Videogiochi

Brendan Greene: PUBG 2 non arriverà così presto

di 23/10/2017
 

Considerato l’enorme successo e i record raggiunti da Playerunknown’s Battlegrounds, appare ovvia la scelta di BlueHole Studio di continuare a supportare il titolo per un lungo periodo di tempo. Il Playerunknown originale e creatore del gioco, Brendan Greene, ha fatto sapere, inoltre, che un ipotetico secondo capitolo non arriverà in tempi brevi.

Durante una recente intervista rilasciata a IGN, Greene, rispondendo direttamente a una domanda sui prossimi cinque anni di PUBG e sull’eventuale sequel, ha respinto in maniera decisa questa prospettiva sul futuro del gioco. Ha fatto sapere che i giocatori potrebbero trovarsi di fronte a un Playerunknown’s Battlegrounds che prenderà la strada dei modelli games-a-service, con il team di sviluppo che si occuperà di aggiornare e rinnovare i contenuti con continue patch, piuttosto che lavorare su PUBG 2.

Greene, inoltre, ha fatto sapere che: ” Stiamo costruendo questo gioco come se fosse un service, tuttavia avremo ancora la copia fisica che sarà possibile acquistare e abbiamo ancora intenzione di pulire e rifinire tutti i dettagli. Vogliamo aggiungere nuove mappe, nuovi asset e migliorare costantemente il gameplay per bilanciare e ottimizzare il progetto con il proseguire del tempo“. Queste parole non sono, ovviamente, una bocciatura definitiva nei confronti di un possibile PUBG 2, tuttavia, lo sviluppo di questo ipotetico secondo capitolo non prenderà il via molto presto.