Movies
   

[Rumor] Wonder Woman 2: Gal Gadot ci sarà, ma a una condizione

 

Sono solo delle voci che non hanno ancora dei contorni certi, ma sembrerebbe che Gal Gadot abbia richiesto espressamente a Warner Bros. di rimuovere dal sequel di Wonder Woman Rat Pac/Dune Entertainment, la production company di Brett Ratner. Le indiscrezioni, diffuse da Page Six, non sono state ancora confermate né dall’attrice israeliana né tanto meno da fonti interne al progetto. La presunta richiesta sarebbe venuta fuori in seguito alle accuse di molestie sessuali mosse tramite il Los Angeles Times dall’attrice Ellen Page nei confronti dei comportamenti inopportuni di Brett Ratner.

Quel che è certo è che la decisione della Warner Bros. non sarebbe per niente facile, visti i finanziamenti ricevuti in passato dalla compagnia di Ratner in film come Dunkirk, The LEGO Movie e Batman v Superman: Dawn of Justice. Tra l’altro, la scadenza dell’accordo tra Warner Bros. e Rat Pac-Dune Entertainment è fissata per la primavera del 2018. Secondo i rumors, la major di Burbank  sarebbe già sulle tracce di un nuovo partner per cofinanziare Wonder Woman 2. La volontà della storica casa di produzione, infatti, sarebbe quella di preservare la protagonista Gal Gadot sacrificando la collaborazione con la company di Ratner, in base anche ai grandissimi incassi di quello che attualmente è il DC franchise di maggior successo.

Non ci resta che aspettare eventuali conferme sulla faccenda, che, in caso affermativo, porterebbero il team di lavoro a sciogliere qualsiasi accordo con Brett Ratner considerando il rischio di un possibile passo indietro di Gal Gadot in difesa della sua etica professionale. La data di uscita di Wonder Woman 2, diretto da Patty Jenkins, dovrebbe essere confermata nelle sale USA a partire da dicembre 2019.