alibi-wedge
  • In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 7 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 103

Discussione: The Halo Story - Zeta and Gayvillaje show.

Cambio titolo
  1. #1

    The Halo Story - Zeta and Gayvillaje show.

    Premessa: per non perdere il lavoro l'ho pubblicato senza rileggerlo . Ad un certo punto troverete migliaia di errori, non li ho corretti ancora.
    ATTENZIONE CONTIENE SPOILER SUL GIOCO E SUI LIBRI

    Obiettivo del topic: dire tutto quello che so su HALO, ho letto solo 3 libri su 4 non reperendo protocollo Cole da nessuna parte. Ciò nonostante ho appreso abbastanza bene tutte le vicende di Halo, prima e dopo. E possiamo tentare di ipotizzare tramite queste il futuro della saga.

    Premessa (1): Mi baso sui 3 videogiochi di Halo, su Halo Wars. Molte notizie sono prese in concomitanza dai Terminali di Halo3, da piccole frasi nel gioco e dai libri.
    Storia dei precursori.

    Premessa (2): I precursori non son o né gli antenati degli umani né appartennero alla stessa Razza. Si trattava di un'antica civiltà che a sua volta trasse grandi benefici da una civiltà preesistente e che decise di proteggerne una futura: l'umanità.

    Citazione Note Pre Lettura
    Tutti i termini degli antichi sono in inglese.
    Per due motivi principali:

    • I covenant avevano imparato l' Inglese, spesso citavano le loro scritture sacre prima di una battaglia. Termini come Anello, Arca, Flood sono la traduzione diretta dal Covenant, all'inglese.
    • La lingua degli antichi è sicuramente diversa da quella dei Covenant. Ciò nonostante il termine che gli antichi utilizzavano per esprimere "alluvione" è tradotto all'inglese "flood".
    • Tutti i nomi come "Hunter, Elite, Grunt, Jakal" e via dicendo sono stati "inventati" dagli umani per poter classificare gli alieni. I nomi con cui parlerò di essi è il loro vero nome, quello con cui essi si autodefiniscono.

    Storia dei precursori.


    Premesse: I precursori non son o né gli antenati degli umani né appartennero alla stessa Razza. Si trattava di un'antica civiltà che a sua volta trasse grandi benefici da una civiltà preesistente e che decise di proteggerne una futura: l'umanità.

    Ubicazione:


    I "Precursori" (li chiameremo così non conoscendo il modo in cui essi si definivano) avevano pieno possesso del nostro universo. Lo dominavano e lo proteggevano sotto una rigida ideologia di protezione chiamata "Manto". Secondo questa concezione essi sarebbero stati garanti di pace nell'universo salvaguardando la diversità biologica del suo insieme.
    La Guerra contro i Flood
    Il motivo principale della scomparsa dei Precursori fu proprio il loro dominio assoluto: non si sarebbero mai aspettati una minaccia della portata dei Flood, sopratutto se proveniente da fuori l'universo. Ma così fu.
    Circa 300 anni prima dell'attivazione degli anelli che spazzò via Flood e Precursori la guerra non era nemmeno ancora iniziata. Un gruppo di esploratori aveva recentemente trovato un pianeta chiamato G617g che sebbene fosse stato reputato inabitabile in un primo momento si rivelò poi ricco di vita. Gli esploratori trovarono una razza animale del tutto particolare e chiamarono una squadra di rinforzi per poterla studiare meglio. Dopo diverse settimane le due squadre avevano smesso di comunicare e quindi fu organizzata una spedizione investigativa.
    Fu l'inizio della fine.

    La spedizione venne assalita e infettata dai Flood che in qualche modo erano "in letargo" su G617g e sfruttando le navi delle squadre d'esplorazione e di quella di salvataggio partirono alla ricerca dei mondi abitati dalle loro vittime.
    Citazione:
    Note: L'efficacia dei Flood fu favorita da un disarmo pressoché totale dei Precursori che precedentemente si erano auto imposti "pace" e dalla loro peculiarità di trasformare i nemici in nuove pedine pronte a contagiare altri esseri senzienti.
    Decine, poi centinaia di mondi caddero uno dopo l'altro: il Flood stava piano piano facendosi strada verso il centro dell'universo.
    Ad un certo punto furono studiati due piani controffensivi dai Precursori, il primo più drastico vedeva la creazione di 7 impianti capaci di distruggere tutte le forme di vita senziente dell'universo, il secondo più disperato, voleva tentare di attaccare il cuore dei Flood: la mente suprema.

    Citazione Nota:La mente suprema (1)
    I precursori scoprirono che una volta raggiunta una massa critica i flood sviluppassero una mente suprema capace di guidarli e gestiti telepaticamente. Questa "alluvione" quindi muoveva le sue mosse come fosse gestita dall'alto da un grosso giocatore di scacchi e le pedine dei precursori venivano mangiate sempre più velocemente per poi unirsi al nemico.
    Bisogna tener conto che il progetto Keyship, cioè quello dei sette anelli, includeva anche una grossa struttura chiamata ARCA che, nascosta oltre l'effetto degli anelli avrebbe avuto il nobile scopo di proteggere la biodiversità dell'universo. Furono quindi lanciate numerosissime spedizioni di salvataggio per recuperare quanti più individui non infetti delle più disperate razze che popolassero l'universo, fra queste fu inclusa la stessa umanità.

    Citazione Curiosità
    Durante una campagna pubblicitaria virale di halo 3 abbiamo potuto vedere, per poco tempo, una vignetta che ritraeva un "indigeno" guardare delle grosse ombre in lontananza in un paesaggio desertico. Il significato oggi di quel che si vide allora è chiaro: quello era un antenato umano che osservava le navi dei precursori costruire e seppellire il portale dell'arca in africa. Da questo si deduce che, se gli uomini erano allora primitivi, la razza dei precursori e quella degli uomini fossero ben distinte.
    Come detto l'ARCA era ben nascosta, oltre una linea ideologica chiamata linea di MAGINOT dallo stesso 343 Guilty Spark
    l' IA guardiana utilizza questo termine per spiegare a Master Chief il concetto di impenetrabilità della linea con un termine noto agli umani. Infatti la linea di Maginot prende nome da un generale francese che costruì questa "barriera" durante la guerra
    che sanciva praticamente cosa dovesse essere salvato a tutti i costi da cosa poteva essere meramente sacrificato.

    Quando però le varie campagne militari fallirono miseramente e la distruzione dell'universo sembrava ancora una chance remota i Precursori crearono due IA sorprendenti che sarebbero servite per il loro ultimo, disperato piano:
    • Mendicant Bias era una IA intelligentissima e probabilmente la più grandiosa creazione dei Precursori; il suo scopo era semplice: con circa 1000 navi da guerra avrebbe dovuto cercare la Mente Suprema dei Flood per poterla distruggere e avrebbe dovuto analizzare il comportamenti del Flood durante il suo viaggio per poter fornire rapporti strategici al campo base dell'Arca che lavorava al progetto "Keyship".


    • L'altra IA fu chiamata Offensive Bias e fu posta con 10.000 navi a difendere il confine sicuro attorno l'Arca.

    Citazione Progetto Keyship
    Il progetto Keiship più volte nominato non è altri che quello comprendente Arca e le 7 installazioni a forma di anello. La traduzione dalla lingua agli antichi all'inglese ci spiega di più: delle "navi chiave" avrebbero potuto attivare i portali dell'arca per far si che il trasporto dei "superstiti" dall'arca ai loro pianeti e vice versa fosse più facile. Ma solo delle Navi Chiave avrebbero potuto attivare questi portali.
    Le due IA comunque erano molto diverse: Mendicant era così intelligente da trascendere la conoscenza stessa, non si trattava di un'intelligenza ma di un vero e proprio essere vivente capace di imparare e comprendere e la sua struttura non organica poteva avere grossi vantaggi sul nemico.

    Durante il viaggio però Mendicant osservava come le stelle dei sistemi con almeno un pianeta coinvolto da focolai di infezione venissero fatte esplodere per allargare il confine sicuro e creare una sorta di "terra bruciata" per i Flood. La sua eccessiva intelligenza però lo portò ben presto ad uno stato di instabilità: era davvero pace e giustizia quello che i suoi creatori stavano facendo?

    Quando dopo circa 100 anni trovò la Mente Suprema tra i due fu instaurata una comunicazione telepatica che si protrasse per ben 43 anni.
    Mendicant continuava ad inviare dati al centro base ma non ricevette mai alcuna risposta.

    Ad un certo punto fu spinto dalla Mente Suprema Flood a pensare che forse i suoi creatori avrebbero voluto lasciare a lui, la loro massima creazione, il compito di decidere le sorti dell'universo.
    La voce pacata della Mente Suprema, un essere che coordinava telepaticamente tutta l'alluvione dell'universo e che assorbiva l'intelligenza di tutti gli esseri infettati, gli portò però un messaggio filosofico di pace. In fondo sotto l'influenza del Flood sarebbe esistita solo pace e si sarebbe compiuto un imponente passo biologico evolutivo.

    Era vero? Ripensando alle barbarie compiute dai suoi creatori per trovare la pace Mendicant si alleò alla Mente Flood lasciando infettare le migliaia di abitanti presenti sulle sue navi. Ma aveva dato un grosso aiuto all'infezione: la avrebbe aiutata e guidata contro il progetto Keyship, direttamente verso l'Arca.


    Epilogo

    Offensive Bias non era grandioso quanto suo fratello. Ciò nonostante era stato costruito in gran segreto per essere complementare ad esso e rappresentava l'unica vera arma contro Mendicant. Quasi tutte e 10.000 le navi decisero di sacrificarsi per sconfiggere Mendicant: se gli anelli fossero stati attivati i Flood sarebbero scomparsi ma le due IA sarebbero sopravvissute. Bisognava eliminare Mendicant a tutti i costi.
    Di fronte all'inevitabile Offensive Bias mosse un potentissimo contrattacco alle navi Flood che superavano però il milione di unità (includendo navi da guerra e mercantili presi da tutto l'universo e infettati). Alla fine dello scontro tutte le navi erano state abbordate e contagiate ma Offensive aveva conservato per se una intera flotta che aveva tenuto segreta fino a quel momento. Gli anelli furono attivati e a quel momento Mendicant rimase solo contro l'esercito di Offensive ed intrappolato in una flotta danneggiata da un duro scontro. Mendicant fu costretto alla fuga, catturato e annientato, i suoi resti portati sull'Arca dove il progetto Keyship fu portato al termine: tutti gli esseri viventi sull'Arca furono riportati nei loro mondi originali.

    Inizio di una nuova storia

    Mendicant però era riuscito a scappare con una parte di sé su una grossa nave che precipitò sul pianeta dei San' Shyuum (la razza di cui fanno parte i Profeti).
    Trovato da questi migliaia e migliaia di anni dopo fu chiamato poi "oracolo". Di Mendicant non si avranno notizie per quasi 100.000 anni. Non si sa quanto tempo abbiano impiegato i San' Shyuum a trovare la nave dei Precursori, di certo avvenne in epoca relativamente recente agli eventi trattati in Halo.

    Z

  2. #2
    Covenant:

    I San' Shyuum : questa razza dalle scarse capacità motorie e dalla grande intelligenza guida i Covenant sotto il loro credo religioso. Possiamo dire che essi, insieme ai Sangheili, abbiano creato l'alleanza di razze aliene a noi conosciute col nome di Covenant. Iniziamo dal principio:

    La nave chiave dei Precursori sfuggita ad Offensive Bias al cui interno si celava Mendicand Bias precipitò sul pianeta dei San' Shyuum. Quando questi furono evolutivamente e tecnologicamente pronti iniziarono a scoprire i resti di un'antica civiltà che aveva lasciato loro tantissime tecnologie. Subito la popolazione fu scissa in due: da un lato alcuni credevano che i "manufatti" andassero venerati ma non toccati, poiché lo studio delle reliquie avrebbe scatenato l'ira degli dei e sarebbero poi stati maledetti; dall'altra parte cresceva il numero di oppositori che volevano studiare le reliquie per ripercorrere le gesta della razza divina e poter a loro volta trascendere a divinità attraverso il Grande Viaggio.
    Dopo centinaia di anni di incessante conflitto un gruppo estremista di circa 1000 San' Shyuum riuscì ad attivare i portelli della Keyship da loro chiamata Dreadnought e a barricarsi al suo interno. Gli avversari a causa della loro fede incrollabile non riuscivano nemmeno ad avvicinarsi all'imponente reliquia e i rivoluzionari ebbero tutto il tempo per capirne alcune tecnologie, decollare e lasciare quel mondo.
    Mentre i San' Shyuum partiti festeggiavano si resero conto che la loro specie era a rischio: raramente una femmina procreava con successo e raramente sarebbe nato più di un figlio. Per questo si dedicarono meticolosamente ad un piano di sopravvivenza biologica ed istituirono date sacre e fondamentali per festeggiare gli eventi di nascita, per la loro razza ciclici nel tempo.

    Sangheili:
    I Sangheili sono una nobile razza dalle origini feroci. Il loro pianeta di origine Sangelios era molto simile alla terra e i Sangheili ne erano l'unica razza dominante. La loro stessa fisionomia ci fa intuire che in originequesti alieni dovessero essere dei cacciatori, di carne. Probabilmente i vari clan si Sangheili col tempo entrarono in conflitto e ben presto la ragione e los viluppo delle tecnologie prese il sopravvento sulla loro società tribale. Non si sa se trovarono le tecnologie dei precursori nello spazio o sul loro pianeta madre; resta noto che una volta trovati i primi manufatti ebbero un boost tecnologico decisivo e svilupparono potenti navi per poter esplorare lo spazio. Le scoperte tecnologiche comunque ebbero una battuta di arresto: I Sangheili non volevano adoperare le stesse reliquie per i loro scopi, piuttosto avrebbero semplicemente voluto studiarle.

    Quando incontrarono la razza dei San' Shyuum d'apprima l'incontro fu moderatamente pacifico: entrambi erano alla ricerca delle antiche reliquie degli dei comuni, poi ben presto iniziò la guerra. La guerra si absava proprio sullo stesso principio che avava portato i San' shyuum alla rivolta sul loro pianeta natale: per i Sangheili era considerata eresia utilizzare le sante reliquie. La guerra fu combattuta a terra sui pianeti reliquiari e per spazio. ma se a terra la razza feroce era la dominante nello spazio le manovre dei san'Shyuum risultavano più efficaci. Quando però la guerra andò in profondo logoramento e gli stessi nemici utilizzarono una antica Dreadnought in battaglia per i Sangheili non c'era più via di scampo: dovevano forse utilizzare anchessi le reliquie per difendersi?. Dopo questa deduzione le conseguenze furono inevitabili.

    I capi Sangheili incontrarono i rappresentati nemici e strinsero un patto basato sulla medesima fede, che prevedeva di comune accordo studio e utilizzo delle reliquie per poter poi giungere ad un grande viaggio, e seguire i loro dei. Nacque l'alleanza, nacquero i Covenant.

    Ungonoy: Il pianeta dell' Ungonoy era freddo e ricco di metano. La popolazione assai stupida del pianeta fu contentissima del nuovo credo religioso e si unì ubbidientemente all'alleanza. Questa razza però veniva utilizzata come carne da macello nelle operazioni più difficoltose e non aveva quasi alcuna autorità all'interno dell'Alleanza. Fu solo in seguito ad un incidente che portò alla sterilizzazione di molti Unggoy che questi accumularono più rispetto: nacque una guerra senza frontiere che si protrasse per anni. Gli stessi Sangheili ebbero difficoltà a sedare la rivolta. Il valore dei tenaci Unggoy venne infine riconosciuto dai Sangheili che nella loro tradizione millenaria ebbero sempre avuto rispetto dei loro nemici. Da quel momento fu grande onore per un comandante Sangheili avere nel proprio equipaggio degli Unggoy, e sebbene le strategie di guerra spesso li portassero alla morte, fu grande onore per gli Unggoy morire per ordine di un Sangheili.
    In seguito alla rivolta comunque agli Unggoy più capaci e intelligenti fu dato il titolo di Diacono: fu loro insegnata la lingua degli Antichi e dato l'incarico di insegnare il Credo nella loro numerosa popolazione. Questo avrebbe permesso di mitigare e alleggerire la tensione nell'Alleanza.

    Lekgolo: Il Lekgolo è un verme lungo circa 3-4 metri. Sono comunque presenti alcuni esemplari lunghi anche 7 o più metri.
    Il Lekgolo fu trovato sul suo pianeta di origine a distruggere reliquie antiche... mangiandole. Fu subito istituita una guerra santa volta all'annientamento dei vermi. Ma dopo anni di insuccesso ci si rese conto che erano troppi e che sarebbe stata impossibile l'impresa.
    Fu un generale Sangheili a suggerire che sarebbe stato meglio addestrarli piuttosto che ucciderli. E fu così: i Lekgolo entrarono nell'alleanza in due ruoli fondamentali: scientifici e militari. I Legkolo solitari infatti venivano utilizzati per scavare nei meandri della Dreadnought per scovare i meccanismi più nascosti. Le colonie più numerose invece venivano trasferite all'interno di pesantissime armature, così da creare possenti creature metalliche pronte alla guerra. Le colonie ancora più grandi vennero però messe in due armature diverse. Le capacità telepatiche all'interno di una stessa colonia, anche divisa in due, permise ai "fratelli Lekgolo" di essere perfettamente efficaci e coordinati in guerra, avendo pochissimi punti deboli ed una armamento invidiabile.


    Jiralhanae: è con questa razza che iniziano i primi contatti Covenant con l'umanità. I cosiddetti Bruti sono una razza che ricorda a metà un orso e a metà un grosso gorilla che per il disprezzo derivante dalla loro società divisa in tribù vennero messi in disparte nell'Alleanza Covenant.
    Il primo vascello dotato di un comandante Jiralhanae fu chiamato "conversione rapida". Questi, disarmato e impoverito di tutte le sue funzioni principali dai "padroni" Sangheili doveva recuperare probabili superstiti di una nave Covenant perduta in un sistema lontano. Gli unici due superstiti che ritrovarono furono Dadab (un Diacono Unggonoy) e un Huragok (più leggero di altri) che raccontarono l'incontro minaccioso con una nuova razza aliena. Il sistema su cui era accaduto questo risultava dai computer di bordo ricco di reliquie e il comandante, Maccabeo, aveva deciso di recuperare quante più reliquie fosse possibile. Ne erano state rilevate a migliaia.

    Inizio della guerra:


    Bisogna fare due passi indietro. Forse anche tre.
    L'umanità ha da secoli allargato i propri confini, oltre il sistema solare. I governi mondiali sono caduti e si è instaurato l'UNSC, un governo UNITO di tutta la razza umana, e questa pacificamente si stava allargando nell'universo. Il movimento è stato possibile grazie ai due inventori Shark e Fujiyama che crearono un motore in grado di forare lo spazio normale e garantire un viaggio attraverso quello che noi chiamiamo "iperspazio", così da percorrere in pochi mesi viaggi di milioni di anni luce.

    Con l'espansione vennero create decine, poi centinaia di colonie. E iniziò inevitabilmente una guerra di indipendenza su più fronti. La guerra andò avanti logorandosi tra attentati e colpi di stato e l'UNSC dovette armarsi e prepararsi fino ai denti per affrontare il conflitto.

    Gli Spartan: Il sogno di pace di una dottoressa, Chaterine Hasley, che vedeva una serie di "supersoldati" capaci di porre definitivamente fine ai conflitti, stava per realizzarsi. Quando l'UNSC le diede il "via libera" subito partì alla ricerca dei bambini, con età compresa fra i 4 e i 6 anni, compatibili geneticamente con il suo progetto.
    Per poter guidare una nave dovette scegliere, obbligatoriamente, un alto ufficiale dell'UNSC. Scelse Jacob Keys per la sua cosiddetta capacità di tenere un segreto. Infatti Keys aveva deciso di andare davanti la corte marziale pur di non spifferare un incidente accaduto ad un suo sottufficiale. Hasley sapendo le cose orribili che sarebbero successe a quei ragazzini scelse, quindi, qualcuno che avrebbe potuto capire, e tenere il segreto.

    Partirono per i sistemi colonizzati seguendo le indicazioni genetiche del computer e, pensate un po', il primo bambino ad essere esaminato fu un bimbo di nome John.

    Schematicamente, addestramento dei bimbi, Spartan:

    I bambini furono rapiti, furono allenati e istruiti fu data loro ogni difficoltà di sopravvivenza che li fece unire, furono preparati su ogni strategia di guerra e non. Erano pronti per affrontare il nemico.

    Nel frattempo nel 2525 Harvest veniva annientata dalle forze Covenant, scappa solo un terzo della popolazione e un personaggio importante: Johnson.


    Citazione Flashback
    Il vice ministro San' Shyuum, Tranquillità convinse Fermezza ad un colpo di stato, sfruttando gli avvenimenti di Harvest. Giunti dinanzi all'Oracolo (Mendicant Bias in stand-by) chiedono al prete di dare loro una benedizione, mostrandogli i dati di Harvest. La Dreadnought fu scossa, i motori si accesero senza motivo e l'Oracolo pronunciò queste parole:

    "<<PER EONI HO OSSERVATO - OSSERVATO LE VOSTRE INTERPRETAZIONI FALLACI - QUESTA NON E' UNA RIVENDICAZIONE - QUESTO E' UN ATTIVATORE- E RAPPRESENTA I MIEI CREATORI - RINNEGHERÒ I MIEI PREGIUDIZI E FARO' AMMENDA - I MIEI CREATORI SONO I MIEI PADRONI - LI PORTERÒ NELLA SALVEZZA DELL'ARCA >>"

    I tre San' Shyuum presenti rimasero basiti: com'era possibile che degli Dei erano stati lasciati indietro? Non erano allora i Covenant i prescelti? Tutto quello che avevano insegnato, tutto quello che avevano creduto era falso. Bisognava fare qualcosa.

    I tre compirono il loro colpo di stato e ascesero come i tre nuovi profeti: Tranquillità fu il profeta del rimpianto (eventi Halo Wars), il prete fu il profeta della Misericordia, e il ministro decise di prendere il nome migliore per sé: VERITÀ , poiché in lui era celata la verità, che doveva tenere nascosta.
    Subito dissero a Maccabeo che il reliquiario era falso, che quella razza aliena era nemica del loro credo e che doveva essere distrutta.

    Maccabeo però fu colpito da un contrattacco umano guidato da Avery Johnson che si trovava su Harvest, e il tutto perché Maccabeo nonostante gli avvertimenti cercava ancora di recuperare le reliquie (che in realtà erano attivatori, non recuperabili quindi ma ancora non lo sapeva), Tartarus suo nipote lo affrontò in un duello mortale, lo uccise e divenne il nuovo Leader della Conversione Rapida.
    Venuti a conoscenza degli avvenimenti su Harvest, la dottoressa Hasley decise di arrivare alla conclusione del progetto Spartan II: una serie di potenziamenti che avrebbero lasciato vivi meno della metà dei componenti della squadra.

    Ecco elencati alcuni potenziamenti:


    1. Ossificazione con Carburo di Ceramica. Innesto di materiali avanzati nelle strutture scheletriche per rendere le ossa virtualmente indistruttibili. Si raccomanda di non eseguire impianti superiori al 3% della massa ossea complessiva, a causa di una potente necrosi dei globuli bianchi. Avvertenze specifiche per adolescenti in fase pre e post puberale: la crescita rapida di questi soggetti può causare la polverizzazione delle ossa.
    2. Iniezioni di Potenziamento Muscolare. Il complesso proteico viene iniettato per via intramuscolare per aumentare la densità del tessuto e ridurre l'assorbimento dell'acido lattico. Il 5% dei soggetti presenta un ipertrofia fatale al cuore.
    3. Impianto catalitico della tiroide. Una capsula di platino contenente un ormone della crescita viene impiantata nella tiroide per accelerare l'accrescimento delle ossa e del tessuto muscolare. Rari casi di Elefantiasi e scomparsa del desiderio sessuale.
    4. Inversione del flusso capillare Occipitale. Incremento del flusso sanguigno al disotto dei cani e bastoncelli nella retina. Produce un marcato aumento della percezione visiva. Può portare al distacco della retina, cecità permanente.
    5. Sostituzione dei dentriti nervosi con fibre iperconnettive. Trasformazione della trasduzione chimica in trasduzione elettronica schermata. Aumento dei riflessi nei soggetti del 300%. Marcato aumento dell'intelligenza, della memoria e della creatività. Rischi: morbo di Parkinson sindrome di Fletcher
    John, la recluta 117, che più volte si era dimostrato un grande Leader fra gli Spartan fu promosso al grado di Master Chief. Nome con cui molti lo conoscono. Il gruppo di Spartan superstiti fu mandato a recuperare in un sistema lontano le armature Mjolnir, non definitivamente completate, per iniziare ad affrontare gli alieni.


    Eventi di Halo Wars
    Innanzitutto c'è da dire che il sergente Cole proclama obbligatorio il protocollo col suo nome: qualsiasi nave avvistasse una minaccia Covenant avrebbe dovuto eliminare il diario di navigazione e distruggere il database relativo alla posizione delle colonie e della flotta UNSC.

    Arrivano gli eventi di Halo Wars, non mi dilungo. Il gioco finisce in un Pianeta SCUDO, ricco di navi dei Precursori.
    Come mai? La soluzione è ovvia: i pianeti scudo sono installazioni impenetrabili che sebbene ricordino un pianeta sono totalmente artificiali. Al loro interno c'è una gravità e atmosfera artificiale, nonché una fonte di luce come delle proporzioni di una stella, molto più piccola.
    Le navi all'interno di quella installazione erano migliaia, forse milioni. Probabilmente quando i Precursori si auto imposero il disarmo (leggi sopra la storia dei Precursori) decisero di metter via tutte le proprie risorse in queste fortezze, poiché al sicuro.
    I pianeti scudo certo avrebbero potuto avere molte altre funzionalità, ma per il momento sconosciute.


    Quando Sigma Octanus IV fu attaccata, qualcosa era strano. Una ammiraglia e due navi da battaglia Covenant (con forza di circa 15 o più navi dell'UNSC) furono messe in fuga da una sola nave umana, era guidata da Jacob Keys, e non era dotata nemmeno di un'intelligenza artificiale come tutte le altre navi dell'alleanza.
    Con la sua manovra "alla Keys" meritò prima la promozione di Capitano, poi la fama di essere probabilmente il capitano più abile che sia mai esistito. Ciò nonostante la "fuga" per le navi Covenant era qualcosa di insolito: subito fu scoperto che sul pianeta era stata rilasciata una squadra aliena di terra. Furono inviati gli Spartan.

    Riassumendo rapidamente:
    Chief e la squadra Blu ebbero il primo incontro con dei Lekgolo che non riuscirono ad abbattere, evacuarono i pochi superstiti e captarono un messaggio cifrato proveniente dal museo naturale di Costa Azzurra. Poi fecero saltare in aria la città e con essa la squadra aliena.
    Il messaggio dei Covenant però non aveva senso, fu studiato a lungo senza successo perfino da Cortana, una IA forgiata dalla mente della dottoressa Ashley. La dottoressa, che aveva dato via al progetto Spartan ebbe un idea, probabilmente l'unica speranza di porre fine alla guerra: le Mjolnir furono sostituite con delle versioni più potenti, dotate di scudi ad energia. Al capitano Keys fu data la Pillar of Autumn, equipaggiata con ogni sorta di dispositivo da battaglia, e Cortana fu data alla nave con la possibilità di essere trasportata da un soggetto biologicamente compatibile: Master Chief, lo Spartan 117.

    Il piano - Fallito.
    Il piano consisteva nel requisire una nave Covenant, scoprire l'ubicazione dei "Profeti" tramite Cortana per poterne rapire uno e riscattare una tregua.
    Un piano folle ma era davvero l'ultima speranza. Purtroppo quando Keys tornò da Sygma a Reach, centro militare dell'UNSC, fu seguito da una sonda Covenant. Quando il piano stava per iniziare, almeno 300 navi Covenant apparvero attorno a Reach. Keys riuscì a guidare la Autumn per distruggere quante più navi possibili, ma accadde l'inevitabile: l'unico Spartan a bordo della nave era Master Chief, gli altri erano su Reach che da lì a qualche minuto sarebbe caduta. Ordinarono a Cortana di effettuare un salto randomizzato nell'iperspazio per sfuggire e lei ebbe un lampo di genio. Confrontò i dati intercettati su Costa Azzurra con la posizione geografica di alcune stelle e fece il salto per quelle coordinate. Si ritrovarono dinanzi ad un Anello enorme, dotato di propria atmosfera.

    Iniziano gli avvenimenti di Halo, 1-2 e 3.

    Halo 1:


    Citazione Riassunto iperveloce:
    La Pillar of Autumn esce dall'iperspazio e scopre che un solo incrociatore Covenant è riuscito a seguirla.
    La Pillar of Autumn viene abbattuta, precipita sull'Anello.
    Dopo aver adunato i superstiti si ricevono strane comunicazioni in un luogo remoto della struttura.
    Vengono liberati i Flood al loro interno.
    I Covenant vogliono affrontare il grande viaggio attivando l'Anello.
    Chief scopre da 343 Guilty Spark, il Guardiano dell'installazione che l'Anello non è altro che un'arma di portata galattica.
    Johnson e John sono gli unici superstiti del misfatto, la struttura viene distrutta.
    Halo 2:
    Citazione Riassunto iperveloce:

    Il capitano della nave che aveva seguito la Pillar of Autumn viene giudicato eretico poichè non è stato in grado di salvare l'Anello sacro.
    Vengono comunque riconosciute le sue abilità dai Profeti che decidono di "utilizzarle" dandogli carica di Arbiter, mandandolo a morire per i loro scopi.
    Chief arriva sulla terra ma nel frattempo i Covenant la hanno già trovata, inizia la difesa delle stazioni orbitali.
    L'attacco a New Mombasa viene fermato, mentre nello spazio la flotta UNSC riesce a salvare il possibile.
    Rimorso fa un salto nell'iperspazio all'interno di Mombasa, distruggendola quasi completamente, Miranda Keys lo segue.
    Un altro Anello, altro problema.
    I Profeti tradiscono i Sanghelii e si alleano con i Jiralhanae.
    L'Arbiter si allea con l'umanità
    Alta Opera e la Dreadnought sono infette.
    "segreto: Mendicant Bias nella Dreadnought porta Alta Opera, sebbene infetta verso la terra"
    Halo 3

    Citazione Riassunto iperveloce:
    Chief scappa da Alta Opera lasciando Cortana indietro.
    Atterra in Africa dove l'attacco Jiralhanae imperversa nuovamente.
    I Covenant scavano in Africa e rivelano una struttura dei Precursori sepolta.
    Arriva Alta Opera sulla terra infettata, con una Keyship
    La nave affonda sulla terra
    La struttura si attiva: è un portale per l'Arca.
    Alta Opera va verso l'arca
    "segreto: Mendicant Bias guida la Drednought verso la Terra avendo studiato Cortana. Ricambia il favore difendendola dalla mente suprema che si trova sulla nave"
    Chief recupera Cortana. Non è noto se lei conosce le intenzioni di Mendicant.
    "segreto:Mendicant torna all'Arca e trova i suoi resti sepolti 100.000 anni prima. Recupera la sua piena potenza."
    Miranda Keys muore per salvare Johnson, l'Arbiter uccide Verità.
    L'arca stava forgiando da tempo un anello per recuperare l'installazione N°4 distrutta.
    "segreto: Mendicant Bias disattiva i protocolli di sicurezza, l'anello può essere attivato"
    Johnson muore per uccidere 343 Guilty Spark impazzito.
    L'Anello viene attivato: attraverso il sacrificio di Mendicant i Flood sono distrutti.
    Chief e l'Arbiter scappano nell'iperspazio, ma solo metà nave passa.
    Chief viene dato per disperso, lui si iberna mentre Cortana lancia un radiofaro.
    Dopo un tempo non conosciuto Chief giunge nei pressi di un Mondo Scudo che si attiva al suo passaggio.
    Attivatore?
    Contemporaneamente la dottoressa Hasley riesce a scappare con degli Spartan II da Reach, viene a conoscenza che qualcuno sta addestrando un nuovo gruppo di Spartan e si dirige verso Onyx, un pianeta lontano dagli altri sistemi. Un messaggio "Emergenza, mandate Spartan" da lei inviato fece arrivare i resti della squadra Blu su Onyx... che era in subbuglio. Più navi Covenant volavano nella sua orbita e il pianeta sembrava muoversi sistematicamente.

    Chief era già tornato dal primo Anello e la dottoressa aveva ora molti più dati: quel pianeta era infestato da "sentinelle" dei Precursori, capaci di combinarsi ed avere potenza di fuoco sufficiente per distruggere le navi Covenant in un solo attacco. Sulla superficie trovò la squadra Blu, insieme al Capo Mendez e a poche reclute degli Spartan III. Questi decisero di scappare verso l'interno del pianeta seguendo le indicazioni della dottoressa e ben presto, attraversando i tunnel scavati dalle sentinelle si resero conto che il pianeta stesso era costituito da sentinelle e serviva a produrne altre (una ogni 6 secondi).

    Distrutta la fabbrica delle sentinelle si diressero al centro del pianeta, che lei chiamò "Pianeta Scudo" dove un portale li avrebbe portati al sicuro. Quando tutta la flotta Covenant arrivò in quel punto uno Spartan II si fece saltare in aria con delle bombe atomiche e li distrusse completamente, gli altri Spartan sopravvissuti, Mendez ed Ashley si ritrovarono all'interno di una piccola biglia grande pochi millimetri, al cui interno la tecnologia dei Precursori aveva creato un mondo largo milioni di chilometri. Di loro non si avranno notizie, per il momento.

    Alla fine di Halo 3, se finito a leggendario Chief arriva dinanzi ad un pianeta scudo.

    Note finali: Il fatto che sia Halo3 che Halo Wars finiscano su un Pianeta Scudo e che il prossimo Halo, Halo:Reach, vedrà probabilmente gli Spartan finire dispersi su Onyx (un pianeta scudo) potrebbe farci pensare che sia da Halo:Reach o forse in un Halo Successivo potremmo nuovamente essere nei panni di John e forse riunirci alla nostra squadra. Per il momento restano supposizioni.

    Z

  3. #3
    Età del dubbio - Età della rivendicazione.

    Per studiare il passaggio della civiltà Covenant dagli albori della sua creazione sino all'ultimo periodo si sviluppo che si identifica con il nome di "Età della rivendicazione" dobbiamo approfondire i rapporti tra le razze al loro interno e i loro usi e costumi.

    Abbiamo precedentemente visto come gli alieni da noi identificati con il nome di Elite, i Sangheili, e i San' Shyuum fondarono una potente alleanza ma non abbiamo ancora esaminato i meccanismi politi interni di questa e come l'abbiano portata ad essere quella potente macchina da guerra che stava per mettere in ginocchio l'umanità.

    Quando i San' Shyuum si allearono con i Sengheili si resero conto di essere superati numericamente di un'infinità di volte. Per questo fu scelto che la lingua dei Covenant sarebbe dovuta essere quella dei Sangheili . Nonostante fu istituito un concilio in cui entrambe le forze avessero potuto prendere parte fu automaticamente stabilito che mentre i San'Shyuum avessero dedicato le loro capacità intellettuali e organizzative alla politica interna/esterna, alla guida nella fede e ad una pianificazione di ricerca, gli Elite avrebbero dovuto proteggerli, essere il braccio e la forza militare dei Covenant. Il patto era chiaro: la razza Sangheili costituiva una vera forza militare di attacco e difesa a servizio dei San' Shyuum, che li avrebbero guidati verso il grande viaggio.

    La Dreadnought dei precursori fu adibita a motore e generatore di energia per una grossa nave/città chiamata "Alta Opera" che in caso di necessità avrebbe potuto spostarsi insieme all'intera flotta, se fosse stato necessario.

    La politica della classe intellettuale comunque non fu mai eccessivamente aggressiva. Infatti lo scopo comunque dell'alleanza era quello di ricercare e individuare pacificamente le reliquie degli antichi dei e eventualmente convertire altre razze al loro credo. Gli stessi Sangheili si trovarono in accordo con una politica che tendeva a piegare piuttosto che spezzare gli eventuali nemici incontrati durante un viaggio di ricerca: non era di certo necessario perdere tempo e risorse per affrontare una guerra come quella precedentemente affrontata contro i San'Shyuum, per questo furono ben accette le altre varie razze che ben presto vennero a seguire.

    Nonostante l'ubbidienza e l'efficacia dei Sangheili i San' Shyuum avevano comunque paura che si potesse verificare un'ipotetica rivolta che di certo non sarebbero stati in grado di affrontare. Fu allora che si stabilì un sistema Elitiario molto familiare agli Elite stessi che divideva i Covenant in caste, mano mano più o meno potenti e influenti.

    Al vertice di questa piramide di poteri furono posti 3 San'Shyuum detti Gerarchi che con il loro indiscutibile potere guidavano l'alleanza, gli Elite più onorevoli ebbero il compito di difenderli e nacque la casta delle "guardie di onore". Agli Altri Elite furono date man mano mansioni più disparate. Ogni nave covenant aveva un comandante, alcuni comandanti più valorosi potevano guidare intere flotte e avere al loro servizio più comandanti Elite. Furono istituire forze speciali di ricognizione (jetpack Elite), d'investigazione (Armature nere) Hyper Elite Veterani (armature Argentate), Comandanti (armature dorate), Maggiori Elite (armature rosse), e la fanteria avanzata (armature Blu). I Sangheili costituivano il braccio portante della forza covenant.

    Ciò nonostante una moltitudine di razze così diverse non sempre riusciva a restare unita semplicemente sotto un unico credo. Fu allora che per mantenere ancora più stabile il loro regno i san' Shyuum crearono la categoria degli Arbiter. L'Arbiter altri non era che un valorosissimo leader Sangheili estremamente fedele che veniva utilizzato per sedare importantissime rivolte sul nascere in missioni altamente pericolose. Per questo motivo tutti gli Arbiter erano morti portando a termine il loro compito e l'alleanza era riuscita a superare gravi e numerosissime crisi.

    Ma come potevano avvenire tante crisi?

    Essenzialmente il motivo fu che nonostante le promesse dei Gerarchi la ricerca andava avanti da tempo indeterminato senza alcun risultato. Gli anelli sacri non erano stati trovati e le reliquie scarseggiavano. Fu indetta l' "Età del Dubbio" che si protrasse per ben 23 ere.

    La 23°ma età del dubbio finì con la scoperta dell'umanità e l'ascesa di tre nuovi profeti. Era iniziata l' "età della rivendicazione"


    Facciamo un breve Flashback:


    La razza Jiralhanae fu la prima ad avere contatti con l'umanità. I Jiralhanae erano mal visti dai Sangheili che li reputavano eccessivamente ignoranti e disprezzavano la loro innata violenza. Per questo fino a quel momento avevano ricoperto uno scarso ruolo all'interno dell'alleanza.
    Contemporaneamente agli eventi di Harvest tre San'Shyuum che poi saranno i tre nuovi profeti scoprirono per mano dell'oracolo, Mendicant Bias, la verità: che le strumentazioni delle loro navi non avevano rilevato reliquie su Harvest, bensì Attivatori. Tutto fu messo a tacere l'età della rivendicazione fu proclamata, gli esseri umani furono dichiarati nemici dell'alleanza e pronti a distruggere gli anelli. Infine per mantenere forte il credo fu dichiarato che la scoperta dei sette anelli era vicinissima.

    Nei Sangheili nacquero comunque diversi dubbi: fino a quel momento ogni razza era stata ben vista e convertita rapidamente. Perché questi "umani" dovevano poter essere considerati indegni? In molti aspetti la storia, cultura e società degli umani assomigliava a quella dei Sangheili di Sangheilos ma sopratutto gli umani nonostante non potessero rivaleggiare tecnologicamente con i Covenant si erano dimostrati straordinariamente tenaci e capaci. Gli strateghi umani erano incredibili e riuscivano talvolta a portare a casa intere serie di vittorie, sebbene ristrette nel contesto della guerra. Ma con la promessa degli anelli vicini da parte dei Gerarchi la guerra andò avanti.

    Fu allora che i Covenant attraversarono un momento di crisi, cioè quanto l'umanità incominciò ad adoperare una serie di supersoldati chiamati Spartan che riuscivano nella totalità degli eventi a sconfiggere le loro forze. Sebbene il loro numero fosse esiguo l'alleanza temeva che ben presto ce ne sarebbero stati di più, furono detti Demon perchè principali nemici del loro credo, ostacolatori del grande viaggio. Quindi una sonda Covenant seguì gli spartan fino al quartier Militare generale dell'umanità: Reach.

    Tutte le idee religiose furono messa da parte: era necessario estirpare i Demoni prima che fosse troppo tardi. Un attacco di oltre 300 navi Covenant a Reach sembrava aver estirpato i Demoni, ma si sbagliavano: uno di essi riuscì a fare un salto nell'iperspazio e ad allontanarsi dal campo di battaglia. Un Grande Comandate di una flotta Sangheili impulsivamente seguì il Demon e quando il viaggio nell' iperspazio terminò si ritrovò davanti una visione sconvolgente: un anello sacro, installazione n°4.
    La Pillar of Autumn, la nave su cui viaggiava lo Spartan, fu abbattuta ma nel frattempo l'equipaggio era già stato evacuato sulla struttura. Il grande comandante inviò tutta la sua flotta a terra per poter definitivamente eliminare l'ultimo demone sopravvissuto.

    Erroneamente però sull'anello sacro un gruppo di ricerca Covenant incappò in una strana struttura e scambiandola per un'arma la attivò: aveva liberato una strana infezione che i covenant conoscevano già bene, erano i Flood gli antichi nemici degli Dei.

    Citazione NOTA
    I Flood persistono sulle installazioni poiché queste fungevano anche da centro di ricerca per una possibile cura. Probabilmente quando gli anelli furono attivati non fu possibile eliminare le ultime fonti dell'infezione, che comunque restarono isolate grazie all'intervento dei guardiani delle installazioni.
    Subito tutti gli sforzi del Gran Comandante furono spinti contro l'infezione quando poi si rese conto che distratto aveva lasciato compiere alDemone l'inevitabile: aveva fatto saltare i reattori ShawFujiyama della sua nave e aveva così distrutto l'anello sacro polverizzando quasi totalmente la flotta del capitano Sangheili.

    L'inizio della fine

    Riportato su Alta Opera il comandante Elite notò una strana serie di eventi. Conosceva bene la punizione che gli aspettava ma non pensava che gli sarebbe stata impartita da una razza inferiore come un Jiralhanae. Oltretutto i gerarchi stavano ultimamente passando molto tempo con questi esseri e di certo non poteva che sembrare strano.

    Marchiato a vita come Eretic gli fu però risparmiata la vita. Infatti una Squadra speciale di ricerca Sangheili inviata in un estrattore di gas orbitante al centro dell'installazione distrutta, capitanata da un Elite chiamato Sesa `Refumee, aveva incontrato 343 Guilty Spark che li aveva illuminati sulle menzogne dei Profeti. Il Capitano oramai marchiato come Eretic fu perdonato e assunse il titolo di Arbiter con lo scopo di zittire gli eretici dell'installazione. L'impresa fu vinta ma non prima di aver ascoltato le parole di 'Refumee che comunque non turbarono, in un primo momento, l'Arbiter.

    Gli eventi seguenti sanciscono il grande scisma Covenant:

    Rimorso, il più giovane dei Profeti, attaccò la Terra con limitate risorse ed fu messo alla fuga. Sul punto di eseguire un salto randomizzato nell'iperspazio riceve un segnale da una squadra di ricerca e decise di indirizzarsi verso quelle coordinate. Miranda Keys, un capitano umanocon abbordo Master Chief segue il varco iperdimensionale. Le due navi compiono il salto all'interno di New Mombasa radendola quasi al suolo

    Citazione OT
    QUA SI COLLOCA HALO ODST
    Terminato il salto iperspaziale le due navi avranno dinanzi un altro anello sacro.

    L'Arbiter in quel momento giunse ad Alta Opera dove subito gli fu ordinata un importante missione: recuperare l'indice e attivare l'anello prima che il Demon possa distruggere l'installazione.

    Nel frattempo Chief uccide Rimorso, eliminando anche le sue Guardie D'onore e raggiunge l'Arbiter che in quel momento sottrae l'indice dalle mani di Miranda Keys. Ma proprio in quel momento viene colpito alle spalle da Tartarus, un Jiralhanae sospetto che rapisce anche 343 Guilty Spark ed afferma che sono stati i gerarchi ad ordinargli l'eliminazione dell'Arbiter. Chief e Arbiter cadono nel pozzo della biblioteca ma vengono salvati da qualcosa di inaspettato: Una mente suprema Flood che vuole che si impedisca l'attivazione degli anelli. In questo momento l' Arbiter finalmente capisce la verità, ritorna sui suoi passi e scopre che i Jiralhanae hanno soppiantato i Sangheili, scopre di essere stato tradito dai Gerarchi.

    Citazione Perché questo tradimento?
    Dopo gli avvenimenti con`Refumee i profeti si rendono conto che i Sangheili sono troppo predisposti a ragionare per poter a lungo credere a delle menzogne. Prima di poter affrontare una rivolta senza eguali tolgono tutti i tipi di poteri ai nativi di Sangheilos e la trasferisce ai Bruti , sancendo uno scisma epocale: L'allenza è cambiata.
    Per fermare l'infezione e attivare gli anelli Verità Aduna tutta la flotta a lui restante attorno all'installazione, compresa Alta Opera. Purtroppo il Demon ferma l'attivazione e l'installazione resta in Stanby, l'infezione si insidia su Alta Opera.
    A questo punto verità Scappa verso la Terra essendo venuto a conoscenza, forse da Mendicant Bias, che proprio sul pianeta originario degli umani è nascosto il portale per raggiungere l'Arca, l'unico punto dove ora è possibile attivare gli anelli.

    Arrivati i Covenant sulla terra, questa volta più preparati, riescono a trovare il portare per l' Arca quando improvvisamente arriva Alta Opera, infettata.

    Arbiter e Demon si ritroveranno alleati per poter eliminare Verità, e ristabilire la pace nell'universo. Saltano nell' Arca ma dopo che l'Arbiter definito anche come "Lama dei Profeti" uccide finalmente Verità resta da affrontare ancora un grande nemico: l'infezione. L'arbiter aiuta il Demon ad attivare l'anello che l'Arca stava forgiando e tentano di scappare nell'iperspazio.

    Solo l'Arbiter riuscirà a ritornare verso la Terra, riscattare la propria gente e tornare verso Sangheilos con un messaggio definitivo di verità. La fine dei Covenant, la fine della Guerra.


    Note Postume:
    Abbiamo visto come Mendicant Bias abbia architettato un piano per distruggere definitivamente i flood. Le sue preoccupazioni nascono dal fatto che nonostante la antica mente suprema sia morta 100.000 anni fa, i flood lasciati in isolamento nelle installazioni avevano mantenuto in memoria parte degli avvenimenti. La mente suprema "giovane" è in qualche modo la stessa eliminata tempo addietro e Mendicant vuole a tutti i costi riscattarsi pagando con la sua stessa morte i propri errori, salvando i figli dei suoi creatori: l'umanità. La mente suprema per questo motivo viene attirata sull'arca dove Mendicant sapeva avrebbe potuto eliminarla definitivamente senza dover riattivare necessariamente tutti gli anelli.

    Altri varie mi verranno in mente xD

    Z

  4. #4

    Registrato il
    08-08
    Località
    Cernuscohh
    Messaggi
    6.094
    Zeta, ma io ti amo.

    Nonostante una così grande quantità di parole mi spaventi, ti prometto che dopo leggo tutto

  5. #5
    CDPR whore L'avatar di Super Nik
    Registrato il
    10-07
    Località
    Novara
    Messaggi
    15.865
    Citazione MisterZeta Visualizza Messaggio
    L'unico problema è che ad un certo punto al mia ragazza rompeva e ho tagliato corto. Ci sono millemila cosa da dire. Ah, poi sempre da un certo punto in poi l'italiano va calando per la stessa ragione

    Z

    ma no!

    mantieni una grammatica decente, ti prego!


  6. #6
    Citazione Super Nik Visualizza Messaggio

    ma no!

    mantieni una grammatica decente, ti prego!
    Si, ma edito più tardi.

    Stasera devo:
    Aggiornare il topic dei giochi Multiplayer
    Aggiornare il topic dei 10 motivi
    Correggere e continuare questo

    Zeta, ma io ti amo.

    Nonostante una così grande quantità di parole mi spaventi, ti prometto che dopo leggo tutto
    Ho scritto metà , dopo l'altra metà

    Z

  7. #7
    CDPR whore L'avatar di Super Nik
    Registrato il
    10-07
    Località
    Novara
    Messaggi
    15.865
    Citazione MisterZeta Visualizza Messaggio
    Si, ma edito più tardi.

    Stasera devo:
    Aggiornare il topic dei giochi Multiplayer
    Aggiornare il topic dei 10 motivi
    Correggere e continuare questo

    Ho scritto metà , dopo l'altra metà

    Z
    serata piena!


  8. #8
    Time Waits For No One L'avatar di hidan-sensei
    Registrato il
    09-07
    Località
    GamesRadar
    Messaggi
    11.205
    Che uomo

  9. #9
    Ho aggiornato qualcosina, come le storie dei tre Halo, e corretto qualcosuccia qua e la.
    Diciamo che manca:

    Nascita di Cortana
    Età del dubbio / Rivendicazione covenant
    Protocollo Cole, completo.
    La storia di Jhonson
    Non ho narrato nulla di Halo Wars.

    Storie di personaggi secondari .

    Sopratutto: perchè c'è ancora una mente suprema, perché bias si suicida a nostra insaputa per aiutarci e così via


    aggiorno col tempo, abbiate pazienza ç_ç

    Z

  10. #10
    little girl L'avatar di the dark player
    Registrato il
    01-07
    Località
    Aqua
    Messaggi
    59.293
    io ti amo Z comunque protocollo cole esce a novembre e first strike e flood nel 2010

  11. #11
    Gamer dal 1998 L'avatar di al mualim
    Registrato il
    07-08
    Località
    Torino
    Messaggi
    3.041
    è normale che la ragazza rompa! la ragazza ti vuole nel letto e tu stai a continuare a scrivere qui xD

    comunque ottimo lavoro come sempre qui in forum zeta, grazie mi serviva una cultura di halo =)

  12. #12
    Citazione the dark player Visualizza Messaggio
    io ti amo Z comunque protocollo cole esce a novembre e first strike e flood nel 2010
    Ah, ecco perché non lo trovavo

    Beh, il protocollo Cole lo conosco , ma il libro parlerà anche d'altro, no?

    Z

  13. #13
    little girl L'avatar di the dark player
    Registrato il
    01-07
    Località
    Aqua
    Messaggi
    59.293
    Citazione MisterZeta Visualizza Messaggio
    Ah, ecco perché non lo trovavo

    Beh, il protocollo Cole lo conosco , ma il libro parlerà anche d'altro, no?

    Z
    sì di una missione segreta di kyes...ma la storia di jhonson e che era uno spartan 1 ne sai qualcosa?
    Ultima modifica di the dark player; 7-01-2011 alle 18:49:56

  14. #14
    Citazione the dark player Visualizza Messaggio
    sì di una missione segrata di kyes...ma la storia di jhonson e che era uno spartan 1 ne sai qualcosa?
    Beh, ha la syndrome di Boren (immune ai Flood) e i suoi file sono ipersegreti. però non sono sicuro ci siano conferme di quello che hai detto: sono tutte supposizioni probabilmente corrette: ci sono un sacco di date coerenti, s enon fosse che in Halo 3 dovrebbe avere 70 anni. Però essendo che ci sono prarecchie pause criogeniche potrebbe pure essere.

    Solo che il progetto Spartan I doveva proprio far pena xD

    Z

  15. #15
    Utente
    Registrato il
    06-07
    Messaggi
    200
    wow complimenti che lavoraccio...c'è solo qualche errore di battitura!! l'ho letto quasi tutto...dopo leggo il resto!! comunque mi hai già chiarito un sacco di cose!! grazie

Pag 1 di 7 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •