Videogiochi

Ben 10 – Recensione

di 13/11/2017
 

Quando andavo a scuola e parlavamo di videogiochi, concordavamo quasi tutti che i titoli ispirati ai cartoni animati o ai film per bambini fossero poco curati. Ci sono certamente state negli anni numerose eccezioni alla regola, ma è vero che alcuni giochi, soprattutto con un target molto infantile, non sono fenomenali. Iniziando a giocare a Ben 10 su Nintendo Switch perciò non sapevo bene cosa aspettarmi, ed ero pronta a valutare pro e contro del titolo anche considerando che è pensato per i piccoli fan del cartone in onda su Cartoon Network, che probabilmente badano più all’atmosfera e alla caratterizzazione dei personaggi che all’effettivo gameplay.

In caso non siate familiari con la trama dell’opera, vi riassumo brevemente che racconta di Ben Tennyson e della sua strampalata vacanza estiva con il nonno e la cugina. Il ragazzino trova nel bosco un manufatto alieno che ricorda vagamente un orologio, e grazie ad esso ottiene il potere di trasformarsi in dieci diverse creature aliene, ognuna delle quali è dotata di proprie caratteristiche ed abilità. Così come avviene nel cartone animato, la prima trasformazione a disposizione è quella in “Inferno”, che, come suggerisce il nome, può sfruttare attacchi basati sul fuoco per avere la meglio sui nemici (e per danneggiare irreparabilmente ciò che lo circonda). Proseguendo lungo i sei livelli presenti nel gioco verranno progressivamente sbloccati gli altri alieni, in cui Ben potrà mutare in qualsiasi momento.  Gli extraterrestri possiedono tutti un nome, una personalità e un doppiaggio caratteristico, e continuano a ripetere le loro battute e slogan preferite. XLR8 ad esempio è una sorta di dinosauro velocissimo e divertente da usare, mentre Materia Grigia è un piccolo alieno grigio che ricorda quelli dell’iconografia classica degli ufologi, molto intelligente e capace di lanciare sfere di energia. Alcune sezioni di gioco richiedono l’utilizzo di una specifica forma, per sfruttare la sua abilità speciale e spostarsi o superare ostacoli: in questi casi il gioco lo segnala con un testo a schermo che include anche l’icona del singolo alieno.Nonostante le svariate trasformazioni, Ben 10 per Switch è un picchiaduro a scorrimento con pochissima varietà: si avanza, si incontra un gruppo di nemici da sconfiggere per poter proseguire e si ricomincia da capo col gruppo successivo. Sostanzialmente, l’unica variazione è la presenza di un boss ogni due livelli, peraltro non banale e caratterizzato spesso da battaglie piuttosto lunghe. Ogni livello dura all’incirca 20-25 minuti e quindi in un paio d’ore il titolo si conclude, inoltre non esiste post-game, se non si considera la possibilità di rigiocare le varie sezioni per collezionare le tre carte nascoste in ognuno di essi. Ogni alieno è potenziabile tre volte spendendo sfere di energia che si ottengono distruggendo oggetti o sconfiggendo i nemici, e ciò consente ad esempio di infliggere danni maggiori agli avversari o di stordirli.

Gli scontri non sono particolarmente complessi per un giocatore adulto, ma possono diventare impegnativi per un pubblico più giovane e ancora inesperto. Non sono comunque mai proibitivi neppure per un bambino, che probabilmente può divertirsi anche nel ripetere le stesse combo e nel distruggere l’ambientazione. Purtroppo, ogni tanto il gioco “perde” i comandi: nonostante si prema il tasto per attaccare, il personaggio rimane fermo per qualche secondo. Non sono riuscita a comprendere se sia una limitazione che fa parte del gameplay, per inserire una sorta di tempo di ricarica dopo alcune combo, o un errore vero e proprio. Per fortuna comunque questo problema si verifica sporadicamente, ma può comunque causare qualche grattacapo nei momenti più concitati.

La realizzazione tecnica del gioco è modesta, ma supera ampiamente la sufficienza, cosa non scontata per i titoli che sfruttano licenze di questo tipo. La grafica e le animazioni sono molto semplici, ma comunque carine e i personaggi sono assolutamente identici a quelli del cartone animato, elemento che sarà molto apprezzato dai fan, mentre purtroppo gli sfondi appaiono scarni e ripetitivi. Decisamente frequenti sono i cali di framerate, non solo nelle situazioni più frenetiche, ma anche nelle sezioni tranquille, difficili da giustificare, vista la semplicità delle ambientazioni, spoglie di particolari ed elementi su schermo.Anche il comparto sonoro non eccelle: le musiche di sottofondo sono estremamente semplici e ripetitive, e alcuni effetti sonori risultano fastidiosi. Non riesco ad immaginare se un giovane giocatore possa trovare molto seccante una soundtrack che si ripete a loop ogni pochi secondi, ma personalmente mi ha davvero fatto impazzire. L’ultima ciliegina, negativa, sulla torta è l’assenza del doppiaggio in italiano: visto il tipo di prodotto e il target a cui si rivolge, è una scelta perlomeno discutibile, soprattutto considerando che i dialoghi sono spesso gradevoli e le battute divertenti. I sottotitoli sono sempre presenti, ma con errori di traduzione, molto evidenti nei giochi di parole o nei modi di dire inglesi. Nonostante tutto, però, i difetti elencati potrebbero essere insignificanti agli occhi di un bambino appassionato del cartone animato, che cerca solo un po’ di svago ai comandi degli alieni che ha imparato ad apprezzare davanti alla televisione. Pensando ai giocatori giovani, c’è da segnalare come i comandi siano davvero facili da padroneggiare: qualunque bambino può subito imparare a giocare. Inoltre non è necessario saper leggere per godere il gioco, tranne forse per comprendere cosa faccia ogni singolo potenziamento sbloccato, è questo è un valore aggiunto per i più piccini. Segnalo infine come il gioco non sia compatibile col Pad Pro di Nintendo Switch, ma solo con i Joy-con.

Info
 
Piattaforma:
Pro
  • Facile e adatto ai bambini
  • Numerose trasformazioni e potenziamenti
  • Contro
  • Ripetitivo
  • Frame-rate instabile
  • Non è doppiato in italiano
  • Editor Rating
     
    Globale
    6.5

    Voto
    6.5

    Hover To Rate
    User Rating
     
    Globale

    Voto Utenti

    You have rated this

    Commento
     

    Ben 10 è un picchiaduro a scorrimento facile e un po' ripetitivo, che non presenta grande appeal per i giocatori adulti. Al contempo, potrebbe divertire molto i piccoli fan della serie, per i quali è evidentemente pensato e bilanciato. Peccato non sia doppiato in italiano: i dialoghi sono divertenti e sicuramente appassionanti per chi segue il cartone animato.