.
    “Qui è Bunky, dovete tornare indietro... non cercate di disubbidirmi... non è un consiglio... E’ UN ORDINE!!!” mi giunse come un metallico segnale dell’ignoranza del conoscere umano.
    “Sigh... ubi maior, minor cessat... o qualcosa del genere... torniamo alla base” dissi sdrammatizzando al pilota.
    Il pilota mi accennò, sollevato, di si...
    Allentandomi mi chiesi perché l’essere umano aveva paura nel conoscere e nel voler comprendere l’innaturale e il volere divino.
    Non trovai risposta.

    8 Km da Roma
    CLEMENTE
    Sentì un forte rumore metallico, percepii che qualcosa era successo... ma nonostante ciò ero ancora vivo.
    Lo constatai dal mio cuore che batteva nel mio petto in maniera impressionante.
    Riaprii per l’ennesima volta gli occhi e vidi davanti a me l’Angelo con in mano la spada nera spezzata.
    Non capivo... guardai il mio coltellino da ex-boy-scout... era un normalissimo coltello senza magia e senza stregoneria.
    Guardai di nuovo l’Angelo che ora mi guardava negli occhi... ricambiai il suo sguardo...
    I suoi occhi erano completamente bianchi, senza vita, senza speranza, senza amore né odio, senza sentimento... era un oggetto in mano al Signore?
    “Ragazzo arresta la corsa a Dio” sentii una voce che sussurrava dentro di me “Colpiscimi!”
    Come assecondando un volere a cui non potevo violare colpì col coltellino svizzero l’Angelo.
    L’Angelo mi abbracciò con le sue possenti ali.
    Vidi tutto nero... non sentii più nulla

  2. #2
    Happy Hardcore, Sad Life L'avatar di recs
    Registrato il
    12-03
    Località
    All'inizio e alla Fine
    Messaggi
    3.373
    ma che è un noir?
    All I ever wanted
    All I ever needed
    Is Here, in my arms
    Words are very unnecessary
    They can only do harm

  3. #3
    Mvesim
    Ospite
    recs ha scritto:
    ma che è un noir?
    Non saprei... io l'ho scritto perchè mi piaceva la trama che mi era venuta in mente... cmq (spero) continua...


  4. #4
    Happy Hardcore, Sad Life L'avatar di recs
    Registrato il
    12-03
    Località
    All'inizio e alla Fine
    Messaggi
    3.373
    Mvesim ha scritto:
    Non saprei... io l'ho scritto perchè mi piaceva la trama che mi era venuta in mente... cmq (spero) continua...

    il prossimo meno kilometrico x piacere..
    All I ever wanted
    All I ever needed
    Is Here, in my arms
    Words are very unnecessary
    They can only do harm

  5. #5
    Mvesim
    Ospite
    recs ha scritto:
    il prossimo meno kilometrico x piacere..
    Ti prego... per i meno esigenti sto scrivendo la Notte dei maiali viventi 2... non farmi acccorciare anche questo..


  6. #6
    el Bunkyo L'avatar di Bunky
    Registrato il
    10-02
    Località
    Torino
    Messaggi
    33.760
    Sim certo che ne hai di idee!!!!

  7. #7
    Utente L'avatar di Foo Fighter
    Registrato il
    11-03
    Località
    Polonia
    Messaggi
    13.117
    Mi ha fatto ridere un sacco, e non l'ho neanche letto8|
    La vita sinistra tra i rovi dell'umana disperazione, i prescelti conoscono...perchè non di disperazione si sopravvive, ma di forza si vive...


  8. #8
    FILOSOFO DEI 2 MONDI L'avatar di exuder
    Registrato il
    01-04
    Località
    Nell'aldiquiquoqua
    Messaggi
    4.800
    invece a me è piaciuto parecchio. mvesim ha una vena molto sviluppata verso la scrittura,se riuscisse ad incanalare meglio il suo talento penso che scriverebbe dei veri e propri capolavori
    Dimmi amore,
    che ne sarà del nostro dolore,
    quando colpito al cuore, non ne resterà che l'onore? O forse solo l'onere?
    Al dì che mai sovviene è facile voltare lo sguardo altrove.
    Ma quando sopraggiunge, che fare? Sorridere....sorridere......dilaniarsi dentro.......sorridere.
    EXUDER

  9. #9
    Utente L'avatar di Foo Fighter
    Registrato il
    11-03
    Località
    Polonia
    Messaggi
    13.117
    exuder ha scritto:
    invece a me è piaciuto parecchio. mvesim ha una vena molto sviluppata verso la scrittura,se riuscisse ad incanalare meglio il suo talento penso che scriverebbe dei veri e propri capolavori
    Si deve allenare nella sintesi...scherzo, ma ho sonno e non avevo voglia di leggere tutto
    La vita sinistra tra i rovi dell'umana disperazione, i prescelti conoscono...perchè non di disperazione si sopravvive, ma di forza si vive...


  10. #10
    Mvesim
    Ospite
    Bunky ha scritto:
    Sim certo che ne hai di idee!!!!
    Grazie mille Bunky...

    PS: Anche se mi spiace un po' di aver lasciato [...] (

    exuder ha scritto:
    invece a me è piaciuto parecchio. mvesim ha una vena molto sviluppata verso la scrittura,se riuscisse ad incanalare meglio il suo talento penso che scriverebbe dei veri e propri capolavori
    Grazie exuder... cmq ho scritto questo per divertimento spero di continuare senza che il terribile sentimento della noia mi colga in fallo...


Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •