• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 4 1234 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 50

Discussione: >>>1984-il Grande Fratello<<<

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di KADATH
    Registrato il
    10-02
    Località
    Napoli
    Messaggi
    331

    >>>1984-il Grande Fratello<<<

    ragazzi, chi di voi ha letto il libro "1984" di George Orwell?
    Per intenderci, il libro da cui si è ispirata la trasmissione "grande fratello"....... che poi il libro parla di tutt'altro.........

    Cmq, ho appena finito di leggere il libro......ahhhhhhhhhhh!
    E' atrocemente terribile, al culmine della malvagità suprema, ingiusto fin nel midollo!

    Questo topic l'ho creato per parlare con coloro che l'han letto, per cui se l'avete letto, partiro' col dire le mie impressioni:

    - un mondo terribile è narrato in questo libro, la negazione dei diritti piccoli e grandi dell'uomo sono all'ordine del giorno. Niente sesso, se non per procreare "ai fini del partito", cibo scadente, libertà zero, idolatrìa di un partito che si sostituisce a Dio, un partito sbagliato, corrotto dal finto perbenismo, dalle false promesse, dalle grandi bugìe...........

    E poi c'era il "socing" il socialismo inglese, già perchè nel frattempo la lingua era cambiata, un socialismo dato in pasto ai pescecani, un socialismo che in realtà era dittatura, un socailismo che aveva dato alla luce un unico partito, che a sua volta aveva cambiato la storia, cancellando ogni notizia che potesse far capire che "il grande fratello" non c'era da sempre, e avesse potuto mettere in dubbio l'onnipotenza del partito........

    Probabilmente, Winston Smith, è il simbolo della rivolta, ma una rivolta pigra, senza troppe illusioni, Winston trascina la sua vita vuota ed insignificante nel tran-tran quotidiano, al servizio del "partito". Il Grande Fratello è dappertutto e lui lo sa, mille telecamere strabuzzano i loro piccoli occhi indagatori verso ogni cittadino, Winston reagirà a tutto questo, ma a che prezzo?

    il finale è sconcertante, Winston perderà tutto in un sol colpo:1) gli amici anti-partito, che si scoprirà fossero membri del partito, 2) l'amore, dato che Julia, la sua ragazza, verrà presa e subirà le stesse sue torture (almeno il libro fa capire questo) 3) Winston perderà anche il suo diritto di ribellione, verrà torturato, ed infine costretto ad amare il grande fratello, poi, verrà ucciso e cancellato dalla storia.

    per me, sincramente, è stato il libro peggiore che abbia mai letto. Addirittua, le ultime dieci-dodici pagine, non sono riuscito a finirle, per la troppa atrocità, ho letto il finale e ho letteralmente buttato il libro, sono rimasto amareggiato per giorni, e sinceramente, non consiglierei la lettura di questo a libro a nessuno. Sicuramente c'è una morale a tutto questo, un severo monito all'unmanità a non esagerare con il potere, a non fare della politica un'arricchimento personale a discapito del prossimo (con la politica che c'è oggi, purtroppo, non c'è da stare molto allegri).....cmq sìa, neanche la morale serve molto a tirarsi su, il libro l'ho trovato esageratamente cupo e triste.

    Chi a letto il libro, vorrei che si facesse vivo e mi dicesse le sue opinioni su questo libro......
    guarda i miei disegni su:http://www.myspace.com/kadath74

  2. #2
    Utentente
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    21.598
    Non l'ho letto, però ne ho sentito parlare.

  3. #3
    Utente L'avatar di KADATH
    Registrato il
    10-02
    Località
    Napoli
    Messaggi
    331
    nessuno l'ha letto questo libro?
    rispondetemi!
    guarda i miei disegni su:http://www.myspace.com/kadath74

  4. #4
    The Floodder L'avatar di Invisibile
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    4.441
    Non mi piacciono i libri di G.Orwell, a scuola m'avevano dato da leggere "la fattoria degli animali" e mi sono fermato al secondo capitolo...
    Altezza firma 270+ pixel. Cancellata. Leggete il regolamento...

  5. #5
    Vecchio utente L'avatar di Rei
    Registrato il
    10-02
    Località
    inferi
    Messaggi
    8.045
    Kadath trovo che il tema del libro sia volutamente esagerato ed enfatizzato come un monito per l'umanità.Deve essere letto sotto questa luce ed interpretato di conseguenza! Scioccante, lo so ma è volutamente così!

  6. #6
    Redattore L'avatar di pape
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    9.791
    1984 è un capolavoro. distruggente, doloroso, angosciante, ma si limita a enfatizzare i cambiamenti verso i quali si muove il mondo.
    Non dico che arriveremo a tanto, ma semplicemente 1984 fa ragionare, porta a riflettere sui cambiamenti della nostra società, compreso l'impoverimento della lingua per meglio controllare il popolo ignorante.

    Mi chiedo perché sconsigli di leggerlo. Certo, angoscia, spaventa, ma alla fine anche un semplice quotidiano nel suo piccolo porta notizie davvero dolorose.
    E pensa un po' alla storia, ai fatti taciuti, nascosti o dimenticati... non è forse un po' come distruggere le notizie? E le leggu sul copyright, in parte forse non rendono inacessibili ai più certi tomi o certe opere?
    E soprattutto, in certi paesi del mondo non funziona davvero così (elezioni dove saddam viene votato all'unanimintà, per esempio)?

    Io da parte mia lo consiglierei a tutti, così come la visione dell'omonimo film.

    Pape

  7. #7
    LiMiT bReAk L'avatar di Luke Skywalker
    Registrato il
    10-02
    Località
    Como
    Messaggi
    6.492
    Ho intenzione di farmelo regalare per Natale.

  8. #8
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Inviato da pape
    1984 è un capolavoro. distruggente, doloroso, angosciante, ma si limita a enfatizzare i cambiamenti verso i quali si muove il mondo.
    Non dico che arriveremo a tanto, ma semplicemente 1984 fa ragionare, porta a riflettere sui cambiamenti della nostra società, compreso l'impoverimento della lingua per meglio controllare il popolo ignorante.

    Mi chiedo perché sconsigli di leggerlo. Certo, angoscia, spaventa, ma alla fine anche un semplice quotidiano nel suo piccolo porta notizie davvero dolorose.
    E pensa un po' alla storia, ai fatti taciuti, nascosti o dimenticati... non è forse un po' come distruggere le notizie? E le leggu sul copyright, in parte forse non rendono inacessibili ai più certi tomi o certe opere?
    E soprattutto, in certi paesi del mondo non funziona davvero così (elezioni dove saddam viene votato all'unanimintà, per esempio)?

    Io da parte mia lo consiglierei a tutti, così come la visione dell'omonimo film.

    Pape
    Quoto, un libro che DEVE essere letto...e anche interpretato...come tutti i libri

  9. #9
    Utente L'avatar di Flagg
    Registrato il
    10-02
    Località
    Leng
    Messaggi
    575
    A parte quotare quello che ha detto Pape, c'è una cosa che vorrei aggiungere.

    Kadath, logico che se ti fermi solo alla vicenda in se la trovi angosciante. Per noi a cui è tanto caro il concetto di libertà è quella di un uomo che, perde la propria identità, che viene distrutto pezzo per pezzo... Un uomo "come noi" (Se ci fai caso l'unico, che compaia nel libro, corrispondente all'archetipo "dell'uomo occidentale" (Il titolo che Orwell avrebbe voluto per la sua opera, se non sbaglio, è "L'Ultimo Uomo In Europa")) la cui umanità viene completamente distrutta.
    Scioccante lo è di sicuro, ma è una cosa voluta. Il testo va interpretato, altrimenti è come non averlo letto.
    Ricorda: quando leggi Agorà, anche Agorà sta leggendo dentro di te.

  10. #10
    Oh my iPod! L'avatar di er patata
    Registrato il
    11-02
    Località
    Bari Downtown
    Messaggi
    13.136
    lo sto leggendo.....solo ke sn un po impegnato cn "il giovane olden" (skqola)

    A volte credo di essere fin troppo nerd. Naa, never too much.
    Vuoi personalizzare l'aspetto del forum di GamesRadar? Clicca qui!
    Consortium.ru 2004 3D Motion Demo, shocking graphics. (QuickTime 60MB)

    Vuoi guadagnare soldi velocemente? Clicca qui!

  11. #11
    Old Hobbit L'avatar di Karluz
    Registrato il
    10-02
    Località
    Pepperland
    Messaggi
    2.278
    E' un capolavoro, io lo consiglio. Kadath, è terribile perchè appartiene al genere detto "distopia" o anti utopia, dove si descrive un futuro che più cupo non si può, per far ragionare i lettori sulle storture del presente. Un altro bellissimo libro del genere è "Il Mondo Nuovo" di Aldous Huxley.

  12. #12
    Utente L'avatar di KADATH
    Registrato il
    10-02
    Località
    Napoli
    Messaggi
    331
    rispetto le vostre opinioni, ma coninuo sinceramente a non essere completamente d'accordo con voi, ho detto che questo è il peggior libro che abbia mai letto, è vero (e non sono pochi i libri che ho letto) ma non intendevo "peggiore" come un libro scritto male, il libro è di uno stile sicuramente apprezzabile, inoltre il titolo in questione è scritto in un modo così intelligente da non poter restare affascinati dalla tecnica del suo autore, io intendevo il concetto del libro. Ho letto molti libri horror, e (pare incredibile) nessun libro è paragonabile all'orrore di questo libro.......

    Sono sicuro di aver inteso, almeno a modo mio, la morale che Orwell cerca di darci nella sua opera, credo che tutti lo abbiano capito, poi, visto che in quegli anni ('48) c'era una situazione politica che tutti conosciamo, è chiaro che l'autore si sìa liberamente ispirato a vicende umane che rasentano la realtà. Forse leggendo il libro, non mi sono immedesimato come un ebreo che dopo tante atrocità, viene portato nella camera a gas, forse la nostra coscienza cerca di sopprimere (mai parola fu piu' indovinata) i brutti ricordi, e forse la realtà ce la riporta galla, fatto sta che la trama del libro è un argomento ancora attuale (lo ammetto).

    Secondo voi, ad esempio, quale stato al giorno d'oggi, vorrebbe o potrebbe fare qualcosa del genere? (domanda faziosa)

    Scusate la noiosità, a volte quando parlo di qualcosa che mi interessa, non la finisco piu'........
    ma fatemi sapere...........
    guarda i miei disegni su:http://www.myspace.com/kadath74

  13. #13
    (un po' meno) cattivo L'avatar di L33T
    Registrato il
    10-02
    Località
    Ovunque e in nessun luogo
    Messaggi
    3.908
    1984 è un libro che tutti devono leggere, non c'è altro da dire. Fa male? E' vero.
    Ma paradossalmente, questo dolore è salutare, in quanto ti scuote, ti sveglia, ti mostra - attraverso la descrizione di un futuro terribile - le tendenze del presente, e ti lascia vigile come non mai.
    Difatti, 1984
    e' una critica alla uniformità, creata lì artificiosamente con la repressione.
    Il bersaglio del libro è un regime comunista (dove la tremenda uniformità è inevitabile: il buon Mill questo già lo sapeva) ma quella stessa uniformità è visibile anche nel conformismo delle masse delle nostre democrazie liberali.
    E' una critica alla passività con cui si accetta ciò che ci è detto, che ci fa dire il giorno dopo l'opposto di ciò che dicevamo il giorno prima, alla facilità con cui gettiamo qualcosa in un buco della memoria.
    E' una critica alla tremenda sensibilità al potere carismatico, che sia quello del Partito attualmente al potere (il cui leader, che pur non si vede mai, comunque si adora) o quello di un fantomatico Nemico del potere, a cui ci si appoggia per arrivare alla rivoluzione, ma che poi si scopre essere uguale a chi c'era prima.
    Come diceva Pape, il libro punta anche il dito verso l'impoverimento della lingua (che finisce con l'essere strumento di controllo): impoverimento che è tanto evidente anche oggi.
    E' ovviamente anche una critica al potere in sè, che basta a se stesso, che nelle sue tremende dinamiche coinvolge anche chi lo esercita.
    E queste sono solo alcune delle tematiche affrontate dal testo.
    1984 è un libro fondamentale, e onestamente sconsigliarlo mi pare un sacrilegio

    EDIT:
    Correggere troppo spesso (mentre si risponde), ciò che si scrive, porta all'esistenza di un numero incredibile di errori nel testo
    Ultima modifica di L33T; 15-12-2002 alle 23:51:00
    Es ist nichts schrecklicher als eine tätige Unwissenheit.

  14. #14
    Premier di Prussia L'avatar di 8Squall7
    Registrato il
    10-02
    Località
    Albion
    Messaggi
    2.827
    Sto genere lo odio, tutta filosofia concetti, ma nn ti attassa leggere ste cose???? io manco la voglia di leggere il prologo avrei.

    Ma leggiti libri d'avventura o gialli e ti arricrii.
    PS2 e XBOX RULEEEEEZZZ
    FABLE: The power to become a legend


    PADRINO DELLA MAFIA PRUSSIANA

    MOLTI SI SARANNO CHIESTI PERCHE' NON POSTO, BEH, STO GIOCAMDPO A ULTIMA ONLINE, QUINDI CAPITE, LA SUA BELLEZZA RAPISCE CHI GIOCA, QUINDI NON SO' QUANDO E SE TORNERO',CIAO RAGA.

  15. #15
    Utente L'avatar di Flagg
    Registrato il
    10-02
    Località
    Leng
    Messaggi
    575
    Inviato da 8Squall7
    Sto genere lo odio, tutta filosofia concetti, ma nn ti attassa leggere ste cose???? io manco la voglia di leggere il prologo avrei.

    Ma leggiti libri d'avventura o gialli e ti arricrii.
    Guarda che nessun concetto è espresso esplicitamente nel libro. C'è una storia con un filo conduttore abbastanza interessante, logico però che se ti fermi ad essa hai letto il libro per niente.

    (Non si parlava mica di impoverimento della lingua? )
    Ricorda: quando leggi Agorà, anche Agorà sta leggendo dentro di te.

Pag 1 di 4 1234 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •