Videogiochi

[MGW 2017] Terrorbane, quando i bug diventano opportunità

 

Al booth AESVI la nostra attenzione è stata attratta anche da Terrorbane, titolo sviluppato da MatteoAndrea Leoni (rispettivamente graficodeveloper) e Luca Spazzoli (lead design). Il concept alla base del titolo è davvero particolare: il giocatore, quindi noi, è chiamato ad interpretare Terrorbane, il protagonista del gioco. La trama del gioco è semplice e, al contempo, decisamente originale: un developer dannatamente incompetente ha creato un titolo al quale vuole forzatamente far giocare i gamer. E fin qui, direte voi, non ci discostiamo dalla realtà (in alcuni casi).

Ed è qui che le cose si fanno divertenti: il titolo è praticamente, come accennato in apertura, un unico groppo di bug ed errori di programmazione. Il giocatore dovrà sfruttare questi bug per poter procedere nel mondo di gioco, che non risponderà ne’ a quanto si aspetta il protagonista ne’ tantomeno a quanto ideato dallo stesso sviluppatore. Scopo del giocatore sarà quello di aggiustare, finendo di romperlo, un gioco che nasce brokenfallato. Per farlo potremo utilizzare e combinare i bug che troveremo nel corso della nostra avventura.

Non solo bug ma anche una componente action e puzzle, che s iesprime al meglio nei combattimenti contro i vari nemici che potremo affrontare nel corso del nostro avanzare nei livelli pieni di glitch e bug di Terrorbane. Una delle proposte più singolarifuori dagli schemi tra quelle proposte allo stand AESVI, presente alla Milan Games Week con oltre cinquanta titoli indie tutti Italiani. Terrorbane sarà disponibile nel cors odel 2018 per PCMacLinux. Vi invitiamo a rimanere sulle nostre pagine per essere costantemente aggiornati su tutte le novità in arrivo dalla kermesse meneghina.