The Elder Scrolls Online

The Elder Scrolls Online Gold Road Recensione: festeggiare un decennio di avventure

Dieci anni di The Elder Scrolls Online, da festeggiare con un'espansione molto ricca: Gold Road.

Dieci anni di The Elder Scrolls Online, da festeggiare con un'espansione molto ricca: Gold Road.

Questo è un anno cruciale per The Elder Scrolls Online, poiché l’MMO sviluppato da Zenimax Online, basato sulla celebre serie di RPG Bethesda, celebra il suo primo decennio. In questi dieci anni, il gioco ha affrontato significativi cambiamenti, mentre l’industria videoludica continua a evolversi, accelerata anche dalla pandemia che ha promosso la digitalizzazione e il gioco online. Tuttavia, nonostante le sfide, The Elder Scrolls Online ha costantemente cercato di rinnovare la sua formula basata sulla libertà e l’autonomia, tradizionalmente presenti nei giochi di ruolo Bethesda, adattandola al contesto MMO.

“The Gold Road”

L’espansione decennale, Gold Road, rappresenta un passo avanti importante per il gioco (qui trovate la nostra intervista con Rich Lambert). Il nuovo capitolo (disponibile, naturalmente, per PC, Xbox One, Xbox Series X|S, PlayStation 4 e PlayStation 5) include 30 ore di missione principale nella zona del West Weald, l’entusiasmante e potente sistema Scribing da padroneggiare e una storia indimenticabile che introduce un nuovo principe daedrico. Il gioco ora si concentra su un’intensa trama che prosegue gli eventi iniziati con Secret of Apocrypha, coinvolgendo il sapiente principe daedrico, Hermaeus Mora. L’arco narrativo, denominato Shadow Over Morrowind, ha introdotto Ithelia, Signora dei Cammini non Percorsi, il cui potere rischia di minacciare tutte le esistenze, compreso il piano di Oblivion stesso.

Al confine sud-occidentale di Cyrodiil e vicino a Valenwood e Gold Coast, Gold Road permette di esplorare il West Weald, una ricca provincia imperiale che non si esplora dai tempi di The Elder Scrolls IV: Oblivion. All’interno di questa nuova zona i giocatori potranno esplorare la città di Skingrad e Dawnwood, in cui scopriranno tante nuove missioni secondarie, boss mondiali, missioni Delve, dungeon pubblici e altro.

Il capitolo Gold Road introduce tanti nuovi obiettivi, oggetti e collezionabili, tra cui dieci potenti set di oggetti, tre oggetti Mitici unici, frammenti per il nuovo mazzo Patron di Tales of Tribute e anche un nuovo tipo di collezionabile, gli Skill Style. Gold Road include anche la nuova missione Trial per dodici giocatori: Lucent Citadel. Insieme a Gold Road arriva l’aggiornamento gratuito 42, che introduce una serie di miglioramenti al gioco base. La posta di gioco è stata rinfrescata, ponendo un’attenzione particolare a interfaccia e notifiche ed è stato introdotto anche l’obiettivo Adventurer Across a Decade, che celebra il 10º anniversario di ESO assegnando la skin “Fractured Glory” per aver completato tutte le missioni delle avventure più memorabili del gioco, incluse quelle di Gold Road.

Questo capitolo non è solo una sequenza di missioni per sconfiggere un nemico, ma una profonda esplorazione del personaggio di Ithelia. Fragile e testarda, vulnerabile ma potente, rappresenta una figura daedrica diversa dai classici antagonisti. La sua abilità di manipolare il destino aggiunge un elemento di incertezza, poiché il suo potere potrebbe portare alla distruzione se non controllato.

Scribing sì, Scribing no

Gold Road introduce anche il sistema dello Scribing, che consente ai giocatori di modificare le loro abilità esistenti con un grado di libertà significativo. Nonostante l’iniziale complessità, una volta padroneggiato, questo sistema si rivela cruciale per adattare le skill alle esigenze specifiche dei giocatori. Tuttavia, non tutte le quest di Gold Road mantengono lo stesso livello di eccellenza, e alcune innovazioni di gameplay, come lo Scribing, potrebbero non essere pienamente sfruttate fino a quando non saranno testate in attività di gruppo o PvP.

Un punto culminante di Gold Road è la nuova trial, Lucent Citadel, progettata per gruppi di 12 giocatori. Questa sfida è estremamente complessa, con boss e meccaniche che richiedono coordinazione e strategia avanzata. La versione veteran di Lucent Citadel rappresenta un vero banco di prova per i giocatori più esperti e determinati, evidenziando il continuo impegno di ESO nel fornire contenuti adatti a tutti i tipi di giocatori, dai casual agli hardcore.

In conclusione, mentre Gold Road segna un importante traguardo per The Elder Scrolls Online, con i suoi alti e bassi, continua a dimostrare il suo impegno nel migliorare e innovare in un mercato in continua evoluzione.

Piattaforme: PC, Xbox One, Xbox Series X|S, PlayStation 4, PlayStation 5

Sviluppatore: ZeniMax Online Studios

Publisher: Bethesda

Per concludere, Gold Road si presenta come un degno capitolo per celebrare il decimo anniversario di The Elder Scrolls Online. Sebbene spicchi per la sua narrativa eccellente, particolarmente grazie alla sua non-villain che offre momenti di grande soddisfazione, dal punto di vista del gameplay, il sistema di scribing non riesce a mantenere lo stesso livello di eccellenza. Questo è dovuto sia alla limitata libertà nella modifica delle skill, sia a una quest line che risulta ripetitiva più di altre. Tuttavia, nonostante queste osservazioni, continueremo a esplorare questa abilità in attesa del prossimo DLC, cercando di scoprire appieno le sue potenzialità. È possibile che nei prossimi mesi possa ancora sorprenderci e diventare una delle abilità fondamentali per ogni veterano che si rispetti.

Federica Farace, alias Sister Death, è la dimostrazione che i redattori sono come la cioccolata: quelli buoni stanno in Svizzera. Ama i vichinghi, i conigli, Conan, Star Wars e i videogiochi. Spera costantemente che nel mondo si scateni l'apocalisse zombi e non escludiamo che si stia dando da fare per accelerare il processo.