• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 21

Discussione: Guida all'alimentatore (aggiornata)

Cambio titolo
  1. #1
    Nerd Metaller L'avatar di RiccardoTheBeAst
    Registrato il
    04-08
    Località
    Gallowmere
    Messaggi
    7.077

    Guida all'alimentatore (aggiornata)

    GUIDA ALL'ALIMENTATORE
    Conoscerlo a fondo e saper scegliere quello giusto per il nostro PC.






    -Introduzione-

    L’alimentatore (spesso indicato come PSU, Power Supply Unit) è una delle parti più importanti del PC, forse addirittura la più importante. Non solo perché fa andare tutto il sistema, ma anche perché è responsabile del corretto funzionamento di quest’ultimo;
    l'alimentatore infatti ha il compito di prendere la corrente dalla linea elettrica di casa vostra e distribuirla nel giusto modo e nelle giuste "dosi" alle varie componenti del pc. Un funzionamento errato può portare alla rottura delle componenti, per danni di centinaia o migliaia di euro.
    Spesso si tende a sottovalutarlo, a risparmiarci sopra, o addirittura ad ignorarne l'esistenza! Ebbene, questa è una mossa sbagliata, sbagliatissima, l'alimentatore è l'ultima componente su cui risparmiare. E ora vi spiegherò perchè.



    Cosa devo guardare per scegliere un alimentatore? Cos'è che fa la differenza?


    Allora, ci sono vari fattori da considerare. Li elenco qui di seguito, NON in ordine di importanza:


    • Wattaggio effettivo continuo
    • Amperaggi sulla linea da 3,3V
    • Amperaggi sulla linea da 5V
    • Amperaggi sulla linea da 12V
    • Efficienza
    • Certificazioni
    • Marca
    • Modulare / non modulare
    • Dissipazione attiva / dissipazione passiva




    Cos'è il wattaggio effettivo continuo?

    E' il numero di watt che l'alimentatore è in grado di erogare quando si trova al 100% di utilizzo (Full). Sostanzialmente se viene dichiarato che, per esempio, un alimentatore è da 500W allora significa che deve essere in grado di erogare 500W. Se il wattaggio effettivo dovesse risultare inferiore (e questo succede con quasi tutti gli alimentatori economici) allora significa che la PSU è di scarsa qualità.

    C'è poi anche il wattaggio di picco, ovvero il numero di watt massimo che la PSU riesce ad erogare funzionando oltre il 100% della sua potenza nominale; gli alimentatori di alta qualità sono in grado di superare il proprio wattaggio nominale di un buon 10% o anche oltre, arrivando ad erogare in rari ed estremi casi anche fino a 200-250W oltre il wattaggio dichiarato.

    Di solito le marche "da poco" etichettano gli alimentatori con il loro wattaggio di picco, e non con quello massimo effettivo, nel tentativo di mascherare la scarsa potenza dell'unità (la quale, oltre a non riuscire neanche lontanamente a raggiungere il wattaggio di picco, raggiunge a fatica quello nominale con cali di efficienza enormi e diventando instabile).



    Amperaggi? Linee? Volt?

    Sostanzialmente, ogni componente del pc lavora ad un determinato numero di Volt (V). Ora, l'alimentatore deve "smistare" la corrente da 220V (che è quella che gli arriva dalla presa della corrente di casa) alle varie componenti convertendola nel modo corretto in base alle esigenze di ogni pezzo.

    Le principali linee sono appunto la 3,3V, la 5V e la 12V (poi ce ne sono altre, ma sono di "secondaria" importanza).
    La maggior parte delle componenti dei PC, tra cui scheda video e processore (le due componenti più esose in assoluto in termini di energia), lavorano a 12V, ed è proprio la linea da 12V la più importante e la più sfruttata. Quindi è qui che deve concentrarsi la maggior parte della potenza di una PSU.

    Gli Ampere (A) invece indicano l'intensità di corrente su ogni linea.

    Ecco un esempio:




    Come vedete, sotto ogni linea viene indicato il numero di Ampere erogati.
    "E quindi?" vi starete chiedendo. Bene, semplicemente, W=V*A (Watt = Volt x Ampere), ergo 20A sulla 12V corrispondono, per esempio, a 240W erogati (12*20).

    In questo caso potete notare come, giustamente, la maggior parte della potenza dell'alimentatore viene concentrata sulla 12V, come vi dicevo poco fa, per un totale di 672W (56A) erogati su tale linea, contro i "soli" 180W totali di 3,3V e 5V.
    In questa PSU poi, la 12V è stata suddivisa in più linee (quattro per l'esattezza, chiamate 12V1, 12V2, 12V3 eccetera....). Questo viene fatto con le PSU di qualità e potenza più alta per aumentare ulteriormente la stabilità sulla 12V, fino a un massimo, di norma, di 6 linee.

    Altri esempi: Pic1, Pic2, Pic3 e Pic4.



    Cos'è l'efficienza

    Semplicissimo. Il pc chiede watt all'alimentatore. L'alimentatore chiede watt alla presa della corrente. Ma c'è un problema.....non tutti i watt presi dall'alimentatore arrivano alle componenti.

    Perchè? Beh, perchè una parte dell'energia viene sprecata sotto forma di calore, e più la qualità dell'alimentatore è bassa, maggiore sarà la percentuale sprecata sotto forma di calore. Il motivo per cui una parte della corrente viene sprecata è semplice: non esistono macchine perfette. Avere un'efficienza del 100% significherebbe avere uno strumento perfetto...peccato che non sia matematicamente possibile. Non per ora almeno, e non con le tecnologie attuali.

    Se la PSU ha un'efficienza del 65% allora significa che il 35% dell'energia sarà sprecata. Se è del 70% allora che il 30% sarà sprecato. Se è dell'80% allora che il 20% è sprecato. E così via.....
    L'efficienza varia in base alla qualità dell'alimentatore, al carico di lavoro, alle temperature, all'anzianità dell'alimentatore eccetera...

    Esempio: se il pc richiede 200W all'alimentatore, e se esso ha una efficienza del 70% a tale carico, allora esso preleverà dalla corrente di casa vostra 285W (e voi pagherete sulla bolletta per 285W) nonostante il pc ne chieda soltanto 200. Di questi 285W, 200W andranno al PC e 85W saranno sprecati e pagati (da voi) per nulla. Capite ora perchè l'efficienza è così importante? Più è alta meno spendete, meno inquinate e maggiore è la qualità della vostra PSU.



    Certificazioni

    Ci sono varie certificazioni che vengono assegnate agli alimentatori più prestigiosi. Le più importanti in assoluto sono le varie certificazioni 80 Plus, legate ai valori di efficienza delle PSU. Per ottenere tali certificazioni gli alimentatori sono testati dai tecnici del programma 80 Plus (http://www.plugloadsolutions.com/80P...rSupplies.aspx).

    Gli alimentatori vengono testati a tre differenti carichi di lavoro: Light (20%), Typical (50%) e Full (100%), eccezion fatta per l'ultima arrivata, ovvero la certificazione 80 Plus Titanium che prevede anche un test al 10% di carico.
    Questo, per parlarci chiaro, significa ad esempio che un alimentatore etichettato come "500W" viene testato al 10% della potenza (gli si chiede di erogare 50W), al 20% (deve erogare 100W), al 50% (250W) e al massimo (500W).

    Ogni certificazione richiede un valore di efficienza minimo ben preciso per ognuno dei test. Se anche uno solo dei test fallisce allora l'ottenimento della certificazione sfuma.

    Esse sono:




    Poi ci sono altre certificazioni importanti:

    -SLI/Crossfire/Crossfire X (significa che la PSU è stata testata e certificata direttamente dalle case produttrici di schede video, ATI e Nvidia, per alimentare un sistema munito di 2 o più schede video, quindi un sistema che richiede tantissima potenza e stabilità)

    Tutte queste certificazioni hanno lo scopo di dare al consumatore un'idea generale della qualità dell'alimentatore e dei suoi consumi. Più è prestigiosa la certificazione ottenuta, maggiore è la qualità dell'alimentatore e soprattutto minori sono i consumi, il chè si traduce in risparmio e sicurezza per il compratore.



    Marca

    Non tutte le marche sono uguali. Ci sono marche migliori così come ci sono marche peggiori. Di norma le marche peggiori non forniscono dati corretti sui loro prodotti, non dicono nulla sull'efficienza delle proprie PSU (e si limitano a scrivere "alta efficienza" ....se se, alta un cazzo), utilizzano componenti di qualità bassa per la costruzione ed infine forniscono pochi dati sui propri alimentatori. Già questo è importante per capire di che qualità è l'alimentatore che andrete a comprare. Se ci sono dati vaghi o poco precisi allora è già un brutto segno. Diffidate di tali marche.

    Al contrario, le marche migliori, oltre ad offrire tantissimi dati tecnici riguardo ai propri prodotti, forniscono anche una migliore assistenza e più materiale a corredo.
    Inoltre, gli alimentatori di marca sono muniti di un maggior numero di cavi e connettori rispetto agli alimentatori non di marca, permettendo così di alimentare un maggior numero di componenti e di non dover ricorrere all'uso di adattatori.

    Altra cosa degna di nota è la garanzia. Le marche più serie garantiscono alcuni dei loro alimentatori per quantità di tempo estremamente alte, 5... 7 o anche 10 anni , quando invece la garanzia standard per un prodotto elettronico sarebbe di 2 anni.



    Modulare o non modulare? Cosa significa?


    In questo caso vi risparmio la fatica di leggere (e io mi risparmio la fatica di scrivere). Basta guardare le immagini:





    Nella prima immagine potete vedere un alimentatore non modulare, ovvero con tutti i cavi fissati all'alimentatore, quindi i cavi non utilizzati resteranno penzoloni all'interno del case (a meno che non facciate un buon cablaggio).

    Nella seconda immagine invece trovate un alimentatore modulare, con soltanto 2-3 cavi fissati all'alimentatore (cavi sempre necessari, ed è per questo che vengono lasciati fissi, anche se alcuni modelli sono full-modular e non ne hanno neanche uno fisso) mentre invece tutti gli altri cavi (che potete vedere qui sotto nel pratico porta-cavi) possono essere attaccati/staccati dai vari slot presenti sull'unità. In questo modo sarete liberi di attaccare soltanto i cavi che vi servono e di evitare di far prendere polvere a cavi inutili, oltre al fatto che meno cavi ci sono all'interno del case meglio è, siccome circola meglio l'aria.



    Di alimentatori modulari e non modulari ne vengono prodotti sia di alta qualità, sia di scarsa qualità, quindi non fate mai il ragionamento "modulare=alta qualità / non modulare=bassa qualità" perchè entrambi i tipi di PSU vengono prodotti da un po' tutte le marche. Semplicemente, se è modulare tanto meglio. (In questo caso, entrambi gli alimentatori raffigurati nelle due immagini sono di alta qualità e di ottima marca.)

    Approfitto di queste foto per fare una comparativa:



    Quest'ultima immagine raffigura un alimentatore di bassissima qualità. Voglio farvi notare come la qualità di un alimentatore si veda già ad occhio, senza andare a vedere le caratteristiche tecniche.
    Quest'ultimo alimentatore ha pochi connettori (come vi dicevo nel paragrafo precedente) rispetto agli altri due, i cavi NON sono rivestiti con il materiale elastico di protezione e la PSU appare già meno solida e compatta fin da un primo sguardo. Inoltre l'etichetta riporta molte meno caratteristiche tecniche rispetto alle dettagliate etichette dei due modelli delle immagini precedenti.

    Qui invece un'alimentatore non modulare e uno full-modular a confronto:





    Dissipazione attiva/passiva.


    Se la dissipazione di un alimentatore è attiva significa che sono presenti una o più ventole di raffreddamento dell'unità. Se è passiva significa invece che non è presente alcuna ventola.
    Sono caldamente consigliati alimentatori muniti di dissipazione attiva in quanto quelli senza ventole tendono a surriscaldarsi molto e a diventare instabili, anche se ormai al giorno d'oggi quelli a dissipazione passiva sono un caso più unico che raro.



    F.A.Q. Frequentrly Asked Questions / F.P.B. Frequently Posted Bullshit


    Q/B - "Come faccio a sapere quanto consuma il mio pc?"

    A - Vai a questo sito (http://extreme.outervision.com/psucalculator.jsp) e segui le istruzioni. Devi semplicemente inserire le componenti del tuo PC ed il sito ti dirà quanto consuma. Attento quando selezioni il processore! Un processore multi-core è comunque uno e uno solo processore fisico. Cercate di comprare sempre alimentatori con un wattaggio circa doppio rispetto ai consumi del vostro PC, il picco di efficienza è difatti sempre intorno al 40-50% di utilizzo dell'alimentatore, inoltre così avrete un bel po' di margine nel qual caso vogliate aggiungere dei pezzi al computer o sostituire quelli presenti con altri più esosi in termini di consumi. Inoltre la PSU, così come qualunque oggetto di questo mondo o come le persone, non può essere tenuto sempre al massimo o quasi delle sue prestazioni, la sua durata e la sua affidabilità calano drasticamente se lo usate così!

    --------------------

    Q/B
    - "Ma se ho un alimentatore da 750W e il pc ne richiede soltanto 500, l'alimentatore erogherà comunque 750W o soltanto i 500 di cui il PC ha bisogno?"

    A - Ovviamente vengono erogati soltanto i watt di cui ha bisogno il PC. Alle componenti deve arrivare il giusto quantitativo di corrente, non un watt di più e non un watt di meno. E poi se così non fosse non avrebbe senso praticamente tutto quello che ho scritto nella guida.
    Se sullo scaldabagno c'è scritto che consuma 2.000W è ovvio che li consumerà soltanto se alla massima potenza. Se impostate la temperatura su "basso" consumerà 500W per esempio, e 1.000W su "medio"

    --------------------

    Q/B
    - "Ho pochi soldi di budget, e ci sono due alimentatori da 500W. Uno da 25€ e l'altro da 60€. Capisco che è meglio quello da 60€, ma purtroppo non me lo posso permettere....prenderò quello da 25€."

    A - No! Fermo! Stai commettendo un errore! Hai letto tutto quello che c'è scritto in questa guida? Gli alimentatori economici SEMBRANO economici, ma NON lo sono!
    E' vero, la spesa iniziale è bassa, ma poi c'è una lunga serie di svantaggi:

    -Consumi maggiori (ogni bolletta sarà più cara!)
    -Affidabilità decisamente minore
    -Stabilità decisamente minore (se vi rompe qualche componente del PC dovrete poi spendere soldi per cambiarla, e tranquilli che succederà)
    -Alto rischio di rottura (se si rompe l'ali, il chè non è difficile, serviranno altri soldi per un ali nuovo)
    -Incapacità di raggiungere il wattaggio dichiarato (ergo doverlo sostituire appena aggiornate il PC)
    -Minore garanzia
    -Minor numero di connettori/cavi

    Quindi gli alimentatori di qualità sono indubbiamente MOLTO più economici di un alimentatore scrauso da pochi euro. Non vi è un solo motivo, non uno, per preferire una PSU da poco a una PSU di buona fattura. Se lo fate, va tutto a vostro svantaggio. Ovviamente, non basatevi sul prezzo, il mio è solo un esempio, fate sempre riferimento alle caratteristiche tecniche del prodotto, non sempre il prezzo rispecchia la qualità!

    --------------------

    Q/B - "Ho trovato due alimentatori con prezzo simile, sui 60€. Uno è da 400W modulare, l'altro da 550W non modulare. Quale prendo?"

    A - Quando si hanno budget abbastanza ristretti è sempre meglio dare la precendeza al wattaggio che alla modularità, dal momento che la modularità è decisamente meno importante e "facoltativa". Supponendo che entrambi gli alimentatori presi in esempio siano di buona fattura, buttatevi sul 550W!

    --------------------

    Q/B - "Quanti Ampere e quanta efficienza deve avere un buon alimentatore?"

    A - Per quanto riguarda l'efficienza, già un 80 Plus è stra-ottimo. Sconsiglio fortemente di scendere sotto questa soglia (80% di efficienza a qualunque carico di lavoro). Per gli Ampere, beh, varia da caso a caso ovviamente, comunque in linea generale diciamo che gli Ampere erogati devono essere sempre superiori sulla linea da 12V rispetto alle 3,3V e 5V, e gli A sulla 12V devono costituire almeno l'80% del wattaggio complessivo della PSU.

    --------------------

    Q/B - "Quali sono le marche migliori? Quali consigliate?"

    A - Scrivere un elenco di marche porterebbe ad elencare soltanto quelle più famose, e non tutte quelle che sono realmente valide, e questo non lo trovo giusto. Inoltre non è escluso che anche le marche migliori possano produrre qualche alimentatore mediocre, o che le marche più sconosciute e di nicchia possano produrre alimentatori interessanti. Invito quindi a dare un'occhiata sul sito del programma 80 Plus, dove c'è un elenco completo, dettagliato e costantemente aggiornato delle marche che hanno prodotto alimentatori con tale certificazione con relativi modelli e risultati dei test (http://www.plugloadsolutions.com/80P...rSupplies.aspx). Consultatelo per sapere quali sono le marche migliori e per sapere tutti i modelli da loro prodotti che soddisfano i requisiti 80 Plus.

    --------------------


    Q/B - "Perchè dovrei fidarmi dei vostri consigli?"

    A - Questa è una comunità di appassionati di hardware che vuole diffondere le proprie conoscenze ad altre persone che non le hanno. A noi non piace vedere gente presa per il culo o raggirata, ed è per questo che diamo consigli e avvertiamo quando qualcosa non va bene, non abbiamo alcun profitto dai consigli che diamo, se non la soddisfazione di aver fatto qualcosa di giusto e di aver aiutato chi cercava aiuto in questo campo.

    --------------------



    Consigli finali


    1. Controllate SEMPRE sul sito ufficiale del produttore le caratteristiche teniche dell'alimentatore che state per comprare. A volte nei siti online si sbagliano a scrivere i dati, può succedere.
    2. Controllate SEMPRE sul sito del programma 80 Plus (http://www.plugloadsolutions.com/80P...rSupplies.aspx) che l'alimentatore che state per acquistare sia presente nella lista delle PSU 80 Plus e che abbia la certificazione giusta. A volte purtroppo alcune marche disoneste mettono delle etichette 80 Plus fasulle sui loro alimentatori, oppure i siti si sbagliano e indicano una certificazione sbagliata.
    3. Tenete d'occhio il sito Hardware Secrets (http://www.hardwaresecrets.com/), estremamente serio e professionale, che effettua analisi e test di ogni tipo sulle PSU (e su tante altre componenti) per scovare ogni singolo pregio e difetto. Cercate magari una recensione dell'alimentatore che state per acquistare.
    4. Evitate come la peste i PC preassemblati delle grandi catene, in quanto montano nel 100% dei casi alimentatori scadenti.
    5. Se avete dei dubbi o domande chiedete qui sul forum, saremo felici di aiutarvi


    Siete pregati di segnalarmi qualunque errore di battitura o errore ortografico che incontrate durante la lettura, qualunque immagine mancante e/o i link non funzionanti. Grazie.

    (8 immagini e 9 link attualmente)
    Ultima modifica di RiccardoTheBeAst; 10-11-2016 alle 19:26:07

  2. #2
    Nerd Metaller L'avatar di RiccardoTheBeAst
    Registrato il
    04-08
    Località
    Gallowmere
    Messaggi
    7.077
    Post di riserva

    Se avete delle FAQ da suggerire fate pure, io ne avevo 1000 per la testa ma non ne ricordo neanche una

    Poi ovviamente, se notate degli errori e/o avete dei consigli da dare...beh, parlate!
    Ultima modifica di RiccardoTheBeAst; 3-01-2015 alle 00:03:56

  3. #3
    Tenente L'avatar di Neo88
    Registrato il
    07-04
    Località
    Sora (FR) - Pomezia (RM)
    Messaggi
    15.417
    complimenti inanzitutto!

    poi magari inserisci una lista delle marche piu affidabili, secondo me potrebbe aiutare i neofiti
    Il mio computer:
    Case Corsair Carbide 500RAlimentatore Corsair HX650 Scheda madre Asrock Z170 Fatality K4 CPU Intel Core i5 6600K RAM 2x8GB Crucial Ballistix 2400mhz Scheda video EVGA GTX 1070 SC HDD Samusung 950 pro 256Gb + OCZ vertex2 60GB+WD Caviar Black 1TB Casse Creative Inspire digital 2.1 Monitor Samsung P2470HD

  4. #4
    Utente L'avatar di Spyro_91
    Registrato il
    11-06
    Località
    Bari
    Messaggi
    1.881
    Pareri sul HX 650 modulare della Corsair? Costa sui 96€...c'è di meglio x questo prezz con stesso wattaggio e modulare?

  5. #5
    Utente
    Registrato il
    01-09
    Località
    Messina
    Messaggi
    751
    bella guida!
    Ultima modifica di Mecenate; 29-11-2010 alle 13:02:23

  6. #6
    magnetron 91
    Ospite
    Citazione Spyro_91 Visualizza Messaggio
    Pareri sul HX 650 modulare della Corsair? Costa sui 96€...c'è di meglio x questo prezz con stesso wattaggio e modulare?
    Prendi l'hx650.
    Volendo ci sarebbe il seasonic x650 , che è 80+gold, ma costa di più. (che poi anche l'hx650 è seasonic...)

  7. #7
    Nerd Metaller L'avatar di RiccardoTheBeAst
    Registrato il
    04-08
    Località
    Gallowmere
    Messaggi
    7.077
    Citazione Neo88 Visualizza Messaggio
    complimenti inanzitutto!

    poi magari inserisci una lista delle marche piu affidabili, secondo me potrebbe aiutare i neofiti
    Thx

    Per le marche ci avevo già pensato...però il punto è che alcune marche buone producono anche alimentatori di fascia più economica, così come alcune marche un po' più....."medie"... producono anche alimentatori buoni. Quindi è difficile fare un elenco di marche che le comprenda tutte......anche perchè l'elenco delle marche c'è sul sito della federazione 80 Plus

    Comunque la guida la terrò aggiornata quindi vedrò come e se inserire l'elenco delle marche. E' una versione 1.0 diciamo, devo ancora patcharla XD

    Scusate ma questo 1200W (prima immagine dell'OP) sta erogando 1700W?

    Ultima modifica di RiccardoTheBeAst; 29-11-2010 alle 12:53:27

  8. #8
    Tenente L'avatar di Neo88
    Registrato il
    07-04
    Località
    Sora (FR) - Pomezia (RM)
    Messaggi
    15.417
    i 1700W dovrebbero essere il consumo dell'alimentatore e non del sistema, quindi tiene conto dell'efficenza
    Il mio computer:
    Case Corsair Carbide 500RAlimentatore Corsair HX650 Scheda madre Asrock Z170 Fatality K4 CPU Intel Core i5 6600K RAM 2x8GB Crucial Ballistix 2400mhz Scheda video EVGA GTX 1070 SC HDD Samusung 950 pro 256Gb + OCZ vertex2 60GB+WD Caviar Black 1TB Casse Creative Inspire digital 2.1 Monitor Samsung P2470HD

  9. #9
    magnetron 91
    Ospite
    NUlla di strano, gli alimentatori buoni lavorano molto al di sopra delle specifiche.

  10. #10
    Utente L'avatar di Giovy89
    Registrato il
    10-06
    Località
    Prov. (RG)
    Messaggi
    6.464
    si bhe è normale che un ali possa andare oltre specifica se di buona fattura, ma ovviamente ne risente la stabilità di sistema e la % di rottura dello stesso aumenta.

    E' come avere una macchina che raggiunge 6000rpm di giri motore, tranquillamente il meccanico tramite centralina può spostare questo limite oltre specifica, in tale caso il costruttore non ti copre in caso di guasti perchè tale limite imposto è stato superato, così è anche nel mondo pc con overclock, sovralimentazione di watt ecc...... l'uomo, essere spinto dalla voglia di andare sempre oltre

  11. #11
    Utente L'avatar di luckino
    Registrato il
    12-07
    Messaggi
    16.356
    Appena ho voglia la leggo, anche se un po' l'avevo già fatto.
    Firma rimossa per altezza eccedente il limite imposto dal Regolamento (158 pixel).
    Opp32

  12. #12
    magnetron 91
    Ospite
    Citazione Giovy89 Visualizza Messaggio
    si bhe è normale che un ali possa andare oltre specifica se di buona fattura, ma ovviamente ne risente la stabilità di sistema e la % di rottura dello stesso aumenta.
    Dipende. Fino a 150, 200 w (il mio per esempio) non ha nessun problema. Dopo ti scrivo un post più dettagliato, che adesso vado all'uni

  13. #13
    Nerd Metaller L'avatar di RiccardoTheBeAst
    Registrato il
    04-08
    Località
    Gallowmere
    Messaggi
    7.077
    Citazione Neo88 Visualizza Messaggio
    i 1700W dovrebbero essere il consumo dell'alimentatore e non del sistema, quindi tiene conto dell'efficenza
    Ah ok, infatti avevo pensato anche io a questa cosa, siccome la vedo dura mettere il sensore a metà tra l'ali e le componenti. Più che altro volevo una conferma Comunque starà erogando sui 1400W....mica poco

    Citazione magnetron 91 Visualizza Messaggio
    NUlla di strano, gli alimentatori buoni lavorano molto al di sopra delle specifiche.
    Sì sì lo so, l'ho anche scritto nella guida, soltanto che qui si parlava di andare sopra le specifiche in un modo allucinante (se i 1700W fossero stati misurati in uscita dall'ali e non in entrata)

    Citazione Giovy89 Visualizza Messaggio
    si bhe è normale che un ali possa andare oltre specifica se di buona fattura, ma ovviamente ne risente la stabilità di sistema e la % di rottura dello stesso aumenta.

    E' come avere una macchina che raggiunge 6000rpm di giri motore, tranquillamente il meccanico tramite centralina può spostare questo limite oltre specifica, in tale caso il costruttore non ti copre in caso di guasti perchè tale limite imposto è stato superato, così è anche nel mondo pc con overclock, sovralimentazione di watt ecc...... l'uomo, essere spinto dalla voglia di andare sempre oltre
    Puoi dirlo!

    Citazione luckino Visualizza Messaggio
    Appena ho voglia la leggo, anche se un po' l'avevo già fatto.
    K, avvisami se c'è qualcosa che non va

    Citazione magnetron 91 Visualizza Messaggio
    Dipende. Fino a 150, 200 w (il mio per esempio) non ha nessun problema. Dopo ti scrivo un post più dettagliato, che adesso vado all'uni
    Vai, vai

  14. #14
    Utente L'avatar di luckino
    Registrato il
    12-07
    Messaggi
    16.356
    Letta la guida, mi sembra ottimamente fatta pure a me. Senza andare troppo nello specifico - anche perchè a me pare che pure tu non abbia conoscenze elettroniche adeguate come me e molte altri per andare più nello specifico - mi sembra riesci ad essere piuttosto convincente. Se non fosse che la guida di Simoorta è obsoleta, quella sarebbe ottima, perchè mi pare di ricordare che tratti anche parti più legate all'elettronica. Ecco, se qualcuno che ha delle conoscenze di elettronica buona potesse dare una mano sarebbe il massimo..

    Ah, segnalo questo articolo, che mi leggerò anche io più tardi: http://www.hardwaresecrets.com/artic...fication/856/1
    Firma rimossa per altezza eccedente il limite imposto dal Regolamento (158 pixel).
    Opp32

  15. #15
    Nerd Metaller L'avatar di RiccardoTheBeAst
    Registrato il
    04-08
    Località
    Gallowmere
    Messaggi
    7.077
    Citazione luckino Visualizza Messaggio
    Letta la guida, mi sembra ottimamente fatta pure a me. Senza andare troppo nello specifico - anche perchè a me pare che pure tu non abbia conoscenze elettroniche adeguate come me e molte altri per andare più nello specifico - mi sembra riesci ad essere piuttosto convincente. Se non fosse che la guida di Simoorta è obsoleta, quella sarebbe ottima, perchè mi pare di ricordare che tratti anche parti più legate all'elettronica. Ecco, se qualcuno che ha delle conoscenze di elettronica buona potesse dare una mano sarebbe il massimo..

    Ah, segnalo questo articolo, che mi leggerò anche io più tardi: http://www.hardwaresecrets.com/artic...fication/856/1
    Ne ero già a conoscenza, infatti è anche per questo che ho messo nei consigli di andarsi a vedere le recensioni su hardware secrets per sapere l'efficienza reale degli alimentatori

    Per quanto riguarda la parte legata all'elettronica, beh, sì, non sono abbastanza ferrato in materia, ma se qualcuno vuole illuminarmi faccia pure. Ad ogni modo avevo parzialmente previsto approfondimenti di questo tipo, ed è per questo che ho fatto il post di riserva. Lì metterò gli approfondimenti, siccome aggiungere informazioni estremamente tecniche e complesse all'OP porterebbe l'utente medio a non leggere il tutto (già è molto lungo di suo l'OP, figuriamoci con gli approfondimenti ). Volendo potete scrivere voi stessi degli approfondimenti che poi metterò nel secondo post (specificandone ovviamente l'autore, mica sono un ladro ). Qualunque cosa è ben accetta, ma ripeto, andrà quasi tutto nel secondo post, perchè l'OP vorrei mantenerlo sintetico il più possibile

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •