• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 23

Discussione: Sulla complessita' dei giochi.

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di Raibaz
    Registrato il
    02-04
    Messaggi
    10

    Sulla complessita' dei giochi.

    L'altro ieri ho comprato PES3 e Wario Ware, e dopo 3 giorni di gioco intenso come non mi capitava da tempo, mi sono trovato con delle domande.
    PES3 e' senza dubbio lo stato dell'arte dei giochi di calcio: si puo' fare praticamente qualsiasi cosa col pallone senza grosse difficolta, e visivamente rende tantissimo.
    Wario Ware, invece, e' l'esatto opposto: usa solo UN tasto, dove PES3 usa tutti e 8 i tasti del dual shock piu' una leva analogica, eppure e' ugualmente vario, se non di piu'.
    Allora io mi chiedo: c'e' veramente bisogno di un sistema di controllo cosi' complesso per avere un gioco divertente?
    In questo momento ho in mente soprattutto alcuni fps su pc, che usano tutti e 108 i tasti della tastiera per farti sparare alle spalle con l'arma quaternaria impugnandola con la mano sinistra e tirando il grilletto col mignolo mentre ti muovi a carponi con un formaggino nel naso...ma serve veramente?
    E' questo che crea divertimento? (o ludogodimento, per dirla alla Videogiochi)
    Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate.

  2. #2
    Xer Xian L'avatar di Dark Fantasy
    Registrato il
    07-03
    LocalitÓ
    Castelvetrano
    Messaggi
    1.166
    Non Ŕ questo che crea divertimento, ma, data la sempre crescente complessitÓ dei vg, che pu˛ essere futile o meno, si rende necessario un sistema di controllo pi¨ articolato e che necessita di diversi pulsanti, per compiere le azioni pi¨ disparate.
    Insomma, la complessitÓ di un sistema di controllo Ŕ strettamente proporzionale a quella della giocabilitÓ: nel caso di PES, per implementare gran parte delle mosse del calcio sono stati necessari otto pulsanti, al contrario, per Wario Ware, che offre mini-minigiochi che devono necessariamente avere una meccanica di gioco lampante e very easy, un sistema di controllo che consta di pochissimi tasti Ŕ l'unica possibilitÓ da prendere in considerazione.
    斑鳩

    スコア ノーマル > 34,434,560 | スコア ハード > 28,973,870

  3. #3
    Les encompetent L'avatar di melaQ
    Registrato il
    09-03
    Messaggi
    615
    Certo, sarebbe stato possibile implementare un medodo di controllo context sensitive e far eseguire ai giocatori di pes scatti, finte, controfinte e pallonetti grazie a due soli tasti.

    Ma cosa avremmo ottenuto? Probabilmente il pi¨ becero degli arcade calcistici dove dopo un paio di partite qualsiasi giocatore avrebbe potuto esibirsi in numeri che nemmeno il real di zidane, beckam, figo e ronaldo.

    Non so a te, ma a me il concetto di 'tutto e subito' se applicato ad una simulazione sportiva non attrae per nulla. Vuoi mettere la soddisfazione di eseguire una triangolazione perfetta con cross al centro e girata al volo nel sette, sapendo che la cosa non Ŕ un semplice frutto del caso?..

    Forse hai semplicemente sbagliato il paragone iniziale: la semplicitÓ del metodo di controllo da sola non Ŕ sufficiente a garantire il divertimento in tutti i videogame. IMHO
    aka ConiglioFrank

    In this world, a man himself, it's
    nothing...

  4. #4
    Utente L'avatar di Raibaz
    Registrato il
    02-04
    Messaggi
    10
    melaQ

    Forse hai semplicemente sbagliato il paragone iniziale: la semplicitÓ del metodo di controllo da sola non Ŕ sufficiente a garantire il divertimento in tutti i videogame. IMHO
    Si, in verita' intendevo questo
    Pero' anche "la complessita' del metodo di controllo da sola etc etc"..., imho....

    E allora c'e' un legame tra complessita'/semplicita' dei controlli e divertimento?

  5. #5
    Redattore L'avatar di pape
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    9.791
    Raibaz [size=1]

    E allora c'e' un legame tra complessita'/semplicita' dei controlli e divertimento?
    certo che sý! Il fatto Ŕ che non Ŕ un valore assoluto il sistema di controllo, ma Ŕ relativo a ogni singolo gioco. Riprendendo l'esempio di PES, il sistema di controllo che utilizza tutti i tasti risulta fondamentale per garantire varietÓ e permettere al giocatore di essere protaogonista. Di contro, i due tasti di Vib Ribbon o le due leve analogiche di Luigi's Mansion regalano ore di emozioni grazie proprio alla lora intuitivitÓ.

    Pape

  6. #6
    C♥D be ballin' L'avatar di C.D
    Registrato il
    11-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    2.065
    E' certamente piu' difficoltoso implementare un sistema di controllo semplificato nel numero di tasti, ma in grado di adattarsi a quanto accade nell' ambiente circostante e reagire dinamicamente, piuttosto che delegare a ventotto tasti differenti, azioni apparentemente scollagate tra loro, contribuendo a frammentare l' esparienza legata alla disciplina in corso di simulazione e dunque minando il relativo approccio simulativo del titolo in questione.
    Ad esempio in un videogioco che tratti di Tennis io suggerirei l' ausilio di soli due tasti, uno per l' azione dalla parte destra, ed un altro per quella dal lato opposto unitamente ad una gestione del movimento nell' area giocabile dell'atleta per mezzo di uno dei due stick, mentre il gemello controlla la traiettoria della pallina in combinazione con uno dei due sopracitati bottoni.
    Allora si comincerebbe a ragionare. E niente grilletti, mi raccomando.
    A livello subcellulare la perfezione si manifesta come raggiungimento del limite della specializzazione, intesa come massima semplicita' funzionale, nelle dimensioni piu' contenute.
    Non vedo perche' qui dovrebbe essere diverso.
    Ultima modifica di C.D; 5-02-2004 alle 22:16:11

  7. #7
    Les encompetent L'avatar di melaQ
    Registrato il
    09-03
    Messaggi
    615
    C.D

    E' certamente piu' difficoltoso implementare un sistema di controllo semplificato nel numero di tasti, ma in grado di adattarsi a quanto accade nell' ambiente circostante e reagire dinamicamente, piuttosto che delegare a ventotto tasti azioni apparentemente scollagate tra loro, contribuendo a frammentare l' esparienza legata alla disciplina in corso di simulazione e dunque minando il relativo approccio siomulativo del titolo in questione.
    Ad esempio in un videogioco che tratti di Tennis io suggerirei l' ausilio di soli due tasti, uno per l' azione dalla parte destra, ed un altro per quella dal lato opposto unitamente ad una gestione del movimento nell' area giocabile dell'atleta per mezzo di uno dei due stick, mentre il gemello controlla la traiettoria della pallina in combinazione con uno dei due sopracitati bottoni.
    Allora si comincerebbe a ragionare. E niente grilletti, mi raccomando.
    Nelle mie nottate alcooliche (retaggio del passato, ormai), avevo pensato anche ad una simulazione calcistica per ps2 in cui il giocatore fosse gestito in prima persona grazie al solo ausilio delle due levette analogiche, una per ogni gamba...
    Ogni partita sarebbe stata equiparabile, per sforzo fisico, ad una otto/ore/non/stop di Track'n'Field .
    aka ConiglioFrank

    In this world, a man himself, it's
    nothing...

  8. #8
    C♥D be ballin' L'avatar di C.D
    Registrato il
    11-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    2.065
    melaQ

    Nelle mie nottate alcooliche (retaggio del passato, ormai), avevo pensato anche ad una simulazione calcistica per ps2 in cui il giocatore fosse gestito in prima persona grazie al solo ausilio delle due levette analogiche, una per ogni gamba...

    Allora siamo in due.
    Tuttavia io propenderei per una classica visuale tribunica.

    melaQ [size=1]
    Ogni partita sarebbe stata equiparabile, per sforzo fisico, ad una otto/ore/non/stop di Track'n'Field . [/i]
    Non sono d' accordo. La mia visione aveva un' ottima giocabilita'.
    Peccato non contemplasse la fruizione di una modalita' multiplayer.

  9. #9
    C♥D be ballin' L'avatar di C.D
    Registrato il
    11-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    2.065
    melaQ

    Nelle mie nottate alcooliche (...)
    Ora che ci penso pero', io sono astemio.

  10. #10
    Capo Flodders 18enne L'avatar di SCONOSCIUTO
    Registrato il
    04-03
    LocalitÓ
    A casa mia
    Messaggi
    6.714
    Tu parli di Pro Evolution Soccer, ma PES Ŕ un gioco di calcio, DEVE utilizzare un buon numero di tasti per permettere tutti i tiri e le acrobazie possibili. Al contrario, Wario Ware, Ŕ appartiene ad un'altra tipologia di game e non richiede l'ausilio di centinaia di tasti. Credo che al di lÓ del genere non siano necessari milioni di tasti per divertire. L'esempio pi¨ lampante Ŕ Super Mario Bros!

  11. #11
    Les encompetent L'avatar di melaQ
    Registrato il
    09-03
    Messaggi
    615
    C.D Non sono d' accordo. La mia visione aveva un' ottima giocabilita'.
    Peccato non contemplasse la fruizione di una modalita' multiplayer. [/i]
    Sottovaluti la potente funzione online di playstation2.

    Che bello giocatore sarebbe sai
    ventidue palloni in campo...

    Ognuno tira nella porta che vuole
    e nessuno lo sgrida...

    Persino il Luca di Montezuma
    dal suo elicottero atzeco gli incassi devolverÓ...


    da: Giocatore Mondiale - Elio e le Storie Tese
    aka ConiglioFrank

    In this world, a man himself, it's
    nothing...

  12. #12
    C♥D be ballin' L'avatar di C.D
    Registrato il
    11-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    2.065
    melaQ

    Sottovaluti la potente funzione online di playstation2.

    C.D


    Non sono d' accordo.La mia visione aveva un' ottima giocabilita'.
    Peccato non contemplasse la fruizione di una modalita' multiplayer.
    No, no, hai frainteso.
    E' che la mia testa non ha una porta USB per il modem.

  13. #13
    Future Team Singer&Biker L'avatar di alegalli
    Registrato il
    10-02
    LocalitÓ
    Saronno - Repax Village
    Messaggi
    1.701
    melaQ

    Nelle mie nottate alcooliche (retaggio del passato, ormai), avevo pensato anche ad una simulazione calcistica per ps2 in cui il giocatore fosse gestito in prima persona grazie al solo ausilio delle due levette analogiche, una per ogni gamba...
    A questo avevo pensato anch'io, ma Ŕ un filino assurdo.

    Invece, mi piace la piega che sta prendendo il passaggio manuale in PES3. Se la direzione della leva destra indicasse... la direzione, l'inclinazione della stessa la potenza e si riuscisse a implementare una sorta di "after touch" in stile Kick Off 2 per determinare altezza ed effetto (che ancora non c'Ŕ), PES si potrebbe giocare in maniera elementare solo con le due leve, lasciando agli altri tasti finte schiemi e gÓzi vari.

    ag
    "Il prezzo della libertÓ Ŕ l'eterna vigilanza" - Wendell Phillips

  14. #14
    vuole solo la juveh!1!1!! L'avatar di Vulcan Raven
    Registrato il
    03-03
    LocalitÓ
    un puntino in prov. NA
    Messaggi
    31.905

    Re: Sulla complessita' dei giochi.

    Raibaz

    L'altro ieri ho comprato PES3 e Wario Ware, e dopo 3 giorni di gioco intenso come non mi capitava da tempo, mi sono trovato con delle domande.
    PES3 e' senza dubbio lo stato dell'arte dei giochi di calcio: si puo' fare praticamente qualsiasi cosa col pallone senza grosse difficolta, e visivamente rende tantissimo.
    Wario Ware, invece, e' l'esatto opposto: usa solo UN tasto, dove PES3 usa tutti e 8 i tasti del dual shock piu' una leva analogica, eppure e' ugualmente vario, se non di piu'.
    Allora io mi chiedo: c'e' veramente bisogno di un sistema di controllo cosi' complesso per avere un gioco divertente?
    In questo momento ho in mente soprattutto alcuni fps su pc, che usano tutti e 108 i tasti della tastiera per farti sparare alle spalle con l'arma quaternaria impugnandola con la mano sinistra e tirando il grilletto col mignolo mentre ti muovi a carponi con un formaggino nel naso...ma serve veramente?
    E' questo che crea divertimento? (o ludogodimento, per dirla alla Videogiochi)
    Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate.
    differenze tra videogiochi PC e Console.
    io li uso entrambi, e mi diveto uguale.
    chiaro che i giochi da console sono improntati verso un modello pi¨ immdeiato, alla "party game" rispetto ad un prodotto per PC.

  15. #15
    Utente L'avatar di Raibaz
    Registrato il
    02-04
    Messaggi
    10
    alegalli

    Invece, mi piace la piega che sta prendendo il passaggio manuale in PES3. Se la direzione della leva destra indicasse... la direzione, l'inclinazione della stessa la potenza e si riuscisse a implementare una sorta di "after touch" in stile Kick Off 2 per determinare altezza ed effetto (che ancora non c'Ŕ), PES si potrebbe giocare in maniera elementare solo con le due leve, lasciando agli altri tasti finte schiemi e gÓzi vari.

    In effetti gusta anche a me...gia' quando ho visto la prima volta in pes2 la possibilita' del passaggio manuale mi immaginavo dei gran lanci negli spazi vuoti et similia...peccato che fosse implementato maluccio (o forse non mi ci sono applicato abbastanza) e i passaggi giusti fossero uno ogni millemila...
    In pes3 la cosa sembra un po' piu' precisa...se in pes4 ci fosse una cosa simile a quella descritta da alegalli...penso sarebbe difficile migliorare ancora
    Pero' purtroppo credo sia piuttosto difficile da realizzare...non la vedo molto facile far gestire tutti i tipi di calcio, dal passaggio a mezzo metro alla fucilata assassina, nel poco spazio della levetta analogica del dual shock, e farlo anche in un modo sufficientemente preciso...ma si vedra'

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •