• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 20

Discussione: il terzo uomo (Welles)

Cambio titolo
  1. #1
    Utente
    Registrato il
    10-02
    LocalitÓ
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471

    Lampadina il terzo uomo (Welles)

    ieri sera sera ho visto questo grande capolavoro in versione restaurata...il terzo uomo (the third man) Ŕ davvero eccellente per cast, scenografia, fotografia: i giochi di luci ed ombre mai casuali in una suggestiva Vienna del secondo dopoguerra, credo di non aver mai visto in un film locazione tanto affascinante, e peraltro irripetibile; scene memorabili entrate nella storia del cinema grazie ad un abile ed ardito uso delle inquadrature, una recitazione di prim'ordine (consiglio di vederlo in lingua originale con i sottotitoli) e grandi dialoghi, storia originale (il film Ŕ del 47') che per˛ serve piuttosto a parlare dei personaggi, dell' amicizia, dell'amore

    "in Italia, nel 500', sotto i Borgia ci furono guerre, cospirazioni, invasioni e morte ma ebbero Michelangelo, Raffaello e il Rinascimento; in Austria a quel tempo si vivevano anni di pace, fratellanza e democrazia, e cosa hanno prodotto di pi¨ importante? l'orologio a cuc¨"

  2. #2
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    6.831
    Grandissimo!!!!! La fotografia di Robert Krasker, sbilenca e contrastata, e' semplicemente stupenda...

    Fra l'altro uno dei pochi casi in cui il film e' superiore al romanzo (ma in effetti Greene aveva scritto il libro praticamente apposta perche' ne venisse tratto il film).

  3. #3
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    6.831
    Ah, per chi non lo sapesse, la musica che accompagna lo spot della Vigorsol con il postino e' tratta proprio da questo film...

  4. #4
    Utente
    Registrato il
    10-02
    LocalitÓ
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    Inviato da El Gugliauser
    Ah, per chi non lo sapesse, la musica che accompagna lo spot della Vigorsol con il postino e' tratta proprio da questo film...
    giÓ, una canzoncina cosý allegra suona ironica come sottofondo in alcuni momenti del film, tipo al funerale

  5. #5
    Utente L'avatar di Atlas
    Registrato il
    03-03
    Messaggi
    2.232
    Eccellente, con un lungo e memorabile piano sequenza che ancora oggi molto avrebbe da insegnare a tanti registi dediti al videoclip.
    No Tears Please, It's a Waste of Good Suffering..

  6. #6
    Utente
    Registrato il
    10-02
    LocalitÓ
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    Inviato da Atlas
    Eccellente, con un lungo e memorabile piano sequenza che ancora oggi molto avrebbe da insegnare a tanti registi dediti al videoclip.
    di cosa parli esattamente dicendo del piano in sequenza?
    per il resto il film ha lasciato una serie di momenti memorabili alla storia del cinema, tipo le ombre dei personaggi che si allungano per le strade, parti citate nei libri di cinema tipo quando la protagonista femminile entra nell'ombra per cambiarsi ed esce vestita, o alla fine Lime che tende le dita oltre la grata come in un ultimo sprazzo di libertÓ
    o la fine, assai originale per quei tempi,
    Spoiler:
    che propone un secco epilogo della storia d'amore abbozzata tra i due protagonisti con lei che prosegue senza nemmeno guardarlo

    avete fatto caso che in questo film tutti storpiano i nomi di tutti?

  7. #7
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    6.831
    Inviato da antares
    di cosa parli esattamente dicendo del piano in sequenza?
    Penso Atlas si riferisca al finale, con Alida Valli che parte da lontano e si avvicina lentamente per passare di fronte a Joseph Cotten senza rivolgergli la parola. Il tutto con l'inquadratura fissa, senza stacchi di montaggio. Ed e' perfetto cosi'.

  8. #8
    Utente L'avatar di Atlas
    Registrato il
    03-03
    Messaggi
    2.232
    Esattamente.
    No Tears Please, It's a Waste of Good Suffering..

  9. #9
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    6.831
    In tema di piano sequenza, vorrei ricordare cosa aveva detto comunque Hitchcock, che utilizzo' questa tecnica per due suoi film: "Nodo alla gola" e "Sotto il capricorno" (che devo ricordarmi di ordinare in DVD R1 visto che e' l'unico film della sua carriera americana che non ho mai visto).

    Hitch disse, dopo l'esperimento: "Comunque le forbici sono meglio", intendendo che alla fin fine continuava a preferire il montaggio tradizionale, o per lo meno che realizzare TUTTO un film in piano sequenza senza stacchi (tranne quelli per cambiare la pellicola, comunque occultati facendo passare gli attori davanti alla macchina da presa nel momento clou) non offre le stesse possibilita' del montaggio.

    Non mi ricordo se ho letto questa sua affermazione nel bellissimo libro-intervista di Truffaut o se da qualche altra parte...

  10. #10
    Utente
    Registrato il
    10-02
    LocalitÓ
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    non vorrei essere dissacratore, ma mi pare che questo piano in sequenza sia stato di realizzazione abbastanza facile paragonato ad altri in cui la recitazione e le scene sono molto pi¨ movimentate, come nell'ottimo Omicidio in diretta

  11. #11
    Utente
    Registrato il
    10-02
    LocalitÓ
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    comunque i prossimi film con Orson Welles che ho intenzione di vedere sono Quarto potere e L'infernale Quinlan, mi intrigano parecchio

  12. #12
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    6.831
    Inviato da antares
    non vorrei essere dissacratore, ma mi pare che questo piano in sequenza sia stato di realizzazione abbastanza facile paragonato ad altri in cui la recitazione e le scene sono molto pi¨ movimentate, come nell'ottimo Omicidio in diretta
    Ti sbagli... il piano sequenza e' un vero e proprio tour de force per attori, cameraman e regista. Sbagli qualcosa e devi rifare tutto: tutto va pianificato attentamente.

    Per piano sequenza non si intende infatti soltanto una scena in cui l'inquadratura resta fissa, ma semplicemente quando non si usano stacchi di montaggio. Poi l'inquadratura puo' essere mobilissima...

    Non a caso proprio il film che citi tu, Omicidio in Diretta, ha un inizio folgorante che e' proprio un piano sequenza di 20 minuti e che dura fino a dopo l'incontro di boxe. Dinamico, virtuosistico, ma senza stacchi di montaggio.

    Solo che li' in realta' hanno girato in vari spezzoni separati e poi hanno usato trucchi digitali per riunire tutto e farlo sembrare un unico piano sequenza!

  13. #13
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    LocalitÓ
    Torino
    Messaggi
    6.831
    Inviato da antares
    comunque i prossimi film con Orson Welles che ho intenzione di vedere sono Quarto potere e L'infernale Quinlan, mi intrigano parecchio
    Quarto Potere e' un capolavoro di soluzioni tecniche per l'epoca innovative e geniali. Puo' non piacere come trama (non e' certamente un film "emozionale" come il Terzo Uomo), ma e' comunque una pietra miliare.

    L'infernale Quinlan e' semplicemente eccezionale...

    Occhio che di entrambi i film le edizioni italiane sono tagliuzzate di una ventina di minuti... Consiglio di reperire le versioni integrali (quasi due ore per tutti e due i film), restaurate, in inglese con sottotitoli.

  14. #14
    Utente
    Registrato il
    10-02
    LocalitÓ
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    Inviato da El Gugliauser
    Ti sbagli... il piano sequenza e' un vero e proprio tour de force per attori, cameraman e regista. Sbagli qualcosa e devi rifare tutto: tutto va pianificato attentamente.
    so che Ŕ estremamente difficile fare un buon piano sequenza, ma intendevo dire che nel caso della fine del terzo uomo era relativamente pi¨ facile perchŔ Cotten stava femo su un lato cosý come l'inquadratura, mentre la Valli veniva camminando verso l'obiettivo, il tutto senza cambi di scena e recitazione

  15. #15
    Utente
    Registrato il
    10-02
    LocalitÓ
    fuori sede a Firenze
    Messaggi
    2.471
    Inviato da El Gugliauser


    Solo che li' in realta' hanno girato in vari spezzoni separati e poi hanno usato trucchi digitali per riunire tutto e farlo sembrare un unico piano sequenza!
    infatti, venti minuti di fila sarebbe stato

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •