Nasce AESVI 4 Esports, il ramo dell’associazione italiana dedicato al gaming competitivo

ESL

AESVI, l’associazione di categoria che rappresenta l’industria dei videogiochi in Italia, ha dato vita ad AESVI 4 Esports, ramo dell’associazione che si occuperà di eSports e, in generale, di rappresentare tutte le imprese italiane operanti nel settore del gaming competitivo.

Nasce AESVI 4 Esports, ramo dell’associazione dedicato al gaming competitivo

Tra i soci fondatori, tre organizzatori di eventi esports (PG Esports, Progaming/ESL e HEL – Hellodì Esports Lab) e 7 team esports (Exeed, HSL Esports – Hic Sunt Leones, Mkers, Moba ROG, NLE – Notorious Legion Esports, QLASH, Samsung Morning Stars).

AESVI 4 Esports si occuperà di mettere insieme e dar voce agli operatori di settore per trovare soluzioni comuni ai problemi dello sviluppo degli esports in Italia, con tre priorità principali: comunicare in maniera efficace con i media e le istituzioni, sviluppare il business degli operatori italiani e risolvere alcune problematiche legali e burocratiche che ostacolano lo sviluppo del settore.

Secondo l’ultimo report, gli esports sono un settore in forte crescita in Italia: oltre 350mila persone seguono quotidianamente eventi esports e il bacino di utenza si allarga a 1 milione e 200 mila utenti se si considerano coloro che seguono almeno un evento a settimana.

AESVI 4 Esports sarà inaugurato ufficialmente il 26 settembre in occasione di Milan Games Week, mentre a metà ottobre, al Festival dello Sport di Trento, si terrà la presentazione della Guida agli Esports, un vademecum sul mondo del gaming competitivo dedicato all’approfondimento di un fenomeno in costante espansione.

Nato nello scorso millennio con una console fra le mani e rimasto per molti anni confinato nel mondo distopico della Los Angeles del 2019, ha infine deciso di uscirne per divulgare al mondo intero le sue più grandi passioni: il videogioco in tutte le sue forme, il cinema (quello vero) e Dylan Dog.