Ho iniziato Zelda da relativamente poco (30 ore), e per il momento mi sento davvero di lodarlo, ma non come videogioco, ma come opera d'arte e addirittura esperienza di vita. AldilÓ del divertimento, del ragionamento per risolvere i puzzle dei dungeon o gli enigmi degli shire, Ŕ il flusso di emozioni continuo che mi raggiunge a renderlo sicuramente una pietra miliare della storia videoludica in primis, e della mia esperienza con i videogiochi in secundis. Difficilmente mi imbarcher˛ in un gioco open world con il peso di un'avventura del genere alle spalle. Mi piacerebbe molto andare ad analizzare le piccole cose che mi hanno toccato l'anima e fatto sgranare gli occhi, facendomi riscoprire una parte di me stesso che credevo sopita.
Purtroppo tra lavoro e il giocare, non posso iniziare una specie di "diario di viaggio" magari su youtube, ma sarebbe davvero splendido riuscire a fotografare le mie emozioni e i miei pensieri nell'esplorare questa rivisitazione di Hyrule.