Videogiochi

Crackdown 3 non è a rischio, secondo un insider

di 11/01/2017
 

Nella giornata di ieri la cancellazione di Scalebound ha per un attimo destabilizzato l’intera community, incerta sul futuro di Xbox One senza uno dei suoi pezzi da novanta. Mentre Microsoft si affrettava a rassicurare l’utenza, sostenendo di stare lavorando duramente su altri progetti per l’anno in corso ed oltre, già annunciati o meno, gli insider si sono letteralmente scatenati, fornendo parecchi retroscena sui motivi che hanno portato il colosso di Redmond a prendere una simile decisione.

Alcuni, cavalcando l’onda, hanno perfino iniziato a bisbigliare che anche Crackdown 3 potesse avere seri problemi di sviluppo, tali da portarlo molto vicino ad essere a sua volta cancellato. Fortunatamente è stato proprio uno fra quelli che ieri hanno diffuso più informazioni su Scalebound, ovvero shinobi602, a placare gli animi per quanto riguarda l’open world di Reagent Games. Come affermato dall’insider in un tweet, infatti, il gioco avrebbe avuto delle difficoltà durante lo sviluppo, ma “tutti i videogiochi sono difficili da sviluppare”, e incontrare qualche problema non significa necessariamente che la cancellazione del progetto sia dietro l’angolo.

A questo punto, non ci resta che aspettare comunicazioni ufficiali e più dettagliate da parte di Microsoft, non soltanto riguardo Crackdown 3, ma per tutta la line-up dell’anno in corso.