alibi-wedge
  • In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 44 123411 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 659

Discussione: [533] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea

Cambio titolo
  1. #1
    ------ ★ ★ ★ ★ ------ L'avatar di Jabulani
    Registrato il
    06-10
    Messaggi
    5.687

    [533] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: [532] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: [531] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: [530] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: [529] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: [528] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: [527] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: [526] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: [525] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: [524] Juventus F.C. 1897 | Gaetano Scirea


    1897
    JUVENTUS FOOTBALL CLUB


    ''Alla Juventus vincere non è importante. È l'unica cosa che conta''








    CAMPIONI D'ITALIA
    2013/2014

    ''102 PUNTI''





    ''...So' state Mazzate pe' tutti...''


  2. #2
    Yeah Science, Bitch! L'avatar di MikiM
    Registrato il
    09-04
    Località
    Francoforte
    Messaggi
    45.404
    a me sturaro ricorda un po' un misto tra nocerino e marchisio

  3. #3
    se fossi voi :) L'avatar di el Bandido
    Registrato il
    02-13
    Messaggi
    5.985
    Oggi sentenza della cassazione sul processo calciopoli. Intanto Guido Vaciago su tuttosport scrive questo articolo, molto utile per chi chiedeva una sintesi riguardo il perché calciopoli è una buffonata: ecco una lista di quanto emerso e CERTIFICATO nel processo.

    TORINO - Non è l'ultima puntata di Calciopoli, ma la prima di una nuova serie. Oggi a Napoli si chiude (o si inizerà a chiudere, perché non vi è certezza che la sentenza arrivi entro stasera) il capitolo della giustizia ordinaria. Da domani potrebbe aprirsi un nuovo capitolo della giustizia sportiva, se la Juventus decidesse di chiedere - com'è nei suoi diritti - la revisione del processo sportivo del 2006, alla luce dei nuovi significativi fatti emersi che cambiano radicalmente lo scenario di nove anni fa. Il famoso articolo 39 che Andrea Agnelli ha sempre detto di voler valutare quando la giustizia ordinaria avesse finito il suo (lentissimo) percorso. D'altra parte, delle accuse che fecero condannare la Juventus nell'estate del 2006 (serie B, penalizzazione e due scudetti tolti, di cui uno pure riassegnato) non è rimasto niente. Si è sgretolato tutto durante il dibattimento del processo penale. A Napoli, per mesi, vennero fatte a pezzi le teorie accusatorie: superficiali e raffazzonate. E, soprattutto, in quell'aula, Maurilio Prioreschi, legale di Luciano Moggi, rivelò l'esistenza di intercettazioni, scoperte dal consulente Nicola Penta, che coinvolgevano altre società (a partire dall'Inter).
    NIENTE RAPPORTO ESCLUSIVO - La sentenza sportiva partiva proprio da lì. Dall'esistenza di un «rapporto esclusivo» fra i designatori e Luciano Moggi. E proprio su questo rapporto si fondava la teoria dell'associazione o della cupola. Il problema è che quel rapporto era tutt'altro che esclusivo: ai designatori telefonavano tutti, da Facchetti a Meani, da Capello e Sacchi, da Cellino a Campedelli... Chiunque, in Serie A, dava un colpo di telefono a Bergamo o Pairetto. E tutti chiedevano la stessa cosa: più attenzione e la designazione di un tale arbitro piuttosto che un tal'altro. Per scoprirlo è bastato l'ascolto più attento di una piccola parte delle 175.000 intercettazioni registrate dai Carabinieri, ma poi attentamente "selezionate" in fase di indagine in modo da ascoltare solo quelle di Moggi. Le altre, adesso, sono disponibili sul Web e resta sempre istruttivo ascoltarle.
    NIENTE AMMONIZIONI MIRATE - Un altro solidissimo caposaldo dell'accusa sportiva era le cosiddette ammonizioni preventive con cui gli arbitri della cupola avrebbero decimato le avversarie della Juventus con cartellini gialli ai diffidati. Meccanismo ingegnoso, ma fasullo. La Juventus non godette affatto di questo vantaggio: lo dimostrano i numeri (che vedono la Juventus a metà della particolare classifica) e soprattutto alcuni strafalcioni in fase di indagine, nella quale si parla di giocatori squalificati (quando questi erano regolarmente in campo, come quelli dell'Udinese) o di fuoriclasse squalificati dopo l'ammonizione a comando che in realtà erano modesti gregari (Petruzzi e Nastase del Bologna, per esempio). Le ammonizioni mirate, lo dice anche il giudice Casoria nella sua sentenza, non sono mai esistite e la Juventus ne ha goduto.
    NIENTE SORTEGGIO TRUCCATO - Colpi di tosse e palline ammaccate hanno tenuto banco a lungo: sarebbero stati gli abilissimi trucchi di Pairetto e Bergamo per truccare il sorteggio a favore della Juventus e di Moggi. Ma le prove nessuno le ha mai prodotte (anzi è addirittura sparito il video registrato di nascosto dagli inquirenti e che doveva essere la prova principe). Tant'è che la sentenza di primo grado mette nero su bianco anche questo concetto: i sorteggi non erano truccati. E non si riesce a dimostrare che la composizione delle griglie, altro piatto forte dell'accusa, fosse pilotata da Moggi, considerando i tantissimi vincoli che rendevano quasi automatico la formazione delle griglie (che dire allora di Meani, l'addetto agli arbitri del Milan, che minacciando l'ira di Galliani fece cambiare una designazione di un guardalinee per una partita del Milan?).
    NIENTE PUNIZIONI AGLI ARBITRI - Altra teoria: Moggi controllava le carriere degli arbitri: a quelli amici promozioni, a quelli nemici sospensioni e carriera bloccata. In tribunale, i legali di Moggi hanno raso al suolo questa teoria, snocciolando le designazione e dimostrando l'esatto contrario, ovvero che veniva fermato prevalentemente chi sbagliava a favore della Juventus.
    NIENTE RAPIMENTO DI PAPARESTA - La più diffusa leggenda metropolitana di Calciopoli: Paparesta chiuso nello spogliatoio di Reggio Calabria da Moggi, arrabbiato per la direzione di gara. Ebbene c'è un'archiviazione del tribunale di Reggio Calabria che certifica che il fatto non sussiste. Come, per altro, lo stesso Paparesta ha sempre dichiarato.
    MORALE - Basterebbe la sentenza di primo grado della Casoria e la famosa relazione Palazzi (quella in cui il pm della Figc reputa l'Inter passibile di illecito sportivo alla luce delle nuove intercettazioni) per presentarsi davanti alla Figc e riaprire i faldoni del 2006. Non servono le sentenze di Cassazione per riscrivere la storia, basta leggere bene quella di primo grado e riascoltare il dibattimento che l'ha prodotta. E del processo sportivo non rimane più niente.



    ricordiamo che nel processo SPORTIVO la juve è stata punita tenendo conto di tutte queste cose qui (ammonizioni mirate, sorteggi truccati, paparesta chiuso, carriere degli arbitri controllate, rapporto esclusivo con i designatori, . . . ).

    "dovevano radiarvi, vi è andata bene!" (cit.)

  4. #4
    Jim della Foglia L'avatar di Jim Kenobi
    Registrato il
    09-06
    Località
    Ypsigro
    Messaggi
    3.227
    Citazione el Bandido Visualizza Messaggio
    Oggi sentenza della cassazione sul processo calciopoli. Intanto Guido Vaciago su tuttosport scrive questo articolo, molto utile per chi chiedeva una sintesi riguardo il perché calciopoli è una buffonata: ecco una lista di quanto emerso e CERTIFICATO nel processo.

    TORINO - Non è l'ultima puntata di Calciopoli, ma la prima di una nuova serie. Oggi a Napoli si chiude (o si inizerà a chiudere, perché non vi è certezza che la sentenza arrivi entro stasera) il capitolo della giustizia ordinaria. Da domani potrebbe aprirsi un nuovo capitolo della giustizia sportiva, se la Juventus decidesse di chiedere - com'è nei suoi diritti - la revisione del processo sportivo del 2006, alla luce dei nuovi significativi fatti emersi che cambiano radicalmente lo scenario di nove anni fa. Il famoso articolo 39 che Andrea Agnelli ha sempre detto di voler valutare quando la giustizia ordinaria avesse finito il suo (lentissimo) percorso. D'altra parte, delle accuse che fecero condannare la Juventus nell'estate del 2006 (serie B, penalizzazione e due scudetti tolti, di cui uno pure riassegnato) non è rimasto niente. Si è sgretolato tutto durante il dibattimento del processo penale. A Napoli, per mesi, vennero fatte a pezzi le teorie accusatorie: superficiali e raffazzonate. E, soprattutto, in quell'aula, Maurilio Prioreschi, legale di Luciano Moggi, rivelò l'esistenza di intercettazioni, scoperte dal consulente Nicola Penta, che coinvolgevano altre società (a partire dall'Inter).
    NIENTE RAPPORTO ESCLUSIVO - La sentenza sportiva partiva proprio da lì. Dall'esistenza di un «rapporto esclusivo» fra i designatori e Luciano Moggi. E proprio su questo rapporto si fondava la teoria dell'associazione o della cupola. Il problema è che quel rapporto era tutt'altro che esclusivo: ai designatori telefonavano tutti, da Facchetti a Meani, da Capello e Sacchi, da Cellino a Campedelli... Chiunque, in Serie A, dava un colpo di telefono a Bergamo o Pairetto. E tutti chiedevano la stessa cosa: più attenzione e la designazione di un tale arbitro piuttosto che un tal'altro. Per scoprirlo è bastato l'ascolto più attento di una piccola parte delle 175.000 intercettazioni registrate dai Carabinieri, ma poi attentamente "selezionate" in fase di indagine in modo da ascoltare solo quelle di Moggi. Le altre, adesso, sono disponibili sul Web e resta sempre istruttivo ascoltarle.
    NIENTE AMMONIZIONI MIRATE - Un altro solidissimo caposaldo dell'accusa sportiva era le cosiddette ammonizioni preventive con cui gli arbitri della cupola avrebbero decimato le avversarie della Juventus con cartellini gialli ai diffidati. Meccanismo ingegnoso, ma fasullo. La Juventus non godette affatto di questo vantaggio: lo dimostrano i numeri (che vedono la Juventus a metà della particolare classifica) e soprattutto alcuni strafalcioni in fase di indagine, nella quale si parla di giocatori squalificati (quando questi erano regolarmente in campo, come quelli dell'Udinese) o di fuoriclasse squalificati dopo l'ammonizione a comando che in realtà erano modesti gregari (Petruzzi e Nastase del Bologna, per esempio). Le ammonizioni mirate, lo dice anche il giudice Casoria nella sua sentenza, non sono mai esistite e la Juventus ne ha goduto.
    NIENTE SORTEGGIO TRUCCATO - Colpi di tosse e palline ammaccate hanno tenuto banco a lungo: sarebbero stati gli abilissimi trucchi di Pairetto e Bergamo per truccare il sorteggio a favore della Juventus e di Moggi. Ma le prove nessuno le ha mai prodotte (anzi è addirittura sparito il video registrato di nascosto dagli inquirenti e che doveva essere la prova principe). Tant'è che la sentenza di primo grado mette nero su bianco anche questo concetto: i sorteggi non erano truccati. E non si riesce a dimostrare che la composizione delle griglie, altro piatto forte dell'accusa, fosse pilotata da Moggi, considerando i tantissimi vincoli che rendevano quasi automatico la formazione delle griglie (che dire allora di Meani, l'addetto agli arbitri del Milan, che minacciando l'ira di Galliani fece cambiare una designazione di un guardalinee per una partita del Milan?).
    NIENTE PUNIZIONI AGLI ARBITRI - Altra teoria: Moggi controllava le carriere degli arbitri: a quelli amici promozioni, a quelli nemici sospensioni e carriera bloccata. In tribunale, i legali di Moggi hanno raso al suolo questa teoria, snocciolando le designazione e dimostrando l'esatto contrario, ovvero che veniva fermato prevalentemente chi sbagliava a favore della Juventus.
    NIENTE RAPIMENTO DI PAPARESTA - La più diffusa leggenda metropolitana di Calciopoli: Paparesta chiuso nello spogliatoio di Reggio Calabria da Moggi, arrabbiato per la direzione di gara. Ebbene c'è un'archiviazione del tribunale di Reggio Calabria che certifica che il fatto non sussiste. Come, per altro, lo stesso Paparesta ha sempre dichiarato.
    MORALE - Basterebbe la sentenza di primo grado della Casoria e la famosa relazione Palazzi (quella in cui il pm della Figc reputa l'Inter passibile di illecito sportivo alla luce delle nuove intercettazioni) per presentarsi davanti alla Figc e riaprire i faldoni del 2006. Non servono le sentenze di Cassazione per riscrivere la storia, basta leggere bene quella di primo grado e riascoltare il dibattimento che l'ha prodotta. E del processo sportivo non rimane più niente.



    ricordiamo che nel processo SPORTIVO la juve è stata punita tenendo conto di tutte queste cose qui (ammonizioni mirate, sorteggi truccati, paparesta chiuso, carriere degli arbitri controllate, rapporto esclusivo con i designatori, . . . ).

    "dovevano radiarvi, vi è andata bene!" (cit.)
    Grazie

    Vediamo oggi che succede
    Firma in sciopero

  5. #5
    Utente L'avatar di iLeo
    Registrato il
    03-11
    Località
    Londra
    Messaggi
    3.177
    Citazione Jim Kenobi Visualizza Messaggio
    Grazie

    Vediamo oggi che succede
    Rinviato al 23 Marzo.
    Viva l'italia.
    Citazione Fabio13 Visualizza Messaggio
    Ora esce che del Piero è stato piu forte di Totti ed è stato sempre decisivo pure 2-3 anni fa ahahahahahah..Poi vabbe , marchisio e chiellini , due buoni giocatori osannati solo perchè della juve ahahahhah . ah gia , vidal piu forte di DDR , Pirlo miglior regista della storia aahhahahah..Ma smettetela di dire cazzate , trasformate in campioni dei buon giocatori..

  6. #6
    Improbabile L'avatar di SkullMonkey
    Registrato il
    10-05
    Località
    Monza(MB)
    Messaggi
    7.364
    Citazione iLeo Visualizza Messaggio
    Rinviato al 23 Marzo.
    Viva l'italia.

  7. #7
    Mr 4 cm L'avatar di titan2010
    Registrato il
    07-06
    Località
    Tristram
    Messaggi
    28.148
    guyz oggi vista l'attesa sentenza della cassazione si è riaperto il dibattito calciopoli con un paio di miei amici...mi potete linkare qualche fonte più attendibile dell'articolo di tuttosport postato sopra? Tipo le sentenze vere e proprie o che so io...

    uno di loro mi ha postato questo elenco
    http://www.bausciacafe.com/2013/12/17/ventisette/
    a cui non so rispondere non essendomi mai interessato al caso



  8. #8
    vuole solo la juveh!1!1!! L'avatar di Vulcan Raven
    Registrato il
    03-03
    Località
    un puntino in prov. NA
    Messaggi
    32.727
    tanto comunque i due scudetti non ce li ridarebbero, gli altri continuerebbero a dire "arriubba la gliuve" e sarebbe tutto solo un contentino, una soddisfazione per noi che, tra l'altro, la verità già la conosciamo.

  9. #9
    Utente L'avatar di ULELLA
    Registrato il
    04-07
    Messaggi
    3.367
    Citazione titan2010 Visualizza Messaggio
    guyz oggi vista l'attesa sentenza della cassazione si è riaperto il dibattito calciopoli con un paio di miei amici...mi potete linkare qualche fonte più attendibile dell'articolo di tuttosport postato sopra? Tipo le sentenze vere e proprie o che so io...uno di loro mi ha postato questo elencohttp://www.bausciacafe.com/2013/12/17/ventisette/a cui non so rispondere non essendomi mai interessato al caso
    Mi sono bastate le prime righe dove si usa una tragedia che dovrebbe essere di tutti come quella dell'Heysel come ennesimo pretesto per dire "vincete solo in Italia grazie agli aLbitri" e si fa riferimento alle accuse di abuso di EPO (dalle quali la Juve è stata completamente ASSOLTA) per farmi capire la serietà del tutto. Citare come sentenze di "condanna" gli esposti dei tifosi per far togliere gli scudetti all'Inter, poi

  10. #10
    Utente L'avatar di Ur Shak
    Registrato il
    01-05
    Messaggi
    7.843
    la juve vuole cassanohhh
    tu gord is megl che uan
    lo vojo

  11. #11
    se fossi voi :) L'avatar di el Bandido
    Registrato il
    02-13
    Messaggi
    5.985
    niente, mi spiace per il giornalista di tuttosport che ha scritto quell'articolo e rinviano tutto a marzo

    leggo "il giudice ha valutato complesso il processo e ha fissato un'udienza straordinaria fra due mesi. Oggi solo la relazione"

  12. #12
    Mr 4 cm L'avatar di titan2010
    Registrato il
    07-06
    Località
    Tristram
    Messaggi
    28.148
    Citazione ULELLA Visualizza Messaggio
    Mi sono bastate le prime righe dove si usa una tragedia che dovrebbe essere di tutti come quella dell'Heysel come ennesimo pretesto per dire "vincete solo in Italia grazie agli aLbitri" e si fa riferimento alle accuse di abuso di EPO (dalle quali la Juve è stata completamente ASSOLTA) per farmi capire la serietà del tutto. Citare come sentenze di "condanna" gli esposti dei tifosi per far togliere gli scudetti all'Inter, poi
    vabè è chiaro che dell'introduzione o delle sentenze riguardanti i movimenti dei tifosi non mi interessa nulla, mi riferivo a tutte quelle su Moggi, Giraudo, GEA, ecc...



  13. #13
    Yeah Science, Bitch! L'avatar di MikiM
    Registrato il
    09-04
    Località
    Francoforte
    Messaggi
    45.404
    se giovinco va via io cassano lo prenderei

  14. #14
    Utente L'avatar di ULELLA
    Registrato il
    04-07
    Messaggi
    3.367
    Citazione titan2010 Visualizza Messaggio
    vabè è chiaro che dell'introduzione o delle sentenze riguardanti i movimenti dei tifosi non mi interessa nulla, mi riferivo a tutte quelle su Moggi, Giraudo, GEA, ecc...
    In ordine:-Su Moggi poco da dire, si sta aspettando la Cassazione. Nei primi due gradi è stato giudicato colpevole (non so le accuse precise) e difficilmente ci sarà un'assoluzione completa (per quanto le perplessità ci siano, cerca su Juventibus o su Giulemanidallajuve per i dettagli), ma come puoi leggere nell'articolo qui sopra tutti i capi d'accusa della Juventus (processo sportivo quindi, la Juve con il processo di Moggi non c'entra niente) sono caduti durante il processo ordinario.- Giraudo ha fatto una scelta completamente diversa da quella di Moggi: non ha voluto combattere, ha lasciato l'Italia e ha scelto di farsi giudicare con rito abbreviato (quindi non ha avuto la possibilità di produrre nuove prove rispetto a quelle presenti agli atti all'apertura del processo). La condanna era quindi inevitabile (se c'erano i presupposti iniziali per aprire un processo e non si possono produrre nuove prove, a meno di ribaltoni assurdi l'imputato sarà dichiarato colpevole).- GEA: non è rimasto praticamente niente. Tutti i capi d'imputazione sono stati smentiti durante il processo; niente poteri sul calciomercato, niente minacce/influenze sui giocatori, niente illeciti. L'unica accusa rimasta se non sbaglio era la violenza privata del figlio di Moggi versi Blasi e un altri giocatore, ma accusa RIDICOLA (qualcosa tipo "o te ne vai o qui dove sei non giochi più e marcisci in tribuna", ovvero una cosa che succede quotidianamente nel calcio odierno).Questo è quello che ricordo, potrebberi esserci imprecisioni qua e là ma cercando su internet puoi correggerle eventualmente.

  15. #15
    Mr 4 cm L'avatar di titan2010
    Registrato il
    07-06
    Località
    Tristram
    Messaggi
    28.148
    Citazione ULELLA Visualizza Messaggio
    In ordine:-Su Moggi poco da dire, si sta aspettando la Cassazione. Nei primi due gradi è stato giudicato colpevole (non so le accuse precise) e difficilmente ci sarà un'assoluzione completa (per quanto le perplessità ci siano, cerca su Juventibus o su Giulemanidallajuve per i dettagli), ma come puoi leggere nell'articolo qui sopra tutti i capi d'accusa della Juventus (processo sportivo quindi, la Juve con il processo di Moggi non c'entra niente) sono caduti durante il processo ordinario.- Giraudo ha fatto una scelta completamente diversa da quella di Moggi: non ha voluto combattere, ha lasciato l'Italia e ha scelto di farsi giudicare con rito abbreviato (quindi non ha avuto la possibilità di produrre nuove prove rispetto a quelle presenti agli atti all'apertura del processo). La condanna era quindi inevitabile (se c'erano i presupposti iniziali per aprire un processo e non si possono produrre nuove prove, a meno di ribaltoni assurdi l'imputato sarà dichiarato colpevole).- GEA: non è rimasto praticamente niente. Tutti i capi d'imputazione sono stati smentiti durante il processo; niente poteri sul calciomercato, niente minacce/influenze sui giocatori, niente illeciti. L'unica accusa rimasta se non sbaglio era la violenza privata del figlio di Moggi versi Blasi e un altri giocatore, ma accusa RIDICOLA (qualcosa tipo "o te ne vai o qui dove sei non giochi più e marcisci in tribuna", ovvero una cosa che succede quotidianamente nel calcio odierno).Questo è quello che ricordo, potrebberi esserci imprecisioni qua e là ma cercando su internet puoi correggerle eventualmente.
    ok thanks



Pag 1 di 44 123411 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •