alibi-wedge
  • In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 4 1234 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 60

Discussione: L'omicidio di Garlasco

Cambio titolo
  1. #1
    None so vile L'avatar di Ghiwo
    Registrato il
    10-02
    Località
    Milano provincia
    Messaggi
    13.565

    L'omicidio di Garlasco

    A parte l'efferatezza dell'assassinio, io sono sconvolto da una cosa.
    Le due cugine... io non capisco come riescano a prendere sonno la notte, forse non ne hanno bisogno perché sono lupi mannari. Hanno sfruttato la tragedia in tutti i modi per avere visibilità: fotomontaggio 20 ore dopo con palle annesse sulla loro bellissima vacanza, pose accanto ai fiori che hanno messo, grappoli di interviste, memoriali sui settimanali scandalistici, balle circa la loro esperienza come giornaliste, show del padre che attacca la stampa citando Kafka... E' una cosa rivoltante, fa venire la pelle d'oca.

    Corriere.it

    GARLASCO (Pavia) — Signorina Paola Cappa, lei sogna di fare la giornalista: scriverebbe un memoriale sulla morte di sua cugina? La voce è sospesa, un attimo soltanto: «Non mi sembra giusto...». Ma lo farebbe o no? «Io sono molto predisposta a scrivere, sa? Sono quasi una giornalista. Studio comunicazione allo Iulm. Ho fatto una specie di praticantato all'Informatore Lomellino, il settimanale di Mortara. Articoli su Natalie Wood, sulla prima bomba a raggi X, su personaggi storici. Mi hanno dato anche una rubrica, "Accadde oggi"». Allora si può fare... «Mi faccia pensare... No, questa cosa no. Non voglio scrivere di mia cugina. È una storia che non è ancora finita. Cioè, al contempo vorrei, perché ho l'ambizione personale... Non potete propormi qualcosa d'altro? Con mio padre difendo i giornalisti anche in questi giorni, che ne scrivono di tutti i colori: lui non capisce, ma io so che cosa vuole dire. Però non posso, su Chiara. Non voglio sfruttarla. Mia cugina, se fosse qui, mi direbbe: sei proprio una... ». O due. Perché le Gemelle K sono così: dicono e non dicono. Scompaiono (dalle strade di Garlasco) per apparire (in tv). Montano foto finte e fotografano verità montate: Paola Cappa non ha mai dato una riga all'Informatore Lomellino, smentiscono i responsabili del settimanale («sì, la conosciamo, ma non ha scritto niente»). E il suo memoriale sulla cugina assassinata, «non voglio sfruttarla », in realtà è bell'e pronto: lo pubblica il settimanale Oggi, già in edicola. Cretinate, in un altro scenario. Cretinate pericolose, su una crime scene dove le gemelle hanno fatto di tutto per un'inquadratura da gabrielepaolini della cronaca nera. Da queste parti, ci sono troppi giornalisti accaniti a cercare notizie e troppi cani inferociti a difendere i cancelli: cosa, meglio di due cugine dell'assassinata che si truccano prima delle interviste e poi allungano il curriculum all'operatore di Mediaset? A Garlasco non le amano, le gemelle Cappa.
    Grande stima per il papà Ermanno, questo sì, che il curriculum se l'è allungato in una vita di studi: avvocato, dirigente della Banca regionale europea, componente della commissione legale dell'Abi, presidente dell'Associazione italiana giuristi d'impresa, autore di testi giuridici per Giuffrè, solo sei mesi fa sedeva vicino al vicepremier Francesco Rutelli in un convegno sulla riforma delle professioni... E che dire del più illustre zio di famiglia, il filosofo Giovanni Reale, il grande interprete di Platone, docente del San Raffaele e firma d'un manuale adottato nei licei di tutt'Italia? Buone parole anche per Cesare, il fratello maggiore delle ragazze, che da un po' se n'è andato a vivere nel paesino a fianco. E della mamma, Maria Rosa Poggi, la zia di Chiara, anche di lei s'addita una vita di lavoro: tanti anni coi Comelli, i proprietari dell'albergo Diamanti, proprio lì davanti. Dei 23 anni delle Gemelle K, ecco, non s'elencano gli stessi meriti. «Mirano sempre a fare le di più», dice duro un ex amico d'infanzia: «Fanno le vip, snobbano. Dicevano che avrebbero fatto le modelle, qualunque cosa pur di essere famose ». Poche frequentazioni garlaschesi, pochi hobby: il cavallo da piccole, qualche sciata a Champoluc, un paio di pastori bernesi da portare al giardino delle Rotonde. Quand'erano pierre del «Pavarotty », il discobar di fianco alla loro villetta grigia, ogni occasione era buona per acchiappare divetti del Grande fratello, deejay, vipperia. Un mese fa, l'anticipo di tutto questo voyeurismo giudiziario: al discobar è venuto a far serata anche il Fabrizio Corona di Vallettopoli e c'è chi ha visto le gemelle pure lì, inconsapevoli e future Azouz. Contro di loro non c'è nulla, a parte il paese.
    Che le condanna per leggerezza. Colpevoli di buttarsi fuori per non morire dentro. Paola, la più fragile, una gamba ingessata, spolpata dall'anoressia. Un'esistenza faticata, data in pasto a noialtri con apparente indifferenza: è lei a dire d'aver tentato il suicidio due giorni prima del delitto. La telefonata d'emergenza è arrivata alla Croce garlaschese, proprio dov'è volontaria Stefania, proprio dov'è sparita la mazzetta da muratore che i carabinieri stanno cercando, proprio dove la chiamata provocò una piccola discussione fra le gemelle e gli altri volontari: il 118 che aveva classificato l'uscita col codice giallo (media urgenza), le due che volevano scendere a quello verde (urgenza minima). Più nervosa, Stefania. Tosta a sbattere il telefono in faccia, quando le chiedono se è vero che è indagata: «Ma per piacere! È una grandissima vaccata, non voglio neanche commentare. Ci risentiamo, grazie!». Gli studi di legge a Pavia, per imitare papà. Le scalate in montagna, per tonificare i muscoli. Un fidanzato, fino a poco tempo fa. Un vecchio flirt con un nome dello spettacolo, sussurrano. Se la vedono passare al bar Gobbi in piazza, «il caffé Florian di Garlasco», mai che si fermi ai tavoli: infila la porticina di fianco e sale a trovare la nonna malata, al primo piano. Adesso le descrivete con la k, dice un'amica: «Ma queste ragazze hanno dentro un cuore con la C maiuscola». Basterà a salvarle?

  2. #2
    De Laurentiis pappone L'avatar di Simon Le Bon
    Registrato il
    08-07
    Località
    Napoli
    Messaggi
    14.700
    Citazione Ghiwo
    A parte l'efferatezza dell'assassinio, io sono sconvolto da una cosa.
    Le due cugine... io non capisco come riescano a prendere sonno la notte, forse non ne hanno bisogno perché sono lupi mannari. Hanno sfruttato la tragedia in tutti i modi per avere visibilità: fotomontaggio 20 ore dopo con palle annesse sulla loro bellissima vacanza, pose accanto ai fiori che hanno messo, grappoli di interviste, memoriali sui settimanali scandalistici, balle circa la loro esperienza come giornaliste, show del padre che attacca la stampa citando Kafka... E' una cosa rivoltante, fa venire la pelle d'oca.

    Corriere.it

    GARLASCO (Pavia) — Signorina Paola Cappa, lei sogna di fare la giornalista: scriverebbe un memoriale sulla morte di sua cugina? La voce è sospesa, un attimo soltanto: «Non mi sembra giusto...». Ma lo farebbe o no? «Io sono molto predisposta a scrivere, sa? Sono quasi una giornalista. Studio comunicazione allo Iulm. Ho fatto una specie di praticantato all'Informatore Lomellino, il settimanale di Mortara. Articoli su Natalie Wood, sulla prima bomba a raggi X, su personaggi storici. Mi hanno dato anche una rubrica, "Accadde oggi"». Allora si può fare... «Mi faccia pensare... No, questa cosa no. Non voglio scrivere di mia cugina. È una storia che non è ancora finita. Cioè, al contempo vorrei, perché ho l'ambizione personale... Non potete propormi qualcosa d'altro? Con mio padre difendo i giornalisti anche in questi giorni, che ne scrivono di tutti i colori: lui non capisce, ma io so che cosa vuole dire. Però non posso, su Chiara. Non voglio sfruttarla. Mia cugina, se fosse qui, mi direbbe: sei proprio una... ». O due. Perché le Gemelle K sono così: dicono e non dicono. Scompaiono (dalle strade di Garlasco) per apparire (in tv). Montano foto finte e fotografano verità montate: Paola Cappa non ha mai dato una riga all'Informatore Lomellino, smentiscono i responsabili del settimanale («sì, la conosciamo, ma non ha scritto niente»). E il suo memoriale sulla cugina assassinata, «non voglio sfruttarla », in realtà è bell'e pronto: lo pubblica il settimanale Oggi, già in edicola. Cretinate, in un altro scenario. Cretinate pericolose, su una crime scene dove le gemelle hanno fatto di tutto per un'inquadratura da gabrielepaolini della cronaca nera. Da queste parti, ci sono troppi giornalisti accaniti a cercare notizie e troppi cani inferociti a difendere i cancelli: cosa, meglio di due cugine dell'assassinata che si truccano prima delle interviste e poi allungano il curriculum all'operatore di Mediaset? A Garlasco non le amano, le gemelle Cappa.
    Grande stima per il papà Ermanno, questo sì, che il curriculum se l'è allungato in una vita di studi: avvocato, dirigente della Banca regionale europea, componente della commissione legale dell'Abi, presidente dell'Associazione italiana giuristi d'impresa, autore di testi giuridici per Giuffrè, solo sei mesi fa sedeva vicino al vicepremier Francesco Rutelli in un convegno sulla riforma delle professioni... E che dire del più illustre zio di famiglia, il filosofo Giovanni Reale, il grande interprete di Platone, docente del San Raffaele e firma d'un manuale adottato nei licei di tutt'Italia? Buone parole anche per Cesare, il fratello maggiore delle ragazze, che da un po' se n'è andato a vivere nel paesino a fianco. E della mamma, Maria Rosa Poggi, la zia di Chiara, anche di lei s'addita una vita di lavoro: tanti anni coi Comelli, i proprietari dell'albergo Diamanti, proprio lì davanti. Dei 23 anni delle Gemelle K, ecco, non s'elencano gli stessi meriti. «Mirano sempre a fare le di più», dice duro un ex amico d'infanzia: «Fanno le vip, snobbano. Dicevano che avrebbero fatto le modelle, qualunque cosa pur di essere famose ». Poche frequentazioni garlaschesi, pochi hobby: il cavallo da piccole, qualche sciata a Champoluc, un paio di pastori bernesi da portare al giardino delle Rotonde. Quand'erano pierre del «Pavarotty », il discobar di fianco alla loro villetta grigia, ogni occasione era buona per acchiappare divetti del Grande fratello, deejay, vipperia. Un mese fa, l'anticipo di tutto questo voyeurismo giudiziario: al discobar è venuto a far serata anche il Fabrizio Corona di Vallettopoli e c'è chi ha visto le gemelle pure lì, inconsapevoli e future Azouz. Contro di loro non c'è nulla, a parte il paese.
    Che le condanna per leggerezza. Colpevoli di buttarsi fuori per non morire dentro. Paola, la più fragile, una gamba ingessata, spolpata dall'anoressia. Un'esistenza faticata, data in pasto a noialtri con apparente indifferenza: è lei a dire d'aver tentato il suicidio due giorni prima del delitto. La telefonata d'emergenza è arrivata alla Croce garlaschese, proprio dov'è volontaria Stefania, proprio dov'è sparita la mazzetta da muratore che i carabinieri stanno cercando, proprio dove la chiamata provocò una piccola discussione fra le gemelle e gli altri volontari: il 118 che aveva classificato l'uscita col codice giallo (media urgenza), le due che volevano scendere a quello verde (urgenza minima). Più nervosa, Stefania. Tosta a sbattere il telefono in faccia, quando le chiedono se è vero che è indagata: «Ma per piacere! È una grandissima vaccata, non voglio neanche commentare. Ci risentiamo, grazie!». Gli studi di legge a Pavia, per imitare papà. Le scalate in montagna, per tonificare i muscoli. Un fidanzato, fino a poco tempo fa. Un vecchio flirt con un nome dello spettacolo, sussurrano. Se la vedono passare al bar Gobbi in piazza, «il caffé Florian di Garlasco», mai che si fermi ai tavoli: infila la porticina di fianco e sale a trovare la nonna malata, al primo piano. Adesso le descrivete con la k, dice un'amica: «Ma queste ragazze hanno dentro un cuore con la C maiuscola». Basterà a salvarle?

    Io sono sconvolto solo da una cosa, dal modo vergognoso con cui i Tg lucrano sulle emozioni e sulle tragedie umane, mi disgusta profondamente quel voler colpevolizzare qualcuno, di voler sensazionalizzare cose che dovrebbero essere trattate con rispetto come le persone morte.
    Ai Media non gliene importa niente se le cugine o il fidanzato sono colpevoli o no, l'importante é avere qualcosa di sensazionale da dire, sopratutto se é una brutta notizia perché fanno più audience, avete presente il caso della scuola di Rignano Flaminia? Subito tutti a voler mandare al rogo i pedofili, ora invece dalle indagini ci sié accorti che l'accusa é quantomeno traballante, intanto le maestre ora avranno la reputazione sporca a vita.
    Ma a parte il discorso morale il fatto é che tutto questo hype disturba le indagini e anche questo non é un elemento da sottovalutare, sono il primo a credere che se nel giallo di Cogne ancora non si é arrivati a una svolta é proprio per tutto il sensazionalismo che gira attorno

  3. #3
    Sox3
    Ospite
    Citazione Simon Le Bon
    Io sono sconvolto solo da una cosa, dal modo vergognoso con cui i Tg lucrano sulle emozioni e sulle tragedie umane, mi disgusta profondamente quel voler colpevolizzare qualcuno, di voler sensazionalizzare cose che dovrebbero essere trattate con rispetto come le persone morte.
    Ai Media non gliene importa niente se le cugine o il fidanzato sono colpevoli o no, l'importante é avere qualcosa di sensazionale da dire, sopratutto se é una brutta notizia perché fanno più audience, avete presente il caso della scuola di Rignano Flaminia? Subito tutti a voler mandare al rogo i pedofili, ora invece dalle indagini ci sié accorti che l'accusa é quantomeno traballante, intanto le maestre ora avranno la reputazione sporca a vita.
    Ma a parte il discorso morale il fatto é che tutto questo hype disturba le indagini e anche questo non é un elemento da sottovalutare, sono il primo a credere che se nel giallo di Cogne ancora non si é arrivati a una svolta é proprio per tutto il sensazionalismo che gira attorno
    hai ragione...In prima linea studio aperto...che ciamare tg è impossibile...


    Con i suoi servizzi strappa lacrime...ritengono di poter dare giudizzi...
    Parlano delle vittime come se le conoscessero da una vita...e sono sempre pronti ad accusare qualcuno ancor prima che inizino i processi...
    Non è informazione questa...
    Ultima modifica di Sox3; 23-08-2007 alle 15:00:13

  4. #4
    None so vile L'avatar di Ghiwo
    Registrato il
    10-02
    Località
    Milano provincia
    Messaggi
    13.565
    Citazione Simon Le Bon
    Io sono sconvolto solo da una cosa, dal modo vergognoso con cui i Tg lucrano sulle emozioni e sulle tragedie umane, mi disgusta profondamente quel voler colpevolizzare qualcuno, di voler sensazionalizzare cose che dovrebbero essere trattate con rispetto come le persone morte.
    Ai Media non gliene importa niente se le cugine o il fidanzato sono colpevoli o no, l'importante é avere qualcosa di sensazionale da dire, sopratutto se é una brutta notizia perché fanno più audience, avete presente il caso della scuola di Rignano Flaminia? Subito tutti a voler mandare al rogo i pedofili, ora invece dalle indagini ci sié accorti che l'accusa é quantomeno traballante, intanto le maestre ora avranno la reputazione sporca a vita.
    Ma a parte il discorso morale il fatto é che tutto questo hype disturba le indagini e anche questo non é un elemento da sottovalutare, sono il primo a credere che se nel giallo di Cogne ancora non si é arrivati a una svolta é proprio per tutto il sensazionalismo che gira attorno
    Vero, ed è anche così che in Italia si è formata la cultura del colpevolismo/innocentismo che non aspetta il termine delle indagini.

  5. #5
    BodyKnight
    Ospite
    Secondo me sono stati quelli di Rignano Flaminio aiutati da Berlusconi.

  6. #6
    Bannato L'avatar di BOSE
    Registrato il
    09-04
    Località
    Serenissima di San Marco
    Messaggi
    11.178
    Citazione BodyKnight
    Secondo me sono stati quelli di Rignano Flaminio aiutati da Berlusconi.


    Ma dai, si vede benissimo che il Fidanzatino ha la faccia da maniaco

  7. #7
    Bill Murray L'avatar di scrodged
    Registrato il
    07-04
    Località
    vicino Milano
    Messaggi
    1.953
    Ora è andato pure Corona.
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/C...garlasco.shtml

    Non so perché nessuno di autorevole interviene contro i giornalisti e co. per come si comportano.

    Sono d'accordo con Di Pietro.

    «REALITY» - E sull'omicidio di Chiara Poggi e la spettacolarizzazione cella vicenda inteviene anche Antonio Di Pietro. Sul suo blog il ministro delle Infrastrutture ed ex pm scrive: «A Garlasco è stata assassinata una ragazza. Questo episodio di cronaca nera è stato trasformato in un reality show. Il fidanzato ha ricevuto un avviso di garanzia e sono state ascoltate persone vicine alla famiglia. Un iter del tutto normale per un omicidio. La rilevanza mediatica sproporzionata che ne è stata data, e che ha già diviso gli italiani tra innocentisti e colpevolisti, è del tutto fuori luogo. Le indagini non le fanno più le Procure, ma i giornalisti su basi quasi sempre infondate e su illazioni».
    Ultima modifica di scrodged; 23-08-2007 alle 18:28:01
    = =
    X = =

    Possiamo davvero cambiare la nostra vita, o è la vita che cambiandoci ci illude di averla cambiata?

  8. #8
    Ninus06
    Ospite
    Nell' articolo, verso la fine, si legge che Paola è "spolpata dall'anoressia". Quindi nonostante le sua ciniche ambizioni rimane una persona che merita di essere trattata con la più mera pietà. Gente tristissima e frustrata che sfrutta le disgrazie persino dei parenti per velare la propria mediocrità mentale. E pensare che queste due vengono da geni di persone erudite e lavoratrici...
    @scrodged: il link mi segnala errore.

  9. #9
    PhD in chimica L'avatar di lupo1978
    Registrato il
    09-04
    Località
    Firenze
    Messaggi
    11.020
    corona che dichiara che ogni vicenda ha un risvolto interessante mi disgusta
    è morta una ragazza, ma non si vergogna uno del genere a dichiarare che le due gemelle sono i veri personaggi interessanti? che vuol fare, proporle per un calendario?
    e poi, basta con i servizi lunghi ore su questa vicenda, è da avvoltoi


  10. #10
    Unreal Pwner L'avatar di Skater91
    Registrato il
    08-06
    Messaggi
    1.493
    dite quel che volete ma io non ci ho ancora capito niente in questa vicenda
    I'll never find out the truth if i'm not willing to accept what i don't expect...

  11. #11
    Ragazzi, io abito propio a Garlasco.

    Le cugine abitano di fronte a casa mia, e ieri ho seguito l'intervista del padre propio in diretta dietro i giornalisti.

    Cosa dire, davvero tanto tanto sconforto.

    Il fidanzato è un carissimo amico dei miei, un bravo ragazzo educato ed esemplare. Il fratello della vittima invece prende sempre il pullman per andare a scuola con me.


  12. #12
    Transhuman L'avatar di JackTorn
    Registrato il
    12-05
    Messaggi
    11.093
    Citazione Gjonny90
    Ragazzi, io abito propio a Garlasco.

    Le cugine abitano di fronte a casa mia, e ieri ho seguito l'intervista del padre propio in diretta dietro i giornalisti.

    Cosa dire, davvero tanto tanto sconforto.

    Il fidanzato è un carissimo amico dei miei, un bravo ragazzo educato ed esemplare. Il fratello della vittima invece prende sempre il pullman per andare a scuola con me.
    non conosco nessuno, ma ad occhio il fidanzato mi sembra una persona apposto.
    Invece di maledire il buio è meglio accendere una candela. Lao Tzu

    L'ignoranza è l'origine di tutti i mali. Socrate

    Se resistiamo alle nostre passioni, è merito più della loro debolezza che della nostra forza.
    La Rochefoucauld

    La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci.
    Isaac Asimov

  13. #13
    Citazione JackTorn
    non conosco nessuno, ma ad occhio il fidanzato mi sembra una persona apposto.
    Il fidanzato, te lo dico io meglio di chiunque altro, è un ragazzo meraviglioso.

    Studente modello, passato col 110 e lode, gentilissimo, che non farebbe male vi assicuro neanche ad una mosca. Spesso mia mamma mi faceva esempio lui:
    Mi diceva sempre: guarda il figlio degli Stasi, lui si che è un ragazzo studioso e perbbene( infatti guai se lo vedevi in giro a fare cazzate)! prendi da lui!

    Mia mamma lo conosceva e si è messa pure a piangere quando ieri sera uscendo dalla procura di Vigevano pallido in viso ha detto di non star bene e di non spingerlo per favore.
    Lui che salutava sempre gentile mia mamma, il suo ragazzo "modello" insomma. Cose che i media e i giornalisti non posso capire...


  14. #14
    Transhuman L'avatar di JackTorn
    Registrato il
    12-05
    Messaggi
    11.093
    Citazione Gjonny90
    Il fidanzato, te lo dico io meglio di chiunque altro, è un ragazzo meraviglioso.

    Studente modello, passato col 110 e lode, gentilissimo, che non farebbe male vi assicuro neanche ad una mosca. Spesso mia mamma mi faceva esempio lui:
    Mi diceva sempre: guarda il figlio degli Stasi, lui si che è un ragazzo studioso e perbbene( infatti guai se lo vedevi in giro a fare cazzate)! prendi da lui!

    Mia mamma lo conosceva e si è messa pure a piangere quando ieri sera uscendo dalla procura di Vigevano pallido in viso ha detto di non star bene e di non spingerlo per favore.
    Lui che salutava sempre gentile mia mamma, il suo ragazzo "modello" insomma. Cose che i media e i giornalisti non posso capire...
    beh allora tranquillo che la verità verrà fuori
    Invece di maledire il buio è meglio accendere una candela. Lao Tzu

    L'ignoranza è l'origine di tutti i mali. Socrate

    Se resistiamo alle nostre passioni, è merito più della loro debolezza che della nostra forza.
    La Rochefoucauld

    La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci.
    Isaac Asimov

  15. #15
    Citazione JackTorn
    beh allora tranquillo che la verità verrà fuori
    Qua a Garlasco lo speriamo tutti.


Pag 1 di 4 1234 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •