Videogiochi
0Commenti

SBK Generations – Anteprima

by on 30/04/2012
 
NON PERDERTI NIENTE! SEGUI GAMESVILLAGE.IT
Altre informazioni su: 
Questo articolo è riferito a: 

Milestone mette in pista le leggende della SBK, nella nostra anteprima di Generations per PC, Xbox 360 e PS3.

Dal fango di MUD – FIM Motocross World Championship (di cui potete leggere la nostra recensione qui) all’asfalto rovente dell’ormai prossimo SBK Generations: la primavera di Milestone si annuncia davvero rovente. In attesa di mettere le mani e di aprire il gas sul codice definitivo del secondo, mi sono accontentato di fare qualche giro su una versione d’anteprima: un piccolo assaggio di quello che troveremo in SBK Generations, in uscita alla fine della prossima settimana.

La prova in pista si è concentrata sulla “SBK Experience”, una modalità a scenari che si annuncia sfiziosa per la possibilità di sfidare alcune vere e proprie leggende di questa categoria, tanto che nel gioco troverete anche le moto appartenenti alle SuperSport e SuperStock 1000): non per nulla, affrontare sua maestà Carl “The King” Fogarty ha un indubbio fascino per il centauro videoludico. La suddetta modalità è composta da ben 44 sfide che propongono al giocatore obiettivi di diverso tipo, dalla possibilità di sfidare le leggende in spettacolari testa a testa, fino al battere un particolare record in una determinata pista, e così via. Insomma, siete pronti a sconfiggere il buon “Foggy” ad Assen (quello che possiamo considerare come il suo circuito di casa, considerando le 12 vittorie conquistate, un record assoluto!) con una Ducati 996 del 1999? E non vi basterà tagliare per primi il traguardo per completare l’obiettivo: per vincere, infatti, dovrete distanziare il fenomeno britannico di almeno 4 secondi!

Se le sfide con le leggende si annunciano toste, quelle dedicate alle stagioni 2009/2010/2011/2012 del campionato Superbike si rivelano un po’ più accessibili. Vi troverete a correre sul bagnato ad Assen cercando di tagliare il traguardo entro un certo limite e senza alcuna caduta. Oppure a domare una MV Agusta F4 312 del 2009, con l’obiettivo di impennare per una quindicina di secondi senza mai cadere. In ogni prova il giocatore si troverà a gareggiare con una determinata moto, ma potrà usufruire di un gradito aiuto per non uscire di pista: la traiettoria dinamica. Si tratta nel complesso di una modalità interessante, non vi è alcun dubbio.

Oh… c’è anche il brutto tempo, come da prassi.

Pur non avendo potuto provare nessun’altra delle modalità che troveremo nella versione finale del gioco, visto che nel codice anteprima erano bloccate, sono comunque riuscito a farmi un’idea abbastanza precisa a proposito di alcuni aspetti importanti, soprattutto se rapportati ai precedenti episodi della serie. Per dire, in pista non ho notato grossi stravolgimenti rispetto a quanto visto in SBK 11: una volta scelto il tipo di simulazione (nei menu di gioco è possibile configurare un buon numero di parametri) l’esperienza di guida cambia in modo netto. Dal consumo delle gomme fino all’aggressività dei piloti guidati dalla CPU, tutto in SBK Generations sembra essere stato migliorato dai ragazzi di Milestone. Il motore che regola la fisica della moto, a mio avviso, rimane il fiore all’occhiello di questa produzione: le gare si annunciano drammaticamente intense, con avversari pronti a capitalizzare ogni vostro errore o incertezza. Per quanto concerne il comparto tecnico, invece, SBK Generations non sembra discostarsi molto dal precedente lavoro di Milestone: i modelli poligonali delle moto e dei piloti sono più che discreti, le animazioni non aggiungono sostanzialmente nulla di nuovo, mentre l’asfalto e i tracciati cominciano ad apparire un po’ troppo datati e privi di dettaglio.

I numeri di SBK Generations sono comunque di grande impatto: si parla di 60 modelli diversi di moto, 223 piloti e 17 circuiti (è stato aggiunto il tracciato di Aragòn, Spagna), mentre la modalità multiplayer online prevede sfide all’ultima staccata fino a 16 giocatori umani. A breve l’ardua sentenza.

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Commenta per primo!
 
Inserisci Commento »

 


Devi Effettuare il Log in Per pubblicare un commento